Vehuel Rosso Cuore

Libera il tuo Cuore

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CONTATTARE GLI ANGELI

 


Comunicare con gli Angeli è il sogno che più o meno segretamente tutti accarezziamo.
Per riuscire a percepire la loro voce è necessario aver sviluppato al massimo la nostra sensibilità affettiva, cioè la capacità di entrare amorevolmente in contatto con tutti gli esseri viventi. Come fare? Attraverso il cuore, attraverso un amore ed una compassione imparziale verso tutti i regni della natura. Comunicare con gli Angeli significa saper ascoltare e saper trasmettere amore comprensivo e compassionevole. Il contatto con i regni superiori deve essere una scelta di amore e di servizio, un'espansione della nostra capacità di dare.
Occorre saper percepire e comprendere la sofferenza di ogni creatura, il nostro cuore deve essere aperto, ricettivo verso tutti i regni della natura. Saper ascoltare, comprendere, condividere e benedire è il requisito migliore per espandere la nostra coscienza fino ai piani sottili. Attraverso l'amore si attiva il chakra del cuore e contemporaneamente s'irradia Luce sugli altri. Il consiglio migliore che posso dare per contattare gli Angeli, ricevere immagini, colori, intuizioni, è di fare costantemente meditazione, educare la nostra mente a visualizzare, per renderci ricettivi ed intuitivi. L'Angelo è un compagno, un istruttore, una guida. La devozione all'Angelo apre la nostra mente alla comprensione del grande mistero di Dio, poiché l'Angelo ne è il messaggero, il portatore della Parola e della Luce. La meditazione affina l'aura. La rende più luminosa.

 

COME, DOVE, QUANDO



Il contatto angelico è sempre lieve, potrebbe manifestarsi con una leggera brezza che vi sfiora la guancia, i capelli, sensazioni di formicolio sulla pelle o nei capelli, fragranze, profumi, oppure all'improvviso si avverte un senso di pace e serenità, sta solo a noi prestare attenzione alla loro presenza. Ringraziate spesso con il cuore.
Il momento migliore per un contatto angelico è l'alba o il tramonto, anche mezzogiorno e mezzanotte vanno bene. I cambi di stagione sono favorevoli, i temporali, le nevicate, le piogge leggere: l'acqua è un conduttore di energia sottile.
I luoghi migliori sono quelli a contatto con la natura, ma anche in una stanza, nell'angolo a loro dedicato, o nei passaggi delle stanze.
Gli Angeli sono sempre vicini a tutti noi ma si manifestano di più nel momento del raccoglimento interiore, e nei luoghi energetici sacri.
Alle volte può succedere anche che, accostando una conchiglia abbastanza grande all'orecchio mentre si chiede al nostro Angelo a voce alta o dentro di noi di comunicare, di udire un suono acuto e appena percettibile, o il rombo lontano di tuono, il ronzio di un alveare, delle parole mormorate (se si odono parole e non si capiscono è necessario chiedere che il messaggio venga allineato sulla lunghezza d'onda della vostra percezione.
All'inizio quasi sempre non succede nulla, ma occorre tempo e pazienza: l'Angelo si farà sentire.
Come essere certi di essere in contatto con l'Angelo
Ci sono due modi per verificare se un Angelo ha risposto alla nostra chiamata:
la sua presenza su di noi porta una pace serena e dolce, anche se non lo vediamo
i suoi messaggi sono sempre rassicuranti: non temere, non preoccuparti, tutto procede per il meglio, ce la farai devi solo avere un po' di pazienza.
Non sentirete mai un Angelo annunciare cose brutte.
Gli Angeli ci parlano spesso anche attraverso i pensieri, o utilizzando modi inaspettati: un uccellino che si avvicina all'improvviso, o una musica che vi dice qualcosa all'interno, una frase detta da un'altra persona e che era proprio la risposta che stavate aspettando.
 
 

GLI ANGELI ACCANTO A NOI

Un Angelo o un Maestro possono
celarsi nella persona meno
appariscente, nella più insospettabile.
Possono scegliere messaggeri diversi
per incrociare il nostro cammino e
portare il Loro insegnamento.

Non essere impaziente, ciascuno può
insegnarci qualcosa. Ascolta ciò che
gli altri hanno da raccontare; ci sono
lezioni da apprendere, storie meravigliose
vissute da persone che appaiono
semplici, noiose o insignificanti.

 

AFFERMAZIONI ENERGETICHE...



(per disperdere le negatività )

Io sono un centro di fede.
Io sono un centro di amore universale.
Io sono un centro di armonia.
Io sono immerso nel divino.
Con Dio io sono invincibile.
La forza divina mi aiuta.
Quando mi resta Dio, non ho perduto nulla.
La mia ricchezza è in Dio.
Io sono sotto la protezione divina.
Il Signore è il mio rifugio.
La presenza invisibile mi protegge.
La potenza divina è in me.
Io credo nel potere divino.
Cristo è la nostra pace.
Io non sono mai solo.
Per me tutto è bene.
La mia volontà è d’acciaio.
Io ho fiducia nelle difficoltà.
«Dall’alto scende virtù che mi aiuta».
Io supero ogni contrarietà.
Le difficoltà accrescono la mia forza.
Io mi rafforzo fra gli ostacoli.
Io cerco gli ostacoli per superarli.
Io sono aiutato in tutto.

 
IO SONO
IO SONO tutto quello che SONO
UNO con la Mente Universale
UNO con la Sorgente di Vita
IO SONO UNO con tutte le forme di vita
ed Esse sono UNO con me.
IO SONO AMORE
IO SONO LUCE
IO SONO PACE
IO SONO

 

 

 
 

 
To BE One (traduzione)
artisti (cliccare qui)

ESSERE UNO

Possa la Pace Prevalere sulla Terra… ti sto chiamando… stai ascoltando? Sono Buddha, e ti sto chiamando,
Ciao sono Gesù, mi ricevi?
Sono Allah, e ti sto chiamando,
per ESSERE Uno
Non siamo separati, ci ritroviamo in cielo,
per connetterci, se proviamo tutti,
Non siamo separati, ci ritroviamo in cielo,
per ESSERE Uno
Che cosa sono sogni e speranze,
se non riuscite a lottare,
o ali e preghiere se non osate mai,
ho bisogno di voi qui e ora, in questo mistero,
per ESSERE liberi.
Non siamo separati, ci ritroviamo in cielo,
per connetterci, se proviamo tutti,
Non siamo separati, ci ritroviamo in cielo,
per ESSERE Uno
Che cosa sono sogni e speranze, se non riuscite a lottare,
o ali e preghiere se non osate mai,
ho bisogno di voi qui e ora, in questo mistero,
per ESSERE liberi, per ESSERE liberi.
Sono Kwan Yin, e ti sto chiamando,
Ciao sono Durga, mi ricevi?
Sono Dea, e ti sto chiedendo,
di ESSERE Uno.
Sono Yahweh, e ti sto chiamando,
Ciao sono Krishna, mi ricevi?
Sono TUTTO CIÒ CHE È, e ti sto ricordando,
che tu sei ME.
Non siamo separati, ci ritroviamo in cielo,
per connetterci, se proviamo tutti,
No, non siamo separati, ci ritroviamo in cielo,
per ESSERE Uno
Che cosa sono sogni e speranze, se non riuscite a lottare,
o ali e preghiere se non osate mai,
ho bisogno di voi qui e ora, in questo mistero,
per ESSERE liberi… per ESSERE Uno… per ESSERE liberi… per ESSERE Uno...
Sì, siamo tutti Uno, e solo l’AMORE è reale.

 

ULTIMI COMMENTI

ULTIME VISITE AL BLOG

FrancaPmarzodgl17pgmgpenzogobbidomenico_174Dott.DelisoNicosoniamaldaceaLoredanaMarinsaldimartolina0dglrobibonelliNanci75ginsengkidvaleriafusaroVittorio_The_Dreamerpsicologiaforense
 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 49
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Le immagini presenti in questo blog sono state reperite in internet e sono utilizzate esclusivamente a titolo personale. I proprietari di esse sono i rispettivi autori. Se riconoscete una vostra immagine e non desiderate che appaia in questo blog non esitate a contattarmi che provvederò a rimuoverla.
 

 

BUON 2013!

Post n°827 pubblicato il 01 Gennaio 2013 da vehuelrossocuore

 

"Buon anno! Felice anno nuovo! In questo primo giorno, siete così
colmi di speranza. Voi dite: «Non ho ottenuto quel che
desideravo durante l’anno appena trascorso, ma ora, con l'anno
nuovo, ci riuscirò!» Ogni nuovo anno porta la speranza anche ai
più diseredati; forse in fondo non ci si crede più di tanto,
eppure si spera sempre un po'. E ogni nuovo anno la speranza
rinasce: non potete impedirvi di pensare che per voi qualcosa
migliorerà, che una porta si aprirà.
Direte: «E se non dovesse migliorare nulla? Se nessuna porta si
aprirà?» Almeno una porta si aprirà, se penserete che anche
voi dovete fare qualcosa per contribuire. In che modo?
Proiettatevi tramite il pensiero in certe situazioni della vostra
vita e immaginate di agire con giustizia, saggezza e amore.
Lavorando in questo modo, preparate già il vostro avvenire. Se
sarete sinceri e perseveranti, influenzerete le forze della
natura e le entità luminose del mondo invisibile, e queste
verranno a contribuire alla realizzazione dei vostri buoni
auspici."


Omraam Mikhaël Aïvanhov

 
 
 

Drunvalo Melkizedek

Post n°824 pubblicato il 10 Febbraio 2012 da vehuelrossocuore

Drunvalo Melkizedek ci parla degli extraterrestri, 4° dimensione, Ascensione, il ciclo Maya e le profezie 2012, e oltre
Post n°841 pubblicato il 09 Febbraio 2012 da sorgentedivina

Drunvalo Melkizedek ci parla degli extraterrestri, 4° dimensione, Ascensione, il ciclo Maya e le profezie 2012, e oltre

 

 

Drunvalo Melkizedek ITA - Rettiliani,extraterrestri e quarta dimensione - L' Ascensione

parte 1: http://youtu.be/Ub9D2ZSD_N4

 

parte 2: http://youtu.be/SIHZwlT23-A

 

Drunvalo Melchizedek ITA - Il 21 dicembre 2012 ,il ciclo Maya e le profezie

parte 1: http://youtu.be/wbwfw1tJqPM

 

parte 2: http://youtu.be/xHsi0aDOrQw

 
 
 

Affermazioni Angeliche

Post n°822 pubblicato il 09 Febbraio 2012 da vehuelrossocuore

Doreen Virtue: Affermazioni Angeliche per manifestare l'Amore Romantico


 
 
 

Buon "2012" a tutti!!

Post n°815 pubblicato il 05 Gennaio 2012 da vehuelrossocuore



"L’Intelligenza cosmica ha dato un suono determinato ad ogni
creatura, affinché ciascuna possa partecipare alla sinfonia
universale. Soltanto gli esseri umani hanno la possibilità di
sottrarsi a questa sinfonia, poiché il Creatore li ha dotati
anche di una volontà libera, e se essi se ne servono unicamente
per lasciarsi andare ai propri istinti, alle passioni e ai
capricci, si allontanano sempre più dall’Armonia cosmica e si
privano delle sue benedizioni.
Il giorno in cui gli esseri umani si decideranno a considerare
l’unità e l’armonia come obiettivi della propria esistenza e
del proprio lavoro, la loro coscienza si amplierà. Vibrando
nuovamente in accordo con il Tutto, essi ristabiliranno il canale
attraverso cui le energie più pure dell’Universo riprenderanno
a circolare in loro per vivificarli. "

Omraam Mikhaël Aïvanhov

 
 
 

Auguri....

Post n°814 pubblicato il 19 Dicembre 2011 da vehuelrossocuore

Auguri a tutti voi, amici cari.....con tutto il mio AMORE,


VehuelRossoCuore


 
 
 

La Consapevolezza dell'Amore

Post n°801 pubblicato il 05 Novembre 2011 da vehuelrossocuore


Post n°312 pubblicato il 05 Novembre 2011 da savitri.5
 

Penso che questo testo di Osho sia il piu' importante di tutti perchè mostra la base di tutti i rapporti interpersonali.
Ma tutti, in tutto il mondo, se ognuno di noi facesse così saremmo piu' sereni in un mondo dove vivere senza sofferenze. 

You touch my heart   ^___^


Il tuo cuore è profondamente addormentato -

dev'essere risvegliato.

E quando sarà sveglio, potrai essere straordinariamente felice.

La felicità è una funzione dell'amore; non c'è nient'altro che possa fare qualcuno felice, tranne l'amore.

In quasi tutti, il cuore è profondamente addormentato. Non ci hanno mai insegnato la via dell'amore, ma ci hanno insegnato la via dell'odio, perché siamo stati condizionati a lottare, a combattere.

Ti hanno insegnato che il mondo intero è tuo nemico e che tutti sono pronti a saltarti addosso. A volte questo condizionamento è diretto, a volte è indiretto, ma è sempre così: vivi in un mondo competitivo e se vuoi sopravvivere devi lottare, e lottare con ogni mezzo, onesto o disonesto. Se non lo farai, sarai sconfitto; per difenderti, devi attaccare.

Questo è il condizionamento della mente e quindi, naturalmente, l'amore è scomparso dall'esistenza.

Il cuore continua a pulsare come meccanismo fisico, ma non è più un veicolo spirituale - eppure il suo ruolo sarebbe proprio quello. Non è solo un apparato fisico, è anche un veicolo spirituale. Perciò quando inizi a palpitare d'amore, sei pienamente vivo, per la prima volta.

Diventa consapevole di questo fatto: più sei consapevole e più amore sentirai.

Quando tieni per mano un amico, fallo con grande consapevolezza. Osserva se la tua mano sta irradiando calore oppure no. Infatti è possibile tenere per mano qualcuno senza che ci sia alcuna comunicazione o trasferimento di energia. Puoi tenere qualcuno per mano, e tuttavia la tua mano può essere fredda, gelata. Non c'è vibrazione o pulsazione; l'energia non sta fluendo verso l'amico. Ma allora è un gesto inutile, vuoto e impotente.

Quando stai tenendo l'amico per mano, osserva se nel profondo di te l'energia scorre oppure no, e aiuta il flusso dell'energia in quella direzione. Porta l'energia nella mano, dirigila lì. All'inizio sarà solo un'esercizio dell'immaginazione, ma l'energia tende a seguire l'immaginazione.

L'immaginazione crea le radici, e canalizza l'energia. Perciò, quando tieni la mano dell'amico, fallo con consapevolezza e immagina che l'energia si stia muovendo verso quel punto, in modo che la mano diventi calda e accogliente. Vedrai accadere una trasformazione straordinaria.

Quando guardi qualcuno, guardalo con gli occhi dell'amore, altrimenti gli occhi del corpo sono come pietre, freddi, e per nulla accoglienti.

Quando guardi le persone, riversa amore su di loro attraverso gli occhi. Quando cammini, cammina riversando amore tutt'intorno.

All'inizio sarà solo immaginazione, ma presto vedrai che è diventata realtà. Anche gli altri sentiranno che hai una personalità più calda... che quando si avvicinano a te nasce in loro un senso di grande benessere.

Questo dev'essere il tuo sforzo cosciente: diventa più consapevole dell'amore ed esprimi più amore.

Osho

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/savitri/trackback.php?msg=10774639

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback
 
Commenti al Post:
freund4
freund4 il 05/11/11 alle 08:32 via WEB
C'è più felicità nel dare che nel ricevere...piccoli gesti che fanno bene per primis a noi...buon fine settimana
 
vehuelrossocuore
vehuelrossocuore il 05/11/11 alle 15:16 via WEB
Ma che gioia queste parole!!..A volte ci si dimentica di "agire" con il cuore!! Grazie per avercelo ricordato. A voi un grande e caloroso abbraccio e pensiero d'amore! Valeria
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
TAG
 

 
 
 

« DIO E' PADRE E ANCHE MADRE...

Post n°796 pubblicato il 31 Ottobre 2011 da vehuelrossocuore



 
LA RINUNCIA di Anthony De Mello
Post n°422 pubblicato il 30 Ottobre 2011 da alf.cosmos

 

DE MELLO

 

Ogni volta che si rinuncia a qualcosa, ci si illude. Cosa ne dite? Ci si illude. A cosa si rinuncia? Ogni volta che si rinuncia a qualcosa, si rimane legati per sempre all’oggetto della rinuncia.
In India c’è un guru che dice: “Ogni volta che viene da me una prostituta , non mi parla d’altro che di Dio. Mi dice :”sono stufa della vita che faccio. Voglio Dio”. Ma ogni volta che viene da me un prete, non mi parla d’altro che di sesso”.
Infatti, quando si rinuncia a qualcosa, si rimane vincolati a quella cosa per sempre. Quando si combatte qualcosa, le si è legati per sempre. Finché la si combatte, le si dà potere. Le si dà un potere pari a quello impiegato per combatterla.
Dunque bisogna “accogliere” i propri demoni, perché combattendo contro di essi si dà loro potere. Nessuno ve l’ha mai detto prima d’ora? Quando si rinuncia a qualcosa vi si rimane legati. L’unico modo per uscirne è non lasciarsi ingannare. Non rinunciate, ma non lasciatevi ingannare. Cercare di capire il vero valore di quella cosa, e non avrete bisogno di rinunciarvi: semplicemente, vi cadrà dalle mani.
Anthony De Mello

ANEDDOTO E CONSIDERAZIONI

Un rabbino e un prete cattolico si incontrano per una cena. A un certo punto il prete offre una bistecca di maiale al rabbino che cortesemente rifiuta. Il prete allora gli dice: " Non sai cosa ti perdi".
Quando è ora di andar via il rabbino dice al prete. Mi saluti sua moglie. Quest’ultimo risponde che non gli è concesso dai dogmi cattolici prender moglie.
Il rabbino allora risponde: "Non sa cosa ...si perde"….

------------------------------------------------------------------------------------------

Ecco poi che reprimendo ciò che è nella natura dell'uomo avvengono poi deviazioni come quella a cui stiamo assistendo nella chiesa...
Essere Spirituali e voler trasmettere la Spiritualità non significa che poi non si debba fare una vita normale e quindi unirsi con una Donna.
L'Unione con l'altro sesso, se avviene su certi piani, è Divina...

 

 
 
 

Io e te, Amore...

Post n°788 pubblicato il 18 Ottobre 2011 da vehuelrossocuore




Come primavera sei per me
dolce il mio regalo inaspettato
se prima di te la parola amore
non aveva più significato
Come un'alba schiudi gli occhi miei
e con i tuoi mi fai vedere il mondo
quando non ci sei vivi nei pensieri
io aspetto unicamente il nostro incontro.
E quando arrivi il cielo si apre in un secondo
e dentro al tuo sorriso io mi perdo
risplendo nel tuo sguardo
ringrazio il cielo per averti accanto.
Io non ti deluderò lo sai
voglio dirti che sarò capace
di proteggerti e di difenderti
se un giorno il buio insidierà la luce.
E quando arrivi il cielo si apre in un secondo
e dentro al tuo sorriso io mi perdo
risplendo nel tuo sguardo
ringrazio il cielo per averti accanto
Ti prendi di me ogni cosa e non mi togli niente
vorrei capissi quanto sei importante
ti voglio adesso e sempre
è questa la promessa che io faccio a te.

Dammi le tue mani prendi il mio respiro
siamo cosa sola ormai
dimmi che domani bruceremo il sole
solo con la forza dell'amore.
Perché quando arrivi il cielo si apre in un secondo
e dentro al tuo sorriso io mi perdo
risplendo nel tuo sguardo
ringrazio il cielo per averti accanto
Ti prendi di me ogni cosa e non mi togli niente
vorrei sapessi quanto sei importante
ti voglio adesso e sempre
è questa la promessa che io faccio a te
che io faccio a te.

 
 
 

LA PAURA NON E' NIENTE SE TU...........

Post n°778 pubblicato il 05 Ottobre 2011 da vehuelrossocuore


Post n°69 pubblicato il 14 Luglio 2011 da topinone

D

La paura è simile al buio: cosa puoi fare con il buio , direttamente? Non lo puoi mandar via, non lo puoi espellere; non esiste un modo per interagire con il buio, senza chiamare in causa la luce. Al buio si arriva attraverso la luce: se vuoi il buio , spegni la luce, se non lo vuoi, accendi la luce. Ma dovrai fare qualcosa con la luce, non con il buio.

Lo stesso vale con l'amore e la paura: l'amore è la luce, la paura il buio, La persona ossessionata dalla paura è come se lottasse con il buio: prima o poi si ritroverà stanca e sconfitta e, la sconfitta sarà causata da qualcosa che non esiste affatto! E quando ci si sente sconfitti, si ha di certo l'impressione che il buio sia molto potente, che la paura, l'ignoranza e l'inconscio siano molto potenti, invece non lo sono affatto, in realtà non esistono propio.

Non lottare mai contro ciò che non esiste, una volta ingaggiata la lotta con cio che non esiste, la disfatta è inevitabile, il tuo poco di consapevolezza si perderà nel deserto del non esistenziale, che è infinito.

Non permettere dunque alla paura di creare problemi. Il nocciolo della questione è l'amore; e rispetto all'amore si può fare qualcosa immediatamente, non occorre attendere o rimandare: comincia ad amare! E' un dono che ti fà l'esistenza, o Dio, o il tutto, qualunque sia il termine che preferisci.

Ricorda, l'amore è nato con te, è una tua qualità intrinseca. Ti occorre solo aprigli la strada, creare un passaggio, in modo che possa fluire, lasciare che accada.

Tutti lo blocchiamo, tutti lo tratteniamo. Siamo così avari con l'amore, per il semplice motivo che ci hanno insegnato un certo modello di scienza economica. E' un'economia che si adatta perfettamente alle esigenze del mondo materiale: se hai una certa quantità di denaro e continui a donarlo alle persone, presto finirai con essere un mendicante: dando via il denaro lo perderai. Questa economia, questa matematica, ci è entrata nel sangue, nelle ossa, fin nel midollo. E' giusta per quanto riguarda il mondo esterno, non ha nulla di sbagliato, ma non è valida per il viaggio interiore; lì opera un tipo di matematica completamente diverso; più dai, più hai, meno dai, meno hai. Se non dai nulla, perderai tutte le tue qualità naturali: diventeranno stagnianti, chiuse; si rifugeranno nei sotterranei del tuo essere e, se non trovano modo di esprimersi, si prosciugheranno e moriranno.

L'amore e la gioia : condividile! Allinizio ne verranno poche gocce, perchè la tua grettezza dura da tanto tempo, è molto antica. Ma dopo aver condiviso anche poche gocce d'amore, presto riuscirai a condividere l'intera massa oceanica del tuo essere, e dentro di te ci sono mondi infiniti

Dopo che avrai conosciuto la matematica superiore del dare e del ricevere, scoprirai che ti basta dare per ricevere. Non si tratta di un ritorno: è l'atto stesso del donare che ti rende più ricco. In questo caso l'amore inizia a diffondersi, a emanare luce, e un giorno ti sorprenderai: dovè finita la paura? Anche se volessi trovarla, non riusciresti a scovarla.

Ciò che ho scritto vale per tutte le tue paure, non solo per la paura del buio.

Topinone il tuo Angelo amico

 
 
 

Pensiero del giorno

Post n°777 pubblicato il 05 Ottobre 2011 da vehuelrossocuore



"Accendete una candela: il minimo soffio può spegnerne la
fiammella. Ma accendete un braciere, e i venti più impetuosi non
faranno che attizzarlo. E voi, allora? Se non siete che una
piccola fiamma, il più leggero soffio vi spegnerà, ma se siete un
braciere, più il vento soffierà forte e più il vostro fuoco
divamperà. Sì, finché siete piccoli, deboli, gracili, finché non
vi siete ancora fortificati, la minima prova può farvi
soccombere. Ma se siete saldi e resistenti, tutte le difficoltà
non faranno che aumentare il vostro dinamismo, la vostra volontà
e il vostro amore.
Quante volte lo si è visto! Alla minima contrarietà od
opposizione, i deboli si scoraggiano, abbandonano, capitolano,
mentre i forti si esaltano e sono ancora più decisi a continuare
e ad affrontare gli ostacoli. Allora, non chiedetemi adesso di
dirvi cosa siete. Potete scoprirlo da voi: se venite bloccati
dalle minime difficoltà della vita, ancora non siete che la
fiamma di una candela. "

Omraam Mikhaël Aïvanhov 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: vehuelrossocuore
Data di creazione: 24/08/2007