Creato da: sagredo58 il 03/01/2011
fibrillazioni, tentazioni, emozioni, provocazioni, sensazioni, cazzeggi, per celebrare parola, significato e conoscenza

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 90
 

Ultime visite al Blog

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 03/02/2018

 

Storia della Macchina di Anticitera – Quadrante posteriore superiore

Post n°8478 pubblicato il 03 Febbraio 2018 da sagredo58
 

La sezione posteriore superiore contiene due quadranti con struttura a spirale, suddivisi in mesi lunari.

 

Il quadrante superiore contiene una spirale suddivisa in 235 mesi lunari del ciclo Metonico, introdotto dall'astronomo Metone di Atene nel 432 a.C., è un periodo di 19 anni solari che corrispondono (quasi) a 235 mesi lunari, più precisamente a 12 anni di 12 mesi lunari e 7 anni di 13 mesi (12×12 + 7×13 = 235):

  • l'anno solare medio è di circa 365 giorni, 5 ore, 48 minuti e 46 secondi;
  • il mese lunare medio è di circa 29 giorni, 12 ore, 44 minuti e 3 secondi;
  • 235 mesi lunari corrispondono a 19 anni solari, più 2 ore e 5 minuti circa, con una differenza media di 6 minuti e 35 secondi per anno.

 

All'interno del quadrante superiore ci sono due quadranti più piccoli che riportano:

  • il ciclo quadriennale dei giochi Olimpici, che si svolgevano ogni quattro anni e la cui inaugurazione avveniva sempre in concomitanza della luna piena più vicina al solstizio d'estate, che permette di fissare le data d'inizio dei Giochi;
  • il ciclo Callippico di 76 anni, introdotto dall'astronomo Callippo di Cizico nel 330 a.C., un perfezionamento del ciclo Metonico, che si basa sulla equivalenza tra 76 anni solari e 940 mesi lunari.

 

Le analisi con i raggi X hanno fornito una rappresentazione tridimensionale del dispositivo riuscendo anche a decifrare le iscrizioni nascoste all'interno di alcune componenti dello strumento, che metterebbero in luce i collegamenti con le Olimpiadi.

L'analisi è stata così accurata da poter stabilire che lo strumento si era rotto ed era stato riparato, probabilmente due anni dopo la sua costruzione.

I ricercatori hanno trovato la parola Nemea incisa vicino a una piccola ruota che compone lo strumento e che costituirebbe un ulteriore riferimento ai Giochi Panellenici ("di tutti i greci"), competizioni sportive a carattere sacro che impegnavano tutte le città della Grecia:

  • Olimpici, i più importanti e prestigiosi, si tenevano ogni quattro anni ad Olimpia nell'Elide ed erano dedicati a Zeus.
  • Pitici, si tenevano ogni quattro anni nei pressi di Delfi ed erano dedicati ad Apollo.
  • Nemei , si tenevano ogni due anni a Nemea ed erano anch'essi dedicati a Zeus.
  • Istmici, si tenevano ogni due anni nei pressi di Corinto ed erano dedicati a Poseidone.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Storia della Macchina di Anticitera – Meccanismi del Pannello Frontale

Post n°8477 pubblicato il 03 Febbraio 2018 da sagredo58
 

Per il meccanismo del moto lunare la Macchina di Anticitera utilizza un differenziale, un organo meccanico che distribuisce una coppia motrice tra le due ruote motrici di uno stesso asse, oggi presente in tutte le automobili.

Per ritrovare un meccanismo del genere bisognerà attendere Leonardo da Vinci che nel 1478 progetta un Carro semovente, un complesso automa meccanico che viene considerato l'antenato dell'automobile moderna.

Il differenziale moderno è invece descritto e brevettato dall'orologiaio francese Onésiphore Pecqueur, solo nel 1827, per l'uso in un veicolo a vapore.

 

I ruotismi per le riproduzione del moto dei cinque pianeti sono andati perduti.

La presenza di tali parti della macchina è tuttavia confermata dalle descrizioni presenti nel calendario astrometereologico dove viene indicato il colore delle sferette che indicavano i vari pianeti.

Le anomalie delle loro orbite potevano venire riprodotte nello stesso modo utilizzato per le anomalie lunari.

Non è invece del tutto certa (pur essendo probabile) la riproduzione delle anomalie dell'orbita solare; non sappiamo quindi se la posizione del sole sullo zodiaco fosse indicata come funzione lineare della data immessa o attraverso il calcolo della velocità del sole nei diversi punti della sua orbita.

 

Il calendario egizio è composto di:

  • 3 stagioni;
  • di 4 mesi ognuna;
  • di 30 giorni ciascuno;
  • per un totale, quindi, di 360 giorni;
  • alla fine dell'anno vengono aggiunti 5 o 6 giorni supplementari (detti epagomeni).

La Macchina di Anticitera in riferimento al calendario egizio prevede l'introduzione di una compensazione per lo scarto rispetto alla durata reale dell'anno solare ed è proprio la presenza di questo meccanismo di compensazione che ha consentito di confermare la data di costruzione e quella del naufragio.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Storia della Macchina di Anticitera – Pannello Frontale

Post n°8476 pubblicato il 03 Febbraio 2018 da sagredo58
 

 

Il pannello frontale è diviso in tre sezioni.

 

La sezione frontale centrale contiene due quadranti:

  • la posizione di luna (include le fasi) e la dei pianeti, con riferimento allo Zodiaco, una rappresentazione di una fascia della volta celeste, suddivisa in 360 gradi, estesa per 9° da entrambi i lati dell'eclittica, il percorso apparente del Sole nel suo moto annuo.
  • un calendario egizio suddiviso in 365 giorni, la scala del calendario può ruotare rispetto ad una scala fissa per compensare lo scarto tra i 365 giorni del calendario egizio e la durata reale dell'anno.

 

Le sezioni superiore e inferiore contengono due parti di:

  • un unico calendario astrometereologico (Parapegma), che associa eventi astronomici (albe e tramonti di una stella fissa o solstizi/equinozi), con condizioni meteorologiche ad essi associate o da essi causate;
  • sulla destra, una manopola consente di inserire la data.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso