Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Ultime visite al Blog

BacardiAndColakith_straworthSono44gattinfilax6.2sagredo58lascrivanaRavvedutiIn2avogadrosefrancesco.antolinienricopanunziarw3n63casale.chiaragoldsilvergioiellicribur54miangiu
 

Ultimi commenti

 

Contatori e Contati

 
Citazioni nei Blog Amici: 89
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Mobile

Seguimi su Libero Mobile

 

Riconoscimenti

sito internet

 

Motori di ricerca

motori di ricerca

 

Messaggi del 05/12/2017

 

Dialogo sullo Spirito 2

Post n°8306 pubblicato il 05 Dicembre 2017 da sagredo58
 

LUI

Quella vaga utopia

di una fratellanza con gli altri,

patologia questa che, prima o poi, sfiora tutti.

Quell'interlocutore ignoto,

con cui parliamo incessantemente,

per il 99,99 % del nostro tempo.

 

La devozione incommensurabile che proviamo verso i nostri figli.

Sono solo esempi, ma ce ne sono tanti altri.

Le azioni che citi,

possono avere attinenza con la spiritualità,

non ne esauriscono del tutto il senso.

 

Il semplice chiedersi intimamente,

senza costrutti sociologici,

da dove veniamo e dove andiamo,

attiene al concetto di spirito.

 

L'umanità, dai suoi albori

(la prima maestrina dalla penna rossa l'ha fatta Pitagora Stonato per correggere arbori; la seconda Arw per correggere Piatagora, la tirza?),

ha partorito il concetto di spiritualità.

Poi certo possiamo chiamarla come ci pare.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Dialogo sullo Spirito 1

Post n°8305 pubblicato il 05 Dicembre 2017 da sagredo58
 

LUI

Pur lasciando intatta la devozione …

al Mistero,

mi sembra ragionevole allocare le "sensazioni ",

che il corpo regala all'anima,

in un 'istanza umana e scientifica.

 

SAGREDO

La devozione mi manca e lo spirituale lo conosco poco,

preferisco parlare della mente,

delle suggestioni, delle emozioni e dei sogni,

tutto ciò con lo spirito che non riconosco non ha nulla a che fare,

è tutto terribilmente, semplicemente, umano.

 

LUI

Eppure è un aspetto strettamente umano,

quello della dimensione spirituale.

Di certo nulla o poco a che vedere con le dottrine religiose,

ma umano lo è, eccome.

Probabilmente un'attività della mente.

 

SAGREDO

Che cosa è spirituale?

Qualcosa di diverso da quello che emoziona, suggestiona, affascina, intriga, si desidera?

Se non è qualcosa di diverso,

allora è solo un sinonimo inutile,

quanto fuorviante.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pillola - Belle parole

Post n°8304 pubblicato il 05 Dicembre 2017 da sagredo58
 

Chi sa di essere profondo,

si sforza di esser chiaro.

 

Chi vuole apparire profondo alla folla,

si sforza di esser oscuro.

 

Infatti la folla ritiene profondo tutto quel di cui non riesce a vedere il fondo:

è tanto timorosa e scende tanto mal volentieri nell'acqua!

 

Belle parole di Nietzsche.

Si adattano alla perfezione a molti oscuri qui dentro.

 

 

Un esempio? Quello qui sopra ...

Un opera inutilie, perché insignificante, nel senso più letterale del termine.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso