Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Ultime visite al Blog

Sono44gattinfilax6.2estinetteesagredo58Butturfly66arw3n63pie.berraLutero_Paganoolgy120ellenaellena73WIDE.REDcicali.andreadolcecarlarlcIIKEAanastomosidisabbia
 
 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 89
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

Messaggi del 07/11/2017

 

Da Mauro a Pier Domenico e molti altri

Post n°8235 pubblicato il 07 Novembre 2017 da sagredo58
 

 

Cito cronologicamente libri, trasmissioni TV, nuove religioni o sette, che si sono occupate di teorie degli "antichi astronauti alieni" ed hanno avuto particolare risonanza in Italia:

  • Book of the Damned (1919), di Charles Hoy Fort (1874-1932), di fatto segna la comparsa della prima teoria degli antichi astronauti.
  • Scientology (1954), setta o religione che sembra contenere una narrazione relativa all'origine aliena dell'umanità, fondata da L. R. Hubbard (1911-1986),
  • Terra senza tempo, (1964) di Peter Kolosimo (1922-1984).
  • La luna: la chiave della Bibbia (1968), di Jean Sendy (1910 - 1978), scrittore e traduttore francese che come Biglino afferma che la parola "Elohim" presente nel testo ebraico originale della Bibbia, tradizionalmente tradotta con Dio, dovrebbe invece essere tradotta con il plurale "Dei", perché il singolare della parola "Elohim" è "Eloah", che erano viaggiatori spaziali alieni di forma antropomorfa.
  • Gli extraterrestri torneranno (1969), di Erich von Däniken (1930), scrittore svizzero che sostiene che creature aliene, provenienti da un altro sistema solare, visitarono il nostro pianeta circa diecimila anni fa e crearono uomini intelligenti a loro somiglianza alterando il genoma delle scimmie; succesivamente adorate dal genere umano come divinità per le loro immense conoscenze tecniche, delle quali resta una velata tradizione nei miti; coerentemente alle sue idee ha persino aperto un parco a tema in Svizzera.
  • Movimento Raeliano (1973), la più famosa neo religione che si fonda sulla teoria degli "antichi alieni", fondata da Claude Vorilhon, perchè contattato da un rappresentante di una civiltà extraterrestre, gli stessi Elohim di Biglino, nel cratere di un vulcano spento vicino a Clermont-Ferrand, nella Francia centrale.
  • Il pianeta degli dei (1983), di Zacharia Sitchin (1920 - 2010), scrittore azero naturalizzato statunitense che racconta che su Nibiru, il decimo pianeta del sistema solare poi distruttosi, abitava una razza tecnologicamente avanzata e simile a quella umana; questi esseri erano chiamati Anunnaki dalla mitologia sumera e compaiono nella Bibbia col nome di Elohim; gli Anunnaki avrebbero creato geneticamente l'Homo Sapiens incrociando la loro razza con l'Homo erectus, con lo scopo di avere della manodopera per prelevare metalli dalle miniere.
  • Angeli, dèi, astronavi - Extraterrestri nel passato (1991), dell'ufologo italiano Roberto Pinotti (1944) fermo sostenitore della tesi che gli extraterrestri ci facciano periodicamente visita.
  • Misteri (dal 1994), trasmissione televisiva anche dedicata ad illustrare ipotesi di "antichi astronauti alieni", tra gli autori il giornalista Roberto Giacobbo (1961), incluso da Biglino tra i suoi riferimenti, poi conduttore poi di deprecabili e spettacolarizzate trasmissioni Stargate - Linea di confine (1999-2008), Voyager - Ai confini della conoscenza (dal 2003).
  • Stargate (1994) diretto da Roland Emmerich, film che racconta la scintilla iniziale della civiltà umana scoccata da un intervento alien, il dio egiziano Amon-Ra.
  • Impronte degli dei (1995), di Graham Hancock (1950), giornalista e scrittore che ipotizza anche una civiltà evoluta estintasi 10.500 anni fa ai tempi dell'ultima glaciazione, (l'Atlantide di cui parlava anche Platone), che in qualche modo sopravvissuta con le sue conoscenze ha costruito le Piramidi, le teste dell'isola di Pasqua ed altri monumenti.

 

Biglino non è originale per quello che racconta, la sua opera e il suo successo, nascono all'interno di un filone narrativo molto frequentato.

Biglino è originale per come racconta ...

Ho già cercato di metterlo in evidenza, ma aggiungo che trovo geniale la conclusione e l'immagine trovata da Stefano per rappresentare questa originalità.

Nooo, un altro, chi è Stefano?

In realtà di Stefano ho già parlato citandone un articolo.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Mauro – Originale?

Post n°8234 pubblicato il 07 Novembre 2017 da sagredo58
 

 

Biglino non è originale per quello che racconta, la sua opera e il suo successo, nascono all'interno di un filone narrativo molto frequentato.

 

La teoria, sarebbe meglio dire la narrazione degli "antichi astronauti alieni", o del "paleocontatto" non è nuova:

  • spesso è al centro di libri che si presentano con una veste saggistica ma che sono scritti da outsider dell'archeologia o della filologia o comunque delle discipline a cui si rifanno;
  • nutre la letteratura e la cinematografia di fantascienza;
  • istiga anche la nascita di nuove religioni.

 

Tracciarne la storia non è affatto semplice, non è unitaria, si perde in mille rivoli, ciascuno dei quali, in funzione dei differenti autori che la divulgano, si concentra:

  • su un testo,
  • su una civiltà,
  • su un monumento specifico,
  • su specifici gruppi di testi, civiltà, monumenti,

per argomentare che l'umanità:

  • subì, per alcuni;
  • subì e continua a subire, per altri;

 una pesante interferenza extraterrestre nel suo sviluppo storico.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Mauro – Saggi scientifici?

Post n°8233 pubblicato il 07 Novembre 2017 da sagredo58
 

 

I libri di Biglino non sono saggi scientifici, sono opere fintamente accademiche, nel senso che:

  • sono didattici, indirizzati ad un lettore non preparato ed abbastanza forniti di citazioni e riferimenti tanto da impressionare i non addetti ai lavori;
  • non emergono da un processo di revisione accademico, che coinvolga anche professori universitari, cosa che tipicamente convalida le pubblicazioni scientifiche;
  • non soddisfano i requisiti dei saggi scientifici, perché evidenziano una certa confusione tra teorie accettate dagli esperti di una disciplina ed altre collocate ai margini di quella stessa disciplina, sconfinanti nelle pseudoscienze, cosa che rischia di indurre confusione nei lettori.

 

Biglino sostiene che le sue proprie ipotesi sono il risultato di un ragionamento autonomo emerso dalla pratica della traduzione letterale della Bibbia.

Eppure cita ed utilizza esplicitamente (sia nei suoi libri che nelle conferenze) due teorie pseudoscientifiche (cosa raccontano lo dirò successivamente), non accettate dalle autorità delle discipline a cui fanno riferimento:

  • Gli extraterrestri torneranno (1969), di Erich von Däniken (1930).
  • Il pianeta degli dei (1983), di Zacharia Sitchin (1920 - 2010).

 

Nascono due domande:

  • Perché, visto che Biglino ci tiene alla competenza scientifica ,non precisa fino a che punto le teorie pseudoscientifiche che cita sono state accolte, o respinte, e su quale base, da esperti delle discipline di pertinenza?
  • Quanto è stato influenzato ed indirizzato Biglino da questi precursori che cita esplicitamente?

 

Alle prima delle precedenti domande non so rispondere:

  • poco importa;
  • il fatto che non risponda nemmeno Biglino m'appare più inquietante.

 

Distinguere il livello di accettazione di una teoria (sarebbe meglio chiamarla ipotesi di lavoro se non suffragata da fatti certi, incontrovertibili ed universalmente accettati) serve ad evitare che qualunque autore menzionato si presenti all'ignaro lettore inesperto ammantato di autorità accademica solo per il fatto di:

  • essere qualificato come "esperto", "studioso", affiliato a un'università,
  • anche solo per il mero fatto di essere stato pubblicato.

 

Quanto alla seconda domanda significa chiedersi de Biglino è originale?

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso