Creato da Tatianna il 19/04/2006

Cenerentolasiribella

Tania Nienkötter Rocha - rochatania@libero.it

 

 

« Otto ragazze romene si r...Uomini ossessionati dall... »

Il club delle cattive mamme

Post n°2931 pubblicato il 21 Novembre 2009 da Tatianna
 

Sul sito badmotehersanonymous si danno appuntamento tutte le mamme frustrate, stanche, esauste dei compiti che si affidano generalmente a questo ruolo, ma che vogliono rompere con quel cliché di stupida felicità e perfezione che si associa alla maternità. Cosa fanno dunque quelle mamme americane che non si riconosono più in questo modello? Semplicemente si sfogano raccontando gli errori, le miserie e confessano che non assomigliano minimamente a quelle mamme perfette che svolazzano felicemente tra i fornelli (pulitissimi, ovviamente) e sempre generose nel distribuire ai propri pargoli la carezza che consola, il bacio che intenerisce o l'abbraccio che fa dimenticare al bambino l'acidità della maestra - poverina, anche quella avrà i suoi problemi - e le crudeli intempreanze dei compagni di scuola. Il fenomeno delle madri stufe di destreggiarsi tra pannolini sporchi, pappine, doveri coniugali, lavoro professionale e domestico, ma soprattutto stanche di non aver mai tempo da dedicare alla propria persona, sta crescendo e non solo negli Stati Uniti. Anche in Europa il movimento fa proseliti. Non è un caso il successo ottenuto dal libro "Mauvaises mères" (Cattive madri) scritto a sei mani da Nadia Doam, Emma Defaud et Johanna Sabrouxche.  Non si tratta di un manuale che dà consigli sull'arte di essere madre, ma una testimonianza graffiante sul tremendo scontro tra l'immaginario collettivo e i buoni sentimenti intorno alla maternità, e la prosaica realtà a cui vanno incontro le donne che scelgono di avere un bambino. La figura della madre è ancora così sacra che quando la scrittrice americana di "Bad Mother", Ayelet Waldman, ha confessato in un articolo di amare il maritopiù dei figli è stata oggetto di critiche feroci. Davvero una cattiva madre, hanno risposto in coro molte mamme indignate. Strana società la nostra. Da una parte offre meravigliosi sogni di realizzazione personale, dall'altra però li riempie di imperativi morali e di ruoli che si rivelano sempre un po' stretti.

Fonte: Libero News

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

TANIA NIENKOTTER ROCHA FACEBOOK

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Tatianna
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 55
Prov: EE
 

IO STO CON EMERGENCY

 
 

ULTIMI COMMENTI

Hello I am portuguese I have 4 sites for music recorded at...
Inviato da: josecarlostita
il 16/05/2010 alle 15:30
 
scarpe nike
Inviato da: Francesco5599
il 15/05/2010 alle 16:12
 
Tutto quanto hai scritto è conosciuto dal mondo...
Inviato da: amadeus1953
il 25/04/2010 alle 18:38
 
Buon inizio settimanale un abbraccio Andrea.
Inviato da: wordsexy
il 13/04/2010 alle 04:46
 
Gli abusi sessuali e fisici su bambini e ragazzi sono una...
Inviato da: pAntonioes
il 05/04/2010 alle 13:28
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

annamaria_167flotowpeppino.tortorafrsntndgljeffsmilepierorm64roberth_milanosissy_randrea.cammisagiancarloelettricosamuele.zanolipill_ocascella.scadd.valmontoneschingotamai
 

LEI TV - PROTAGONISTE

 

FREE TIBET

 

SALVE ANITAPOLIS

 

CENERENTOLA SI RIBELLA

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

AREA PERSONALE

 
 

FACEBOOK

 
 

 
Citazioni nei Blog Amici: 56
 

 

 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

site statistics