Creato da aceia il 22/04/2012

vado_e_torno

acrobazie, voli e piccoli svenimenti di un cuore

 

moltorumorepernulla

Post n°180 pubblicato il 09 Agosto 2016 da aceia

 

quello che non sai è che attorno a me c'è il vuoto.

non ci sono alchimie in atto, acrobazie sospese in aria, ombre cinesi alle pareti.

attorno a me e dentro me non ho nessuno.

nessun batticuore, capisci?

tempo fa per un attimo mi è parso di cadere nel vuoto.
un fremito bellissimo.
ho sperato.
tempo fa per un attimo ho fatto sogni caldissimi.
ma un attimo e puff. avevo di nuovo sbagliato.

non c'è nessuno perchè mi sono abituata così.
perchè chi voglio far entrare non bussa per entrare.
perchè non ho più tempo e forse non lo so perchè.
forse è così e basta.

 

 

 

 
 
 

labellezaestucabeza

Post n°179 pubblicato il 04 Agosto 2016 da aceia

 

 

è nella mia testa che ho tutto.

lì non mi serve abdicare o ridimensionare. lì prendo e ottengo quel che voglio. nella mia testa c'è un tale potere e un tale spazio da far tremare il conoscibile. spacco porte e pareti, sradico paletti, faccio tabula rasa dei vincoli e dei limiti del concesso e del corretto e allora ecco, che nella mia testa, oso.

eppure ciò nonostante, capitano giorni interi in cui mi annoio. la noia è un concetto che rifuggo perchè la considero inopportuna e dispersiva: tutte quelle energie calamitate dal vuoto opaco di quella voragine che tutto inghiotte e trasforma in mero nulla! ci vorrebbe uno squasso.. ci vorrebbe un tuono.. l'eco dei gemiti di un orgasmo.

 

 

 
 
 

quandolasentopensoate

Post n°178 pubblicato il 26 Luglio 2016 da aceia

 


.. pensare per un attimo di averti ancora

 - se avessimo una vita in più -

chiamarti prima di dormire (come allora..)

solo per dirti, una volta in più, i love you..

 

 
 
 

workaholic

Post n°177 pubblicato il 25 Luglio 2016 da aceia

 

..

.

sono in ferie. sono in ferie da una settimana e non lo sa nessuno. non l'ho detto a nessuno.  prendo la bici, il caffè al bar all'ora di sempre e vengo in ufficio come se niente fosse. però con una bella leggerezza nei pensieri e nessuno sguardo preoccupato all'orologio.

credo questo la dica lunga su quello che ho nella mia vita in questo momento.

il silenzio dell'ufficio è rotto di quando in quando dallo squillo del telefono. non dover alzare la cornetta mi sembra una vittoria. bella, bella sensazione. tu dirai che potrei fare almeno cento altre cose diverse, piuttosto che venire qui. e lo so. sì, certo che lo so. ma io è venire qui che voglio. è questa penombra sulle mie cose di tutti i giorni, su questa scrivania, sui registri.. è questo silenzio in queste stanze, proprio queste stanze.. e non vorrei essere altrove, ora. no.

 

 

 

 

 

 
 
 

raperonzolo

Post n°176 pubblicato il 27 Maggio 2016 da aceia

 

passo i giorni come in attesa e di cosa non saprei dire.

ma quella vaghezza delle cose, quell'insoddisfatto appetito del tutto mi stanno stringendo qualcosa al mio interno e mi vien voglia di scappare, mollare, viaggiare, andare, ricominciare.. non so. non so davvero. non so cosa, come, quando?

e ferma nella torre resto a guardare e aspetto. aspetto. ma non voglio più aspettare. uno di questi giorni, prendo il primo aquilone che passa.. e salpo.

 

 
 
 

quellacheparlallenuvole

Post n°175 pubblicato il 26 Maggio 2016 da aceia

 

in questi giorni ti trovo. trovo i tuoi saluti. è bellissimo. non saprai mai quanto mi faccia stare bene. così nelle ore ti penso. ricordo tutte le parole passate. quelle dette, quelle anche solo pensate. quelle belle. le altre, le cattive, sono finite chissà dove e a volte dubito siano mai state. il male, nel tempo, tendo a cancellarmelo via. mi viene voglia di parlarti per ore. di sentirti parlare per ore. raccontare e ascoltarti raccontare. ti ricordi come ci piaceva? cos'hai fatto nel mentre? io? fotografie..

 

 
 
 

lazy_girl

Post n°174 pubblicato il 19 Maggio 2016 da aceia

 

diluvia e tutta quell'acqua che batte e ribatte mi bagna i pensieri di una pioggia calda e bella che assomiglia tanto al mare calmo dove mi immergo quando ti cerco. potrei cercarti anche ora, qui in ufficio, che sono rimasta sola con quattro cartelle da sistemare ma chi ce l'ha la voglia? fammi fare l'amore. di quello ho voglia. fammi l'amore. decidi tu come, anche se io lo preferirei sottovoce.

 
 
 

pensierinileggerileggeri

Post n°173 pubblicato il 27 Aprile 2016 da aceia

 

 
 
 

timegoesby

Post n°172 pubblicato il 06 Aprile 2016 da aceia

 

 

 

 

 

dopo tutto questo tempo! ciao come stai? bene tu? e nel mentre, io non sono più quella che conoscevi e tu.. tu sei quello che conoscevo? ma è bello saperti. avvolto in quella leggera nebbia, ti ricordo.

 

 
 
 

colorsplash

Post n°171 pubblicato il 30 Marzo 2016 da aceia

 

un mattino grigio d'inizio primavera. scatto una foto. scelgo il bianco e nero. splash di giallo a lato ed ecco che già frugo e cerco e trovo mille cose gialle nei pensieri. belle e brutte. mosse e lente. mille cose gialle e vedo anche te. re giallo. un re, sì. ma vestito da marinaio. poi mi sfumi via in una nuvola.

 

 

 

 
 
 

vado_e_forse_torno

Post n°170 pubblicato il 16 Marzo 2016 da aceia

 

credo di essere tornata qui perchè ogni volta che mi frugo dentro trovo te. questo posto mi è rimasto la nostra stanza. è rimasto intatto così: la nostra stanza. a volte mi prende la voglia di recuperare il bello di noi. ne abbiamo avuto tanto. poi è finito. ma nel tempo ho imparato a non dispiacermene. finisce tutto, no? così ho imparato a recuperare i tesori come fanno i sommozzatori in fondo al mare, frugando tra la sabbia nell'ovatta densa delle profondità.

la faccio lunga. ah! non ho perso l'abitudine di perdermi nelle mie parole. è solo che mi piace scrivere. guardarmi dentro e scrivere.

niente di che. come stiamo? oggi come stiamo? assenti l'uno all'altra e persi. come stiamo? non fa niente.  non è che importa davvero saperlo. io ad esempio, non me lo chiedo mai. vado avanti a testa bassa. vado avanti e non mi chiedo.

per oggi basta così. una spolverata ai mobili l'ho data. chiudo la finestra.. è bello ora quest'odore d'aria fresca nella nostra stanza. tornerò?

 
 
 

in sprovvista mente

Post n°169 pubblicato il 17 Gennaio 2015 da aceia

 

stanotte ti ho sognato. la prima volta in tutti questi anni. ed eri così vero da sembrarmi possibile anche su quell'alfa romeo spider giugiaro. effetto batticuore del tuo inaspettato sms. mannaggia a me! guarirò mai?

 
 
 

closed till a better day

Post n°168 pubblicato il 16 Gennaio 2015 da aceia


mi hai talmente abituata negli anni a pensare che non valgo niente da condizionarmi ancora, anche adesso che non ci sei più.

pensa quanto devi avermi amata! credo fosse il modo tutto tuo di farmi sentire eccezionale. 

 
 
 

un qualunque mattino

Post n°167 pubblicato il 13 Gennaio 2015 da aceia


mi sono dimenticata di me. e di te. 
in verità credo di aver tenuto entrambi in una piega, in una tasca, da qualche parte al sicuro e solo ora ci ho ritrovati. nudi. brucianti. la tua forza e la mia morbidezza intatte.
ho passato giorni circondata da cose e persone che mi strattonavano e i pensieri sembravano uno stormo impazzito. così bello, infondo, da farmi pensare che la vita fosse quella. sì, beh, certo. ma non era tutta lì. 
mi sono alzata da poco. sono in pigiama. arruffata e calda. sento la fica leggermente bagnata al pensiero di te che sto cercando. ti troverò? mi riempirai di te come sai fare? mi terrai stretta, immobilizzata e impotente a succhiarti con dovizia fino a resuscitarti immortale? perchè ho voglia di sentirti esplodere e rinascere nelle mie carni tutte. tu scegli il modo e io divento il mezzo. 

 
 
 

lo spartito

Post n°166 pubblicato il 11 Gennaio 2015 da aceia

 

 

è quando realizzo di essere sola davvero, totalmente, profondamente, inesorabilmente sola - davvero - che divento forte. 

e allora la mia forza la sento come sento il mio sangue. e mi sembra di respirare in modo diverso. non so più se ho un cuore e a dire il vero non mi importa. sento i polmoni aprirsi e chiudersi, sento il battito dell'aria e del sangue. è una nuova lettura, nuova musica.
 
 
 

blu

Post n°165 pubblicato il 07 Gennaio 2015 da aceia

 

non è che se ti dico che ho bisogno di te tra le gambe deve essere per forza così 24h al giorno. capisci, è come andare in altalena. un attimo sei su, l'attimo dopo sei giu. ci sto giorni e giorni senza neanche accorgemene che ho un corpo, la fica che si squaglia se la riempi, il ventre che ti chiama a gran voce, la bocca che cerca la tua lingua. ci sono giorni che neppure mi rendo conto di camminare. figurati! mi sento come se fossi aria. mi dissolvo per poi materializzarmi in una stanza. giusto un attimo e sono pronta a ridissolvermi. nuvola vagabonda.

oggi però ti vorrei. di carne e muscoli. ti vorrei. ti lascerei carta bianca. sarei molle e accessibile ovunque. in questa luce blu che colora le pareti. è questo odore che ha il giorno quando sta per finire, che mi convince. mi convince ad arrendermi.

 
 
 

goodbye e bollicine

Post n°164 pubblicato il 31 Dicembre 2014 da aceia


di desideri ne ho tanti e tutti piccoli, realizzabili. sicchè sto a posto e con l'anno nuovo ho buone probabilità, come al solito. le probabilità son cosa buona. averne è stare già un pezzo di strada avanti.

di sogni non ne ho più. troppo grandi, forse. non mi stavano più in tasca. li ho trasformati in desideri. li ho fatti a pezzi piccoli piccoli. ho sempre avuto un debole per i coriandoli.

così finisce questo anno. è iniziato con te, finisce senza te. 

non trovo parole, ora. vedo solo bollicine. chissà? forse è un buon segno. 

 
 
 

neve

Post n°163 pubblicato il 28 Dicembre 2014 da aceia

 

 

il silenzio

e l'assenza

san chiudere le porte

anche meglio dei catenacci.

 

 
 
 

la verità è che non ci azzecco mai

Post n°162 pubblicato il 21 Dicembre 2014 da aceia

 

pensare che quando ti parlo da qui sei così diverso! quando ti parlo da qui mi ascolti. mi sorridi. diciamo che sono brava ad inventarti, no? perchè ti invento. stamattina l'ultima discussione. l'ultima. non ti darò modo di averne altre con me. e allora ho capito che qui dentro ti invento. perchè qui dentro, quando ti scrivo, ti parlo. per te sono due cose diverse. per te scrivere non è parlare. ma sempre di parole si tratta, giusto? sempre di pensieri per te si tratta, giusto? senti, guarda.. vado avanti così. vado avanti ad inventarti e a tenerti con me. così. fidati, che sei bellissimo.

 

 

 
 
 

occasioni

Post n°161 pubblicato il 19 Dicembre 2014 da aceia

 

 

ho provato a parlare.

forse, ignoro la lingua.

tutte frasi sbagliate.

le risposte: sassate.

 

 

giorgio caproni

 
 
 
Successivi »
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: aceia
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 85
Prov: EE
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.