Community
 
s.t.r.o.n.z...
Sito
Foto
   
 
Creato da s.t.r.o.n.z.adgl il 18/03/2007

S.T.R.O.N.Z.A.

Signora Totalmente Realizzata,Orgogliosa,Non-Zerbino,Autonoma

 

 

Il sesso conta

Post n°5 pubblicato il 22 Marzo 2007 da s.t.r.o.n.z.adgl
 
Foto di s.t.r.o.n.z.adgl

Il motivo “number one” per cui un uomo tradisce e’ il sesso.  Un uomo puo’ flirtare con tutte le donne del mondo senza mai sfiorarle, ma se non e’ in sintonia sessuale con la sua donna....il tradimento e’ dietro l’angolo!

L’intesa sessuale, da sola,  non puo’ certo fare da collante ad un rapporto negli anni, tuttavia, riduce fortemente le opportunita’ di tradimento in una coppia.  Per “intesa sessuale”  non mi riferisco al fare sesso molto spesso; e’ il modo di farlo che fa la grande differenza. 

Ritengo che una donna completa sia colei che e’ padrona anche della propria sessualita’.  Puo’ avere un carattere meraviglioso, un corpo stupendo, un cervello spettacolare, ma se non ha un buon rapporto con la propria sessualita’, tutto il resto sono “belle qualità”, alias....le manca quel famoso “non so che” che la rende il top per il suo uomo.

Al contrario, una donna che ha un bel rapporto con il sesso, che lo vive con naturalezza, con disinvoltura, e che pero’ ha un carattere non tanto facile, un corpo normale, un’intelligenza non tanto sviluppata, etc....beh, questo tipo di donna risulta avere proprio quel non so che di irresistibile per un uomo.

Il bello e’ che l’uomo ha un’innata capacità di percepire come una donna vive la propria sessualità, prima ancora di andarci a letto.  Come?? Molto semplice....

Dal modo in cui una donna guarda (non solo lui, ma tutto cio’ che le sta intorno), dal modo in cui parla (il tono della voce), dalla sua gestualita’, da come una donna si comporta insomma.  Ci sono degli istanti in cui una donna (spesso inconsciamente) manda dei segnali molto chiari riguardo il proprio rapporto con il sesso, e l’uomo che le sta di fronte li percepisce.  

Comunque sia, la donna che sa esprimere se stessa anche attraverso il sesso non teme che il proprio uomo vada con un’altra, perche’ e’ consapevole della varieta’ di donne che sono racchiuse in lei, quindi il suo istinto di “cacciatore” e’ sedato.   Non c’e’ arroganza in questa consapevolezza, non c’e’ presunzione di essere migliore delle altre, c’e’ il dimostrare di “saperlo fare” meglio delle altre, tutto qui.  

Perche’ quando si vede una coppia composta da un uomo molto affascinante ed una donna non altrettanto attraente ci si domanda sempre  “ma che avra’ quella di tanto irresistibile da farlo pendere dalle sue labbra?” .... i motivi potrebbero essere tanti, ma uno solo e’ indiscutibile: lo fa impazzire a letto (o in macchina, o in ascensore, o sul lavello della cucina, o sulle scale del palazzo, di mattina nel dormi-veglia, dopo pranzo, al posto del pranzo, etc.)!

Non pensare che “non dargliela” fin quando le cose non vanno come pretendi, gli faccia capire chi comanda....a lungo andare, gli aprirai solo la porta verso avventure dettate dallo scarso appagamento sessuale.  Affronta il problema nella sua sfera d’influenza, non spargerlo in altri campi del rapporto, o finirai col perdere di vista il problema iniziale...

 

 

 

 
 
 

Lui all'inizio era diverso(?)

Post n°4 pubblicato il 19 Marzo 2007 da s.t.r.o.n.z.adgl
Foto di s.t.r.o.n.z.adgl

Stamattina, mentre facevo colazione presso la mia caffetteria preferita, avevo la senzazione che qualcuno mi stesse fissando insistentemente....mi giro e vedo un’amica di cui non avevo piu’ notizie da almeno 1 anno.  Passati i primi secondi tra baci e abbracci, ho notato che aveva un viso davvero stanco, ovviamente ho pensato fosse reduce da un weekend di passione con il suo fidanzato, ma tra una chiacchiera e l’altra.....ha vuotato il sacco!

Ho usato l’espressione “vuotato il sacco” perche’ mentre si parlava di tutt’altro, lei ha improvvisamente virato la conversazione sul cio’ che la tormenta in questo periodo e purtroppo non si tratta affatto di passione (ahime’).    Ha esordito con questa precisa domanda (si parlava di lavoro eh, quindi molto lonano dal discorso relazioni uomo/donna) “secondo te perche’ gli uomini ad un certo punto nella relazione smettono di essere come erano all’inizio??!”   Non so quanto le sia piaciuta la mia risposta, ma spero per lei che non stesse cercando una risposta comoda, perche’ non credo la mia lo sia stata...

Le ho fatto notare come lui fosse cambiato di conseguenza a tutti i cambiamenti che ha avuto lei nel giro di qualche mese dall’inizio del loro rapporto.  Lei ha sempre avuto una vita sociale molto intensa, in piu’ andava in palestra, durante i fine settimana era la prima a farsi sentire per organizzare le serate in qualche locale o per proporre un viaggetto last minute, praticamente una persona molto motivata che non si faceva scorrere il tempo addosso.  Una sera in un locale, ha conosciuto il suo attuale fidanzato, il quale da subito ha fatto di tutto per entrare nelle sue grazie, la trovava davvero una persona in gamba e piena di vita (in gamba lo e’ ancora, trovo solo che abbia un po’ esagerato con le rinunce....).

Comunque,come spesso succede in questi casi, la coppia ad un certo punto inizia a farsi vedere sempre piu’ di rado dagli amici...le risposte megative ai vari inviti pero’, lasciavano trapelare qualche piccolo “squilibrio”, in quanto avevano sempre come motivazione qualcosa che riguardasse “lui” (es. Stasera non possiamo perche’ lui ha avuto una giornata pesantissima....domenica non possiamo perche’ lui va allo stadio....domani non posso perche’ lui finisce presto di lavorare.....etc.).  Ovviamente ogni coppia ha bisogno dei propri spazi e della propria intimita’ per poter crescere insieme, ma la linea tra “intimità” e “alienazione” e’ talmente sottile, che ci si accorge di averla oltrepassata solo quando l’insoddisfazione inizia a farsi sentire.  La differenza tra l’uomo e’ la donna pero’, e’ che l’uomo inizia a sentirsi insoddisfatto del rapporto di coppia, la donna invece e’ insoddisfatta dell’uomo!

Eh gia’....mentre l’uomo mette in discussione la coppia, la donna mette in discussione solo una parte della coppia:LUI!  (Mi rendo conto che a volte le mie parole sembrano voler attaccare le donne, in effetti e’ cosi, ma sentir parlare costantemente di “femminismo” quando di femmina c’e’ ben poco in alcune donne....mi dispiace ma proprio non lo digerisco).

Ho fatto notare alla mia amica come il suo annullarsi totalmente, come il suo rinunciare a tutti i suoi svaghi, le sue passioni, senza alcun criterio, senza neanche osservare gradualmente le reazioni che provocavano dall’altro lato, non abbiano fatto altro che crearle dei vuoti nel suo quotidiano che lei ora desidera che lui colmi.  Lui non ha mai smesso di darle cio’ che le dava all’inizio della relazione, quindi attenzioni, affetto, telefonate, uscite, viaggi, etc.... semplicemente, ora che lei ha “svuotato” il suo quotidiano da impegni e svaghi individuali, tutto cio’ che lui le ha sempre dato non le basta piu’. 

Purtroppo molte donne si aspettano dagli uomini qualcosa che dovrebbero darsi da sole.  Ognuno ha il dovere verso se stesso di tirare le somme ogni tanto, chiedendosi onestamente se e’ soddisfatto di cio’ che sta vivendo e del modo in cui lo sta vivendo (single o in coppia, nel lavoro o in famiglia).  Se si avvertono le prime rappresaglie di insoddisfazioni, e’ importante reagire, trovare il proprio modo di apportare dei piccoli cambiamenti che possano fare la differenza e non sperare che qualcuno ci salvi dalla noia, o che con il tempo magari le cose cambieranno secondo i nostri desideri.  A questo proposito mi viene in mente un proverbio partenopeo molto saggio che una volta un amico mi cito’ e che, in termini molto meno volgari rispetto a quelli usati da lui, e’ stato cio’ che ho consigliato alla mia amica stamattina....le migliori soddisfazioni sono quelle che tu dai a te stessa, non puoi pretendere dal tuo uomo cio’ che non hai voglia di darti da sola e prova a godertelo per cio’ che ti da in piu’.

 

 
 
 

Non soffocatelo....

Post n°3 pubblicato il 18 Marzo 2007 da s.t.r.o.n.z.adgl
Foto di s.t.r.o.n.z.adgl

 Se lo soffocate, si mettera’ sulla difensiva e cherchera’ una via di fuga per proteggere la propria liberta’...

Ebbene si, lo sappiamo tutte, eppure.....proprio quando tutto sembra filare liscio, quando si avverte quel bellissimo senso di complicita’ con il proprio partner....tzac! la donna impazzisce!

Impazzisce perche’ ormai ha capito che con lui sta davvero bene, talmente bene che lo vorrebbe tutto per se’ in ogni momento della giornata, tutti i giorni della settimana e tutte le settimane della vita, senza compromessi (quelli vanno bene solo se vanno incontro ai bisogni di lei, diciamola tutta...).  Questo pero’ spaventa un uomo (onestamente spaventerebbe anche me che sono donna), semplicemente perche’ non si tratta piu’ di amore e quindi di scelte di coppia, ma diventa una questione di possesso a 360 gradi.  

Manterere i propri spazi e lasciare al partner i suoi, e’ fondamentale affinche’ il rapporto possa crescere e consolidarsi in maniera equilibrata.  Certo, rinunciare ogni tanto a qualche impegno personale per trascorrere del tempo insieme fa bene, l’importante e’ che la rinuncia non avvenga sempre e solo da parte della stessa persona.  Il fatto e’ che non tutti abbiamo le stesse passioni, gli stessi interessi, gli stessi bisogni...

Parliamo un po’ dei bisogni....il sonno ad esempio. Mi direte, che c’entra il sonno con il rapporto di coppia?? C’entra eccome!  Tutti noi, quando siamo liberi da impegni lavorativi o extra lavorativi, abbiamo un tempo a disposizione per dedicarci a cio’ che ci fa star bene...anche stare con il proprio partner ci fa star bene, ma se un uomo ha sonno... lasciatelo dormire in santa pace!!

Non e’ detto che perche’ entrambi avete tempo libero quel tempo vada trascorso necessariamente tutto insieme.  Quante volte avete “trascinato” il vostro uomo in quei mostruosi centri commerciali, oppure a far visita alla vostra amica che ha appena partorito, o a fare qualunque cosa nella quale sapete bene che lui non riuscirebbe mai a trovare una fonte di piacere o di svago? Ve lo dico io....TROPPE volte!!

Ma torniamo al sonno... la maggior parte degli uomini che ho frequentato nella mia vita (inclusi i miei fratelli), quando hanno un po’ di tempo tutto per loro, desiderano dedicarlo in parte proprio al sonno.  E’ come se la distruzione fisica si impossessasse di loro, e tutto cio’ che desiderano fare in quel momento e’ tuffarsi sul primo materasso libero che incrociano per casa, e noi cosa facciamo?? Lo tormentiamo!! Lo chiamiamo quando sappiamo che sta per godersi quell’oretta di puro piacere, gli chiediamo a che ora ha intenzione di svegliarsi, cosa ha in programma per dopo, addirittura c’e’ chi gli fa la predica su come si stia lasciando scorrere addosso il tempo invece di uscire a fare “un giro”.... esagerate!!!

Ecco, quindi, come il sonno puo’ diventare una fonte di litigio, di inutile battibecco tra un uomo ed una donna.   Allora perche’ una donna non e’ capace di comprendere che i bisogni individuali vanno rispettati? Perche’ nn riesce ad approfittare di quell’oretta di sonno che lui vuole concedersi per potersi dedicare a cio’ che le fa piacere fare da sola o in ompagnia di amici?  Molto semplice....perche’ lei crede che l’uomo stia preferendo il sonno a lei!

Quale sarebbe invece il vantaggio (per entrambi) se lei occupasse quel tempo in modo diverso, senza fare morali, ricattini, dispettini, e musi lunghi?? Sicuramente il suo uomo la rispettera’ perche’ si sentira’ rispettato, perche’ tocchera’ con mano la sua indipendenza da lui, e quando si svegliera’ il suo primo pensiero sara’ quello di chiamarla per sapere dove si trova e cosa sta facendo.

(p.s. per la mia stellina:  inizi a capire un po’ perche’ lui si sente soffocare?? Tvb)

 

 
 
 

Ma chi e' la "stronza"?

Post n°2 pubblicato il 18 Marzo 2007 da s.t.r.o.n.z.adgl
Foto di s.t.r.o.n.z.adgl

Come sostiene (concordo in pieno!) S. Argov, la "stronza" e' "una donna gentile ma forte, che sta in piedi da sola, che sa affermare se stessa e non rinuncia alla propria vita."   E' scientificamente provato che tutti i tipi di dipendenza fanno male all'organismo, quindi anche la dipendenza da persone (in questo caso dagli uomini).

Gli uomini sono importanti nella vita di ogni donna; loro ci stimolano, ci lusingano, ci tollerano, ci fanno diventare madri; gli uomini sono i nostri padri, i nostri fratelli, i nostri ammiratori... ma dipendere da un uomo (emotivamente, psicologicamente, economicamente, etc.) non ha mai portato alcuna donna a sentirsi completa e, di conseguenza, a dare il meglio di se' al proprio partner. 

Mentre gran parte delle donne ha bisogno di certezze per stare bene con il proprio partner, l'uomo ha bisogno di incertezze, perche' sono proprio queste ultime che lo stimolano, che lo sfidano, e che gli fanno da combustibile in un rapporto (a chi piu' e a chi meno, ovviamente). 

Affinche' un rapporto di coppia possa essere bilanciato, nn bisognerebbe mai perdere di vista la propria individualita', perche' in quel preciso momento, tutto il peso del rapporto graverebbe su una sola persona e (dalle oggi, dalle domani...) la crisi sara' inevitabile.  Perche' secondo voi tanti uomini sposati prima o poi pronunciano sempre la frase "dopo il matrimonio le donne cambiano"? Forse perche' in parte e' vero...soprattutto quando queste donne "pretendono" da lui cio' che non hanno mai neanche vagamente espresso a parole magari in tanti anni di fidanzamento.  A questo punto e' normale che l'uomo avverta il "cambiamento", scusate eh!

Una donna che desidera un rapporto qualitativo con un uomo dovrebbe avere sempre il coraggio di essere se stessa, e' inutile soffocare se stessi pur di accomodare i bisogni e le esigenze del partner, prima o poi questo atteggiamento fara' adagiare l'uomo da un lato e frustrare la donna dall'altro.

Non esistono leggi in amore, questo e' verissimo, ma esistono il buon senso e l'amor proprio nella vita, che non andrebbero mai persi di vista se non si vuol essere in balìa degli altri.

Buonanotte...

 
 
 

Post N° 1

Post n°1 pubblicato il 18 Marzo 2007 da s.t.r.o.n.z.adgl
Foto di s.t.r.o.n.z.adgl

Dedico questo blog alla mia piu' cara amica...Al suo bisogno di "appartenere" a qualcuno prima che a se stessa, al suo non voler far prendere collera a nessuno, alle sue crisi, alle sue frustrazioni....sperando che leggermi l'aiutera' a trovare presto una sua dimensione, nella quale sara' lei il centro di gravita'.

Ti voglio bene stellina mia....tutto passa...e quando il dolore sara' passato sarai piu' forte ;-)

 
 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 14
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mtscaropaolocercoamoredaniela.amendola85StockingsmailgraziabarsmariaassuntademarcoFerrandellaangelobellissima49risigianniquattrinsashope.srobertapetracca90lokas.bsweetarabesque78mariorossi_m19930
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom