MenteLocale Rebirth

Quando un uomo dice di aver esaurito la vita, significa che la vita lo ha esaurito

Creato da Lilly_84 il 29/01/2007

 

« AAA Cercansi datrice di lavoro..un piccolo passo per u... »

L'amore ai tempi delle M,N e delle S

Post n°194 pubblicato il 02 Gennaio 2009 da Lilly_84
 

E anche questo 2008 ce lo siamo lasciati alle spalle! E mentre immagino il popolo italico stremato da panettoni, spumanti, trenini e inutili chincaglierie, io mi accontento di essermi appena ora liberata dalla simpaticissima Australiana appositamente presa per l'occasione festosa: non mi potevo mica esimere da questa opportunità di abbruttimento personale????

Mi ricordo che in un esame delirante che diedi qualche tempo si citava uno studioso, un certo Giuseppe Longo, che parlando dell'avvento delle macchine nella vita dell'uomo, si riferì a quest'ultimo con la nuova definizione di Homo Tecnologicus; costui, simbionte posticcio che connubia macchina e uomo, ci conduce ad una fase di postumano disincarnato.
...........
Eeeeeeh? Sinceramente quando lo lessi pensai che a certa gente sarebbe opportuno trovare qualche svago alternativo per poter riversare su di esso le proprie frustrazioni, ma durante quest'anno ho realmente capito dove il nostro studioso voleva andare a parare. Il 2008 infatti vede nella mia vita sociale qualche defezione e qualche nuova entrata come accade ogni anno, ma è nelle prime che trovo le maggiori fonti di ilarità e sbigottimento.
1 amica, 1 conoscente, 3 uomini: totali 5 personaggi che vi voglio raccontare perchè essi, pur nella loro diversità caratteriale, sono accomunati dalla stessa costante: inconsapevolmente sono giunti alla fase del postumano disincarnato.
Peppe siii orgoglioso di me!
1) Homo Tecnolgicus Primus: primo caso accertato in Italia di uomo che VOLEVA essere mollato via sms. Ad una richiesta di incontro chiarificatore rispose, stizzito, che a lui le parole non servivano.
2) Femina Tecnologicus Secundus: il caso dell'SMS estemporaneo e inaspettatissimo alle 14 e 30 di reciminazioni su fatti di giorni prima. L'ennesima richiesta di confronto vis a vi fu fatta da me. Il caso presentò due punti innovativi:
a) il messaggio recrimonoso fu mandato multiplo: splendido caso di risparmio energetico
b) mi fu spiegato però che il messaggio era più per l'altra persona a cui fu mandato che per me..... questo, per cortesia, non fatemelo commentare!
3) Femina Tecnologicus Tertius: il caso dell'annuncio di rottura di amicizia decennale per SMS alle 7 e 30 del mattino (tanto per svegliarsi serene e tranquille) e della rottura definitiva per telefono alle 14 dopo il lavoro. Ancora io a cercare confronti che anche in questo caso son stati ritenuti superflui.... questa storia è un po' spiacevole e mi dispiace ironizzarci sopra, ma col senno di poi infondo è persin comica
4) Homo Tecnologicus Quartus: il caso della relazione coltivata su Msn. Per avere relazione da lui dovevo cercarlo in chat: solo lì ero certa di trovarlo e di avere risposte da lui. Diciamo che fisicamente era presente solo in specifiche situazioni.....una relazione parecchio virtuale in tutti i sensi......
5) Homo Tecnologicus Quintus: il caso del bidone via Msn. Dopo una sua attenta riflessione di qualche giorno sul continuare o meno la relazione, dovetti raggiungerlo in chat per poter essere mollata fra capo e collo. Posso testimoniare che essere mollata in conversazione virtuale e via sms è la medesima cosa: il destinatario rimane con la stessa sensazione di deficente cosmico frustrato e il mittente lo stesso codardo che è in entrambi i casi.

Questo 2008 è stato per me l'anno delle relazioni con Homini e Feminae estremamente tecnologici.
Dopo l'iniziale bile, oggi io mi ci faccio una fragorosa risata sopra e dovrebbero farsela anche tutte quelle persone che come me nella vita hanno aperto il cellulare aspettandosi il solito "ci vediamo alle 21 e 30" e hanno fatto i conti con le invettive rabbiose dei più inaspettati mittenti. Eeeh lo so che ci sarebbe ben poco da ridere, che anche voi pensate che metterci la faccia (o perlomeno la voce, insomma) sia sempre la cosa migliore e che se si è convinti delle proprie idee nessuno dovrebbe spaventarsi ma anzi difenderle, ma abituatevi! Il Peppe ce lo ha profetizzato qualche anno fa, siamo alla fase del postumano disincarnato: presto partoriremo modem e suonerie, mangeremo kilowatt e parleremo usando un dizionario intuitivo. Vista la qualità di certo umano che c'è in giro, forse è anche la cosa migliore vi dirò!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog