Community
 
volleyscafati
   
 
Creato da volleyscafati il 27/10/2010

VOLLEY SCAFATI

Cuore gialloblu

MAIN SPONSOR

 

PARTNER

 

 

 

 

AREA PERSONALE

 

I MIEI LINK PREFERITI

TAG

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

 

Pina Esposito alla Volley Scafati

Post n°205 pubblicato il 24 Luglio 2014 da volleyscafati

 

L' A.s.d. Volley Scafati comunica l'ingaggio di Pina Esposito.

Libero di scuola Centro Ester (166 cm, classe '85), Esposito è atleta dalla forte tempra caratteriale e dagli ottimi fondamentali sia di ricezione che di difesa.

Profonda conoscitrice della massima serie regionale (ha disputato i play-off promozione con la Fiamma Torrese nella stagione 2009/2010), Pina Esposito ha vissuto importanti esperienze in serie cadetta con Salerno (B2 nella stagione 2008/2009) e Gricignano (B2 nella stagione 2010/2011).

L'atleta, entusiasta del progetto gialloblu, si lega alla A.s.d. Volley Scafati con accordo annuale.    

Ufficio
Stampa

 

 

 
 
 

Amitrano e Salvati alla Volley Scafati

Post n°204 pubblicato il 22 Luglio 2014 da volleyscafati

 

L'A.s.d. Volley Scafati comunica l'ingaggio di Annamaria Amitrano ed Antonella Salvati.

Per la "coppia inossidabile" del volley campano (le due atlete hanno sempre giocato assieme da quando hanno lasciato il Molinari Volley nel 2005) si tratta di un gradito ritorno in maglia gialloblu dopo la stagione 2007/2008.

Specialista della ricezione, Amitrano (classe '83, 172 cm) è una laterale dal notevole acume tattico e dall'ampia varietà di colpi d'attacco.

 



Antonella Salvati
(classe '83, 179 cm) è una centrale versatile. Dotata di una fast insidiosa, l'atleta partenopea rappresenterà un imprescindibile punto di riferimento per l'attacco canarino.

Le atlete, reduci da una brillante stagione in serie cadetta (Fiamma Torrese- B2), si legano alla A.s.d. Volley Scafati con accordo annuale.  

 

 

 

Ufficio
Stampa

 

 

 
 
 

Comunicato Ufficiale

Post n°203 pubblicato il 22 Luglio 2014 da volleyscafati

L' A.s.d. Volley Scafati comunica il rinnovo del rapporto di collaborazione coi tecnici Giorgio Franco e Gerardo Andreoli.

Patron Villani: "La conferma di Giorgio e Gerardo rappresenta la naturale conseguenza dell'ottimo lavoro svolto dai due tecnici nel corso di una stagione,quella appena terminata, che si sarebbe conclusa con una finale promozione se non fossimo stati frenati dai vergognosi fatti di gara 1/semifinale play-off.
In piena sinergia con i due tecnici stiamo lavorando alacremente per l'allestimento di una rosa ancor più competitiva in vista della prossima stagione".   


Ufficio
Stampa

 

 
 
 

Tecnocompositi - Accademia... cronaca di uno scandalo...

Post n°202 pubblicato il 01 Giugno 2014 da volleyscafati

 

1 - 3
(22-25; 25-16; 24-26; 24-26)

