Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

Citazioni

"Non ho paura di te, ho paura di cosa farei se ti perdessi."
(Twittering Birds Never Fly)

"Quando sei miserabile, cerchi qualcosa che sia ancora più miserabile di te."

(Elfen Lied)

"Il mondo guarderà in alto e griderà - SALVACI! -
e io sussurrerò -...No -"
(Watchman)

"In questo mondo pieno di canzoni... come puoi chiedermi di dimenticare la musica? Finirei di certo per impazzire. O forse... è un peccato considerare qualcosa come più importante della tua stessa vita? Puoi condannarmi per questo? No... Vero? Aoi..."
(Full Moon wo Sagashite)

“Il vento a volte soffia lieve, a volte violento... ma non si ferma mai”
(Kamikaze Kaito Jeanne)

“Yori è la persona che più mi piace al mondo!”
(Boku wa Imouto ni Koi wo Suru)

“Dentro sei amaro... ma nessuno se ne accorge perché viene ingannato dalla tua apparenza dolce”
(Marmalade Boy)

“Come Uomo sono il Re degli Ipocriti... come Donna sono una Principessa Fallita...in entrambi i casi... sono una persona Spregevole!”
(AfterSchool Nightmare)

"Queste dolci mani... questo sorriso... li desidero... anche se so... che non devo"
(Vampire Knight)

“Ogni tanto faccio finta di essere un Angelo. Questa è la mia colpa”
(Shinshi Doumei Cross)

"Quando l'uomo solo per me mi amerà, quello sarà il momento di dire Sayoonara"
(Chobits)

"Non so che aspetto abbia, né quando comparirà. Però sono certa che l'incontrerò. Un giorno... incontrerò questa meravigliosa persona..."
(La Ragazza che Saltava nel Tempo)


"Userò il potere di Shinrabansho per salvare Yoite. Perchè... abbiamo la stessa visione del mondo. Nel bel mezzo della mia disperazione, mi hai cercato e trovato, io in cambio, farò la stessa cosa per te"
(Nabari no Ou)

"Lawrence... mi ha sorriso. Le sue immagini sono ancora impresse nella mia mente. E non mi abbandonano... Adrian, mi vuoi bene? Si, ti voglio bene."
(Boy's Next Door)

"Io continuerò ad aspettarti a scuola. Quando non verrai, ti cercherò io. Ti cercherò per tutto il mondo. Ti cercherò anche quando sarà mattino. Incontriamoci tra i raggi dell'alba. E lì potremo scioglierci e diventare una cosa sola. Con due cuori."
(Terra e Mare - Notturno)

"-Sei tu la parte sbagliata. Sei tu che hai creato il fango in cui siamo adesso! Allora perché fai questo...? Perché non riesci a fare che questo, I-tan? Perché sei così crudele anche con te stesso? Perché riduci in poltiglia... Perfino la tua vita...? - Perché non ne ho bisogno. Non mi serve un motivo. Sarebbe una vita in cui non ci sei tu..."

(The Summit)

 

Contatta l'autore

Nickname: haine_chan
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
EtÓ: 24
Prov: SV
 
Creato da: haine_chan il 21/10/2007
Il mio Mondo fatto di Follia [recensioni & scans]

 

 

Libri

Post n°220 pubblicato il 13 Febbraio 2017 da haine_chan

Come inciampare nel principe azzurro di Anna Premoli
Dove c'è fumo di L. A. Witt
Fidanzato di scorta di River Jaymes
Il male della felicità di Elisabetta Garboni (da rivedere)
La maschera di Paola Poggioli
La regola dell'ex di River Jaymes
Tutti i giorni di Terézia Mora 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La regola dell'ex

Post n°219 pubblicato il 08 Febbraio 2017 da haine_chan
 

La regola dell'ex di River Jaymes è il diretto seguito di Fidanzato di scorta, infatti riprende da dove avevamo lasciato i protagonisti all'epilogo dello scorso libro; stavolta però si concentra sulla storia di Tyler e del suo ex, Memphis, sempre edito dalla Triskell Editore. Il libro lo trovate, come per il precedente titolo, sia come e-book sia come volume cartaceo sul sito dell'editore e su Amazon.
Tyler Hall, dopo aver schivato l'anno precedente la possibilità di riunirsi con Memphis Haines grazie all'aiuto di Alec, si vede costretto a non poter rimandare più l'inevitabile: infatti dopo un articolo in cui si facevano speculazioni circa l'orientamento sessuale del suo ex – divorziato da qualche tempo ormai – si vede rivolgere diverse ironiche valutazioni circa il suo “essere la causa” del cambio di squadra dello stuntman; inoltre Noah ha ormai combinato la sua presenza alla prossima raccolta fondi per la Front Street Clinic, dunque non può che arrendersi alla realtà dei fatti.
Lo ritrova bello, più bello di quando lo aveva lasciato, e si rende conto di esserne ancora inevitabilmente attratto come quando era un adolescente. D'altra parte Memphis è anche il modello di una nota marca di intimo e il suo culo in mutande è esposto su ogni palazzo disponibile alla pubblicità... È piuttosto ovvio che sia ancora avvenente e Tyler ha dei ricordi piuttosto nitidi del passato.
L'atteggiamento di Memphis risulta fin da subito quello che aveva lasciato: sicuro di sé e provocatorio, ma non abbastanza da scrollare di dosso al suo ex la patina di durezza e freddezza che, nei dieci anni precedenti, si è costruito addosso dopo il suo abbandono improvviso. Attratto? Sì, ma non certo innamorato. Non più. Eppure Memphis sembra deciso a ricordare i tempi passati, quando al college erano compagni di stanza e quando il loro legame era piuttosto esclusivo, dove c'erano ruoli ben definiti di cui, ormai, Tyler non vuole più parlare.
Peccato che il suo essere medico gli imponga di non abbandonare il suo ex dopo un numero che sembra avergli lasciato una ferita e una commozione cerebrale non trascurabile e andare in ospedale, per Memphis, sembra assolutamente fuori questione dato il possibile panico che monterebbe la stampa.
Così lo porta a casa di Noah, dove Tyler sta vivendo da qualche giorno a causa dei giornalisti troppo impiccioni che non lo lasciano vivere in pace da quando è trapelata la sua storia passata con il famoso stuntman. E lì Noah gli rammenta della sua regola, venuta a crearsi data la sua tendenza a cercare di riprovarci sempre con gli ex per sistemare le cose: mai più rimettersi con le persone del proprio passato. E Tyler lo farebbe anche, se Memphis non fosse così terribilmente bello e iperattivo, proprio come lo ricordava. Eppure, nel guardarlo, Tyler non può fare a meno di pensare che c'è qualcosa che non va.
Ammetto che quando l'ho iniziato non pensavo che l'avrei trovato all'altezza del primo volume, eppure... Eppure è addirittura più bello. I personaggi subiscono un ulteriore sviluppo, vediamo finalmente a 360° anche Tyler e un po' di più di Noah, il futuro ormai sempre più vicino di Alec e Dylan e il passato che Memphis e Tyler hanno vissuto e che ha portato entrambi a rimanere legati nonostante i dieci anni di lontananza.
Ci sono temi decisamente più impegnativi in questo libro, ma sono trattati in modo tutt'altro che superficiale – probabilmente per via della formazione e della professione medica dell'autrice – che condisce il tutto con della sana ironia e un'introspezione tutt'altro che banale.
Tyler e Memphis sono due uomini feriti, chi per un motivo e chi per un altro e con bisogni e desideri che non necessariamente sono in contrasto, sta solo a loro capire finalmente che cosa vogliono davvero e per che cosa vale la pena guardare a un futuro incerto, ma pur sempre insieme, oppure continuare una vita apparentemente perfetta, ma destinata a essere sempre troppo proiettata in un passato che non si può correggere.
La caratterizzazione di Tyler mi è piaciuta particolarmente, forse perché è ancora più chiaro che cosa lo abbia portato a essere l'Uomo Ghiaccio che è ora, cosa si cela dietro la sua compostezza, la sua mania di controllo non proprio controllata e sempre perfetta o del perché sia così legato al pensiero di Memphis. D'altra parte anche Haines finisce per essere un personaggio molto più complesso di come appare all'inizio, con un passato tutt'altro che semplice e banale e una personalità toccata da quel passato che sembra sempre sull'orlo di tornare nella sua vita.
Un altro libro che stra-consiglio insomma, sempre che vi sentiate pronti a immergervi in una storia tutt'altro che scontata e a fare un tuffo nel passato.

Della stessa autrice: Fidanzato di scorta (The Boyfriend Chronicles Volume 1)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Fidanzato di scorta

Post n°218 pubblicato il 07 Febbraio 2017 da haine_chan
 

Fidanzato di scorta di River Jaymes è un libro edito dalla Triskell Edizioni e si trova sia in formato e-book che in cartaceo; come per altri volumi, si può acquistare sia sulla pagina dell'editore, che su Amazon.
Alec Johnson ha rotto da sei mesi con il proprio fidanzato, con il quale aveva convissuto per due anni e, la sua vita, ha preso una piega inaspettata per sua stessa volontà: ha acquistato, sull'ispirazione del momento, una moto d'epoca di cui conosce poco o nulla e su cui non sa andare e ha cercato in tutti i modi di evitare il suo ex – cosa resa piuttosto complicata dal fatto che non solo lavorano assieme, ma hanno vinto anche un premio piuttosto prestigioso per il loro impegno lavorativo.
Alec ha sempre programmato tutto nella propria vita, eppure ha voluto uscire, per una volta, dal proprio percorso di vita e questo, unito alla consapevolezza di voler dare una scossa alla propria vita, ha fatto si che il suo amico Noah, gli consigliasse un meccanico da cui andare per chiedere consiglio. Dylan Booth.
Dylan è tutto ciò che Alec non avrebbe mai pensato di poter trovare in un amico: fin troppo rude e, soprattutto, etero fino al midollo, senza contare il suo lavoro non proprio vicino a quello dell'altro. Questo però non gli impedisce di provare un'inevitabile attrazione per lui; del resto guardare non costa nulla – ed è quello che ha fatto per gran parte della propria vita. Eppure la loro improbabile amicizia nasce così.
Alec smuove in Dylan un nervo scoperto: quello protettivo; il suo carattere troppo buono e, talvolta, persino fragile. Inoltre, lasciando da parte il suo essere un dottore, si dimostra essere fin troppo umile e disposto ad accettare le cadute e i propri limiti, senza arrendersi, ma senza vergognarsi delle proprie debolezze. Dylan, inevitabilmente, non può fare a meno di interessarsi a lui e, quando Tyler – l'ex di Alec – sembra deciso a far pesare su di lui la sua nuovissima relazione, finisce per fingersi il suo ragazzo con modi tutt'altro che familiari al dottore, infilandosi inevitabilmente in una situazione tutt'altro che semplice da gestire per entrambi.
Ho preso questo libro, come spesso accade, catturata dalla trama e dalla situazione; non avevo mai letto nulla dell'autrice, dunque era un salto nel vuoto, ma ho voluto tentare proprio per l'incipit. Anche se abbastanza cliché, la storia è sviluppata in modo tutt'altro che banale. I caratteri dei personaggi sono ben strutturati e la loro relazione nasce e cresce in un'introspezione naturale e non forzata.
Ho adorato il modo in cui i due personaggi iniziano ad apprezzarsi l'un l'altro, il modo in cui viene trattato il tema del passato e come personaggi secondari, come Tyler e Noah, vengono sviluppati e inseriti nella trama senza risultare “sfondo”, ma realmente importanti e risolutivi per lo svolgersi del tutto.
L'autrice riesce a rivelare poco per volta ciò che i personaggi celano dentro di loro, il passato tutt'altro che superato dell'uno e dell'altro, il modo in cui finiscono per ammettere che quello che li lega potrebbe non essere esattamente ciò che ci si era aspettati. Ho inoltre trovato molto interessante come è stato fatto evolvere il personaggio di Dylan, soprattutto perché spesso in questo genere di libro viene fin troppo spesso sottovalutato il problema del etero che in realtà non è proprio etero. Qui l'introspezione e la sua evoluzione, consapevolezza, viene trattata con la dovuta sensibilità e con realismo.
Non mancano le scene hot, di cui ammetto di essere rimasta piacevolmente sorpresa e che, credo, apprezzeranno in molti, specialmente se si cercano scene ben armonizzate nella storia e non messe a caso o solo per essere presenti.
Un libro che consiglio insomma, spero di poter trovare altro dell'autrice – ho anche già letto il volume su Tyler, che recensirò presto.

Della stessa autrice: La regola dell'ex (The Boyfriend Chronicles Volume 2)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Dove c'Ŕ fumo

Post n°217 pubblicato il 01 Febbraio 2017 da haine_chan
 

Dove c'è fumo scritto da L. A. Witt è edito da Triskell Edizioni; purtroppo non esiste un cartaceo, ma potete tranquillamente reperirlo in formato e-book sia sul sito dell'editore che su Amazon, leggendolo tranquillamente anche da pc o da cellulare, a seconda delle vostre esigenze – e vi parla una che preferisce senza ombra di dubbio il cartaceo al formato digitale, ma trovo che sia un buon compromesso per avere questo genere di libri non ancora molto distribuiti a livello nazionale.
Anthony Hunter è un famoso campaign manager, ovvero un uomo pagato dal politico di turno per occuparsi della sua campagna elettorale – che sia per un ruolo nel Congresso o che sia per correre verso la poltrona da Governatore della California. Ed è proprio per questo che Roger Cameron, un suo ex-candidato ormai avanti con l'età e ritirato da tempo, ha contattato l'uomo: vorrebbe che si occupasse della campagna elettorale del nipote. Peccato che Anthony non sia del tutto convinto che sia una buona idea, visti i soggetti che la famiglia Cameron ha sfornato da parte del fratello di Roger e quando viene a sapere che il fortunato è Jesse Cameron, non può fare a meno di chiedersi se il suo ex-candidato si sia bevuto il cervello, anche se l'alternativa è un idiota come il repubblicano Casey.
Tuttavia Anthony non è il tipo da ritirarsi senza neppure farsi un'idea ed è abbastanza sicuro che se Roger punterebbe sul nipote, lo fa per buone ragioni. Ovviamente però l'idea di avere a che fare con qualcosa di improvviso e dove si metta in primo piano un apparente matrimonio perfetto come biglietto da visita per un candidato Indipendente... Non lo rende entusiasta, tutt'altro.
Jesse però è un uomo di fascino, portato per le telecamere e le macchine fotografiche, inoltre sembra aver ereditato il carisma di Roger per le conferenze stampa e, alla fine, Anthony non può che capitolare. E non solo per quanto riguarda la campagna elettorale. Il fatto che Jesse nasconda qualcosa lo rende inquieto, ma è sicuro di riuscire ad arrivarci velocemente... Peccato che non sia qualcosa che possa essere tenuto nascosto facilmente, specialmente quando si è fatto un passo verso una candidatura a Governatore proprio presentandosi come un marito felice con la propria moglie amata dalla cinepresa.
Il libro è strutturato alternando i capitoli tra i due protagonisti, seguendo comunque la continuità degli eventi e non ripetendo le cose; l'ho trovato molto piacevole e, dato l'argomento, molto interessante. Ho un debole per questo tipo di ambientazione e, quando ho scoperto che la Witt ci aveva scritto sopra ed era stato tradotto, non ho potuto proprio evitare di prenderlo. Che dire? Non mancano le scene di intimità tra i protagonisti, ma la cosa più importante è che il tema è trattato in modo molto curato – sebbene non risulti affatto pesante, ma potrei essere di parte, dato che questi aspetti mi interessavano davvero moltissimo.
Lo stile è fluido e, sebbene nell'edizione italiana ci sia qualche errore di battitura, non disturba la lettura. Trovo inoltre i caratteri davvero molto interessanti e, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, anche i personaggi secondari hanno il loro peso nella storia e nelle azioni di Anthony e Jesse.
Ho particolarmente apprezzato il tema della violenza domestica, trattato con la dovuta delicatezza e con un chiaro riferimento al non stereotipare il problema – come oggigiorno si tende spesso a fare, dando molte cose per scontate – al tema del razzismo islamico, finanche al modo in cui viene dipinto il mondo della politica e della sua apparenza esagerata. In ogni riga si percepisce quanto tale mondo finisca per rendere le menzogne uno stile di vita, dividendole nel cosiddetto “meno peggio” e nel giusto compromesso, dove ci si schiera a seconda di cosa fa il proprio avversario. Lascia decisamente dell'amaro in bocca, ma trovo che sia davvero molto ben trattato, non lascia spazi. Forse avrei apprezzato altri approfondimenti, ma alla fine mi rendo conto che ha avuto il suo naturale epilogo e che non poteva essere reso meglio.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Does the Flower Blossom?

Post n°216 pubblicato il 31 Gennaio 2017 da haine_chan
 

Il manga Does the Flower Blossom? di Shoko Hidaka è composto da 5 volumi. Arrivato in Italia grazie alla Flashbook Edizioni, ha apparentemente avuto una buona riuscita dato l'acquisto di un'altra opera dell'autrice sempre dalla stessa casa editrice e questo non può che farmi contenta, dato che apprezzo moltissimo l'autrice ed è una delle mie preferite.
Kazuaki Sakurai è un uomo che ha passato abbondantemente i trent'anni e che ha fatto del suo lavoro una ragione di vita, o almeno pare sia così. È un uomo che passa più di quattordici ore al giorno in ufficio, compresi i giorni festivi, e che si porta il lavoro a casa, dormendo poche ore per notte.
È ancora un bell'uomo, ma da tempo non ha relazioni e questo per via del suo atteggiamento da persona che, apparentemente, si gode il momento, ma non fa nulla per mantenere vivo l'interesse; questo atteggiamento lo ha nei confronti di diversi aspetti della sua vita ed è piuttosto evidente nel suo rapporto con le piante: non riesce a prendersene cura, perché dopo un po' se ne dimentica e, quando si ricorda di averle, ormai è troppo tardi.
Un giorno, durante il viaggio di ritorno a casa, si scontra con un universitario che gli rovescia addosso dell'acqua per sbaglio; Sakurai non ne rimane particolarmente colpito, dato il suo atteggiamento poco cortese e schietto, ma si lascia convincere a seguirlo a casa sua, dato che nello scontro ha finito per bagnare una rivista d'importazione piuttosto costosa e che, apparentemente, anche il giovane possiede.
Kazuaki segue il ragazzo e scopre che a pochi minuti dalla sua stessa fermata, c'è una casa con un giardino immenso; ovviamente ne rimane molto colpito, appassionato di natura com'è – e anche il suo lato da pubblicitario non può fare a meno di ammirare tale magnificenza.
Inizia così, per caso, una conoscenza reciproca, con gli altri inquilini della casa, che sono due cugini del ragazzo, Yoichi Minagawa, e Sakurai si ritrova, suo malgrado a gestire qualcosa che sembrava ormai aver dimenticato da diverso tempo, preso com'era dal lavoro e dalla rassegnazione per certi aspetti della vita che sembravano inconciliabili.
Yoichi è un ragazzo schietto, ma il suo modo di essere finisce per colpire inevitabilmente Kazuaki, che si rende conto di non poterlo ignorare, né lui, né la sua pittura che per il ragazzo rimane una cosa con cui entra in conflitto a causa del suo passato e del rapporto che ha con le persone adulte della sua vita.
Insieme impareranno a muovere i primi passi, a cambiare verso qualcosa che li renderà forse migliori, ma insieme, cercando di far sbocciare il fiore di questo amore che sembra sempre sul punto di non sbocciare mai.
Uno dei manga che preferisco dell'autrice, che seguivo fin da quando era uscito da poco e su internet erano disponibili pochi capitoli; sono stata molto felice di scoprire che qualcuno si era reso conto della sua potenzialità e, quindi, non ci ho pensato due volte prima di investirci sopra, sebbene l'ultimo volume abbia un prezzo piuttosto consistente per via del booklet extra che hanno incluso dentro l'albo.
Il titolo è una delle cose più belle del manga a mio parere: adoro il parallelismo tra l'amore e i fiori, inoltre in questo caso, i fiori sono un aspetto molto importante nella vita di Sakurai, perché la sua incapacità di coltivarli in modo continuativo, è un chiaro segnale del suo scarso interesse, che si ripercuote nelle sue relazioni fallimentari e che viene a galla immediatamente.
Ci sono aspetti del manga che mi piacciono più di altri: la differenza d'età, prima di tutto, viene trattata in modo credibile, i due personaggi ragionano diversamente, hanno due modi di fare molto diversi, ma trovano a loro modo sempre una via di mezzo, proprio perché consapevoli delle loro diversità. Non ho potuto fare a meno anche di innamorarmi dei personaggi secondari, tra cui il povero terzo incomodo che, in fondo, spero ancora abbia uno spin-off tutto suo, solo per poter squittire, consapevole della mania della mangaka per queste cose. E niente, io lo consiglio senz'altro, così come consiglio tutte le sue altre opere – di cui un giorno parlerò, anche se non so ancora quando.

Della stessa autrice: Anti-Romance, Arashi no Ato, Close Your Eyes, Hatsukoi no Atosaki, Malinconiche Mattine, Mizutama Puzzle, Out, Restart, Signal, Shiranai Kao.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

Disclaimer

Il blog è un sito a fine amatoriale e non ha alcun fine di lucro, così come i contenuti al suo interno.
Le immagini e le citazioni sono Copyright © dei rispettivi autori.
Alcune immagini e/o trame potrebbero turbare dato che sono di genere omoerotico, se tali tematiche vi disturbano siete avvisati.
 

Elenco per Genere

Games 
Libri
Shoujo & Josei (I - IIIII)

Shounen & Seinen
Shounen-ai & Yaoi (I - II)

 

Tag

 

Citazioni

“Se solamente potessi trasformarmi in un uccello. Niente potrebbe ferirmi più. Non mi offenderebbe più nessuno con il suo odio. Rinchiuso in una gabbia, persino se non mi amassi, starei bene. Se solo avessi il permesso di vivere al tuo fianco sicuramente, solo in quel modo, troverei la felicità”
(I Want Become Your Bird) 

“Lei protegge il fratello tonto... ma sotto quella maschera lui la avvolge come un manto, tenendola lontana dalla realtà... chissà se stanno ancora cercando un posto in cui tornare, da qualche parte in questa foresta... Anche adesso... da qualche parte... staranno bruciando qualche strega cattiva?”
(Ludwig)

“Quando è impossibile farlo da solo, prendi la forza di qualcun altro... E poi, un giorno.. allungherai le braccia nel cielo abbagliante. Un giorno... i tuoi sogni saranno blu e senza fine”
(Cut)

"La verità è che... ci sono talmente tante cose di cui vorrei parlarti. Vorrei... che non smettesse mai di piovere. In questo modo... potrei rinchiuderti dentro di me. Anche se per poco tempo, lo farei."
(Hybrid Child)

"Ti lasci mettere i piedi in testa dagli avversari? Che ne diresti di tirar fuori le palle?"
(Slam Dunk)

"Ho incontrato un ragazzo come lui una sola volta nella mia vita. E' per questo che lo voglio... voglio che sia solo e unicamente mio"
(Cross Road)

"Quanto a me... a volte apro i libri illustrati di Nora... e penso ai tre gatti randagi. Al gatto nero che dorme sereno sulla collina da cui si vede il tramonto... al gatto randagio... che ancora prosegue il suo viaggio... e al micino che cresce al suo fianco"
(La Luna e il Lago)

"Un politico senza palle è come Marylin Monroe senza tette"
(Kiss Scandal)

"Mio Dio... Se esisti davvero... Rendi felice questo uomo. Il mio prezioso... E unico uomo"

(Il gioco del gatto e del topo)

"- Perchè... Rinneghi fino a questo punto? -
- Rinnegare? Lascia che ti chieda una cosa... Dio ti ha mai amato? Non sai rispondere, vero? Questo perchè Dio non è mai esistito -"

(Angeli e Demoni)

"Non dimenticare.
Un giorno verrà il tempo di separarci. Ma, anche se è così, fino a quel giorno, rimaniamo sempre insieme!"

(Hotarubi no Mori e)

"Gin io... Penso a te anche durante l'inverno.
E in autunno, e in primavera. Gin... Non dimenticarmi"

(Hotarubi no Mori e)