Creato da kammamury57 il 11/09/2007
L'italiano, questo sconosciuto...

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultime visite al Blog

kammamury57alemaria69matteo_amatovincenzopacibattiferro61labhvfebhfau.fabmassimlianla.vegetarianaButturfly66ma.vai.ha.squolaGiu_AntHarrisonFordiDe_Li_zio_sa
 

Ultimi commenti

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

ancora sui puntini!

Post n°26 pubblicato il 12 Maggio 2014 da kammamury57

Dopo quasi due anni torno al mio blog. Chiedo scusa ai miei coraggiosi lettori per questa lunga e prolungata assenza ma problemi di lavoro, mancanza di tempo e soprattutto pigrizia e svogliatezza mi hanno tenuto lontano dalla mia creatura.

Torno per parlarvi di un'abitudine ormai invalsa nell’uso corrente e, più o meno, impiegata da tutti: l’uso dei puntini sospensivi.

In italiano i puntini (tre non di più) si usano:

quando non si vuol dire tutto il proprio pensiero o si vuol lasciare sottinteso qualcosa che si può facilmente intuire, o per staccare una parola dal resto della frase, specialmente quando essa ha valore ironico o scherzoso.

Es.: Se continuerà a non studiare… (i puntini sottintendono “sarà bocciato”); le reti per la pesca di cui si servono i Papuani sono del tutto speciali perché tessute da… ragni (i puntini hanno qui tono scherzoso). (grammatica italiana di C. A. Sambugar).

Ciò premesso se abbiamo necessità di interrompere la frase non è necessario utilizzare i puntini ma bastano gli altri segni di punteggiatura: il punto, la virgola, il punto e virgola, ecc.. ognuno da utilizzare secondo regole precise.

Un cordiale saluto ai miei lettori ed un augurio di buona navigazione.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Al cospetto (o a dispetto) dell'italiano

Post n°25 pubblicato il 11 Settembre 2012 da kammamury57

Carissimi amici,

ho trovato, tra i commenti ad una foto (avete presente una di quelle dove una signora più o meno procace mostra in po' di ciccia e uomini e donne allupati cercano in ogni modo di farsi notare), questa perla:
Dinnanzi al tuo cospetto riamango senza parole.......

In sette parole, l'autore è riuscitoa metterci: un errore grammaticale, una ripetizione, un errore, spero, di digitazione e la solita esagerazione di puntini.

Cominciamo con dinnanzi. In italiano si scrive "dinanzi". Lo so caro amico sconusciuto che con due enne speri che la Signora diventi più malleabile ma sempre errore è ed io, scusami Loretta, te lo devo far notare.

La ripetizione è ancora più bella: dinanzi al tuo cospetto. Se sono dinanzi sono, PER FORZA, al tuo cospetto. Non c'è alternativa. Vocabolario alla mano "dinanzi" ed "al tuo cospetto" sono sinonimi, vogliono dire "di fronte". Metterli tutte e due nella stessa frase è INUTILE.

Riamango, caro amico, te lo passo come errore di digitazione e non commento.

Per i puntini, invece, a meno che tu non sia il Principe Antonio De Curtis in arte Totò tre sono quello che prevede la regola quelli in eccesso sono inutili.

Un cordiale saluto a voi cari internauti ed in particolare a chi mi ritiene troppo cattivo verso chi scrive senza mostrare pietà per l'italiano.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Sarebbe stato meglio se...

Post n°24 pubblicato il 05 Aprile 2012 da kammamury57

Quando due persone litigano,non esprimono, ne  le loro ragioni, ne i loro torti.

I litiganti esprimono solo rabbia ,che esce al  momento di una  ragione ho ho di un torto.

Questo sentimento li porta alla prevaricazione dell'uno sull'altro,fino all'estremo (ingiurie, ho contatto fisico).

Il litigare spesso porta a esprimere il peggio di noi.

 

Chi invece si sottrae alla litigata, la sua rabbia la controlla ha torto ho ragione, concedendo all'altro solo poco spazio per le sue parole.

                                           Quindi;

quando due persone  litigano vuol dire:

  che tutte e due  sono animati dallo stesso sentimento...

                                        Litigare

Girovagando tra i blog ho trovato questo capolavoro di grammatica. Ci sono talmente tanti "orrori" che non so da dove cominciare.
Nè negazione senza accento. O congiunzione scritto con l'h così come la preposizione a (sarà un forma di rafforazativo di cui ignoro l'esistenza?). Virgole messe dove capita e punto e virgola usato al posto dei due punti.  Perchè "litigata" non era meglio "litigio". 
Capisco che in Italia in questo momento abbiamo tanti problemi ma perchè prendersela con l'italiano?
Sui concetti espressi sorvolo mi piacerebbe, però, sapere con cosa si è fatto lo scrittore.
Un saluto a tutti e Buona Navigazione

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Se questo č un poeta

Post n°23 pubblicato il 09 Novembre 2011 da kammamury57

Desideri

 

Eeeeee qui inizia il mia visione onirica…….

del mio viaggio intellettivo.

 

Con la mente fra le nuvole erranti………

un volteggiar di spiriti giocondi

mi inonda  la  ragione……

 

Una miriade di immaginazioni……………..

che pur essendo surreali ……….

si possan rendere tangibili

e taccar con mano.

 

Nulla è impossibile se il desiderio è forte.

 

E il mio desiderio è elevato

da esplodere in tutta la sua potenza.

 

E vorrei con tutta me stessa realizzarlo

………..con te.

Una volta i poeti maledetti usavano il vino o l'assenzio per stordirsi, mi piacerebbe sapere cosa ha usato la Signora che ha scritto questa... cosa.

Incominciamo da "Eeeeee". Cos'è? Una congiunzione? Una esclamazione? Spero che la scrittrice voglia illuminarci e farcelo sapere togliendoci dall'ignoranza e portandoci sulla strada della conoscenza dove... "Una miriade di immaginazioni", che non sappiamo cosa vuol dire forse "una miriade di immagini", si "possan rendere tangibili" con un congiuntivo perchè è una ipotesi? O una certezza? Dubbio. Logicamente questo avviene durante "un viaggio intellettivo", non chiedetemi cos'è. Non lo so!

Tutto questo condito da innumerevoli puntini? I puntini sospensivi devono essere 3 (TRE) non di più. Forse che alla Signora è scappato il dito sul tasto?

Sugli errori come "il mia visione" e "taccar con mano" sorvolo.

Alla fine di queste poche righe un lampo ha attraversato la mia mente: la Signora è un'ermetica... o forse ha bisogno"d'er medico".

(Chiedo scusa anticipatamente ad un'amica e mia severa critica ma come si può "ignorare" questo scempio della lingua italiana?).

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pascoli (e non intendo il poeta)

Post n°22 pubblicato il 05 Ottobre 2011 da kammamury57

Amici,
in un blog dedicato alla poesia ho trovato questo capolavoro, resistete e leggetela fino in fondo:

eccoci ottobre è

arrivato

anche se non sembra...

i colori dell autunno caldi

morbidi cosi tranquilli

cosi delicati  che i pittori

son stati ispirati

le foglie cadono 

gli alberi si spogliano

e il grande inverno

aspettano

noi cosi possiam

guardarli e ammirarli

cammino nel bosco

su di un tappeto

di aghi e foglie intrecciato

dove i miei 

piedi ho posato

e tutto mi appar cosi

incantato questo è

un nuovo mondo fatato

per me solo preparato

dolcemente mi siedo

su questo prato e lascio

vagare i miei pensieri

oggi domani ieri

aspetto cosi la carezza

della sera ma buio già

si fà

a casa l incanto però

ancor ritrovo

con noci funghi castagne

e calde mille fiamme

l'antico camino amico a me

sempre vicino

cosi ecco ritrovati i colori incantati

fra zucche e polenta

che il cuor mi accontenta

A questa opera somma seguivano commenti di ammiratori entusiasti.

Innutile dire che la povera Erato si è dissociata e, con un comunicato stampa, ha dichiarato di non essere lei l'ispiratrice.

Io per decenza non commento.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »