Blog
Un blog creato da vero_870 il 13/10/2006

STANDBY

...il taccuino dei miei pensieri...

 
 

immagine

Benvenuti nel mio Blog!!!

 

MY WORLD

immagine

Il mio cuore

immagine

Le mie Emozioni

immagine

I miei Pensieri

 

LA NOSTRA COLONNA SONORA

immagine"La cosa più grande che puoi imparare è amare e lasciarti amare"

immagine"Con questa mano dissiperò i tuoi affanni, il tuo calice non sarà mai vuoto perchè io sarò il tuo vino, con questa candela illuminerò il tuo cammino nelle tenebre, con questo anello io ti chiedo di essere mia"

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

I MIEI FILM PREFERITI

 

ULTIME VISITE AL BLOG

francesco.esteri72bo.1967Eleonor_lestrangebal_zacraffaellasvergolahada3lunagialla82mangela3strong_passiongreco80vdoublellefanny.vsbara71exlibris_riminiunamamma1
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

 

Post N° 72

Post n°72 pubblicato il 02 Ottobre 2008 da vero_870
Foto di vero_870

2 Ottobre Pomeriggio

Mi riprometto sempre di scrivere almeno un post al mese, ma poi non ho mai voglia di scrivere. Non che di cose da scrivere non ne avrei, però non mi va! Ultimamente sono successe tante cose, tra belle e brutte diciamo che sto passando un periodo (un po’ prolungato) in cui non ho tanta voglia di scrivere di esprimere ciò che provo, sono un po’ bloccata, ma ultimamente mi sto impegnando per tornare “contenta” come un po’ di tempo fa!

Ultimamente mi sono accorata che non ascoltavo nemmeno più la musica, in macchina dato che non ho la radio ascoltavo continuamente il lettore mp3 e mi divertivo da matti, invece negli ultimi periodi non lo portavo più con me! Ma da settembre adesso lo ascolto sempre, anche la radio giusto per riprendere l’abitudine ed effettivamente è divertentissimo, soprattutto quando mi metto a ballare in macchina! Ho ricominciato anche a lavorare, mi hanno riconfermato il lavoro alla scuola materna Mago di Oz vicino casa mia, quest’anno sono da sola con un paio di bimbi in meno dell’anno scorso ovviamente, con i soliti problemi con le bidelle che sono completamente insensibili e con la struttura della scuola in se! Ma quest’anno essendo io con una coperativa e non con una associazione di persone false e menefreghiste come l’anno scorso, verrò di certo più tutelata ed avrò di certo più soddisfazioni.

2 Ottobre Sera

Stasera non sto troppo bene, oggi ho mangiato tantissimo e forse è questo che condiziona un po’ il mio fisico, poi ieri sera a judo mi sono stancata totalmente, ogni singolo muscolo del mio corpo è sotto stress. Infatti sto riprendendo judo, tre sere a settimana; quest’anno ci sono molte più ragazze dell’anno scorso che mi trovavo molto spesso da sola e non sapevo mai con chi allenarmi, ci sono due/tre ragazze nuove che hanno deciso di iscriversi alla mia palestra tra l’altro molto simpatiche! Allenarmi però in maniera così pesante per così tante sere a settimana mi sembra però una forzatura, e tra l’altro mi tiene occupata una sera si ed una no e per me è fisicamente troppo. Di certo non frequenterò tutte le sere di ogni settimana perché non ne ho voglia però spero di riuscire a mantenere una continuità dato che lo sport mi piace tantissimo! Vi mando un saluto, anche da parte del gatto più bello del mondo!!!

 
 
 

Post N° 71

Post n°71 pubblicato il 15 Luglio 2008 da vero_870
Foto di vero_870

Serata di apparente calma qui a casa, non c’è troppo caldo e quindi si sta bene in casa, i miei tranne mio padre sono andati a vedere un film quindi c’è anche silenzio e la tv libera. Oggi è terminato il mio terzo tirocinio del corso di O.s.s. che ho fatto in un centro diurno per disabili. Basta dire che la gente che lo conosce lo chiama “l’isola felice”. E’ un lavoro stupendo con ragazzi disabili dai 17 ai 35 anni, un centro in cui si fanno laboratori, gite, uscite, si pranza insieme, ci si rilassa insieme a loro anche a volte. Insomma è un bel lavoro e assolutamente non stancante come gli altri lavori. In più lavorare con persone disabili ogni giorno è molto gratificante, li vedi affezionarsi a te, essere felici di vederti e di lavorare con te, li vedi stare bene e migliorare, essere felici di fare un lavoro, ragazzi molto ingenui che vogliono solo non essere presi in giro. Ho passato tre settimane di tirocinio veramente bellissime, con tanto di regalo finale. Oggi dopo pranzo mi hanno fatto una sorpresona facendomi un regalo a sorpresa: un portachiavi di cuoio fatto da loro nel laboratorio di cuoio e un vasetto di marmellata sempre fatto nei loro laboratori. Non me lo sarei mai aspettato, poi oggi c’erano alcuni ragazzi dispiaciuti che me ne andassi, addirittura una ragazzo con il quale in amicizia ci battibeccavamo sempre mi ha abbracciato tantissime volte ed era veramente dispiaciuto che me ne andassi. Questo corso è molto bello perché ci sta permettendo di fare molti tirocini, però un po’ devastante perché vedere che appena ti abitui a fare una cosa che ti piace tutto finisce in nulla non è troppo simpatico. Sono tutte esperienze che mi rimarranno sempre dentro perché sono tutte cose che non ho mai fatto nella mia vita e mi sono di certo servite a crescere, però anche oggi mentre tornavo a casa pensavo di non avere più nulla! Bhe comunque spero di trovare poi un posto fisso che mi piaccia altrettanto! Oltre questo in questo ultimo periodo sono successe veramente tante cose, alcune che non avrei mai voluto affrontare per nulla al mondo che spero di risolvano con tutta me stessa ed altre più belle. ad esempio io ed il Tato abbiamo prenotato la vacanza di questa estate, un viaggio on the road nella parte settentrionale della Francia. Andremo a Cannes, a Lourdes ed in tanti altri posti che sicuramente saranno bellissimi da visitare! Speriamo vada tutto bene dato che andiamo via in macchina, che non ci siamo problemi di nessuna sorta e che il tempo sia clemente, sia per il caldo che per il freddo! Questa domenica invece finalmente io ed il Tato ci sposeremo con il rito celtico durante la festa celtica che si terrà a Bondeno di Ferrara. Sarà un rituale molto intimo intorno ad un fuoco dove ci scambieremo due anelli di rame fatti da un nostro amico con tanto amore, ci sposerà il nostro druido del clan e nostri due amici di clan faranno da testimoni. Spero che ci possano anche accompagnare dei nostri amici che suonano musica celtica con le loro magiche cornamuse, ma sarà comunque emozionante. Mentre il nostro druido ci spiegava come si sarebbe svolgo il rito mi stavo già emozionando, anche se non sarà il matrimonio classico, che spero comunque di poter fare un giorno con il mio Amore, ma quello per il mondo celtico per me sarà tantissimo. Sapere che una persona ha dei sentimenti nei miei confronti tali da volersi sposare con me, da voler avere uno stesso anello con me, da voler dirmi parole dolci e di amore, di volermi abbracciare è veramente tanto. Io sono veramente convinta di volermi sposare e di voler passare le mie giornate con il mio Amore, ho trovato la dolcezza, la voglio di fare che mi piacciono, ho trovato la persona che mi può mantenere viva, io che sono una persona che molto spesso si lascia andare. Spero di poter dare a questa persona ciò di cui ha bisogno sempre di più, di essere la persona che vorrebbe avere al suo fianco. In questi giorni mi sta assalendo l’agitazione per domenica, oggi sono andata in bagno due volte, ho tante cose da fare, vorrei avere tutto perfetto anche se il tempo è veramente poco... basta pensarci, speriamo riesca ad organizzare tutto bene! Ora mi vado a riposare perché in questi giorni le mie nottate sono state un po’ offuscate da altri pensieri che non mi lasciavano dormire troppo bene, non ho mai avuto problemi di sonno, da piccola dormivo veramente da Dio nel mio lettino, mentre ora che cresco e che le cose da fare aumentano sempre di più la notte inizia a diventare leggermente più movimentata, ma mi abituerò anche a questo! Buona notte a tutti!

