..da un'agenda..

..tutto ha un significato..

 

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

...

myspace profile view counter

 

 

« VOCI IN PENSIONEUN LABILE TURISMO »

E I MEDIA DOVE SONO?

Post n°122 pubblicato il 20 Luglio 2011 da Salento_mare
 

Cosa succede in Islanda?Rivoluzione pacifica e Costituzione partecipata

Alla fine del 2008, gli effetti della crisi nell'economia islandese sono devastanti. A ottobre Landsbanki, la banca principale del paese, è nazionalizzata. 
Il governo britannico congela tutti i beni della sua filiale IceSave, con 300.000 clienti britannici e 910 milioni di euro investiti dagli enti locali e dalle organizzazioni pubbliche del Regno Unito. Alla Landsbanki seguiranno le altre due banche principali, la Kaupthing e il Glitnir. I loro clienti principali sono in quei paesi e in Olanda, clienti ai quali i loro rispettivi stati devono rimborsare i depositi bancari, all'incirca 3.700 milioni di euro di soldi pubblici. 
L'insieme dei debiti per le attività bancarie dell'Islanda è equivalente a varie volte il suo PIL. 
Da un lato, la valuta sprofonda ed il mercato azionario sospende la relativa attività dopo un crollo del 76%. 
Il paese è alla bancarotta. 
Il governo chiede ufficialmente aiuto al Fondo monetario internazionale che approva un prestito di 2.100 milioni di dollari, accompagnato da altri 2.500 milioni da parte di alcuni paesi nordici. 
Le proteste dei cittadini davanti al Parlamento a Reykjavik aumentano. 
Il 23 gennaio 2009 si convocano le elezioni anticipate e tre giorni dopo, i cacerolad@s sono di nuovo in piazza in migliaia e impongono le dimissioni del primo ministro, il conservatore Haarden e di tutto il suo governo in blocco. 
È il primo governo vittima della crisi finanziaria mondiale. 
Il 25 aprile ci sono le elezioni generali vinte da una coalizione socialdemocratica e dal movimento della sinistra-verde guidate dalla nuova prima ministra Jóhanna Sigurðardóttir. 
Nel 2009 la situazione economica resta devastata con il crollo del PIL del 7%.. 
Sulla base di una legge ampiamente discussa nel Parlamento, viene stabilito il pagamento dei debiti in Gran Bretagna e in Olanda attraverso 3.500 milioni di euro che tutte le famiglie islandesi avrebbero dovuto pagare attraverso una tassazione del 5,5% per i prossimi 15 anni. 
Gli islandesi tornano a manifestare nelle strade per rivendicare un referendum popolare per la promulgazione della legge. 
Nel gennaio 2010 il presidente, Ólafur Ragnar Grímsson, rifiuta di ratificare la legge e indice la consultazione popolare: in marzo il referendum con il 93% di NO al pagamento del debito. 
La rivoluzione islandese vince. Il fondo monetario internazionale congela l'aiuto economico all'Islanda nella speranza di imporre in questo modo il pagamento dei debiti. 
A questo punto il governo apre un'inchiesta per individuare e perseguire penalmente i responsabili della crisi. 
Arrivano i primi mandati di cattura e gli arresti per banchieri e top-manager. 
L'Interpool spicca un ordine internazionale di arresto contro l'ex presidente della Kaupthing, Sigurdur Einarsson. 
Nel pieno della crisi, a novembre, si elegge un'assemblea costituente per preparare una nuova costituzione che, sulla base della lezione della crisi, sostituisce quella in vigore. Si decreta il potere popolare. 

Vengono eletti 25 cittadini, senza alcun collegamento politico, tra le 522 candidature popolari, per le quali era necessario soltanto la maggiore età e il supporto sottoscritto di 30 cittadini. 
L'assemblea costituzionale avvierà i suoi lavori nel febbraio del 2011 e presenterà a breve un progetto costituzionale sulla base delle raccomandazioni deliberate dalle diverse assemblee che si stanno svolgendo in tutto il paese. Tale progetto costituzionale dovrà poi essere approvato dall'attuale parlamento e da quello che sarà eletto alle prossime elezioni legislative. 

La sensazione che si respira nel paese dei geyser e di Björk è di forte sfiducia: gli islandesi si sono sentiti per la prima volta traditi da una classe dirigente più incline a favorire i grandi sistemi bancari che ad aver cura delle sorti del Paese. Una totale assenza di trasparenza che oggi invece è invocata nella stesura della nuova Costituzione. Da aprile, infatti, con cadenza settimanale l'Assemblea Costituente pubblica sul suo sito le bozze del progetto. E tutti sono invitati a condividere le loro idee sul sito o attraverso i social network. Oltre ad essere presente sulla rete attraverso Facebook e Twitter, le sue riunioni sono aperte al pubblico. Non era mai successo prima che il web fosse il motore della realizzazione di una Costituzione nazionale nel pieno rispetto della democrazia partecipata. Certo, il fatto che l'Islanda sia abitata solo da 320mila cittadini rappresenta di per sé un grosso vantaggio nella realizzazione di un progetto simile. Ma bisogna anche ricordare che il web sull'isola rappresenta ormai un aspetto essenziale della vita quotidiana. Più della metà degli abitanti possiede un account Facebook, e chi non lo ha può partecipare al dibattito sul sito dell'assemblea costituente, visto che più dell'80% delle case islandesi possiede una linea Adsl. Tuttavia, non sarà sufficiente il web: la legge fondamentale dovrà essere approvata con il classico metodo del referendum. 

 La nuova Carta sarà la prima vera Costituzione islandese. Infatti, dal giorno dell'indipendenza fino ad oggi è rimasta in vigore, con piccole modifiche, quella della Danimarca che ha controllato il Paese fino al 1944. Nel nuovo progetto sono previste importanti garanzie sulla protezione della natura e delle risorse comuni del Paese. Inoltre, di fronte alla situazione sorta con la crisi del 2008, il nuovo testo pone l'accento anche sui diritti delle generazioni future che dovranno essere tutelate anche di fronte all'indebitamento odierno.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/unrelax/trackback.php?msg=10437231

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
simona1808
simona1808 il 20/07/11 alle 14:42 via WEB
Non ne sapevo nulla^__^ Mi piace Non ho facebook ma lo metterei subito.Ora non resta che vedere i risultati,perchè Paul è di quelli che hanno bisogno.^_^Un abbraccio
 
 
Salento_mare
Salento_mare il 20/07/11 alle 14:46 via WEB
e ci credo mia cara, nessuno che abbia divulgato una notizia di tale portata :(...mah! ti piace? allora ti dò 2 baci :D
 
sunrise.1
sunrise.1 il 20/07/11 alle 17:24 via WEB
Però lo spazio e il tempo per i cosiddetti gossip lo trovano sempre, chissà come mai. E anche della crisi che sta attraversando in questo periodo la Somalia, non ne parla nessuno, che tristezza. Un caro saluto.
 
 
Salento_mare
Salento_mare il 20/07/11 alle 22:14 via WEB
Come darti torto. Purtroppo oltre alla Somalia, che io ignoravo, anche se si tratta di una parte dell'Africa sempre in perenne tensione, ce ne sono delle altre guerre..i gossip? Esistono in quanto ahimé ce così tanta gente che li legge..graz del commento
 
trampolinotonante
trampolinotonante il 21/07/11 alle 15:04 via WEB
dico che nonj è facile chiarire la natura del potere che permette alla FOLLIA di occupare unj posto privilegiato in quasi tutti i percorsi politici che vengono elaborati nei cosiddetti paesi sviluppati.L'onda della Follia non risparmia nessuno. Anzi , mano a mano che procede, con scarti, rovesci, e casini vari, si alimenta degli stessi popoli che travolge. Dimmi se non è vero!! tt
 
 
Salento_mare
Salento_mare il 21/07/11 alle 21:18 via WEB
E' in quell'alimentazione che spero si possa commettere un errorino, un solo piccolo errore scatenante da parte dei potenti. Le dinamiche che spingono gli umani (specie animale davvero strana) a commemttere tali gesti,sono numerose, in primis il sistema,(finché si mantiene..)poi la follia, come dici tu, che può giocare brutti scherzi, (per gli altri ovv.te )..purtroppo è davvero triste vedere un popolo versare in qst condizioni..io cmq l'ho sempre detto e sempre continuerò a gridarlo: IL PROBLEMA NON VERRA' RISOLTO FINCHE' ESISTERANNO BANCHE COSI' COME OGGI LE INTENDIAMO..
 
maresogno67
maresogno67 il 06/08/11 alle 18:13 via WEB
basta vedere cosa succede in Italia con l'informazione! In questa settimana di panico generalizzato l'unica rete che ha fatto quasi una non stop è il tg de la7, alla faccia del servizio pubblico e del canone rai! Ciao. Gianni
 
 
Salento_mare
Salento_mare il 06/08/11 alle 19:07 via WEB
..e non c'è da sorprendersi. Cmq non ho idea di cosa propongano le altre reti. Con internet non ne ho la più pallida idea di cosa dovrei farmene della tv..poi se penso al canone, capisco che sono in Italia e impreco..solo quando a tav mi guarda :)
 
   
maresogno67
maresogno67 il 07/08/11 alle 14:30 via WEB
a tavola guarda spesso! ciao
 
trampolinotonante
trampolinotonante il 06/09/11 alle 17:41 via WEB
Ho il piacere di venirti a salutare!!! Come stai?? Lui... sta sempre là, sempre a chiedere fiducia...NON SE NE PUO'PIU'!!! tt
 
 
Salento_mare
Salento_mare il 09/09/11 alle 18:38 via WEB
ciao tramp, graz per la "cuneddrha"..:) le visite son sempre gradite..cercherò di buttar giù notizie interessante oppure qualche mia fisima.. purtroppo non riesco più a scrivere come un tempo..c'è qls che mi blocca :(
 
trampolinotonante
trampolinotonante il 21/09/11 alle 07:45 via WEB
cosa vuol dire che nomn riesci a scrivere sul tuo blog? Hai provato con un altro nick, per vedere da cosa può dipendere? Mi dispiace molto. Dai , datti da fare, non possiamo rimanere senza i tuoi imput! tt
 
 
sunrise.1
sunrise.1 il 21/09/11 alle 10:01 via WEB
Mi associo al commento di TT. A presto, spero, ciao ^__^
 
trampolinotonante
trampolinotonante il 22/09/11 alle 08:19 via WEB
ho visto che non ti piace la mia "pizzica-sirtaki". Mi potresti dire perchè? se vuoi naturalmente! Ma fai presto che devo cambiare post! Ciao. tt
 
 
Salento_mare
Salento_mare il 27/09/11 alle 00:34 via WEB
non è vero che nn mi piace..!cmq il post è ancora lì...:)
 
trampolinotonante
trampolinotonante il 26/09/11 alle 08:08 via WEB
la lingua osse non have , ma ossa rumpe
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: Salento_mare
Data di creazione: 31/01/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

berbera18WIDE_REDmaresogno67mymuse77burakoroby.olivierodpcagfedericolottimareblu.sgcomelunadinonsolopoltrampolinotonantetrchtaniel.msimona1808
 

ULTIMI COMMENTI

kalo Paska
Inviato da: trampolinotonante
il 30/03/2013 alle 18:24
 
addhu te nascundisti??? buona domenica! tt
Inviato da: trampolinotonante
il 21/01/2012 alle 09:47
 
Bisogna abbandonare certe vecchie abitudini che costringono...
Inviato da: Hy_las
il 14/01/2012 alle 10:55
 
trampolino ha ragione...... ma che è sto fatto ???
Inviato da: mymuse77
il 05/01/2012 alle 12:23
 
Com'è sto fatto?? " grazie di cuore ...miei cari...
Inviato da: trampolinotonante
il 04/01/2012 alle 08:28
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

TAG

 

PER IL RISPETTO DELLA NS AMATA COSTITUZIONE