Creato da theriddle il 02/05/2006
'Scintille di Filosofia Civile - Uno stato è una gente e una terra'
 

Manifesti

 

 

LA PADANIA


immagine

 

Ultime visite al Blog

lunadargent0call.me.Ishmaelpannaefragole4giorgino41theriddlelacey_munrofugadallanimamohamed21cuoioepioggiaDJ_Ponhzicassetta2mlr777elisa.r79Babola.Bubbolanomore.norless
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

SELLERO, TARIFFA DEPURAZIONE: IL COMUNE RIMBORSERA' MA I CITTADINI DEVONO AFFRETTARSI E PRESENTARE DOMANDA.

Post n°934 pubblicato il 13 Settembre 2014 da theriddle
 

Seppur con parecchi mesi di ritardo rispetto a quanto previsto dalla normativa e solo a seguito delle nostre sollecitazioni, il Comune di Sellero sembra stia predisponendo il quadro finanziario finalizzato a quantificare l'entità delle somme da restituire agli utenti che avranno presentato istanza di rimborso della quota di tariffa di depurazione a seguito della sentenza n.335/2008 della Corte Costituzionale. Questo almeno è quanto si evince dalla vaga ed incompleta risposta che il sindaco Bressanelli ha fornito alla nostra interrogazione sull'argomento.

Il Sindaco, lasciando intendere la possibilità di un rimborso, non specifica però che questo potrà essere riconosciuto solo ai cittadini che avranno inoltrato domanda entro il 30 settembre 2014 (al fine di evitare che il credito cada in prescrizione), perché in alternativa il comune non potrebbe procedere ala restituzione delle somme; così come non chiarisce le modalità di rimborso che non avverrà pescando dalle casse comunali bensì trattenendo dalle future bollette degli utenti le somme indebitamente incassate.

Un atteggiamento chiaramente e  volutamente evasivo da parte dell'amministrazione comunale che, oltre a non aver informato la popolazione in merito alla possibilità e alle modalità per richiedere il rimborso, non ha nemmeno predisposto un modello di richiesta come invece fatto da altri gestori bresciani.

Invitiamo pertanto tutti i cittadini di Sellero ad affrettarsi ed inoltrare domanda di rimborso entro il 30 settembre 2014 utilizzando il modulo che abbiamo preparato e che si può scaricare a questo link (https://app.box.com/s/eocjcgkc6w6bi40qn5si).

Da parte nostra faremo tutto il necessario per tutelare i cittadini assicurandoci che l'amministrazione adempia ai suoi obblighi; in caso contrario chiederemo immediatamente l'intervento dell'AATO di Brescia e di Regione Lombardia, che - in base a quanto previsto dal DM 30 settembre 2009 -  si dovranno sostituire al Comune di Sellero anche attraverso la nomina di un commissario ad acta.

 

La nostra Interrogazione: https://app.box.com/s/dfdi13rbr4pjppwu5iml

La risposta del Sindaco: https://app.box.com/s/iouf0xpipqui8zg6hpnr

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SELLERO: IL SINDACO NON RESTITUIRA' I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI. BOCCIATA LA RICHIESTA DELLA MINORANZA.

Post n°933 pubblicato il 07 Settembre 2014 da theriddle
 

Confortati dai pareri della Corte dei Conti e del Ministero dell'Interno, in campagna elettorale avevamo sollevato la questione dell'illegittimità dei versamenti previdenziali (circa 3.500 euro annui) che il Comune di Sellero effettuava per conto del Sindaco Bressanelli, Geometra che continuando ad esercitare la libera professione dovrebbe però, per legge, provvedere in autonomia al versamento dei propri contributi. 

Ebbene, dopo la nostra segnalazione, il segretario comunale ha comunicato al Sindaco ed alla Cassa Geometri che a far data dal giugno 2014 il comune di Sellero non avrebbe più effettuato i versamenti per conto di Bressanelli. Non possiamo che essere soddisfatti per questo risultato che vede premiato il nostro assiduo lavoro di controllo e di indirizzo che, ancora una volta, ha messo allo scoperto una gestione poco chiara delle risorse comunali.

Restava aperta la questione dei contributi che il comune ha versato negli anni precedenti: con una mozione discussa nel corso dell'ultimo consiglio comunale, abbiamo infatti chiesto che il Sindaco restituisse (con gli interessi) gli importi corrisposti dal Comune per suo conto.

Purtroppo la maggioranza ha respinto al mittente la nostra richiesta lasciando la somma nelle tasche del Sindaco che recentemente ha anche riscosso altri seimila euro come indennità di fine mandato.

Crediamo sia alquanto inopportuno che, mentre per molti dei nostri concittadini non solo la pensione, ma anche il lavoro sono ormai diventati un miraggio e mentre in altri comuni i sindaci rinunciano alla loro indennità per destinarla a favore delle esigenze della popolazione, il Sindaco Bressanelli si sia fatto versare i contributi previdenziali pescando dalle casse comunali, introducendo nel frattempo nuove tasse per far quadrare i disastrati conti del comune.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

UNIONE VALSAVIORE: TASI, STANGATA IN ARRIVO PER CITTADINI E IMPRENDITORI.

Post n°932 pubblicato il 05 Settembre 2014 da theriddle
 

Respinta la proposta di Damiolini finalizzata ad agevolare le imprese.

Brutte notizie per i cittadini della Valsaviore: nella seduta di questa sera infatti, a meno di 4 mesi dall'incontro del 19 maggio scorso (una settimana prima delle elezioni) in cui gli amministratori uscenti avevano deciso di non applicare la TASI per l'anno 2014, l'Assemblea dell'Unione dei Comuni della Valsaviore ha invertito nettamente la rotta deliberando (con il solo voto favorevole dei rappresentanti delle maggioranze dei 5 comuni aderenti) le aliquote TASI per l'anno 2014, respingendo inoltre la proposta del delegato di Sellero, Damiolini, che chiedeva di introdurre un meccanismo di favore per le imprese.

«Quella di introdurre la TASI anche sugli immobili diversi dalla prima casa - afferma Damiolini - è una scelta che va a colpire solo in minima parte i grandi proprietari ma che si abbatte invece su chi ha ereditato un secondo immobile dai genitori, ma anche gli affittuari, ovvero chi non si può permettere di acquistare una casa, e, per assurdo, anche sui proprietari di un’unica casa ma residenti, per motivi di lavoro o di salute, in un altro comune.

Anche le imprese - continua il delegato di Sellero - verranno penalizzate dalla decisione di non accogliere mia la proposta di diminuire l’IMU per gli immobili strumentali (attualmente prevista nella misura massima del 10,6 per mille), sostituendola, nei limiti di legge, con la TASI. Un'operazione che, con gettito invariato per i Comuni, avrebbe potuto agevolare fiscalmente molti contribuenti portando un doppio beneficio in quanto avrebbe comportato, oltre ad una minore imposizione IMU, anche la deducibilità dell’intera componente TASI che in questo modo per l'impresa sarebbe stata di fatto azzerata. La TASI infatti, al contrario dell'IMU che è deducibile sono nella misura del 20%, se inerente a beni relativi all'impresa è interamente deducibile ai fini dell’imposta sul reddito d’impresa e del reddito derivante dall’esercizio di arti e professioni, nonché ai fini Irap. Purtroppo la giunta dell'Unione ed i rappresentanti di maggioranza dei cinque comuni non hanno colto questa opportunità respingendo la mia proposta e perdendo quindi un'occasione per venire in contro alle nostre imprese e ai nostri artigiani che si troveranno a dover pagare l'ennesimo balzello.

Per l’ennesima volta - conclude Damiolini - l’imperizia di alcuni amministratori finirà col mettere un cappio al collo esclusivamente alle fasce di popolazione più deboli e agli imprenditori già largamente vessati da tasse e gabelle."

Di Seguito la tabella con le aliquote TASI previste per i singoli comuni.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SELLERO: IL SINDACO CONFERMA CHE LE SCORIE CI SONO, MA RIFIUTA ULTERIORI ACCERTAMENTI.

Post n°931 pubblicato il 31 Agosto 2014 da theriddle
 

Nel consiglio Comunale di Venerdì 29 agosto, tra i numerosi argomenti, ha tenuto banco la mozione presentata dalla minoranza con  cui si richiedeva un percorso di ulteriori accertamenti - con sondaggio e prelievo di materiale - nella zona del campo sportivo e nelle aree limitrofe (piazzale dello stadio, spogliatoi, strada adiacente lo stadio) al fine di escludere qualsiasi tipo di contaminazione del terreno, verificare l'eventuale presenza di rifiuti e consentire la loro eventuale asportazione.

Nel corso della discussione - a tratti molto accesa - il Sindaco Bressanelli e il consigliere Nicoli, delegato al Territorio e Patrimonio, hanno confermato la presenza di scoria proveniente dalla Ex-Fucinati sia nell'area adiacente lo stadio, nella strada ed anche in altre zone del paese. Ciò nonostante la maggioranza ha respinto la nostra richiesta trincerandosi dietro alla certezza che il materiale in questione sia innocuo perché ai tempi della realizzazione (20/25 anni fa) era considerato inerte, dimenticando però che il decreto ministeriale del 1998 sul recupero e riutilizzo dei rifiuti non pericolosi e le successive normative sull'argomento prevedono che la scoria di acciaieria, per essere utilizzata come sottofondo stradale, debba rispettare sia requisiti di concentrazioni massime di inquinanti molto rigidi e stringenti che processi di inertizzazione ben precisi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Da consiglio di questa sera l'esito della discussione delle mozioni Presentate da Tempi Nuovi:

Post n°930 pubblicato il 29 Agosto 2014 da theriddle
 

Da consiglio di questa sera l'esito della discussione delle mozioni Presentate da Tempi Nuovi:

- Adozione della "Carta di Pisa" APPROVATA
https://drive.google.com/file/d/0B_IeR0ki71RnTDZjTTE4SlNrd0k/edit?usp=sharing
https://drive.google.com/file/d/0B_IeR0ki71RnbFBSZkttWXhaNDA/edit?usp=sharing

- Adozione della delibera "trasparenza a costo zero" APPROVATA
https://drive.google.com/file/d/0B_IeR0ki71RnM3BRRllsT2MwZUU/edit?usp=sharing

- la richiesta che il Sindaco restituisca (con gli interessi) gli importi corrisposti dal Comune per suo conto a titolo di contributi previdenziali. RESPINTA
https://drive.google.com/file/d/0B_IeR0ki71RnaHVqdk52aGotaHM/edit?usp=sharing

- La richiesta di un percorso di ulteriori accertamenti - con sondaggio e prelievo di materiale - nella zona del campo sportivo e nelle aree limitrofe (piazzale dello stadio, spogliatoi, strada adiacente lo stadio) al fine di escludere qualsiasi tipo di contaminazione del terreno, verificare l'eventuale presenza di rifiuti e consentire la loro eventuale asportazione. RESPINTA
https://drive.google.com/file/d/0B_IeR0ki71RnZDdLSGw0WUZaalE/edit?usp=sharing

- La proposta per l'apertura di uno sportello comunale di frazione al servizio dei cittadini di Novelle. RESPINTA
https://drive.google.com/file/d/0B_IeR0ki71RnRkhIMUl5RXZoajQ/edit?usp=sharing

- l'Istituzione di alcune commissioni consultive, aperte anche ai cittadini non eletti, che aiutino l'amministrazione con proposte e suggerimenti. RESPINTA
https://drive.google.com/file/d/0B_IeR0ki71RnR3cyQ1RKbktfNDA/edit?usp=sharing

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SELLERO: CONVOCATO IL CONSIGLIO COMUNALE PER VENERDI' 29 AGOSTO

Il Sindaco di Sellero ha convocato il consiglio comunale per venerdì 29 agosto alle ore 18.30. 

All'ordine del giorno, oltre alla prevista surroga del nostro consigliere Laffranchi Marino Ivan che verrà sostituito da Luca Zatti, l'integrazione e modifica del Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari e l'esame delle sei mozioni presentate nelle scorse settimane dal nostro gruppo consiliare:

  • la proposta di adozione della "Carta di Pisa", un codice etico elaborato dall’associazione “Avviso Pubblico” destinato a enti e amministratori locali che intendono rafforzare e promuovere la cultura della trasparenza e della legalità nella pubblica amministrazione, fornendo alcune precise indicazioni su una serie di questioni tra le quali: trasparenza, conflitto d’interessi, finanziamento attività politica.
  • l'adozione della delibera "trasparenza a costo zero" con precisi obiettivi: pubblicazione e diffusione dell'anagrafe (completa e digitale) di tutti gli eletti ed il totale rispetto della normativa sulla trasparenza economica.
  • la richiesta che il Sindaco restituisca (con gli interessi) gli importi corrisposti dal Comune per suo conto a titolo di contributi previdenziali (circa 3.500 euro annui). Versamenti che sia la Corte dei Conti che il Ministero dell'Interno reputano non dovuti.
  • La richiesta di un percorso di ulteriori accertamenti - con sondaggio e prelievo di materiale - nella zona del campo sportivo e nelle aree limitrofe (piazzale dello stadio, spogliatoi, strada adiacente lo stadio) al fine di escludere qualsiasi tipo di contaminazione del terreno, verificare l'eventuale presenza di rifiuti e consentire la loro eventuale asportazione.
  • La proposta per l'apertura di uno sportello comunale di frazione al servizio dei cittadini di Novelle.
  • l'Istituzione di alcune commissioni consultive, aperte anche ai cittadini non eletti, che aiutino l'amministrazione con proposte e suggerimenti.

Il testo completo di tutte le mozioni è visionabile a questo link
https://drive.google.com/folderview?id=0B_IeR0ki71RnLUFuLS0tU2ZZQkU&usp=sharing

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SELLERO, AVVICENDAMENTO NELLA MINORANZA CONSILIARE.

Post n°928 pubblicato il 21 Agosto 2014 da theriddle
 

Arriva un cambio nella minoranza di Sellero, come previsto da tempo infatti, a Marino Ivan Laffranchi (in consiglio comunale dal 2009) subentrerà Luca Zatti, primo dei non eletti. 

"E' un normale avvicendamento - spiega il capogruppo Mirco Bressanelli -  e il cambio era ampiamente programmato per dare la possibilità anche ad altri di fare esperienza amministrativa in prospettiva futura.
Laffranchi, che ringraziamo per il grande impegno profuso in questi anni e per la generosità dimostrata, ha offerto la sua disponibilità all'avvicendamento istituzionale ma resterà comunque uno dei pilastri del nostro gruppo con il quale continuerà a collaborare anche da esterno."

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DANNO ERARIALE SE I CANONI DI LOCAZIONE SONO TROPPO BASSI? LA MINORANZA CHIEDE CHIAREZZA.

Post n°927 pubblicato il 19 Agosto 2014 da theriddle
 

La gestione poco accorta di un bene comunale, concesso a terzi con un canone d'affitto irrisorio, determina per l'ente solo diseconomie, pertanto, il danno deve essere risarcito dal sindaco e dal dirigente responsabile. Questo è il principio sancito dalla Corte dei conti, sezione giurisdizionale della Toscana, con la sentenza 96/2014.

Un caso analogo a quello del Comune di Sellero che ha affidato la gestione di tutte le strutture di proprietà senza espletare alcuna procedura ad evidenza pubblica attraverso convenzioni stipulate direttamente con i soggetti gestori e che prevedono, da parte degli stessi, la corresponsione di canoni irrisori, mentre le spese di gestione e di manutenzione (utenze telefoniche, elettriche, manutenzioni ordinarie e straordinari) sussistono in capo al Comune di Sellero.
Inoltre gli introiti derivanti dalla gestione delle strutture in questione restano nella disponibilità dei singoli soggetti gestori che non corrispondono nulla al Comune ma che anzi, in alcuni casi, percepiscono addirittura dal comune ingenti contributi per lo svolgimento delle loro attività.
Ritenendo quindi che le modalità di affidamento adottate dal Comune di Sellero determinino per l'ente considerevoli diseconomie e quindi un possibile danno erariale, abbiamo interrogato il Sindaco chiedendo che, per il periodo 2009 – 2014, per ogni struttura data in gestione vengano confrontate le spese sostenute dall’Amministrazione Comunale (dove per spese si intendono sia i costi di gestione e manutenzione che ricadono sul bilancio comunale, sia i contributi corrisposti ai soggetti gestori) con le entrate provenienti dall’affitto delle strutture e che detta analisi venga trasmessa anche alla Corte dei Conti della Lombardia.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Rimborso Canoni Depurazione

Post n°926 pubblicato il 13 Agosto 2014 da theriddle
 

L'avvocato Roberto Arnoldi, già nel corso della puntata di FORUM del 26-11-2008, spiegava come e perché richiedere il rimborso dei canoni di depurazione chiesti anche in assenza di depuratore.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SELLERO, RIMBORSO TARIFFA DEPURAZIONE, LA MINORANZA INTERROGA IL SINDACO.

Post n°925 pubblicato il 13 Agosto 2014 da theriddle
 

In allegato (https://app.box.com/s/dfdi13rbr4pjppwu5iml) l'interrogazione presentata dal nostro gruppo consiliare in merito ai rimborso del canone di depurazione per il periodo 15.10.2003 - 15.10.2008, come stabilito dalla sentenza n. 335/2008 della corte costituzionale.


In attesa di risposta, per agevolare gli utenti che volessero chiedere il rimborso, abbiamo predisposto un fac-simile di domanda (scaricabile a questo link https://app.box.com/s/eocjcgkc6w6bi40qn5si).

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SELLERO: LA MINORANZA INTERROGA IL SINDACO SUI 430 MILA EURO DI AFFITTI NON PAGATI AL COMUNE

Post n°924 pubblicato il 06 Agosto 2014 da theriddle
 

Sono due le interrogazioni presentate oggi dal gruppo di minoranza "Tempi Nuovi" di Sellero al Sindaco Bressanelli: la prima in merito al fallimento della ex partecipata Legno Energia e al credito che il Comune di Sellero vanta nei suoi confronti. Credito di oltre 430 mila euro più sanzioni ed interessi per affitti non pagati proprio nel periodo in cui il titolare e legale rappresentante di Legno Energia era l'attuale sindaco di Sellero Bressanelli (amministratore in Legno Energia e Presidente di TSN fino al maggio 2009 e contemporaneamente Consigliere Comunale e Assessore); la seconda in merito alla partecipazione o meno al bando di Regione Lombardia per la selezione di progetti di valorizzazione del patrimonio culturale conservato negli istituti e luoghi della cultura in vista di Expo 2015.

Interrogazione Fallimento Legno Energia

https://app.box.com/s/5ukgfuhgso9slmjjoptg

Interrogazione Bando EXPO Regione Lombardia

https://app.box.com/s/6f4wum14e5qyk7xi8t5n

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PROGETTO "VALLE CAMONICA 2025"

Post n°923 pubblicato il 29 Luglio 2014 da theriddle
 

Nell’ambito del Progetto Politiche Giovanili “Valle Camonica 2025” l’Unione di Comuni della Valsaviore in collaborazione con la Comunità Montana di Vallecamonica e l’Azienda territoriale per i Servizi ala persona, promuove l’avvio di percorsi formativi/professionalizzati rivolti ai giovani della Valle Camonica con età compresa tra i 18 ed i 30 anni. 

In allegato il bando e la domanda di adesione.

http://www.unionevalsaviore.bs.it/pages/News/News.asp?Id=175007

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

UNIONE DEI COMUNI DELLA VALSAVIORE: IL SINDACO DI SELLERO ASSUME LA PRESIDENZA.

Post n°921 pubblicato il 10 Luglio 2014 da theriddle
 

La scelta del Sindaco Bressanelli di accettare (dopo undici anni dall'adesione del Comune) la presidenza della Giunta dell'Unione (carica che i sindaci dovrebbero rivestire a rotazione annuale) e di impegnarsi quindi per favorire la progressiva integrazione fra i cinque Comuni che la costituiscono al fine di pervenire alla fusione in un unico Comune, non è un semplice passaggio formale, ma costituisce un'importante novità che racchiude un grande significato politico.

Infatti Sellero è indubbiamente il comune che in questi anni, per scelta proprio di Bressanelli, si è più estraniato dall'Unione, tanto da far sembrare la sua presenza all'interno dell'ente frutto di un legame forzoso e addirittura innaturale.

L'inversione di tendenza del Sindaco di Sellero impone quindi di riconsiderare il ruolo e la posizione del nostro comune all'interno dell'Unione e nel contempo impone al Presidente Bressanelli di affrontare e chiarire fin da subito la sua posizione su alcuni importanti temi irrisolti (la possibile fusione dei cinque comuni, la situazione scuole, la gestione associata dei servizi, le politiche occupazionali etc.) che in passato hanno visto Sellero direttamente coinvolto e hanno creato oltre numerosi attriti tra i sindaci parecchie perplessità tra i cittadini. Temi su cui è indispensabile avviare una riflessione sia all'interno dell'Assemblea che dei Consigli Comunali che tra la popolazione, perché qualsiasi operazione si decida di intraprendere non venga condotta a “colpi di maggioranze” come si è soliti fare nei nostri Comuni, ma veda un concreto coinvolgimento di tutti i gruppi consiliari (siano essi di maggioranza o di minoranza), ma soprattutto dei cittadini che devono essere adeguatamente informati, messi in condizione di farsi un’idea chiara e infine chiamati a esprimere il loro parere.

Severino Damiolini Consigliere Comunale di Sellero e Delegato all’Unione dei Comuni della Valsaviore.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SELLERO: DOPO LA SEGNALAZIONE DI TEMPI NUOVI IL COMUNE NON PAGHERA' PIU' I CONTRIBUTI AL SINDACO

Post n°920 pubblicato il 01 Luglio 2014 da theriddle
 

 (RESTA PERO' DA CHIARIRE LA QUESTIONE DEL PREGRESSO)

Confortati dai pareri della Corte dei Conti e del Ministero dell'Interno, in campagna elettorale avevamo sollevato la questione dell'illegittimità dei versamenti previdenziali (circa 3.500 euro annui) che il Comune di Sellero effettuava per conto del Sindaco Bressanelli, Geometra che continuando ad esercitare la libera professione dovrebbe però, per legge, provvedere in autonomia al versamento dei propri contributi.

Ebbene, dopo la nostra segnalazione, il segretario comunale ha comunicato al Sindaco ed alla Cassa Geometri che a far data dal giugno 2014 il comune di Sellero non avrebbe più effettuato i versamenti per conto di Bressanelli. Non possiamo che essere soddisfatti per questo risultato che vede premiato il nostro assiduo lavoro di controllo e di indirizzo che, ancora una volta, ha messo allo scoperto una gestione poco chiara delle risorse comunali.

Resta ora aperta la questione dei contributi che il comune ha versato negli anni precedenti: con una mozione che verrà discussa nel prossimo consiglio comunale, abbiamo infatti chiesto che il Sindaco restituisca (con gli interessi) gli importi corrisposti dal Comune per suo conto.

E' nostra ferma intenzione tutelare l'interesse dei cittadini, per questo motivo siamo pronti a far valere le nostre ragioni in tutte le sedi, anche giuridiche, qualora il sindaco e la sua maggioranza non fossero disponibili al confronto teso a garantire i diritti dell'ente e della cittadinanza.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SELLERO, LE PROPOSTE DI "TEMPI NUOVI": COMMISSIONI CONSULTIVE E UNO SPORTELLO COMUNALE A NOVELLE

Post n°919 pubblicato il 23 Giugno 2014 da theriddle
 

Istituzione di alcune commissioni consultive aperte anche ai cittadini non eletti e apertura di uno sportello comunale di frazione al servizio dei cittadini di Novelle, queste sono le ultime (in ordine di tempo) proposte avanzate dal gruppo di opposizione di Sellero che oggi ha presentato due nuove mozioni (allegate) che verranno discusse in consiglio comunale.

Mozione Commissioni 

Mozione Sportello Novelle

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SELLERO: QUESTIONE "SCORIE", TEMPI NUOVI CHIEDE ULTERIORI APPROFONDIMENTI.

Post n°918 pubblicato il 17 Giugno 2014 da theriddle
 

Come riportato dal nostro gruppo consiliare nel Febbraio scorso, numerosi cittadini hanno riferito che nel terreno sottostante il campo sportivo comunale, sito in via Molinazzo, e nelle sue adiacenze, potrebbero essere presenti materiali nocivi e più precisamente scorie di lavorazione provenienti dall'azienda operante ai tempi della realizzazione del campo sportivo stesso (anni 90) nell'area ora denominata ex-Fucinati.

A seguito della segnalazione dei consiglieri di Tempi Nuovi, anche l'assessorato Regionale all'Ambiente chiedeva ad ARPA di effettuare delle indagini il loco. Le indagini svolte non hanno consentito di verificare se la notizia sia fondata o meno, ma hanno in ogni caso portato alla luce altri aspetti della vicenda

In particolare ARPA ha evidenziato come il progetto originario prevedesse il deposito nell'area in questione di 60.000 metri cubi di scorie “Fucinati” e come il campo – in una prima fase – sia stato realizzato semplicemente come strato di copertura dello spessore di 60 cm. di cui 15 cm di scorie di acciaieria “non meglio definite”, mentre in una seconda fase di opere le attività pare abbiano interessato superfici estese, ma non meglio identificabili, dell'area con asportazione di ghiaia e messa in deposito di terre e rocce provenienti dallo scavo della galleria SS42.

Sebbene non vi siano evidenze tali da confermare organoletticamente la notizia, ARPA ritiene che eventuali utilizzi di scoria nella realizzazione delle opere, pur non risultando agli atti in modo evidente, non possano essere esclusi, quanto meno per aree peculiari o impieghi specifici.

Al fine di chiarire una volta per tutte la questione che il sindaco a suo tempo aveva bollato come una pretestuosa polemica elettorale (ebbene ora le elezioni sono finite, il sindaco ha vinto ed è opportuno che si faccia finalmente chiarezza), considerata anche la disponibilità manifestata da ARPA a fornire adeguato supporto per qualsiasi approfondimento che l'Amministrazione Comunale ritenesse di voler effettuare, abbiamo chiesto al Consiglio Comunale di impegnare il Sindaco e la Giunta a richiedere ad ARPA Lombardia un percorso di ulteriori accertamenti - con sondaggio e prelievo di materiale - nella zona in questione e nelle aree limitrofe a quella indagata (piazzale dello stadio, spogliatoi, strada adiacente lo stadio) al fine di escludere qualsiasi tipo di contaminazione del terreno, verificare l'eventuale presenza di rifiuti e consentire la loro eventuale asportazione .

La mozione https://app.box.com/s/wfw1hll8awclif27pcpf

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SELLERO: IL SINDACO CHIARISCA E RESTITUISCA I SOLDI AL COMUNE.

Post n°917 pubblicato il 15 Giugno 2014 da theriddle
 

Mentre per molti cittadini il lavoro e la pensione restano un miraggio, il Comune paga i contributi al Sindaco professionista. 

La mozione di Tempi Nuovi: https://app.box.com/s/ok2twcltqjk405koucxp

“Gli amministratori locali lavoratori autonomi, per ottenere da parte dell’Ente Locale il pagamento degli oneri assistenziali, previdenziali ed assicurativi, devono formalizzare espressa rinuncia all’esercizio della professione o attività lavorativa. Solo in tal modo si realizza la parificazione ai lavoratori dipendenti i quali, per ottenere tale beneficio, ai sensi dell’articolo 86 del Testo Unico sugli Enti Locali, devono collocarsi in aspettativa non retribuita."
L’accollo al bilancio pubblico della spesa per oneri previdenziali, assistenziali ed assicurativi impone che il lavoratore dedichi all’incarico di amministratore locale “l’esclusività del suo tempo e delle sue energie lavorative con contestuale rinuncia alla retribuzione corrispettiva.”
Tale sospensione deve essere messa nero su bianco in un'apposita certificazione da inoltrare all'ente e all'istituto previdenziale.

Questo è quanto ha osservato la sezione regionale di controllo della Corte dei conti per la Lombardia, nel testo del parere n. 95/2014, confermando le conclusioni cui nei mesi scorsi era pervenuta la sezione regionale della Basilicata, in merito al pagamento, da parte degli enti locali, della somma forfetaria annua per oneri previdenziali, assistenziali e assicurativi nel caso di amministratori lavoratori autonomi. Dello stesso avviso è anche il Ministero dell'Interno - Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali che nel parere n.15900/TU/086 del 9 APRILE 2014 fa suo l’orientamento indicato dalla magistratura contabile

La ratio dell'articolo 86 Tuel è, infatti, quello di «premiare» l'amministratore che sceglie di non esercitare più il suo lavoro da dipendente o la sua professione, per dedicarsi alle attività politico-istituzionali presso l'ente ove esercita il proprio mandato. Se si giungesse a una diversa soluzione, si legge nel parere, stabilendo che l'ente sia tenuto a corrispondere gli oneri contributivi dell'amministratore-lavoratore autonomo, si avallerebbe un'interpretazione che faciliterebbe quest'ultimo, aggravando il bilancio comunale di tali oneri senza che, dall'altra parte, ci sia «una corrispettiva dedizione del tempo lavorato ai soli compiti di amministratore locale». Senza dimenticare che, come ha rilevato anche la Corte dei conti lucana, permettendogli di svolgere ugualmente la sua professione, si finirebbe per consentire l'alterazione delle condizioni di mercato, dal momento che, in questo modo, l'amministratore locale non sarebbe gravato dall'obbligo di versamento degli oneri contributivi e assistenziali. Pertanto, conclude la Corte, il secondo comma dell'articolo 86 Tuel, può trovare applicazione solo quando il lavoratore autonomo che svolga le funzioni di amministratore locale si astenga del tutto dall'attività lavorativa.

Il caso citato è identico a quello del Sindaco Giampiero Bressanelli che notoriamente continua da anni ad esercitare la sua professione di Geometra, ma nonostante ciò il Comune continua a versare mensilmente (come confermato anche dalla lettera inviata nelle scorse settimane al Sindaco dal Segretario comunale) i suoi contributi previdenziali (circa 3.500 euro annui).

Tecnicismi a parte, crediamo sia alquanto inopportuno che, mentre per molti dei nostri concittadini non solo la pensione, ma anche il lavoro sono ormai diventati un miraggio, il Sindaco continui - come fatto in questi anni - a farsi versare i contributi previdenziali pescando dalle casse comunali.
Per questo motivo abbiamo chiesto al consiglio Comunale di impegnare il Sindaco a chiarire tempestivamente la sua posizione fornendo opportuna dichiarazione in cui espliciti l’intenzione di dedicare al mandato di amministratore pubblico l’esclusività del suo tempo e delle sue energie lavorative, facendo espressa rinuncia ad esercitare la sua attività professionale oppure l’intenzione di proseguire l’esercizio dell’attività professionale.

In ogni caso chiediamo che vengano quantificate le somme indebitamente corrisposte per conto del Sindaco Bressanelli in tutti gli anni di mandato e che il Sindaco restituisca tempestivamente all’ente tale somma.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SELLERO: TEMPI NUOVI PROPONE L'ADOZIONE DI UN CODICE ETICO

Post n°916 pubblicato il 12 Giugno 2014 da theriddle
 

Il gruppo consiliare "Tempi Nuovi" di Sellero ha presentato due mozioni per l’approvazione, nel prossimo consiglio comunale della delibera "trasparenza a costo zero", con precisi obiettivi: pubblicazione e diffusione dell'anagrafe di tutti gli eletti, completa e digitale; totale rispetto della normativa sulla trasparenza economica; organizzazione di una Tavola pubblica per la trasparenza, a cui partecipano istituzioni e cittadinanza; ed in particolare l'adozione della cosiddetta "Carta di Pisa”, un codice etico elaborato dall’associazione “Avviso Pubblico” (il gruppo di lavoro che lo ha predisposto si è riunito appunto  nella città di Pisa), destinato a enti e amministratori locali che intendono rafforzare e promuovere la cultura della trasparenza e della legalità nella pubblica amministrazione, in particolare sulla  prevenzione del dilagare di nuove e più insidiose forme di corruzione. Un codice che fornisce alcune precise indicazioni agli amministratori locali su una serie di questioni tra le quali: trasparenza, conflitto d’interessi, finanziamento attività politica.

In realtà la carta non dice niente di nuovo, o meglio niente che un accorto e onesto amministratore già non conosce e non sia chiamato a fare, ma alcuni concetti vengono codificati in maniera tale da non avere più nessun tipo di scusante a comportamenti non consoni all’incarico affidatogli dai cittadini, è uno strumento che rafforza il rispetto di dettami costituzionali di diligenza, onestà, lealtà, correttezza, imparzialità.

Mozione "trasparenza a costo zero"

Mozione adozione "Carta di Pisa"

Il testo della carta di Pisa

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

COMUNE DI SELLERO, GRUPPO "TEMPI NUOVI": DEFINITI GLI INCARICHI

Post n°915 pubblicato il 10 Giugno 2014 da theriddle
 

Lunedì 9 giugno si è tenuta la prima seduta del nuovo consiglio comunale di Sellero e anche il gruppo di minoranza "Tempi Nuovi" ha definito gli incarichi istituzionali dei suoi componenti.

Mirco Bressanelli sarà ancora il Capogruppo, Laffranchi Marino Ivan è stato eletto Membro della Commissione elettorale e della commissione per l'aggiornamento degli albi dei giudici popolari mentre Severino Damiolini è stato riconfermato come delegato all'Unione dei Comuni della Valsaviore.

I tre consiglieri hanno inoltre richiesto al Sindaco maggiore agibilità politica attraverso la messa a disposizione permanente di un locale comunale (anche esterno al Municipio) per riunioni, incontri con Associazioni e rappresentanze territoriali o di categoria, conferenze stampa e più in generale per tutte le attività inerenti l’espletamento del mandato amministrativo dei Consiglieri; hanno inoltre richiesto di applicare le prerogative che la legge concede ai consiglieri comunali con la disponibilità dell'accesso in sola lettura, attraverso nome utente e password, sia al programma di contabilità che al registro protocollo dell'Ente.

Tutta la compagine di Tempi Nuovi (anche i non eletti) è già al lavoro per l'elaborazione di proposte e progetti da sottoporre all'assise cittadina, inoltre si stanno prendendo contatti con altre importanti realtà della zona, esterne al Comune di Sellero, al fine di realizzare un percorso comune su alcune problematiche centrali per il territorio e che spesso superano i confini dei singoli Municipi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

Contatta l'autore

Nickname: theriddle
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 39
Prov: BS
 



immagine

immagine
immagine






























 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ipse dixit

Il coraggio nessuno lo può regalare, bisogna che ogni uomo lo trovi nella propria anima. (Umberto Bossi)

"Chi controlla il passato, controlla il futuro; chi controlla il presente, controlla il passato" George Orwell

“E tutti si scandalizzano quando sentono dire: quel tale tipo di mammifero o di uccello ormai è sparito dalla faccia della terra, non lo vedremo più; è una grave perdita. Certo, si tratta di gravissime perdite. Ma non sarebbe forse più grave se sparisse una comunità umana?” (Bruno Salvadori)


"I molteplici consigli legislativi, e i loro consensi e dissensi, e i poteri amministrativi di molte e varie origini, sono condizioni necessarie di libertà. La libertà è una pianta di molte radici. (...) Quando ingenti forze e ingenti ricchezze e onoranze stanno raccolte in pugno d'un'autorità centrale, è troppo facile costruire o acquistare la maggioranza d'un unico parlamento. La libertà non è più che un nome: tutto si fa come tra padroni e servi." (Carlo Cattaneo)


IL VOSTRO CANCRO E' PIU' GRAVE DEL MIO. Un cancro ben più tragico, ben più irrimediabile del mio. Un cancro per il quale non esistono chirurgie, chemioterapie, radioterapie. Il cancro del nuovo nazifascismo, del nuovo bolscevismo, del collaborazionismo nutrito dal falso pacifismo, dal falso buonismo, dall'ignoranza, dall'indifferenza, dall'inerzia di chi non ragiona o ha paura. Il cancro dell'Occidente, dell'Europa e in particolare dell'Italia. (Oriana Fallaci)

Penso ad un popolo multirazziale
ad uno stato molto solidale
che stanzi fondi in abbondanza
perché il mio motto è l'accoglienza,
penso al problema degli albanesi,
dei marocchini, dei senegalesi
bisogna dare appartamenti
ai clandestini e anche ai parenti
e per gli zingari degli albergoni
coi frigobar e le televisioni.
....
penso che è bello sentirsi buoni
usando i soldi degli italiani. (G.Gaber)


Un giorno milioni di uomini abbandoneranno l'emisfero sud per irrompere nell'emisfero nord. E non certo da amici. Perché vi irromperanno per conquistarlo. E lo conquisteranno popolandolo  coi loro figli. Sarà il ventre delle nostre donne a darci la vittoria.”  Houari Boumedienne - Presidente algerino -  1974 - dinanzi all'Assemblea delle Nazioni Unite





 

Video

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.