Creato da suntree il 30/06/2006

L'albero di luce

Gli alberi, spesso, se li osservi, hanno sempre qualcosa da insegnarci...

 

 

Difficile ma non impossibile

Post n°135 pubblicato il 21 Gennaio 2017 da suntree

Stamattina ho voglia di usare le matite per colorare fogli e giornata.

Sicuramente non è una mattinata veloce, perchè quando sono in silenzio e da solo, mi lascio andare a molte riflessioni...talvolta troppe...

Consideravo il desiderio di scrivere e di leggere, messi insieme a diversi altri desideri che mi portano però distante dal pc...eppure la necessità di dare ordine all'agire mi riporta inevitabilmente a scrivere perchè è la prima forma di ordine che so usare costruendomi le scalette quotidiane delle cose da fare.

Era un consiglio influente di mio padre quando ero piccolo. Io lo deridevo allora, salvo poi rendermi conto, crescendo, che era una cosa decisamente utile se si vuole affrontare pienamente una giornata senza dimenticare nulla. Alcune abitudini vanno apprezzate anche se, di per se, possono sembrare troppo "precisine" per alcuni...

Anche il riprendere un blog è un darsi metodo, visto che aiuta sempre la riflessione...ed è per questo che mi sono sentito richiamato qui...soprattutto in un'epoca che avrà uno sviluppo sempre più "virtuale" (ma che virtuale non è) degli scambi commerciali...

E sto valutando questa via per promuovere i nostri prodotti artigianali....

Sarà difficile, ma non certamente impossibile...e chissà dove troverò le persone che mi aiuteranno in questa guerra...saranno incontri inaspettati, anche se attesi....vedremo....

 
 
 

Ancora

Post n°134 pubblicato il 04 Gennaio 2017 da suntree

...dove mettiamo l'accento stamane?...

Dovrò lavorare di restilyng per diverso tempo e imparare di nuovo come si "muove" tutto qui ora...

ma è bello rileggersi, ritrovare ferme su una pagina, parole che svelano pieghe del tuo cuore, che sanno riscaldare ancora la tua essenza...

Non è importante quante persone vengono a trovarti, ma sai che, le poche che vengono, lo fanno col desiderio, col cuore...

Questo è un angolo, al riparo dalle maree del quotidiano, ma che esprimono anche questo...e posso dire "nostro" perchè condiviso con chi vuole passare di qui...

Un angolo che è una ripartenza, un angolo che è un riparo, un angolo che è non un singolo punto nella sintassi della vita, ma dei puntini che rimandano avanti, che aprono alla speranza, che si aprono al giorno che viene... 

 
 
 

Quanta polvere

Post n°133 pubblicato il 03 Gennaio 2017 da suntree

Dopo tanto tempo fa sorridere rivedere una parte di te, trascritta in righe ormai tanto tempo fa, e sentirsi, essere consapevole, che non ti appartiene più.

Sei tu...ma non più... Vorresti correggere, limare, sistemare alcune frasi...ma in fondo vanno bene così...

Di ritorno da un lungo viaggio, anche avventuroso e incosciente, dopo aver cambiato moltissime abitudini, modi di affrontare le cose e acquistato una diversa consapevolezza...

sento che vorrei sistemare anche questo angolo internettiano in cui ci ho speso tempo, ho conosciuto belle persone (ognuna impegnata nella sua quotidiana lotta personale), ho scritto cose che parlavano anche di me e di quello in cui credo.

Diverso...ora sono diverso, decisamente...

Alcuni mi hanno detto di essere naif e per certi versi concordo con loro...

Per questo motivo dovrò togliere polvere, sistemare i colori (ora mi sembrano davvero troppo cupi) e magari cambiare pure la foto: non mi appartiene più, almeno, non più così....

 
 
 

La soglia

Post n°132 pubblicato il 09 Agosto 2014 da suntree

C’è un limite, una linea sottilissima invisibile che separa la nostra anima dal mondo esterno.

Chi non è consapevole di questo limite rischia di entrare nella tua vita in maniera grossolana e, senza rendersene conto, rovesciare tutto quello che, con fatica, tu avevi composto.

A quel punto non c’è rispetto, educazione, correttezza che possa essere brandita o reclamata: si è già andati oltre la soglia.

Come in una casa la soglia indica un limite tra ciò che è dentro e ciò che è fuori. La soglia indica da dove comincia la parte sacra di noi stessi, il suo limitare è ciò che segnala il sacro di noi.

 

Sappiamo fermarci in tempo prima di calpestare gli altri?

 
 
 

Gli amoli

Post n°131 pubblicato il 12 Luglio 2014 da suntree

In questi giorni mi hanno regalato un sacchetto di amoli. Da noi almeno si chiamano cosi…

Questi frutti dimenticati li adoro. Anche perché fanno parte della mia infanzia quando, con molta imprudenza, salivamo sui rami per coglierne i frutti e poi stavamo per ore seduti a parlare, sempre sui rami, mangiando e aspettando il tramonto.

 

Ho deciso: devo piantarne un paio in giardino….

 
 
 

La passerella

Post n°130 pubblicato il 14 Giugno 2014 da suntree

Tra gli esseri umani, anche se intimamente uniti, è sempre aperto un abisso che solo l'amore può superare.

E solo con una passerella d'emergenza.

Hermann Hesse


 
 
 

Silenzi e parole

Post n°129 pubblicato il 25 Maggio 2014 da suntree

Come nella musica, le parole si nutrono del silenzio che le circonda...

Senza pause e i giusti tempi, la musica non è che rumore senza armonia...

Cosi anche le parole hanno bisogno del giusto silenzio per essere vissute e comprese...

Anche se diversi sostengono che è il "non detto" quello che prevale sul "detto", ciò che si nasconde ha più valore di quello che si svela...

Io ritengo che servano vari elementi per creare una giusta armonia...senza gesti non esiste passione ed amore, senza parole non esiste dialogo e crescita reciproca, senza silenzio non esiste comprensione e Amore....e il cerchio ricomincia....

 
 
 

I gelsomini

Post n°128 pubblicato il 17 Maggio 2014 da suntree

Quante volte mi sono soffermato a riflettere....di fronte al candore di questi fiori profumatissimi e meravigliosi....

Della debolezza e della forza stessa di questa pianta...

Ho sempre adorato le piante rampicanti, quelle che cercano la luce arrampicandosi su supporti che l'uomo o la natura offriva loro: il gelsomino, l'edera, il glicine...Da queste piante, guardandole, ho imparato a fare piccoli passi...erano loro, con il loro esempio, a darmi spesso forza nei momenti faticosi...

Non sono ancora passati i momenti faticosi...no...ma il gelsomino è cresciuto....e io con lui....lo abbiamo piantato per ricoprire l'intera facciata frontale sul confine di questo stabile....insieme ad un glicine....ormai hanno quasi riempito tutto il confine....ed è uno spettacolo guardarlo ora tutto fiorito....meraviglia chiudere gli occhi, la sera, ed annusarne l'essenza... 

In fondo, un gelsomino chiede solo di vivere senza un perchè: che tu lo guardi non chiede, che tu lo vivi neppure....parafrasando Silesius....

 
 
 

Attese

Post n°127 pubblicato il 11 Maggio 2014 da suntree

Ci sono momenti della tua vita in cui la cosa più utile, ma anche la più difficile è rimanere fermi quando dentro di te avverti un'altalena emotiva.

Ogni scelta, in fondo, presuppone un contrasto interiore fra ciò che è e ciò che si vorrebbe.

E dovresti, devi, evitare di trasferire all'esterno la tua personale insicurezza...Fermo....Immobile....al punto che le persone intorno non si accorgano della tua personale lotta interiore...

In fondo la guerra più difficile è sempre dentro di noi...

Gli antichi dicevano che alla pace si giunge solo attraverso la guerra...

Quindi....buon combattimento...oggi è un buon giorno per vivere e combattere...

 
 
 

Parafrasando "Il Signore degli Anelli"

Post n°126 pubblicato il 05 Maggio 2014 da suntree

Nella terra di mezzo… Bilbo Baggins diceva che non si sa mai cosa puoi incontrare dopo la prossima curva del tuo cammino…

Puoi incontrare mezzuomini (molto spesso…ma ricordiamoci che hanno salvato la Terra di mezzo infine), nani (un po’ più rari e iracondi), elfi (molto più rari perché sfuggono gli incontri desiderando rimanere nell’ombra), ma anche re o regine.

Questo ultimo tipo di incontri sono talvolta sconvolgenti... non sono mai in molti, vivono spesso solitari… spesso sono mimetizzati sotto panni decadenti per necessità…ma… lo avverti… avverti una regalità… nei gesti, nelle parole, nelle sfumature della quotidianità…

Se vi è capitato di incrociarne qualcuno per via sarete, infatti,  rimasti a bocca aperta per come si muovono… Hanno un incedere che emana autorevolezza… Pur ordinando delle cose le avverti come suggerimenti e sei pure contento di “esaudirli”… Ti dicono “fai e non discutere” e ti chiedi perché non ti arrabbi mentre li ringrazi….

Si allietano anche di cose elevate: di arte, di musica, di lettere, ma anche della semplicità della natura…

Spesso sono attraenti, emanano fascino, quasi magnetici… per questo hanno intorno persone che desiderano stare con loro, a palazzo magari, e che anelano anche solo uno sguardo di comprensione o un sorriso… 

Però... rimangono comunque persone irrequiete perché hanno il dono di vedere lontano e di chiedersi quale sarà il prossimo passo da fare…  

 

Cosa fareste voi, se incontraste per via, un re o una regina? 

 
 
 
Successivi »