Creato da grembiulibianchi_blu il 27/10/2010
Classi quinte Scuola Primaria Lanoce Maglie (LE)
 

 

Grazie

Post n°71 pubblicato il 26 Giugno 2012 da grembiulibianchi_blu

 

Siate il meglio.

Se non potete essere un pino sulla vetta del monte,
siate un cespuglio nella valle,
ma siate il miglior piccolo cespuglio sulla sponda del ruscello.

Se non potete essere una via maestra siate un sentiero.
Se non potete essere il sole siate una stella,
non con la mole vincete o fallite.
Siate il meglio di qualunque cosa siate.
Cercate ardentemente di capire a cosa siete chiamati
e poi mettetevi a farlo appassionatamente.

M.L.King

Grazie

Per averci sorprese ogni giorno con le vostre meraviglie.

Per averci permesso di affidarvi i nostri pensieri che, pian piano, son diventati anche un po’  i vostri.

Per averci consentito di condividere le vostre emozioni e i vostri sogni.

Per averci saputo capire anche con un solo sguardo.

Semplicemente...per averci voluto bene.

Grazie a voi, a tutti voi, che ricorderemo sempre con un sorriso.

 GRAZIE...

…a Chiara

….a Gianmarco

…a Diego

…ad Ilaria

….a M.Francesca

…a Michela

…a Silvia

…ad Andrea L.

…ad Alessia

…a Lara

…a Giulia

…a Miriam

…a Martina

…ad Alessandro T.

…a Vincenzo

…ad Elena

…ad Alessandro C.

…a Laura

…a Luca

…a Mattia

…a Rebecca

…ad Elisa

…a Sirya

…a Sara

…ad Annarosa

…a Manuel

…ad Andrea P.

…a Marco

…a Valentina

…a Matteo.

 

 

 

 

 

È stato bello crescere insieme a voi…

 

 

...e oggi il nostro augurio è che nella vita tutto possa andare come voi desiderate e che la serenità vi sia sempre amica.

Le vostre maestre

 
 
 

Ogni fine non Ŕ che un nuovo inizio

Post n°70 pubblicato il 10 Giugno 2012 da grembiulibianchi_blu

 

Gli ultimi giorni di scuola ci hanno visti impegnati in molteplici attività.
La più importante, quella che ci ha regalato maggiori soddisfazioni è stata senza dubbio la manifestazione finale del Progetto Legalità.

Purtroppo sono poche le foto che testimoniano l'evento, ma possiamo sicuramente asserire che la serata del 6 giugno sia stata, tra le tante, quella davvero indimenticabile.
Tra i canti diretti con la consueta maestria dalla maestra Nunzia ed eseguiti dai mitici grembiulinibianchieblu, riflessioni e balli abbiamo concluso il progetto che ci ha impegnati con grande entusiasmo nel corso del secondo quadrimestre.
I complimenti che abbiamo ricevuto dal D.S. e dalla D.S.G.A. ci hanno riempiti d'orgoglio, non meno, però, di quelli sinceri e commossi dei genitori e parenti accorsi.

Il giorno dopo i genitori hanno regalato ad alunni e insegnanti una festa davvero unica e speciale.

Nel cortile interno della scuola ogni alunno ha letto un pensiero...

e ha dedicato poesie, filastrocche e acrostici alle maestre.

Quanti cartelloni a ricordare le emozioni dei 5 anni trascorsi insieme...

E a coronare la serata un succulento buffet preparato con le manine sante delle nostre mamme .

Che festa ragazzi...stelle filanti , coriandoli colorati che cadevano dall'alto e persino la fascia da miss regalata alle nostre insegnanti ...

Ebbene, sì...siamo pronti per spiccare il volo .
Ehm...le lacrime??? Purtroppo non abbiamo la foto della montagna di fazzolettini che si sono accumulati sul tavolo a fine serata o degli abbracci consolatori  che ciascuno faceva all'altro provando a dimezzare il proprio dispiacere.

Abbiamo, però, la foto di una delle magnifiche torte che ha concluso i festeggiamenti. L'immagine del nostro blog campeggiava a sinistra e noi tutti insieme a destra, quasi a voler dire che, se anche il tempo ci porterà a cambiare, resteranno sempre i ricordi a legarci e questo blog resterà per sempre qui a testimoniare il bene che ci siamo voluti.

 

 
 
 

Roma 1

Post n°69 pubblicato il 29 Aprile 2012 da grembiulibianchi_blu

Le emozioni non si possono fermare e quando ti invadono le senti esplodere dentro. Questo è il sapore che emerge dal bellissimo viaggio d'istruzione che solo una settimana fa ci ha visti vivere quattro giorni nella capitale.

 

Ci sono migliaia di guide e di informazioni che si possono trovare su questa bella città, ma noi intendiamo raccontarvi la nostra storia, il nostro viaggio, per farvi innamorare di Roma, così come ce ne siamo innamorati noi.

 

 

Solo sette ore ci separano dalla capitale, ma molti di noi non avevano mai avuto occasione di visitarla. E allora, si parte...

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Roma 2

Post n°68 pubblicato il 29 Aprile 2012 da grembiulibianchi_blu

Roma è una meraviglia.

 

 

Ogni angolo di questa città è un pezzo di storia, un pezzo della nostra storia, un frammento di cultura del quale dovremmo essere tutti orgogliosi.

 

.

 

La prima meraviglia che abbiamo visto è stato il simbolo di Roma, il Colosseo. Vedere quel monumento che sta lì da circa 2000 anni, (basti pensare che la sua costruzione terminò nell’80 d.C.) ha suscitato in noi profonde riflessioni.
Vedere il Colosseo, che ha resistito a tante vicende, ci ha fatto pensare a quante vite sono passate davanti a quel monumento, quante persone...il Colosseo siamo noi, siamo tutti noi, il Colosseo simboleggia il mondo intero.

 

 

E che dire delle decine di artisti e dei mille colori di Piazza Navona???

 

Poi Piazza di Spagna, vista tante volte sui libri e in tv...era proprio lì davanti a noi in tutto il suo splendore, tra centinaia di persone che si accalcavano per fare le foto alla Barcaccia e alla scalinata di fronte.

 

Sedersi  sui gradini di Trinità dei Monti è un'emozione che non si può descrivere, perché non trova eguali. E cantare tra gli sguardi stupiti e benevoli dei turisti alcuni canti tipici della tradizione musicale romana è stato un momento davvero suggestivo.

Grande emozione ha suscitato in noi anche la visione della bellissima fontana di Trevi. Non avevamo mai visto niente di simile...una fontana incastonata in un angolo, piena di decori.
Da tradizione abbiamo gettato anche noi la monetina nella fontana, per esprimere un desiderio.
E desiderare qualcosa proprio nel momento di massima felicità, è impagabile.
In quel momento ci sembrava di non aver bisogno di nulla, perché avevamo tutto ciò che si può avere per essere felici.

 
 
 

Roma 3

Post n°67 pubblicato il 29 Aprile 2012 da grembiulibianchi_blu

Piazza San Pietro, lascia davvero senza parole.

Un’opera d’arte, di ingegno e di cultura che non ha eguali in tutto il mondo.

Il Vaticano è il simbolo del potere della Chiesa, potere che
doveva apparire grande, enorme di fronte a tutti i fedeli.
Intento pienamente riuscito ( e noi, proprio qui,
abbiamo improvvisato uno dei nostri soliti balletti ).

Il nostro tour romano ha compreso anche le due principali sedi istituzionali: il Quirinale, sede del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e Montecitorio.
Entrambi i palazzi sono sfarzosi.
Il Quirinale ha tante stanze ricche di mobili, arazzi e
suppellettili di valore inestimabile...

 

 

...e ha un meraviglioso giardino che è aperto al pubblico il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica.

L'ingresso a Montecitorio è stato ancora più emozionante
perchè, avendo capito l'importanza del luogo abbiamo indossato
il grembiule, la nostra divisa, ricevendo i complimenti del personale
per il nostro interesse, la nostra compostezza, e il senso di rispetto
che portavamo per il luogo che abbiamo visitato.

Purtroppo non abbaimo foto della Camera dei Deputati, perchè
il permesso per fotografare è concesso solo ai giornalisti accreditati,
ma l'emozione è stata fortissima e molti di noi si
sono sentiti davvero minuscoli in quel luogo così austero e sfarzoso.
Dalle immagini televisive sembra tutto molto più piccolo.

Grande è stato il divertimento nel Museo virtuale della Roma antica, dove tra pavimenti che si sollevavano, botole che si aprivano e tigri feroci abbiamo rivissuto lo stesso clima della
Roma che fu.

E che dire del simpatico poliziotto Francesco che ci ha accompagnati nella visita al Museo delle auto storiche della
Polizia di Stato?

 Tra sorrisi e battute ironiche ci ha messo in guardia sui tanti pericoli da cui dobbiamo star lontani per vivere serenamente.

 

 

 
 
 
Successivi »
 

 

 

Insegnerai a Volare, ma non voleranno il Tuo Volo.
Insegnerai a Sognare, ma non sogneranno il Tuo Sogno.
Insegnerai a Vivere, ma non vivranno la Tua Vita.
Ma in ogni Volo, in ogni Sogno e in ogni Vita,
rimarrà per sempre l’impronta dell’ insegnamento ricevuto.

Madre Teresa di Calcutta

 

 

Vincenzo e Miriam

Siamo amici.
Io non desidero niente da te, tu non vuoi nulla da me.
Io e te...dividiamo la vita.

Kahlil Gibran

 

 "Dove le parole finiscono, inizia la musica"

C. J. H. Heine

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rebecca

 

Tutti gli uomini per loro stessa natura desiderano imparare.

Aristotele

 

Andrea P.

In una classe, l'insegnante si aspetta di essere ascoltato. Lo studente pure.

Ernest Abbé

 

...cuori lievi, simili a palloncini che solo il caso muove eternamente, dicono sempre "Andiamo", e non sanno perchè.
I loro desideri hanno le forme delle nuvole.

Charles Baudelaire

 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

Valentina

Il mondo è nelle mani di coloro
che hanno il coraggio di sognare
e di correre il rischio di vivere i propri sogni.

Paulo Coelho 

 

"La sola battaglia che non puoi vincere è quella che non vuoi combattere."

Sergio Bambarén, da Lettera a mio figlio sulla felicità

 

 Mattia e Laura

 

I bambini?
Dobbiamo imparare da loro;
bisogna che ci sentiamo fieri delle loro piccole grandi conquiste.
Sono il nostro miracolo, il nostro capolavoro, il nostro futuro.

Anton Vanligt, da Mai Troppo Folle

 

I bambini hanno molto da insegnare agli adulti. Se non altro sulla gioia di vivere.

Stephen Littleword

 

E una donna che reggeva un bambino al seno disse:
Parlaci dei Figli.
E lui disse:
I vostri figli non sono figli vostri.
Sono figli e figlie della sete che la vita ha di se stessa.
Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi e benché vivano con voi non vi appartengono.
Potete donare loro amore ma non i vostri pensieri: essi hanno i loro pensieri.
Potete offrire rifugio ai loro corpi ma non alle loro anime: esse abitano la casa del domani, che non vi sarà concesso visitare neppure in sogno.
Potete tentare di essere simili a loro, ma non farli simili a voi: la vita procede e non s’attarda sul passato.
Voi siete gli archi da cui i figli, come frecce vive, sono scoccate in avanti.
L’arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito e vi tende con forza affinché le sue frecce vadano rapide e lontane.
Affidatevi con gioia alla mano dell’arciere; poiché come ama il volo della freccia così ama la fermezza dell’arco.

Kahlil Gibran da IL PROFETA

 

Ultimi commenti

Grazie, abbiamo preso spunto....appena terminata! grazie...
Inviato da: Barbara
il 26/12/2013 alle 19:00
 
Care maestre, quel giorno Ŕ stato indimenticabile!Ancora...
Inviato da: Annarosa
il 01/03/2013 alle 19:42
 
Care maestre sono io Giulia, la vostra grembiulina bianca....
Inviato da: Giulia
il 19/01/2013 alle 10:24
 
Il nuovo anno Ŕ arrivato e io ricordo quello passato come...
Inviato da: Manuel Pasca
il 11/01/2013 alle 18:27
 
ciao ragazzi come va? oggi non vedevo l' ora di...
Inviato da: sirya
il 20/12/2012 alle 17:33
 
 

 

"Non è meraviglioso pensare a tutte le cose che ci sono da scoprire?
Mi fa sentire felice di essere viva, il mondo è così interessante.
Non lo sarebbe altrettanto se conoscessimo tutto, non ci sarebbe più spazio per la fantasia."

L.M.Montgomery,

da “Anna dai capelli rossi”

 

 

Alessia e Vincenzo


Non è tanto l'aiuto degli amici a giovarci, quanto la fiduciosa certezza che essi ci aiuteranno.

Epicuro

 

Ultime visite al Blog

martialeserenere_sfrancescacancelliereSilviaLombardo2005deniseespositofraf89giannicarrieroMaithuniKing.s_Pubireneturchettopogibam_solatapodomix1975priscilla74_3
 
 

Sara

 La scuola è l'ingresso alla vita della ragione.

Jerome Bruner

 

 

Dite:

è faticoso frequentare bambini.

Avete ragione.

Poi aggiungete:

bisogna mettersi al loro livello,

abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli.

Ora avete torto.

Non è questo che più stanca.

E' piuttosto il fatto di essere obbligati ad innalzarsi

fino all'altezza dei loro sentimenti.

Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi.

Per non ferirli.

J.KORCZACK

 

Alessandro C.

Scrivere è prendere l'impronta dell'anima.

Multatuli

 

Grembiuli bianchi e blu della sezione A pronti per la lettura

 Nessun vascello c'è che come un libro possa portarci in contrade lontane.

Emily Dickinson

 

"Un guerriero della luce presta attenzione agli occhi di un bambino. Perchè quegli occhi sanno vedere il mondo senza amarezza. Quando desideri sapere se chi sta al tuo fianco è degno di fiducia, cerca di vedere la maniera in cui lo guarda un bambino."

da “Il manuale del guerriero della luce“ Paulo Coelho

 

 

Scrivere è un modo di parlare senza essere interrotti.

(Jules Renard)

Silvia

 

 

Un bambino può insegnare sempre tre cose ad un adulto: a essere contento senza motivo, a essere sempre occupato con qualche cosa, e a pretendere con ogni sua forza quello che desidera".

Paulo Coelho

 

Le cose che il bambino ama
rimangono nel regno del cuore
fino alla vecchiaia.
La cosa più bella della vita
è che la nostra anima
rimanga ad aleggiare
nei luoghi dove una volta
giocavamo.

Kahlil Gibran  da "Self-Portrait"