Arti maggiori – Antiche vestigie

Dalla creazione del Blog, ho esplorato mondi ed evocato visioni di essi. Il sole di questo mio universo ha illuminato, poesia, letteratura, pittura. Ed è in questo ultimo mondo, Arti maggiori, che oggi osservo la bellezza di un’altra faccia dell’arte.
L’Arte che da le sue vestigia alla terra.

ARCHEOLOGIA ANTICA

Nel raccontare di storie ed esperienze è sempre buona regola iniziare da ciò che occhi vedono.
Per questo inizio dalla mia terra.

Sicilia – Siracusa

Siracusa - penisola di Ortigia
Siracusa – penisola di Ortigia

La “Roccia del gabbiano“, fondata da coloni corinzi, guidati secondo la leggenda da Archia, nel 733 a.C. spinti verso altre terre dalla promessa di ricchezze che l’oracolo di Delfi gli profetizzo.
La colonia giunta in Sicilia si stabili nella penisola di Ortigia, tradizionalmente chiamata isola delle quaglie, stabilendo due importanti porti, il porto Grande a sud e il piccolo a nord, in poco tempo la colonia forte della crescita demografica si espandette oltre la penisola, creando i quartieri di Tyche, Neapolis e Temenite.
Gli studi archeologici hanno rivelato l’esistenza nell’impianto urbano di assi ortogonali, struttura largamente utilizzata in seguito dell’impero, l’Agora centro della vita cittadina si trovava nell’area dell’istmo, dove avevano la residenza i tiranni. La penisola grazie alla costruzione di imponenti templi tra cui quello di Apollo e Atena, divenne oltre a centro del potere politico un’importante centro di culto per l’intera isola.
Fonti importanti furano per la distribuzione dell’acqua, la fonte Arethusa, ninfa trasformata in sorgente della Dea Artemide, e le cave di estrazioni del tufo calcareo, le latomie, famose anche come terribili luoghi di segregazione.

Siracusa - Tempio di Apollo
Siracusa – Tempio di Apollo

L’espansione e il commercio trasformarono in poco tempo Siracusa in un centro ricco e potente. A partire dal VII secolo a.C. inizio l’espansione fondando le colonie di Arce, Casmene, Camarina.
Ma questo fu solo l’inizio grazie alle azioni di alcuni tiranni fra tutti Gelone e Dionisio il vecchio, Siracusa punto al mediterraneo, dando guerra alle principali potenze dell’epoca: i cartaginesi, sconfitti a Himera nel 480 A.C., gli etruschi, sconfitti a Cuma nel 474 a.C. e gli ateniesi, sconfitti nel 415 a.C.
Il suo ruolo diventò strategico per tutto il mediterraneo, contribuendo in maniera fondamentale a rendere la magna Grecia tra le aree più ricche e potenti dell’Europa.
Potere che tenne fino al 211 a.C. anno che la vede cadere sotto il potere dell’esercito di Roma.

Lastra architettonica duttile - raffigurante la Gorgone Medusa - 570-550 a.C.
Lastra architettonica duttile – raffigurante la Gorgone Medusa – 570-550 a.C.

Tra le più straordinarie documentazioni dell’arte plastica siceliota, le decorazioni in terracotta, nate per proteggere e ornare le strutture lignee degli edifici sacri, un esempio la Gorgone Medusa raffigurata nell’immagine.