Alla S.Pietro di Scafati passa Benevento ma ad accompagnare la vittoria delle Sannite in gara 1 è il suono di campane a morto al funerale del Volley Campano.
Stendere una cronaca di un match è compito piuttosto semplice per chi scrive abitualmente di sport; au contraire, descrivere con puntualità lo squallido "spettacolo" arbitrale di questa sera è compito di difficile realizzazione.
L'avvio del match è equilibrato e teso. Le compagini si equivalgono nel gioco e nel punteggio fino agli scambi conclusivi del primo parziale quando Benevento guadagna un minibreak di vantaggio sulle gialloblu. Sul punteggio di 22-24 Stanzione ottimamente imbeccata da capitan Villani trova da posto 4 un diagonale stupendo che varrebbe il 23-24 ed il cambio-palla per le canarine. L'uso del condizionale non è casuale: il primo arbitro della gara, tale signora Paola Scognamiglio da Napoli, gela l'esultanza della Tecnocompositi e del pubblico scafatese valutando out un pallone caduto mezzo metro prima della linea di fondo nella zona 5 della metà campo ospite.
La "svista" ad orologeria pro-Accademia, decisiva ai fini dell'assegnazione del primo parziale, inviperisce le gialloblu che nel secondo set "prendono a pallate" Fattaccio e compagne. Principe è murata con continuità ed è disinnescata abilmente dalle centrali della Tecnocompositi; Esposito, Stanzione e Piemonte attaccano senza soluzione di continuità con ottime percentuali: il secondo set è un monologo canarino e termina con un eloquente 25-16.
Lo spettacolo alla San Pietro è stupendo. I tifosi gialloblu calorosi e numerosi sostengono incessantemente le proprie beniamine abili, a rimettere in equilibrio il match nonostante un arbitraggio ostile.
In avvio di terzo set l'Accademia parte benissimo con un parziale di 7-1. Le gialloblu, dopo il black-out iniziale, sono abili a rientrare in partita con una rimonta tutto orgoglio e tecnica e riescono a portarsi sul 21-20.
Ed è in questo momento che si consuma l'ennesimo episodio vergognoso di un match da ricordare: uno scandalo persino più grave dell' "errore ad orologeria" che ha assegnato il primo parziale alle Sannite e del rosso scientifico comminato a capitan Villani (che salterà gara due a Benevento) in avvio di parziale.
Il Commissario di gara - tale signor Giovanni Consiglio - con la Tecnocompositi in vantaggio di un punto, sospende il gioco intimando al pubblico di casa, pena la comminazione di sanzioni alla Società, di non usare strumenti acustici e - attenzione - di non accompagnare le azioni con boati o fischi.
Imposto il silenzio, azzerato il fattore campo, alla S.Pietro ricomincia un match surreale in cui il civilissimo pubblico scafatese zittito, deriso ed umiliato dal Commissario di gara è costretto ad assistere muto ad una vicenda senza precedenti.
Alla ripresa del gioco è l'Accademia ad approfittare della situazione di naturale sbandamento determinata dalla "bizzarra" interruzione e si impone col punteggio di 24-26.
La conclusione beffarda del terzo set accende gli animi delle gialloblu che "mettono la testa avanti" fin dai primi scambi del quarto parziale (6-2) ritrovando bel gioco e solidità. Le Sannite, guidate da Principe e da una stremata Fattaccio, provano a riequilibrare le sorti del match ma sono le gialloblu a mantenere il vantaggio fino agli scambi conclusivi del parziale prima che si consumi l'ennesima beffa (stavolta sportiva) della serata : l'Accademia dapprima disinnesca due palle set alla Tecnocompositi e poi, approfittando di due errori gialloblu, si impone col punteggio di 24-26.
Conclusione amara per una serata che pregiudica definitivamente la credibilità del Volley Campano, delle sue Istituzioni e di chi come la signora Paola Scognamiglio (che conclude la sua serata di gloria facendo il gesto delle tre dita al pubblico di casa) ed il signor Giovanni Consiglio dovrebbero rappresentare figure serene, terze ed imparziali rispetto ad un agone che dovrebbe avere nelle atlete e nei tecnici gli unici protagonisti.
Ed invece...

 

 

Antonio
Villani

 

 

 

 
 
 

A.p. Partenope - Tecnocompositi

Post n°201 pubblicato il 23 Maggio 2014 da volleyscafati

1 - 3
(15-25; 25-23; 19-25; 21-25)

Una Tecnocompositi maestosa espugna la Palestra di Parco Castello di Napoli e si aggiudica anche gara 2 della prima fase dei play off promozione battendo in quattro set un' ostica A.p. Partenope.
L'ambiente torrido e spesso al limite della sportività non incrina lo spirito delle canarine che conducono il match con perizia e sicurezza fin dai primi scambi, cedendo alle partenopee - peraltro di misura - solo nel secondo parziale.
Nessun problema di formazione per coach Franco che schiera il consueto starting six: diagonale Villani- Stanzione, Resia Esposito e Piemonte in banda, Bruna Esposito e Salzano centrali, Ronga libero.
Identico sestetto di gara 1 anche per coach Angelo Cimmino che propone la diagonale Climaco-Sicuranza con Staiano e Norcaro in banda, Basso e Cappelluzzo centrali e Saetta (ottima la sua prestazione) libero.
Il primo set è tutto di marca Tecnocompositi. Il muro gialloblu inibisce l'attacco delle padrone di casa e i martelli realizzano con percentuali altissime: il 15-25 con cui si conclude il parziale d'apertura è specchio fedele della brillante prestazione delle ragazze di coach Franco.
La netta affermazione del primo set, tuttavia, sortisce l'inatteso effetto di placare la verve agonistica delle canarine; d'altro canto la Partenope, squadra coriacea e votata al sacrificio difensivo, produce il massimo sforzo fisico e nervoso pur di restare "aggrappata alla partita" e, in virtù di una maggiore continuità in fase offensiva, riesce a conquistare il secondo parziale col punteggio di 25-23.
Col match in piena parità e col pubblico napoletano sempre più "in partita", la Tecnocompositi non si scompone e reagisce da grande squadra, dominando in lungo e in largo il terzo set. Esposito e Stanzione sono terminali offensivi efficaci e non v'è spazio per una rimonta delle partenopee che cedono alle gialloblu col punteggio
di 19-25.
Il quarto set è fin dai primi scambi molto equilibrato. La Partenope prova a ripetere la prestazione del secondo parziale ma trova sulla sua strada una Tecnocompositi solida, volitiva e cinica: sotto di due lunghezze (17-15), le canarine prima trovano la parità a quota 19 e poi piazzano un parziale di 6-2 che vale la conquista del set (21-25) e l'accesso alle semifinali play-off.

Antonio
Villani

 
 
 
Successivi »
 

SETTORE GIOVANILE

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

street.hasslevolleyscafatiMarquisDeLaPhoenixDJ_Ponhzivolleyscafati0francescom8psicologiaforenselacey_munrogerry0307maandraxfelicemax_2010desaix62piterx0Sky_Eaglemichele.sacchetti47
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom