Un blog creato da tuttiscrittori il 07/10/2007

tuttiscrittori

A volte, quando si è un grande scrittore, le parole vengono così in fretta che non si fa in tempo a scriverle... A volte. (Snoopy)

 
 
 
 
 
 

SOSTIENE... KREMUZIO

Kremuzio

Sull'orlo del precipuzio

 
 
 
 
 
 
 

ALBERGO A ORE (HERBERT PAGANI) PERF. EDITH PIAF

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

ARTE & DINTORNI

mostra evento di Costantino Giovine presso Il trittico - Roma Piazza dei satiri - inaugurazione sabato 26 febbraio alle 18.30

locandina

 

 

 
 
 
 
 
 
 

YOU'LL FOLLOW ME DOWN - LABORATORIO CONCORSO

Il presidente della giuria, Luigi Bernardi, ci comunica che

   The winner is Paolo Zaffaina

La motivazione:

Statale 61 è un bel racconto giocato su molteplici livelli, tutti resi con stile adeguato.
I continui cambi di prospettiva, fino allo scioglimento finale, ne fanno un testo godibile ed estremamente accattivante.
Un bel saggio di scrittura al servizio di un'ottima idea.

adesso rileggiamolo iniseme >>>clicca qui

Scrivere è viaggiare senza la seccatura dei bagagli (E. Salgari) 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 84
 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Gli accentiLe pagine ritrovate del ... »

Il dialogo

Post n°227 pubblicato il 31 Gennaio 2012 da tuttiscrittori
 
Foto di tuttiscrittori

 

Il dialogo si inizia sempre a capoverso e ogni battuta deve essere indicata con la trattina lunga, non con il meno come compare con la tastiera del computer (-), ma che possiamo comunque accettare…; dopo un’interruzione o inciso si riprende con la trattina, e si chiude senza l’aggiunta della trattina, salvo nel caso che in una battuta vi siano più capoversi. Esempio:

-Come vi venne in mente di un’impresa simile?

-Avevamo consultato attentamente le carte e sapevamo che in quel punto esisteva un passaggio. 

La mattina del giorno seguente levammo l’ancora e puntammo verso Nord, ormai decisi a tutto. 
C’era vento favorevole e mare calmo. Solo all’orizzonte, piccole nuvole bianche e compatte non promettevano nulla di buono. Tom le teneva d’occhio col suo lungo binocolo.–

Il dialogo può essere contrassegnato dalle virgolette italiane. In questo caso tutte le battute devono essere e chiuse dalle virgolette.

Nel corso del dialogo, le battute di altri interlocutori o le citazioni o le parole che l’interlocutore rivolge mentalmente a sé stesso si delimitano con le virgolette italiane (<<...>>) se il dialogo è contrassegnato dalla trattina lunga; con le virgolette inglesi (“…”) se è contrassegnato dalle virgolette italiane.

Sia nel dialogo come negli incisi è superfluo aggiungere alla trattina o alla virgoletta di chiusura la virgola. I due segni la sostituiscono. Esempio:

-Lasciatemi in pace- disse, e si allontanò.

Non così:

-Lasciatemi in pace,- disse, e si allontanò.

Oppure:

Il tempo si rimetteva al bello –dopo otto giorni di pioggia- e di lontano si potevan vedere le montagne…

Non così:

Il tempo si rimetteva al bello, -dopo otto giorni di pioggia,- e di lontano…

Né così:

Il tempo si rimetteva al bello -, dopo otto giorni di pioggia-, e di lontano… 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

medusaurticantemariomancino.mcreola83ignaziocillariVALERIATEDDEITALIANOinATTESAheristal95santiago.gamboaman50soloodoreselvaggiotuttiscrittoriamoildesertoli1984m.lylas
 
 
 
 
 
 
 

BOCCONCINI DI SCRITTURA - 3

 

Terzo bocconcino caldo caldo. Da sbocconcellare in pochi minuti. Questa volta parliamo un po' del punto di vista del narratore. Prima persona? Terza persona onnisciente o quasi? (entra)

 

 
 
 
 
 
 
 

STAT

 
 
 
 
 
 
 

LA VETRATA

PER LEGGERE E COMMENTARE I PRIMI
RACCONTI PUBBLICATI LIBERAMENTE
NELLA NOSTRA VETRATA, CLICCA QUI.

Sign by Danasoft - Get Your Free Sign