Creato da crustu il 13/07/2006

con le stelle

mi andava di rimanere qui..con alcune di loro..n'attimo de riposo..anche per me, nsomma.

 

sono tanto brava

Post n°83 pubblicato il 26 Gennaio 2015 da crustu

ci sono quei dolori lì

di cui non sei la causa e ne subisci l'effetto e non ci puoi fare niente

io non piango

come fosse (è) inutile, non cura e non libera

sono come un palloncino, un gavettone: mi riempio.

però potrebbe scoppiare perché fa male fa male quando ho dei pensieri

quelli come quando faccio una carezza sul muso a marea e lei si appoggia con tutto il peso alla mia mano

e io vorrei poter aver provato e provare quel senso di lasciarsi andare su una carezza, su una mano che si fa più forte e sicura.

in verità sono fortunata, ho una madre e una sorella se non per lo stato però per la vita, a volte mi fanno una carezza ma io mi scosto perché non posso..ovvio e non è vero: non saranno per la vita e io non posso, ad accudire DEVO essere io,

però posso capire cosa si prova ad essere accudite, consolate e curate e 

sono grata.

senza queste due pesti, non sarei sopravvisuta alle ipocrisie, ai trattamenti differenti, agli egoismi.

sono grata e sono fortunata.

chi guarda il mondo come le vetrine senza poter entrare, non dovrebbe sapere, non dovrebbe nemmeno immaginare.

ma certe persone e certi fatti mi tirano i capelli come matrigne dispettose e l'intuire come può essere avere una cura, mi aiuta a sopportare, a vivere comunque.

non c'è la scelta, non ucciderei nessuno, a volte solo la Cru, per darle il meritato riposo, per dare un motivo in più a chi si lamenta per farlo e non reagire.

era tanto brava, aveva sempre voglia di cazzeggiare, solo tanto sfortunata.

mia sorella vi tirerebbe i piedi, invece io no perchè sono tanto brava.

 

 

 
 
 

intermezzi

Post n°82 pubblicato il 25 Giugno 2014 da crustu
Foto di crustu

intermezzo

qualcosa tra

cosa

e un'altra

 

poi è successo che per quest'anno il chirurgo ha scritto "si soprassiede", intermezzo tra una rnm e la prossima.

però ora per un diverso motivo dovrei fare un intervento a fine luglio, tra il si prepari e il risveglio me la filerò, me lo sento e la profezia si autoadempie.

tra un cambiamento di sentire ora in un modo e  poi nell'altro, il prossimo, peggio penso meglio.

in attesa di Emma e vederla per la prima volta, in attesa di rivedere (forse) Agata, in attesa dell'ispezione annuale, in attesa finisca il mese per mandare le ore e prendere lo stipendio.

in attesa della piccola tregua, mi scrivo la lista, cuscino compreso..portare balsamo capelli.

intermezzo, terra di mezzo tra quali paesaggi, mi guardo indietro e adesso:indietro lo so, adesso non so.

terra di mezzo, la prossima terra, la voglio con questi colori: azzurro, giallo e bianco, rari sprazzi di rosso.

intermezzo stanotte, un sonno profondo, niente sogni, solo i colori azzurro, giallo e bianco e rari sprazzi di rosso.

intermezzo stanotte e poi domani notte, tra la tregua di parole non dette, sguardi arrabbiati, occhi urlanti senza vice fin da piccoli, e una nuova battaglia, non voluta ma inevitabile e senza premi e spero senza vinti..le mie vecchie bambine, magari sudate ma più serene, magari.

tregua intermezzo tra una battaglia e l'altra, ma prima tra una pace (finta) e una guerra.

intermezzo tra il mio essere criceto e poi di nuovo donna.

nel mezzo, vorrei le spalle coperte e scarpe comode.

 

 

 

 

 

 

 
 
 

rotella di liquirizia

Post n°81 pubblicato il 25 Novembre 2013 da crustu

mi piace un sacco, mi cambia il momento e poi

anzi guardo fuori e ci son un sacco di colori a sto momento

un albero verde uno giallo e il palazzo pure è giallo e poi c'è un cielo azzurro però pure con le nuvole bianche ma anche quelle nere..nere, grigie direi.

 

ti volevo dire che mi devo operare, per le feste, per e durante le feste.


perchè dice che tra cinque dieci anni, la sedia a rotelle che ha ordinato Cristiana potrebbe servire a me. Che Andrea se ne è andato dal fidanzato era un bene anche per me, che risparmio soldi che tanto così non si guarisce.

5 10 anni non sono mica tantissimi e poi a me chi mi spinge?

Che Cristiana ora dice che se rimango in mezzo a una strada ho lei, fa bene al cuore ma mentre le dicevo che la spingevo io, io ora me ritrovo così, non ci possiamo spingere a vicenda, magari ci sono le sedie gemellari, così suo marito spinge entrambe.

 

E' cambiato il colore, lo puoi vedere come un grigio violetto, non è bruttissimo, solo non ci sono più le distinzioni.

 

 

 

 
 
 

l'assenza

Post n°80 pubblicato il 01 Settembre 2013 da crustu

 

 

sono stata sullo scoglio e pure sul materassino

(si è rotto..credo l'usura sulle congiunture, ma per quest'anno è andata..)

 

e ho notato l'assenza di gabbiani, non è una metafora, 

o meglio non solo perché ti ho pensato

proprio i gabbiani sono migrati tutti nelle città.

 

 

Cri mi ha scritto una mail, il 20 agosto, sta morendo.

e io non voglio, smettila di farmi questo.

 

Andrea si trasferirà tra qualche mese, molto lontano, irraggiungibile.

non avevamo detto che non avrebbe mai trovato il fidanzato e saremmo andati insieme, da vecchi, dallo stesso fisioterapista?

 

ho bisogno di un abbraccio che mi curi e rincuori.

 

 

 

 

 

 
 
 

R.I.P.

Post n°79 pubblicato il 05 Luglio 2013 da crustu

E va bene e ti rispondo...

volevo fare un post sul funerale della Crustu

una cerimonia piena di animali (niente bestie)

colleghi e capi dal cuore infranto

e amici contenti.

 

Ma posso ammazzare la Crustu, ogni tanto?

(E poi nun sei te quello delle foto con le armature vuote????!!!)

 

Eppure un pochetto me dovresti conoscere, non conosco le mezze misure: o amo la vita quella più banale, fatta del sorriso dell'impiegata che ho incontrato stamattina, della battuta con la collega e della colorazione di blu dell'anonima bacheca di sughero di cui mi hanno dotata in ufficio.

Oppure piglio la Cru e l'ammazzo, di morte non violenta ovviamente.

 

Lo sai che ti voglio bene? si lo sai. ti preferivo però sulla questione del bavero che in versione "moralizzatore", dovremmo farci una bella bevuta.

Senti però... non te ne andare  troppo a lungo un'altra volta.. ti voglio al mio funerale con quella cazzo di maglietta della roma a sporcarla tutta di lacrime e mocciolo, molto mocciolo irrimediabilemente mocciolo.

 

 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

         il sorriso di Chicca

 

    ciao sono il tuo mostro!

dedicato a Cri.

 

ULTIME VISITE AL BLOG

deteriora_sequorcualegherfudinamiteblacarezzadellanimablumannaroantropoeticotuttofiniscequaMarquisDeLaPhoenixcrusturadiofreccia64argey55grigioperla74DuochromeDJ_Ponhzias400sap0