Il caldo, i buoni vicini e le ferie – cronaca semiseria Il multiforme silenzio Quando è troppo è troppo La spaventosa idea dell’orrore L’addio in lacrime del capitano e un po’ di retorica Per rabbia e per amor di polemica La lotta contro l’omofobia tra pregiudizi e leggi dimenticate Se la diffamazione corre sul web Finalmente giustizia per Sara Ospitalità e intolleranze quotidiane Presunti flop e numeri a caso per le unioni civili Dio salvi la democrazia Freddure post pasquali Aforismi – Pasqua, festa di luce Le torture in Cecenia e la Storia che si ripete Un mondo sotto scacco La corrida: tradizioni secolari e fanatismi Divenire consapevoli tutto l’anno Lavoro, follie e calcetto Trasmissioni inopportune e messaggi fuori luogo Una ricorrenza per fare il punto della situazione La vergogna dei silenzi mancati Alla disperata ricerca di un eroe Le inutili catene di Sanremo Salvini: “Prima gli italiani” … ma quali? Music box – La canzone del bambino nel vento (Auschwitz) Le verità relative di Beppe Aforismi – Oroscopo e segni sbagliati L’anno nuovo e i vecchi propositi Aforismi – Buon Natale Lavoro, giovani in fuga e frasi fuori luogo Aforismi – I sogni di Walter Curiosità sulla Netiquette Anche il Vaticano dice basta Music box – Una città per cantare Aforismi – Generosità disinteressata Il Paese delle bufale e del cattivo gusto La terra trema di nuovo Music box – Notturno Quando i fan diventano fanatici Aforismi – L’allegria è una cosa seria Il panino della discordia Ordinarie disavventure ferroviarie Un autunno senza castagne? Music box – Il concerto dei Coldplay Aforismi – L’invasione dei social media Le abitudini che ci portano all’infelicità La triste parabola dell’eroe decaduto Music box – Sospesa Profezie millenarie di sventura Aforismi – Cuore di cane Referendum, che passione! Music box – Qualcosa che non c’è Aforismi – Vivere in eterno In “ricordo” del Presidente Ciampi Music box- Il pescatore di asterischi Vita di metropolitana La vergogna di chi dice “se l’è cercata” Aforismi – Ricchezza e salute Il discorso del Re Music box – Il negozio di antiquariato Il diritto a riappropriarsi della propria vita I dolori della giovane Virginia La vignetta di Charlie Hebdo: è giusto indignarsi? Introduzione

Aforismi – I sogni di Walter

“Tutti i sogni possono diventare realtà se solo abbiamo il coraggio di inseguirli” (Walt Disney)

Walt Disney (5 dicembre 1901 – 15 dicembre 1966) viene considerato a buon diritto l'”uomo dei sogni”, colui che da un topolino ha creato un vero e proprio impero, nonché un immaginario che ha influenzato e fatto sognare generazioni di bambini, piccoli e grandi.

Dal primo cortometraggio con Michey Mouse, “Streamboat Willie” del 1928, arrivò subito un grande successo, che proseguì con i suoi straordinari classici: “Biancaneve e i sette nani”, “Fantasia”, “Bambi”, “Dumbo”, “Alice nel Paese delle Meraviglie”.

Walt_Disney_1

Molti suoi pensieri sono dedicati ai sogni e, soprattutto, alla necessità di adoperarsi per realizzarli. Sicuramente, è vero che non ci può limitare ad una vita riflessiva e a sognare l’esistenza che vorremmo: il pensiero deve diventare azione e i sogni devono essere inseguiti e concretizzati. Tuttavia, bisogna considerare anche che tanti sono gli ostacoli cui si imbattono molti giovani alla ricerca dei propri ideali, ostacoli che li costringono, a volte, a desistere e a considerare quei sogni irrealizzabili. Ma è giusto arrendersi di fronte a tali impedimenti?

Forse, una risposta a tale dilemma potrebbe arrivare in parte da una poesia attribuita a Walt Disney che ho trovato sul web e che non ha bisogno di molti commenti:

“E così, dopo aver aspettato tanto, un giorno qualunque decisi di trionfare…

Decisi di non attendere le opportunità, ma cercarle io stesso

Decisi di vedere ogni problema come l’opportunità per trovare una soluzione

Decisi di vedere ogni deserto come l’opportunità di trovare un’oasi

Decisi di vedere ogni notte come un mistero da risolvere

Decisi di vedere ogni giorno come una nuova opportunità per essere felice

Quel giorno scoprii che i miei unici nemici non erano altro che le mie proprie debolezze,

e che in esse risiede l’unico e il miglior modo per superare noi stessi

Quel giorno smisi di aver paura di perdere e iniziai ad avere paura di non vincere”

Per concludere, qualche curiosità sulla figura di Walt Disney. Pare che da giovane sia stato scartato come fumettista per un giornale perché “considerato senza fantasia”, per cui anche lui ha dovuto affrontare gli ostacoli di cui si è parlato sopra. Inoltre, affidò alla manifattura “Zaccagnini S.p.A.” di Firenze la realizzazione in ceramica di personaggi dei suoi cartoons, per cui furono realizzate circa 150 diverse statuette in ceramica colorata, oggi carissime e introvabili.

Morì per un tumore al polmone sinistro e secondo una leggenda, che dovrebbe ormai essere stata smentita, si sarebbe fatto congelare per risvegliarsi una volta trovata una cura contro il cancro.

waltdisney-hiswork-c5

Aforismi – I sogni di Walterultima modifica: 2016-12-18T21:55:04+00:00da LorenzAdd1979

15 comments:

  1. Io direi che è stato un genio. Il suo successo ne è la conferma. Che vita sarebbe senza i sogni; c’è chi riesce a realizzarli, chi no. ma va bene comunque. Ciao Lorenz.

  2. Walt Disney è considerato una leggenda, un eroe del ventesimo secolo, la sua popolarità in tutto il mondo è basata sulle idee che il suo nome rappresenta, immaginazione, ottimismo e successo costruito da solo, nella tradizione americana. Walt Disney ha toccato i cuori, le menti e le emozioni di milioni di persone, attraverso il suo lavoro ha portato la gioia, la felicità e i mezzi di comunicazione universali alla gente di ogni nazione.
    Si ricorda spesso il commento del governatore della California, il futuro presidente Ronald Reagan:..”Da oggi il mondo è più povero”, ed aveva ragione Lorenzo, sereno inizio di settimana.

  3. Walt Disney…ha rallegrato di vive emozioni e di allegria le nostre vite, regalandoci fantasie incredibili, oggi “soppiantate” ma non vinte, da cartoons micidiali, da aver paura di sognare la notte. Ai bambini di oggi piacciono, ma i bambini di oggi hanno perso la bellezza della fantasia innocente, immediata e da sogno. Il suo incontrastato successo è stato sicuramente dettato dalla sua forza creatica ma, come per tutte le cose, la fortuna di aver intrapreso una strada in salita, come nessun alro e di aver raggiunto la vetta. Buona serata Lorenzo, un cordiale saluto..licia

  4. Un uomo, un talentuoso genio che ha segnato la storia dell’umanità!!! Con le sue “invenzioni”, con i suoi personaggi, a riempito un spazio libero e sconosciuto: il mondo dei fumetti e il cinema d’animazione. Entrambi facilmente coniugabili con il mondo delle fiabe. Di lui ricordo sempre un aforisma molto simile a quello che hai citato: “Se puoi sognarlo, puoi farlo”.
    Buona giornata Lorenzo.

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.

2016 Name of Company