Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Ultime visite al Blog

BacardiAndColakith_straworthSono44gattinfilax6.2sagredo58lascrivanaRavvedutiIn2avogadrosefrancesco.antolinienricopanunziarw3n63casale.chiaragoldsilvergioiellicribur54miangiu
 

Ultimi commenti

 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 89
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

Messaggi del 02/12/2017

 

E’ volata via …

Post n°8298 pubblicato il 02 Dicembre 2017 da sagredo58
 

Mia figlia è volata via, 

sulle ali del suo entusiasmo vent’enne.

 

Sono stato bravo a insegnargli a volare, 

a saperla lasciare andare.

A lei dedico le parole di un popolare interprete della canzone pop francese,

Michel Sardou, del tutto sconosciuto all’estero,

cantate da una sua coetanea di soli 4 giorni più piccola, Louanne,

che, come lei, ha spiccato il volo proprio cantando, ancora sedicienne,

la canzone Je vole del 1978,

proprio l'anno in cui, vent'enne, ero io a volare.

 

Vola figlia mia,

non ti voltare.

 

So di volerti bene

ma devo lasciarti andare.

 

 

Je vole

Io volo 

Mes chers parents, je pars

Miei cari genitori, io vado via

Je vous aime mais je pars

Vi voglio bene , ma vado via

Vous n'aurez plus d'enfant

Non avete più un figlio

Ce soir

Questa sera

Je n'm'enfuis pas je vole

Io non fuggo, io volo

Comprenez bien, je vole

Cercate di capire, io volo

Sans fumée, sans alcool

Senza fumare, senza bere

Je vole, je vole

Io volo, io volo

Elle m'observait hier

Mi osservava, ieri

Soucieuse troublée ma mère

Ansiosa e turbata mia madre

Comme si elle le sentait

come se lei lo sentisse

En fait elle se doutait, entendait

infatti si chiedeva, capiva

J'ai dit que j'étais bien

Le ho detto che stavo bene

Tout à fait l'air serein

Con l'aria del tutto serena

Elle a fait comme de rien

Lei ha fatto finta di niente

Et mon père démuni a souri

Ed il mio povero padre ha sorriso

Ne pas se retourner

Senza voltarsi

S'éloigner un peu plus

allontanarsi un po' di più

Il y a gare une autre gare

Una stazione, un'altra stazione

Et enfin l'Atlantique

E infine l'Atlantico

Mes chers parents, je pars

Miei cari genitori, io vado via

Je vous aime mais je pars

Vi voglio bene , ma vado via

Vous n'aurez plus d'enfant

Non avete più un figlio

Ce soir

Questa sera

Je n'm'enfuis pas je vole

Io non fuggo, io volo

Comprenez bien, je vole

Cercate di capire, io volo

Sans fumée, sans alcool

Senza fumare, senza bere

Je vole, je vole

Io volo, io volo

J'me demande sur ma route

Mi interrogo, sul mio cammino

Si mes parents se doutent

se i miei genitori si domandano

Que mes larmes ont coulé

Che le mie lacrime sono scese

Mes promesses et l'envie d'avancer

Le mie promesse ed il desiderio d'avanzare

Seulement croire en ma vie

Semplicemente credere nella mia vita

Tout ce qui m'est promis

tutto ciò che mi è promesso

Pourquoi, où et comment

Perché, dove e come

Dans ce train qui s'éloigne

In questo treno che si allontana

Chaque instant

Ogni istante di più

C'est bizarre cette cage

è strana questa gabbia

Qui me bloque la poitrine

Che mi serra il petto

Je n'peux plus respirer

non posso più respirare

Ça m'empêche de chanter

Mi impedisce di cantare

Mes chers parents, je pars

Miei cari genitori, io vado via

Je vous aime mais je pars

Vi voglio bene , ma vado via

Vous n'aurez plus d'enfant

Non avete più un figlio

Ce soir

Questa sera

Je n'm'enfuis pas je vole

Io non fuggo, io volo

Comprenez bien, je vole

Cercate di capire, io volo

Sans fumée, sans alcool

Senza fumare, senza bere

Je vole, je vole

Io volo, io volo

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pillola - Scuola

Post n°8297 pubblicato il 02 Dicembre 2017 da sagredo58
 

So che la mia generazione ha terribili colpe nei confronti della scuola.

La maggior parte di quelli che ci sono andati a lavorare,

l'ha fatto per ripiego, perché non trovavano di meglio, pochissimi per scelta.

 

Chi invece è rimasto sul versante genitoriale,

invece che allearsi con la scuola e i docenti,

per educare i figli,

 

si è alleato con i figli,

per attaccare i docenti,

assurdo, sbagliato e pericoloso per i figli.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso