Quando è troppo è troppo La spaventosa idea dell’orrore L’addio in lacrime del capitano e un po’ di retorica Per rabbia e per amor di polemica La lotta contro l’omofobia tra pregiudizi e leggi dimenticate Se la diffamazione corre sul web Finalmente giustizia per Sara Ospitalità e intolleranze quotidiane Presunti flop e numeri a caso per le unioni civili Dio salvi la democrazia Freddure post pasquali Aforismi – Pasqua, festa di luce Le torture in Cecenia e la Storia che si ripete Un mondo sotto scacco La corrida: tradizioni secolari e fanatismi Divenire consapevoli tutto l’anno Lavoro, follie e calcetto Trasmissioni inopportune e messaggi fuori luogo Una ricorrenza per fare il punto della situazione La vergogna dei silenzi mancati Alla disperata ricerca di un eroe Le inutili catene di Sanremo Salvini: “Prima gli italiani” … ma quali? Music box – La canzone del bambino nel vento (Auschwitz) Le verità relative di Beppe Aforismi – Oroscopo e segni sbagliati L’anno nuovo e i vecchi propositi Aforismi – Buon Natale Lavoro, giovani in fuga e frasi fuori luogo Aforismi – I sogni di Walter Curiosità sulla Netiquette Anche il Vaticano dice basta Music box – Una città per cantare Aforismi – Generosità disinteressata Il Paese delle bufale e del cattivo gusto La terra trema di nuovo Music box – Notturno Quando i fan diventano fanatici Aforismi – L’allegria è una cosa seria Il panino della discordia Ordinarie disavventure ferroviarie Un autunno senza castagne? Music box – Il concerto dei Coldplay Aforismi – L’invasione dei social media Le abitudini che ci portano all’infelicità La triste parabola dell’eroe decaduto Music box – Sospesa Profezie millenarie di sventura Aforismi – Cuore di cane Referendum, che passione! Music box – Qualcosa che non c’è Aforismi – Vivere in eterno In “ricordo” del Presidente Ciampi Music box- Il pescatore di asterischi Vita di metropolitana La vergogna di chi dice “se l’è cercata” Aforismi – Ricchezza e salute Il discorso del Re Music box – Il negozio di antiquariato Il diritto a riappropriarsi della propria vita I dolori della giovane Virginia La vignetta di Charlie Hebdo: è giusto indignarsi? Introduzione

Quando è troppo è troppo

Quando è troppo è troppo. Mi illudevo di essere immune da polemiche e calunnie, considerato che sono entrato qui dentro semplicemente per stringere qualche amicizia e non per prendere in giro nessuno come fanno tanti. Poi ho pensato che potesse essere un luogo ideale per mettere a frutto la mia passione per la scrittura. Altro non ho mai voluto e mai vorrò.

Qualcuno, invece, in queste ore si è messo in testa idee strane, una persona sconsiderata (magari in fondo un troll o un fake, non saprei e non mi interessa) che vorrebbe andarsene in giro a dire che io ho molti profili e diverse personalità. Evidentemente, ama diffondere calunnie inventate al momento per il semplice gusto di far male alle persone.

Cosa dire? Posso solo confermare che mi chiamo Lorenzo, che vivo a Roma, che nel mio unico profilo ci sono le foto di come sono realmente (visibili ai soli amici) e che alcune persone del mio spazio amici di libero che mi conoscono nella realtà non virtuale sanno che non ho mai mentito su nessun aspetto della mia vita. Forse chi dice questo è il primo a mentire per sé e per gli altri.

Detto questo, non nascondo di essere abbastanza offeso, anche se dovrei averci fatto l’abitudine ad imbattermi in persone cattive. Ovviamente non sparirò, anzi, non voglio certo dare soddisfazione alla persona di cui sopra, anche se è possibile che la mia presenza continui a essere meno assidua. Ovviamente, siete liberi, qualora crediate a queste calunnie, di cancellarmi dal vostro Spazio Amici.

Un saluto a tutti

 

1

Quando è troppo è troppoultima modifica: 2017-06-13T16:13:53+00:00da LorenzAdd1979

28 comments:

  1. Caro Lorenzo, sono spiaciuta per quanto ti sta accadendo. Ci conosciamo virtualmente e sei sempre stato una persona delicata e gentile. Se pure tu avessi altri blog, sono cos tue…ci sono tante pesone che ne hanno più d’uno, è previsto e concesso dallo stesso Libero. Io ti direi di non prendertela, di continuare come nulla fosse successo. Buona serata, carissimo, hai tutta la mia stima. Un abbraccio, un sorriso…licia

    1. Cara Licia, più che altro mi si accusa di avere un profilo falso, roba incredibile, affermazioni buttate lì per cattiveria. Hai perfettamente ragione, si continua come se nulla fosse successo. Ti abbraccio

  2. Anche io vorrei confermare che Lorenzo esiste, c’è come scrittore attento e appassionato e soprattutto come PERSONA, e lo scrivo maiuscolo per sottolinearlo forte e chiaro a chi ancora avesse qualche dubbio.. di gente che approfitta di libero e dei blog per nascondersi e calunniare chi come noi usa questo mezzo per intenti pacifici purtroppo ce ne sono.. io dico solo che ognuno di noi è libero di scegliere chi leggere e con chi stringere amicizie..se qualcuno non ci convince basta passare oltre senza polemice e senza cattiverie!! Grazie!!!

  3. Ciao Lorenzo, non te la prendere lascia che ti dicono., io per quel poco che conosco. so
    che Persona e che Amico sei. Posso soltanto confermare cosa dice la Nostra Carissima Amica Debora , sei una Persona Speciale e Stupenda. Sei un ottimo e attento scrittore.
    Purtroppo qui su Libero ci sono persone, che offendono, purtroppo ci sono persone che si nascondono per calunniare , le OTTIME , SPECIALI E STUPENDE PERSONE come te, carissimo Lorenzo. Un abbraccio dal più profondo del mio cuore. Ti chiedo scusa se entro raramente nel tuo Stupendo Blog.

  4. Anche me hanno scambiata per un’altra persona solo perchè mi chiamo Diana.
    Hanno cercato anche di bannarmi ma alla faccia dei maldicenti,sono ancora qui.
    Non diradare i tuoi interventi caro Lorenzo….non gliela dare vinta!!!
    L’invidia qua dentro dilaga e anche io ne vengo colpita ma alzo la testa e vado avanti perchè per me Libero è una delle ragioni di vita.
    Un abbraccio da Dana.

  5. io non avrei neanche scritto questo post. Passa e vai avanti: se dovessimo dare luce a tutti i calunniatori faremmo solo il loro gioco. Se ti piace come dici la scrittura, continua a farlo scrivendo degli argomenti che credi e che ti interessano. Le persone che ti seguono veramente continueranno a leggerti

    1. L’ho scritto di impulso, forse perché volevo comunicare a questo personaggio che non era proprio aria o sentire gli altri vicini. Ovviamente sì amo scrivere e continuerò a farlo. Per il resto non darò più retta ai calunniatori. Un abbraccio

  6. Uhsignur e che è successo? Lorè dai, fregatene, purtroppo qui è pieno di gente che dice qualunque cosa.. io ne so qualcosa. Caspita non entro da un pò e poi trovo sto post. Dai su non sparire, che già qui è un deserto dei tartari 😀

    1. Non ti preoccupare Ale non sparisco 🙂 però con questo post mi sono tolto un paio di sassolini dalla scarpa nei confronti di una persona che qui dentro crede di essere chissà chi, la più grande blogger esistente e si permette anche di minacciare. Tranquilla Ale :-*

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.

2016 Name of Company