 
 
 

Post N° 70

Post n°70 pubblicato il 27 Maggio 2008 da vero_870
Foto di vero_870

Passato il primo giorno in reparto al Policlinico a Modena! Ieri è iniziato il mio tirocinio in ospedale, ma in realtà la giornata è servita esclusivamente per andare a prendere la divisa da usare in reparto e per la presentazione in reparto alla capo sala! Il primo vero e proprio giorni di lavoro è stato oggi! Sveglia alle 6.30 di mattino per essere in reparto alle 8 meno 20. il mio turno avrebbe dovuto iniziare alle 8, ma sono voluta arrivare prima anche per preparare la divisa con tutto l’occorrente per il lavoro. Il reparto è all’ottavo piano del policlinico e si tratta dell’URAP unità ricoveri a pagamento, si tratta di un reparto nel quale i pazienti entrano in caso di necessità di ricovero ospedaliero per loro scelta sotto il pagamento di una quota in denaro per l’uso della stanza. Si tratta di “confort ospedalieri”, i pazienti che preferiscono maggiore calma, bellezza, confort, bagno più grande e più attrezzato, tv piatta in camere, frigo bar per la loro degenza. Le stanze sono effettivamente molto più confortevoli e la calma è sempre maggiore che in un altro qualsiasi reparto. La cosa scomoda è l’ottavo piano, ben 8 piani che tra vari cantieri diventano un labirinto da percorrere! Solo oggi avrò fatto un centinaio di volte su e giù, ed ho dovuto anche combattere contro il panico da ascensore. La prima volta che sono dovuta salire da sola ho fatto un pausa ogni due piani per fare aprire un po’ le porte, ma poi ho dovuto farmeli tutti di tirata che da soli dentro quella scatola sembrano non passare più! Comunque sia il reparto e le colleghe mi sono sembrate molto simpatiche e disponibili nei miei confronti, il bello del reparto è che non essendo specializzato in qualche operazione si possono vedere le degenze di tanti pazienti diversi con problemi ed interventi da fare diversi, dall’anziano con problemi cardiaci al neonato di un giorno! Oggi ho fatto 7 ore dietro fila a camminare avanti indietro su e giù, arrivata a sera i piedi chiedono pietà e se ci aggiungo le due ore di asilo con i bimbi ancora peggio! Spero però di farcela a continuare a fare tutto, domani mattina farò il turno dalle 7 alle 2 e questo significa sveglia prima delle 6!!! Non sono proprio abituata a svegliarmi così presto, praticamente fuori ancora il sole non è sorto, in casa regna il silenzio ed anche il gatto dorme ancora (tralasciando che stamattina mi ha svegliata alle 5 perché voleva andare in terrazzaL…). Il lavoro in ospedale è molto bello anche se il massimo sarebbe poter lavorare come infermiere ma ci accontentiamo!non vedo l’ora di mangiare stasera perché è da un giorno e mezzo che non faccio un pasto come si deve, andrò veramente a letto presto stasera anche se mi sarebbe piaciuto andare dal mio Tato, ma data la “distanza” e la mia stanchezza preferisco evitare. Vi auguro una buona serata ed un buon lavoro domani!

 
 
 

Post N° 69

Post n°69 pubblicato il 22 Maggio 2008 da vero_870
Foto di vero_870

Sono quasi due mesi che non aggiorno questo mio blog, non che le cose da dire scarseggiavano ma non avevo voglia né tempo di scrivere. Dopo il mio regalo del viaggio a Roma per Pasqua ho fatto veramente tante cose. Prima di tutto per quanto riguarda il corso che sto facendo per Operatori Socio Sanitari ho fatto il primo tirocinio sociale al servizio domiciliare di Spilamberto (dove avevo già lavorato nel periodo invernale questo anno). È stato un tirocinio molto bello, ho potuto rivedere le colleghe di lavoro con le quali mi ero trovata benissimo, ci siamo divertite lavorando insieme. Ho ritrovato tutti gli utenti che avevo lasciato quanto ho smesso di lavorare nel periodo estivo per fare il corso. Mi sono sentita veramente in sintonia in questo tirocinio, l’ultima settimana è stata però molto pesante, avendo avuto qualche pomeriggio abbastanza lungo e qualche caso non facile da dover affrontare. Dopo questo tirocinio fatto nel mese scorso sono susseguite due settimane (l’ultima è questa) di lezioni teoriche e da lunedì mattina inizierò il primo tirocinio all’ospedale a Modena nel reparto Urap (unità reparto a pagamento). In più in questo ultimo periodo ci sono stati vari altri problemi, tra cui il mio continuo mal di gola immotivato ancora oggi, vari problemi all’asilo risolti però a mio completo favore per fortuna, problemi di vario genere con i nostri compagni del clan celtico, la prima aspettata festa celtica a Vicenza conclusa in mezza giornata per il tempo impervio e direi che mi posso fermare qua. Insomma ho passato queste ultime settimane veramente correndo, con un carico di stress non irrilevante, ma che prima o poi week end dopo week end riuscito a scaricare! Il mio gattino (perché per me è ancora un cucciolo anche se ha quasi un anno) continua nella sua crescita, sempre fidandosi di più di noi e fregandoci sempre più cibo nelle maniere più strane, come entrare dalla finestra della cucina e fregare i pezzi di cibo lasciando i pezzettini lungo la via come pollicino, come artigliare i pezzi di cibo per farli diventare automaticamente tutti suoi ecc..!!! Con mio grande piacere è riuscito anche a fare per la prima volta la pipì in casa, precisamente sul mio zaino in camera!!! Ma tralasciamo perché non lo ho ancora perdonato. Per ora direi che non ho più nulla da raccontare, sabato il mio Amore mi porterà nella discoteca vicino casa sua dove ha passato la sua infanzia (il locale riapre per una serata in memoria dei vecchi tempi dopo anni di chiusura), me ne ha parlato tantissimo e non vedo l’ora di vederlo anche io questo posto. Vi auguro una buona nottata ed un buon fine settimana!

 
 
 

Post N° 68

Post n°68 pubblicato il 27 Marzo 2008 da vero_870
Foto di vero_870

21. 22. 23 Marzo

Eccomi di ritorno dalla fine della vacanza con il mio Amore a Roma per Pasqua!!! Il 12 marzo, giorno del nostro secondo anniversario, mi aveva regalato appunto questa vacanza a Roma insieme che finalmente dopo tanti giorni di attesa che sembravano immensi sono arrivati. Il viaggio per me è iniziato giovedì sera, quando sono andata dal mio Amore a dormire per potere partire il giorno dopo per il viaggio insieme senza prendere due macchine ma una sola. Dopo aver guardato, sbellicandoci dalle risate, Colorado Cafè Live ci siamo addormentati uno accanto all’altro e la mattina seguente (21 Marzo) siamo partiti la mattina presto in direzione stazione ferroviaria di Modena. Arrivati facciamo colazione mangiando qualcosina di passaggio per colmare l’attesa dell’arrivo del treno in stazione. Saliti prendiamo il nostro posto e con molta tranquillità arriviamo in poco tempo a Roma Termini. La grande stazione di Roma con ben 29 binari di arrivo e partenza dei treni, fin da subito, chiedendo indicazioni in giro per trovare l’hotel, sentiamo da subito il bellissimo accento romano e l’accoglienza dei vigili romani!!! Trovato l’hotel ci accorgiamo che siamo finiti in un posto stupendo, un hotel nuovissimo con tutto l’occorrente, un frigo bar, il bagno nuovo anche grande, l’ingresso con anche la rientranza per una piantina rampicante (che mi ero ripromessa di comprare, ma che poi ho lasciato perdere!!!), la tv lcd della samsung, e perfino la cassaforte! Il mio Amore non poteva trovare un posto più bello per le nostre “notti romane”. Sistemando i nostri bagagli decidiamo da subito di partire per visitare la capitale e tappa di partenza ovviamente il Colosseo. Scesi dalla metropolitana ci ritroviamo davanti subito questo magnifico monumento circolare immenso e completamente illuminato dal sole che batteva su di esso. E’ stato emozionantissimo, è veramente una cosa stupenda da vedere, così maestoso ed imponente ma allo stesso tempo molto elegante. La lunga fila al di fuori di esso per andarlo a visitare non è stata per niente un peso, anzi è stata piacevolissima, l’idea di poter entrare in un luogo così che si è conservato talmente integro, l’idea di toccare pietre che hanno vissuto l’epoca romana, le grandi guerre, pietre così piene di vita e di storia è molto forte per me. Mi ha emozionato tantissimo, passare sotto le tantissime volte altissime con blocchi di pietra enormi, vedere i blocchi di marmo con ancora inciso il nome del senatore che ci si sedeva, le scalinate ripidissime che portavano in cima agli spalti, pensare che ha contenuto 70/80.000 persone all’epoca romana. Pensare a tutti gli anni e a tutte le persone che ancora passeggiano sulle sue gradinate, ed è ancora forte e possente. Vederlo solo in televisione non è nulla a confronto di quando ci sei davanti e sotto!!! È  stata una mattinata stupenda irripetibile, la gioia di quei momenti è stata veramente immensa, non posso quasi descrivere come mi sono sentita. Nel pomeriggio abbiamo visitato alcune chiese stupende, abbiamo potuto godere di canti gregoriani nella chiesa di Santa Maria Maggiore, il quale portone (immenso) viene aperto solo dal papa ogni anni di giubileo. Abbiamo percorso in ginocchio la scala santa, percorsa da Gesù prima di andare al cospetto di Ponzio Pilato, ed arrivati in cima ad essa abbiamo visto una cappella ovviamente sotto doppio vetro con il più antico dipinto di Gesù che si abbia. Anche questa esperienza è stata veramente tanto forte, per chi è religioso visitare questi posti fa provare delle emozioni molto forti, è coinvolgente e sbalorditivo. Tornando indietro decidiamo di andare a vedere la Fontana di Trevi, anche qui l’emozione di vederla davanti a me è stata grandissima. Qui avevo completamente un’altra idea di come fosse, pensavo fosse in un posto più largo, più ampio e che fosse più piccola, invece le statue dalle quali scende l’acqua sono veramente grandissime, imponenti. L’acqua fa un rumore fortissimo e le persone sono sempre, costantemente presenti intorno ad essa. Abbiamo anche cenato con una pizza buonissima, io bianca con le zucchine e il Tato margherita! Tutti i commercianti hanno un accento bellissimo ed un modo di fare cordialissimo, il romano è veramente bellissimo, le parole scorro no senza essere troppo spigolose, adoro sentire parlare in romano e in questi tre giorni passati nella capitale ne abbiamo sentiti parecchi!!! La sera è iniziato a piovere quindi decidiamo di andare verso l’hotel prima che il metrò chiudesse (cosa che avviane alle 22), ci laviamo e ci prepariamo per il giorno dopo in modo di essere subito pronti la mattina per andare, poi pronti per riposarci dalla lunga giornata (che in realtà è trascorsa velocissima senza rendercene conto) ci sdraiamo nel letto comodissimo e ci addormentiamo con grande gioia abbracciati! Il giorno dopo inizia con una fantastica colazione in hotel con tutto l’immaginabile: latte, spremuta, nutella, plumcake miele, frutta, brioches, creakers e tante altre cose!!! Partiamo con la compagnia della pioggia ma non ci scoraggiamo andiamo subito verso San Pietro, facendo anche poca fila (!!!), spettacolare, una piazza grandissima. Entriamo subito a vedere le tombe papali, uno spazio non troppo alto che dà proprio il senso di riposo, le tantissime tombe e pian pianino arriviamo a quella di Papa Giovanni Paolo II, con due guardie ai lati, illumina e circondata da gente in preghiera. È stato emozionante vedere quel luogo, lo avevo visto tante volte in televisione e restava un posto in cui avrei voluto fare visita e senza nemmeno rendermene conto ci sono arrivata. Subito dopo siamo entrati nella Basilica, immensa. Non ho proprio parole per descrivere la maestosità con la quale si presenta davanti agli occhi, aree enormi, marmo di ogni colore, forma e grandezza. Statue gigantesche di angeli bianchissimi. Tutto questo brillante marmo da il senso di qualcosa di sacro che non si sporcherà mai. Le chiese mi rendono sempre sicura, sono luoghi in cui mi sento protetta e a casa, che sia a Parigi o a Roma e dietro casa mia. È un momento di benessere per me, qualcosa di spontaneo ed entrare in una casa così enorme, capire che cose la chiesa è riuscita a fare, a costruire è immenso, è un pensiero veramente forte. Abbiamo girato l’intera basilica rimanendo colpiti da tantissime statue. Usciti da qui, dopo un attimo di ripresa entriamo in un’altra chiesetta diciamo “particolare”. In essa c’erano delle stanze piene di ossa di frati a formare ornamenti, quadri, scritte, corpi quasi mummificati di frati ancora vestiti ed una frase molto forte “quello che noi siamo voi sarete, quello che voi siete noi eravamo”. anche questa visione ci ha lasciati un po’ sconvolti, più che per le tante ossa, per il modo in cui erano posizionate, perfino le lanterne che illuminavano la stanza erano completamente circondate da ossa di vario genere. Dopo un po’ di altri giri decidiamo di andare a visitare le Catacombe di Priscilla (io ho sempre avuto paura all’idea di visitare anche solo per pochi minuti delle catacombe perché ho paura degli spazi senza finestre e/o porte, però quel giorno ho voluto di mia iniziativa andare in quel posto!!!) arrivando (a fatica) nel posto prescelto facciamo i biglietti ed appena entrati la tensione inizia a trapassarmi il corpo rimanendo tutta fissa, arpionata sui muscoli cervicali. Però con tanta, ma tanta, forza di volontà sono rimasta dentro fino alla fine, anche grazie al supporto morale del Tato, il “giretto sotto terra” è durato circa 40 minuti ed oltre ai momenti bui di puro panico che ho passato è stato istruttivo, abbiamo toccato e camminato in loculi, ex- cimiteri, risalenti al 200 dopo Cristo, abbiamo toccato i resti di quelle che erano tombe che ospitavano persone defunte, abbiamo visto la più vecchia immagine esistente di Maria e il più vecchio dipinto che raffigura la moltiplicazione del pane e del vino. Questa vacanza è stata pienissima di forti emozioni ed anche questa è stata una di queste, come ho detto prima essendo cristiana è come una illuminazione vedere con i miei occhi questi simboli, ricordi di ciò che è il passato del mio Dio, di colui con il quale ogni sera parlo e chiedo di proteggermi. Usciti dalle catacombe andiamo poi a vedere una chiesa “San Prassede” nella quale è custodita la “colonna della fustigazione di Gesù”, poi un giro veloce alla “Bocca della verità” e un bel giro a piedi passando per la cittadina, ilCampidoglio, il Milite ignoto, e poi sulla via con davanti il magnifico Colosseo illuminato nella ormai notte buia, decidiamo di cenare in un ristorantino che ci ispirava lungo la strada in un posto tranquillo, anche a lume di candela per terminare degnamente la serata!!! Per salutare Roma anche quella giornata decidiamo di andare alla Fontana di Trevi, come al solito piena di turisti che ridono e scherzano. Il giorno dopo, iniziato nel migliore dei modi purtroppo però è l’ultimo, ci è toccato lasciare la stanza meravigliosa prima di salutare poi anche la capitale. Come al solito stupenda colazione con tanto chi chiacchierata alla romana con il barista che ci ha dato delle dritte su un posto molto romantico di Roma dal quale si vedeva tutta la Capitale dall’alto. Purtroppo la giornata non ci ha permesso di visitarlo sia per tempo che per il cattivissimo a dir poco tempo che abbiamo patito Domenica!!! La mattinata oltretutto è iniziata però molto bene con un cielo un po coperto ma senza la benché minima gocciolina di acqua, decidiamo quindi di visitare i Fori imperiali approfittando di questo grandioso tempo. Riusciamo a visitarli quasi tutti (quasi!!!), godendoceli anche parecchio dato che sono immersi, soprattutto l’inizio, nel verde di pini altissimi che fanno un profumo rilassatissimo. Abbiamo comminato addentrandoci nella Casa di Augusto che non finiva più (ovviamente!) poi vari templi, altre case affrescate, l’orto con tanti alberi di mandarini, una cascatina ricoperta interamente di piante rampicanti che davano il senso di acqua che scendeva direttamente dai rami (stupenda visuale). Il tempo ormai bruttissimo ci accompagna nella fine della visita ai Fori, dopo di che decidiamo di fare “due passi” (rivelata pessima idea) per dirigerci  verso il Carcere Mamertino poco distante. Non lo avessimo mai fatto, ci siamo bagnati completamente da cima a fondo, le scarpe inzuppate, le giacche impermeabili addirittura si sono arrese alla pressione della pioggia. Riusciamo comunque a visitare il carcere dove scopriamo che morì Vercingetorige, famoso Barbaro, e dove fu anche imprigionato San Pietro. Anche questo è un luogo che ci ha messo i brividi, un posto buoi non troppo grande e non tanto illuminato in cui una epigrafe citava degli urli dei condannati  ancora udibili dai futuri visitatori (cioè noi). Data la pioggia ci dirigiamo verso la stazione di Termini, arrendendoci al tempo impervio, ma scesi dalla stazione il tempo migliora all’improvviso con perfino spricchi di sole. Facciamo quindi un ultimo giro alla Fontana di Trevi riuscendo finalmente a lanciare la tanto amata monetina con desiderio correlato! Un giro piacevolissimo tra i tanti negozi aperti, e riusciamo anche a vedere il cambio della guardia al Quirinale. Per concludere decidiamo di visitare la chiesa di San Prudenziana dove i testi citano di un segno visibile di un’ostia caduta dalle mani di un prete che celebrando il rituale dell’eucarestia dubitò su tale procedura e Dio volle lanciarli il segno della sua serietà lasciando il segno visibile su marmo dell’ostia. Questo l’ultima bella visita che abbiamo fatto nella magnifica Capitale d’Italia, l’ultimo giro è alla stazione di Termini, dove ci rigeneriamo dato che eravamo ancora bagnati dall’acqua della giornata, ci regaliamo due libri splendidi, per me sui gatti e per il pulce sulle cose strambe del mondo, corpo umano, animali, città e tante altre curiosità strambe. Aspettiamo fiduciosi il treno che arriva in orario e salutiamo la nostra vacanza. Sono stati tre gironi fantastici in cui ho completamente dimenticato la mia vita normale, la scuola, il lavoro, il gatto che fa dei danni. Sono stati tre fantastici giorni passati con la persona che mi seguirà nella vita, passati 24 ore su 24 insieme, momenti magici, romantici. Ringrazio il mio Amore per avermi fatto questo splendido regalo che rimarrà per sempre dentro di me con tutti gli splendidi ricordi che conserverò! Ci ho messo un paio di altri giorni per ritornare alla normalità, oggi sono quasi completamente uscita dal viaggio, ieri e ieri l’altro ero immersa ancora nei ritmi da vacanza, avevo ancora in mente le linee della metropolitana, la via del nostro Hotel. Il Colosseo però ancora non mi si è cancellato da davanti, mi rimarrà ancora per un po’ suppongo!

…Ancora grazie Amore per il magnifico regalo per il nostro anniversario di 2 anni…

…ti amo tanto…

 
 
 

Post N° 67

Post n°67 pubblicato il 13 Marzo 2008 da vero_870
Foto di vero_870

12 Marzo 2008

 

Anniversario dei nostri 2 anni insieme…

Semplicemente Ti Amo Amore mio, ti adoro per quello che sei, per come mi parli, per come mi sollevi se sto per cadere, per come mi fai sentire donna, per come mi aiuti, per come mi fai emozionare sempre, per come tratti i sentimenti, per come mi fai le coccole quando voglio, per come mi sopporti, per come mi ami semplicemente… due anni sempre migliori, dal primo giorno pienissimo di forti sensazioni, di forti ricordi che dureranno per sempre, due anni di continuo miglioramento reciproco, di continuo amore… i due anni più pieni, vivi, soleggiati, sorridenti, caldi, dipinti, profumatissimi, irresistibili, emozionanti, forti… i nostri primi due anni insieme, sempre insieme e mai soli, anche quando siamo stati lontani siamo in realtà sempre stati uno accanto all’altro, siamo sempre stati collegati. I nostri due anni pieni di stessi pensieri negli stessi momenti, come quando ci telefoniamo insieme e troviamo entrambi occupato, come quando ci diciamo le cose nello stesso momento insieme come se ci leggessimo nel pensiero! I nostri due anni da base alla nostra vita, le nostre fondamenta, i nostri periodi di scoperta reciproca, di nuove emozioni reciproche, di nuove avventure…descrivere il giorno del nostro anniversario non è facile, è stato talmente pieno di emozioni che ancora le devo assimilare completamente, sono ancora pienamente in quelle emozioni, sono state talmente forti che non è immediato tornare alla vita “normale”. Come sempre un giorno passato a San Marino, come sempre un giorno passato a passeggiare per le stradine del paese a vedere le solite vetrine dei commercianti, le stesse di due anni fa. Come sempre insieme siamo saliti fino alla sommità del castello, questa volta visitandolo molto piacevolmente nella sua integrità. Un'altra gita come due anni fa invasa dai sentimenti profondi di amore, rispetto e voglia di vita! Questa volta l’unica differenza è che ognuno portava con se il proprio dono a memoria di questa giornata molto importante per entrambi, ognuno fiero di ciò che aveva nel cuore portava con se un pezzo di esso da donare all’altro. La giornata è iniziata in realtà a casa del mio Amore che con tanta dedizione e come sempre con il suo completo romanticismo aveva preparato con cura una sorpresa grandissima, nella penombra di casa sua aveva creato un cuore sul pavimento usando tante candeline ed al centro di questo magnifico cuore con mia gioia ho trovato tre rose, due bianche e una rossa al centro a simboleggiare quella rossa il nostro amore e le due rose bianche i due anni passati insieme. In più il mio Amore ha deciso di donarmi un oggetto importantissimo per lui che custodisce grandi e importantissimi ricordi per lui, mi ha fatto custode di una sua mogliettina di lana di quando probabilmente aveva un paio di mesi. Probabilmente a molti sembrerà sciocca come cosa, ma per noi due è completamente importante, mi ha donato un ricordo della sua infanzia avendo fiducia della cura con cui io tratterò questa mogliettina, mi ha voluto dare la conoscenza anche del suo passato più lontano, degli albori della sua persona e io ne sono fiera. Tratterò e custodirò con grandissima cura questo dono, mi ha reso felice e onorata questa sorpresa, è una cosa a cui il mio Amore teneva molto e sapere che ha deciso di farla custodire a me mi rende felice! Ma la giornata era solo all’inizio, pur avendo già il cuore pieno di gioia. Arrivati a San Marino il cuore è stato ancora più felice perché la giornata ha voluto regalarci una giornata serenissima, sgombra di nuvole e soleggiata fino a sera. La visita al castello (in realtà sono tre torri ognuna delle quali recintata dalle proprie mura al controllo del monte Titano su cui sorge il paese) è stata stupenda, ci ha regalato un panorama bellissimo che difficilmente scorderò, ci ha regalato pace, calma, natura incontaminata solo per noi due insieme. Essendo oramai ora di pranzo ed avendo concluso la lunga visita al castello decidiamo di ricercare un posto dove accamparci per rigenerare le forze appartato per poter stare io e lui soli. Avendo trovato un antro della montagna circondato da rocce e con un tavolino di roccia decidiamo di tirar fuori qualcosa da mangiare, ma il Tato mi anticipa dicendomi che c’era un’altra sorpresa per me. Prepara il lettore Dvd da viaggio che si era portato con sé e due cuffie per la musica, ci sistemiamo uno di fianco all’altro abbracciati e parte un dvd con tantissime nostre foto insieme una dietro l’altra e una canzone di Jovanotti stupenda, dolcissima, perfetta che citava tutte le frasi che il mio Amore mi aveva detto in questi 2 anni passati accanto. Il connubio di questa canzone (sembrava che fosse lui stesso a cantare per me tanto erano identiche le parole che citava il testo della canzone) e le nostre innumerevoli foto che aveva deciso di inserire nella presentazione è stato emozionantissimo, sono stati dei momenti bellissimi in cui la mia mente era completamente assorta in quel video, avevo dimenticato il posto, le persone che passeggiavano poco distanti da noi, i negozi, le macchine, la città sotto di noi, adesso che ci penso avevo completamente scordato tutto, ero dentro il video. E’ stato emozionantissimo, le parole del testo della canzone le ho ancora dentro di me tanto erano belle e mi sono stupita che non sia stato il mio Amore a scrivere questo testo. Può sembrare strano, ed anche a me lo sembra, ma ogni singola frase romantica, dolce, semplice che Jovanotti ha voluto scrivere nella canzone (che più che una canzone è una pura poesia perfetta) è stata detta migliaia di volte a me dal ragazzo che mi ha regalato tutto ciò. E’ stato stupendo vedere le nostre foto insieme, solo insieme una dietro l’altra, notare che sorridiamo sempre, sorrisi veri che stanno dietro alla felicità che proviamo. Mi sono sentita fortunatissima ad aver ricevuto un pensiero del genere, pensare che tanti giorni prima il mio Amore aveva con cura scelto le foto, scelto la canzone (sentita per caso come mi ha detto lui un giorno in macchina) scelto gli effetti delle foto, insomma completamente perfetto per me. Mi sono sentita fortunata ad avere al mio fianco un ragazzo così, che mi sa far emozionare con nostre foto che già ho visto mille volte, con una semplice canzone che per me è pura poesia. Ora che ho la mente un po’ più lucida di ieri a San Marino (perché troppo piena di emozioni) riesco completamente a mettere su “carta” i pensieri che in quei momenti mi sono passati velocissimi e con una intensità paurosa nella mente e nel cuore soprattutto. Per me quel giorno le emozioni non erano ancora finite. Decidiamo a questo punto di avviarci verso la chiesetta, ai piedi del borgo, per scambiarci il nostro regalo e per rientrare di nuovo in quel luogo sacro che ci aveva uniti 2 anni prima. Il Tato decide di darmi prima il suo regalo così inizio ad aprirlo facendo più silenzio possibile per rispettare il luogo sacro in cui ci trovavamo. Due buste da lettera di colore diverso ed un Cd con tenente la magnifica presentazione che avevo visto poco prima sul Dvd. Apro la lettera color rosa e dentro c’era la letterina che come sempre accompagna la giornata importante, ma decidiamo di leggerla dopo perché è molto lunga. Nella seconda busta color bianco noto subito, aprendola, il logo di una agenzia di viaggia con la quale viaggiamo io ed il mio Amore e incredula aprendo la lettera mi accorgo che il mio Amore mi ha regalato un viaggio per noi due, dall’agitazione non sono riuscita a leggere immediatamente il luogo della destinazione, non riuscivo a concentrarmi per leggere la prenotazione (non sto scherzando) me lo ha dovuto segnare il Tato col dito e leggendo Roma sono rimasta emozionata. E’ un mio sogno andare a visitare Roma, la capitale d’Italia con i mille monumenti da vedere, in più pensare che a breve, il viaggio è prenotato per pasqua, sarei stata sola per tre interi giorni con il mio Amore è stato fortissimo. Finalmente potrò visitare una città che da tanto avevo voglia di visitare e stare da sola con Marco, andare a letto insieme solo io e lui, svegliarmi con lui e solo lui accanto, fare mille foto insieme, visitare il colosseo insieme… è un regalo grandissimo che sinceramente non mi sarei mai aspettata. Passato lo stordimento iniziale, i tremori per le forti emozioni che sentivo tiro fuori il mio regalo e gli spiego un po’ cosa aprire per prima e cosa leggere per prima. Il mio regalo è stato un orologio della Citizen con una dedica scritta sul bracciale di acciaio che dice “tua per sempre”, il significato che ho spiegato anche al mio Amore è veramente grande per me, il mio cuore si è sentito di regalare a quell’orologio tutta la mia gratitudine e tutta la mia volontà di vivere con il mio Amore. Poter un giorno vedere quell’orologio al polso della persona che amo mi renderebbe molto fiera, in quell’orologio ho racchiuso la mia dedizione per la nostra storia ed il mio voler che ogni singolo minuto che scandisce sia sempre accompagnato dal mio amore. Sono contenta che il Tato abbia, come sempre, subito compreso ciò che ho voluto esprimere con il mio regalo. Siamo stati veramente tanto tempo in quella chiesetta questa volta, abbiamo pianto, riso e soprattutto si amo stati felicissimi di quello che abbbiamo fatto entrambi. Decidendo a questo punto di iniziare a ritirarci verso la macchina, optiamo però per una breve pausa per il tramonto a Rimini per passeggiare un po’ sul lungo mare approfittando ancora della giornata stupenda. I tanti gabbiani che sembrava ci salutassero con il loro verso i colori rosa viola e mille tonalità di celeste del cielo, la passeggiata a piedi scalzi sulla sabbia soffice sono stati il giusto termine di questa nostra giornata di festeggiamenti dei nostri 2 anni insieme.

Concludo dicendoti semplicemente… ti amo…

…la tua Veronica…

 
 
 

Post N° 66

Post n°66 pubblicato il 28 Febbraio 2008 da vero_870
Foto di vero_870

Anche se stanca oggi scrivo lo stesso per aggiornare un po’ il mio blog che troppo spesso viene lasciato incolto… Oggi primo giorno delle lezioni del corso per diventare O.S.S. (Operatore Socio Sanitario). Dopo tante incertezze dopo la fine del mio contratto come assistente domiciliare, che mi ha lasciato veramente tantissimo dentro essendo stato un periodo molto bello più che di lavoro di vita, mi sono decisa che se avevo veramente intenzione di voler lavorare nel campo del sociale e del sanitario dovevo iscrivermi al corso e cercare di passare le selezioni (al mio scorso tentativo in quanto a selezioni, per entrare ad infermieristica all’università, non avevo ottenuto il massimo che avrei voluto non essendo riuscita ad entrare). Così ho provato e ci sono riuscita, su 450 e passa persone che si sono presentate mi hanno scelta anche a me tra le 180 che sono entrate. I corsi si tengono a Modena con frequenza obbligatoria durante il mattino, dovrò fare 4 tirocini formativi dei quali 2 in ambito sociale (sperando di riuscire almeno per uno a tornare a fare il servizio domiciliare dove purtroppo non ho trovato occupazione fissa) e 2 in ambito sanitario al Policlinico di Modena (su questo non so proprio in che reparto andare perché non ho mai avuto a che fare con nessun ambito di nessun reparto ma mi farò consigliare dal Pulcis). Siamo una classe formata da 23 persone di ogni nazionalità ed età, molti casi che io ritengo “patologici” per le esperienze personali che hanno raccontato nella loro presentazione (ma tralasciamo), sono comunque tutte, a parte due ragazze che apparentemente a parer mio hanno un po’ “la puzza sotto il naso”, persone con qui si può parlare e scherzare tranquillamente, non montate o sbruffone (per quanto posso aver compreso in queste poche volte che ci siamo riuniti). Le materie ed i temi che tratteremo sono molto interessanti: legislazione sanitaria, fisioterapia, geriatria, psicologia dell’handicap, la persona ospedalizzata, alimentazione, primo soccorso, igiene della persona, psicologia generale, la persona demente ed anziana, interventi assistenziali domiciliari, assistenza al bambino ospedalizzato, animazione, ospedalizzati in chirurgia e medicina e altri ancora… Insomma non vedo l’ora di fare tutte queste lezioni!!! Grazie alle lezioni mattutine il pomeriggio riuscirò a continuare ad andare all’asilo per il post-scuola con le solite pesti che pian pianino sto iniziando ad odiare (scherzo non penso li odierò mai), così guadagnerò comunque qualcosina per un’ipotetica vacanza questa estate. Insomma in questi giorni ci sono state veramente delle grandi novità per me. In più tra pochi giorni ci saranno varie ricorrenze da festeggiare, tra cui il mio compleanno e soprattutto tra poco io ed il Tato festeggeremo il nostro secondo anniversario, già ben 2 anni da quando abbiamo concretizzato ciò che già da un po’ ci accompagnava, cioè l’amore l’uno per l’altro. Mi sembra veramente strano che sia già passato così tanto tempo, è proprio vero che quando si passa il tempo bene quest ultimo passa velocemente. Se da una parte mi sembra stupendo dall’altra il pensiero del tempo che passa così in fretta mi spaventa tantissimo, vorrei che questi momenti bellissimi che sto vivendo venissero rallentati, e ripetuti per tantissimo tempo, ma veramente tantissimo! Avendo passato molto tempo ultimamente con delle persone anziane, mi è ormai entrato in testa che prima o poi anche io diventerò come loro, anche io non avrò più lo sprint e le forze che ho oggi. Proprio l’altro giorno mentre andavo in bici verso l’asilo per iniziare il post-scuola, ho incontrato una signora con una bimba piccola che attraversava la strada ed ho pensato, vedendola in scarpe da ginnastica, che magari lei avesse ancora tanta voglia di correre, di stare sveglia fino a tardi, di ballare, di fare tante cose ancora che per forze maggiori non può fare al massimo, per leggi fisiche naturali non può permettersi di fare. Beh ora basta parlare di queste cose perché anche volendo non ci posso fare nulla! Comunque ora vado a guardare un po’ la televisione prima di addormentarmi perché anche domani mattina dovrò partire presto per andare a Modena. Buona notte a tutti e buon fine settimana!!!  

 
 
 

Post N° 65

Post n°65 pubblicato il 12 Febbraio 2008 da vero_870
Foto di vero_870

12 Febbraio 2008

…Un anno e undici mesi…

…Caro Amore,

ultimamente mi sto sentendo una vera principessa, la tua principessa, mi stai trasmettendo tantissimo Amore verso di me, tanta felicità e fiducia, voglia di stare insieme e di crearci un futuro. Dopo quasi due anni di amore reciproco mi sembra ancora, e sai che non sto scherzando, che sia impossibile che un uomo senta verso di me una quantità così grande di sentimenti, un sentimento tra tutti gli altri così bello e strano come l’amore. Quando mi dici di amarmi tanto e di voler passare la tua vita con me mi sembra veramente strano, è una cosa così grande che quando penso che è rivolta a me mi sento troppo fortunata e quindi mi sembra strano. Non ho mai avuto, durante la mia adolescenza, persone che tenessero a me così tanto (a parte i miei genitori ovviamente), persone che anche senza dire nulla mi trasmettono la loro gioia e il loro amore nei miei confronti. Manca poco e saremo arrivati ad un altro traguardo, due anni insieme eppure mi sembra di essere stata con te molto meno, mi sembra che sia impossibile che siano passati così tanti giorni da quando ti ho conosciuto per la prima volta. Mi sembra ieri che ero seduta in camera mia e parlavo con te per la prima volta. Molto spesso rileggo i tuoi messaggi anche di due anni fa e li ricordo vivissimi dentro di me, ricordo i momenti in cui li leggevo quando mi arrivavano sul cellulare e ricordo come mi sentivo. Tutto questo mi fa capire ancora una volta che mi sono veramente divertita con te in questo periodo, in tutti questi giorni insieme. Spero di passare con te tanto altro tempo ancora e ancora, spero presto di poterti amare nella nostra casa, solo nostra e presto di poter accompagnare un bimbo insieme al parco.

…Insomma voglio vivere con te Amore, voglio vedere solo te al mio risveglio e sentire solo il tuo respiro accanto al mio la notte…

…Ti amo, tanti auguri per il nostro anniversario!!!...

 
 
 

Post N° 64

Post n°64 pubblicato il 24 Gennaio 2008 da vero_870
Foto di vero_870

Finalmente le cose si sono un po’ risistemate dopo il fine settimana trascorso in cui il mio Tato si è ammalato tanto a dir poco! Stava malissimo e calcolando che lui ha una soglia di sopportazione alta vuole dire che stava veramente male. Oggi sembra che gli acciacchi piano piano stiano passando tutti, torna a sorridere a scherzare come prima. Meno male perché stavo proprio male a vederlo così, mi dispiaceva tantissimo, avrei voluto stare sempre accanto a lui così da poter vegliare su di lui, ma è stato meglio così. La cosa strana è che io dopo aver dormito sabato notte con lui ed essere stata abbracciata a lui sabato, domenica e martedì sera, non mi sia ancora ammalata, proprio nulla. Né un raffreddore né un mal di gola. proprio nulla di nulla, è strano ma a quanto pare vero (ovviamente mi ammalerò tra pochi giorni perchè la sfiga vuole questo lo so, però per adesso meglio così). Martedì sera volevo portare Mimmo a fare una visitina al Pulcis ma poi ha preferito stare a casa, si è accontentato di aver preso per il Tato della cioccolata della kinder che io gli ho portato prontamente la sera!!!! Mi piace pensare a Mimmo che entra in un bar e che paga dei cioccolatini alla cassa salendo su dei gradini che prontamente si porta dietro per arrivare al bancone!!! Stamattina mi ha svegliato troppo presto, avevo voglia di buttarlo giù dal letto ma poi non lo ho fatto, poverino!!! Oramai sta diventando grande e deve capire che nel letto o ci sto io o ci sta lui, non ci stiamo tutti e due comodi, anche perché per poi lo schiaccio lui scappa ed allora tanto vale che si trova subito il suo posto per dormire comodo con me di fianco invece di voler sempre e solo venire sotto le coperte di fianco a me!

Ieri sera a judo, come sempre praticamente, era il compleanno di una ragazzo che prontamente ha portato torte di vario genere e mi sono proprio riempita, sono stata mezz’ora a  mangiare e bere, ho scoperto che mi piace tantissimo la Fanta Free al pompelmo (!!!), ovviamente dopo l’acqua era già fredda perché si era già lavata un sacco di gente prima mentre io mangiavo ignara delle conseguenze e quindi ho evitato la doccia fredda!!! Per stasera ho preso i bomboloni con la nutella dentro, ovviamente non potevo non prenderli perché avrei rovinato l’algoritmo che spiega che ogni sera io devo mangiare del dolce!!!! Domenica faremo la festa di compleanno di mia sorellina che compie 7 anni ed io ho deciso di fare tante torte, tra cui anche la Barozzi, sarà una bella mangiata anche lì!  Però del resto se non ci sono problemi di peso e di salute perché non approfittare di queste belle e buone cose da mangiare.

Adesso mi riposo un po’ e tra poco vado all’asilo da quegli scalmanati di piccoli mostriciattoli sorridenti. Scherzo, però ieri ci hanno fatto proprio tribolare, era una continua corsa di qua e di là per rimproverarli, poi per colpa del comune dobbiamo lavorare con meno di dieci pennarelli nemmeno tutti funzionanti per una media di 20 bimbi a giorno. Le cose che fa il comune sono sempre fatte male, non capisco come sia possibile ma è così! Ciao a tuttisss…..

 
 
 

Post N° 63

Post n°63 pubblicato il 17 Gennaio 2008 da vero_870

Sono qui in camera a guardare il regalo di natale che mi ha fatto il Tato, cioè la lampada con il gel dentro che forma delle bolle casuali che si

muovono su e giù… E ipnotica come lampada, mi piace da matti!

Stamattina mi sono svegliata malissimo, non so per quale motivo ma

ho il collo a pezzi, ho tutti i nervi indolenziti. Stanotte ho anche dovuto dormire con la luce perennemente accesa perché avendo visto il film “io sono leggenda” mi sono caricata di paura per il buio! Come sempre al cinema martedì sera a vedere questo film (anche se non è ASSOLUTAMENTE il genere di film che sopporto) che è stato veramente fatto benissimo, ero l’unica ad urlare nelle scene di suspance (solite figure da Veronica). Comunque avevo una paura uscita dal cinema che sono dovuta per forza di cose rimanere a dormire dal Tato perché all’idea di farli 20 kilometri di macchina da sola di notte (dopo quello che succede nel film di notte!!!) non potevo di certo sopportarli. Nel tragitto cinema-casa di Marco con lui in macchina, ho tenuto perennemente i fendinebbia

posteriori accesi così vedevo meglio e facevo più luce dietro e controllavo di continuo gli specchietti retrovisori dalla paura che ci fosse qualche “mostro” indefinito!!!Non so proprio cosa farci se a me questi film mi terrorizzano in questa maniera! Tra poco devo andare all’asilo a fare il post scuola, sono felicissima mi mettono una allegria quei bimbi piccoli che non vi dico! E poi si divertono con così poco che è stupendo, sorridono sempre e mi rendono proprio tanto felice! Dato che tra poco vado e non posso dilungarmi a scrivere vi lascio alcune foto di Mimmo e della mia lampada!!! Ciao a tuttisssss…

 

Ed ora Mimmo mentre disturbava la nostra esecuzione della zuppa inglese in cucina...

  

 
 
 
Successivi »
 
 

immagine

 

IL BLOG DEL MIO AMORE

 

immagineimmagine

"Montmartre, tra i pittori!!"

immagine

"Sacro Cuore"

immagine

"Moulin Rouge, la colonna sonora del nostro amore!!"

immagine

"Il nostro amato Metrò"

 

...Notre - Dame...

...Tour Eiffel...

...Amore parigino...

...12-8-'07 Un anno e Cinque mesi...

 

GATTO MIMMO

...appena arrivato nella sua nuova casa...

...sulla terrazza...

...nanna...

...il gelato...

...il suo migliore amico...

...fiero di essere gatto...

...la notte è giovane anche per i gatti...

 

CHE TEMPO FA?

Click for Bologna, Italy Forecast

Click for Bologna, Italy Forecast

 

immagine

"Le emozioni si possono toccare"

 
NOTE LEGALI
Questo come ogni altro blog è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estensione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo N°196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al Nome, alla persona, all'immagine ed all'onore. Quindi tutto il materiale (scritto e fotografico, nomi, dati, testi) pubblicato sul nostro blog non può essere utilizzato senza il permesso nostro o dei rispettivi autori, pena denuncia alla Polizia Postale. Lo stesso vale per la diffamazione e la calunnia, che seguono il medesimo regime giuridico-penale della calunnia e/o diffamazione a mezzo stampa (diritto lesivo dell'onore), quindi si sporge lo stesso tipo di denuncia ed iter burocratico (oltre alla richiesta di oscurazione del Blog). Ciò vale anche nel caso di anonimi, poichè la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog