Il caldo, i buoni vicini e le ferie – cronaca semiseria Il multiforme silenzio Quando è troppo è troppo La spaventosa idea dell’orrore L’addio in lacrime del capitano e un po’ di retorica Per rabbia e per amor di polemica La lotta contro l’omofobia tra pregiudizi e leggi dimenticate Se la diffamazione corre sul web Finalmente giustizia per Sara Ospitalità e intolleranze quotidiane Presunti flop e numeri a caso per le unioni civili Dio salvi la democrazia Freddure post pasquali Aforismi – Pasqua, festa di luce Le torture in Cecenia e la Storia che si ripete Un mondo sotto scacco La corrida: tradizioni secolari e fanatismi Divenire consapevoli tutto l’anno Lavoro, follie e calcetto Trasmissioni inopportune e messaggi fuori luogo Una ricorrenza per fare il punto della situazione La vergogna dei silenzi mancati Alla disperata ricerca di un eroe Le inutili catene di Sanremo Salvini: “Prima gli italiani” … ma quali? Music box – La canzone del bambino nel vento (Auschwitz) Le verità relative di Beppe Aforismi – Oroscopo e segni sbagliati L’anno nuovo e i vecchi propositi Aforismi – Buon Natale Lavoro, giovani in fuga e frasi fuori luogo Aforismi – I sogni di Walter Curiosità sulla Netiquette Anche il Vaticano dice basta Music box – Una città per cantare Aforismi – Generosità disinteressata Il Paese delle bufale e del cattivo gusto La terra trema di nuovo Music box – Notturno Quando i fan diventano fanatici Aforismi – L’allegria è una cosa seria Il panino della discordia Ordinarie disavventure ferroviarie Un autunno senza castagne? Music box – Il concerto dei Coldplay Aforismi – L’invasione dei social media Le abitudini che ci portano all’infelicità La triste parabola dell’eroe decaduto Music box – Sospesa Profezie millenarie di sventura Aforismi – Cuore di cane Referendum, che passione! Music box – Qualcosa che non c’è Aforismi – Vivere in eterno In “ricordo” del Presidente Ciampi Music box- Il pescatore di asterischi Vita di metropolitana La vergogna di chi dice “se l’è cercata” Aforismi – Ricchezza e salute Il discorso del Re Music box – Il negozio di antiquariato Il diritto a riappropriarsi della propria vita I dolori della giovane Virginia La vignetta di Charlie Hebdo: è giusto indignarsi? Introduzione

Il caldo, i buoni vicini e le ferie – cronaca semiseria

Caldo eccessivo, quasi violento e invasivo. Qualcuno potrà anche dire “è pur sempre estate, non vuoi che faccia caldo?“, sarà anche così, ma io non ricordo di aver mai sclerato così tanto gli anni passati. C’erano giorni in cui il termometro saliva sopra i 35 gradi, c’era un’afa pazzesca, ma poi arrivava la pioggia a rinfrescare tutto. Magari, poi, ricominciava il ciclo, ma sembrava tutto più sopportabile. E, invece, a Roma non piove da mesi quest’anno. È il famoso cambiamento climatico di cui stiamo, via via, assaggiando gli effetti nefasti?

Vicini, cari vicini. Beati loro che se ne sono andati già in ferie. Il palazzo sembra una landa desolata. Non c’è la buona vicina di casa che ti accoglie con un sorriso o con il profumo della sua cucina. Sebbene di questi tempi di fame e voglia di cucinare ce ne sia poca.

Snoopy

Tuttavia qualcuno al piano di sopra c’è. I bravi abitanti dell’attico, quelli che amano tanto le piante, le curano con amore. E tu vicino come fai a non amare le loro piante? Devi avere anche tu tanta pazienza, un’infinita dedizione.

Bisogna ricordarsi che amare le piante vuol dire potarle. E vuoi che le foglie non cadano un po’ sul tuo terrazzino? In fondo non costa nulla raccoglierle, suvvia quante storie!

E amare le piante vuol dire anche innaffiarle. Ma cosa dico? Non “innaffiare”, ma “affogare”, ecco il termine appropriato. D’altronde, le povere creature hanno sete, con questo caldo ancor di più. E se poi, puntuale a una certa ora, arriva uno scroscio di acqua sul tuo balcone che somiglia piuttosto alla Cascata delle Marmore? Pazienza ci vuole … settembre arriverà.

Nel frattempo pure io vado in ferie. Approfitterò di alcuni giorni per rilassarmi, leggere e scrivere sul mio taccuino di appunti ciò che mi passa per la testa (e magari completare quei racconti che ho in mente da tempo). Ci si vede a fine agosto, buone vacanze!

buone_vacanze_5

Il caldo, i buoni vicini e le ferie – cronaca semiseriaultima modifica: 2017-08-10T08:25:16+00:00da LorenzAdd1979

6 comments:

  1. Finalmente ti si legge, caro Lorenzo! Il caldo..un qualcosa che tutti siamo stanchi di sopportare…troppo prepotente, troppo bestiale. A nulla servono il mare, le docce, sempre desolatamente sudati siamo. Fin adesso, qui da me, ha tuonato lasciandoci nella grande speranza…pioggia!! Bisogna che ci mettiamo a fare la danza propiziatoria? Già sta uscendo il sole. Trieste è una po’ matta per i cambiamenti improvvisi del tempo, ma illuderci così vergognosamente, proprio non va. Speriamo…fino a sera, ci passano un bel po’ d’ore. Buona continuazione, carissimo e buone ferie…in qualche luogo dall’aria fresca e sana, che illumini il tuo pensiero alla conclusione dei tuoi racconti. Un abbraccio, un grande saluto…licia

  2. Ciao caro Lorenzo.
    Anche da me la vicina di casa è andata in ferie(con 6 figli!!)e mi trovo spersa.
    Ma stasera dovrebbe rientrare il mio uomo e non mi sentirò più sola
    Domani chiudo anche io il blog…ho bisogno di stoppare per un pò di giorni.
    Intanto buon ferragosto e con te ci si risente a settembre.
    Buon relax.
    Un caro abbraccio da Diana.

  3. Ciao Lorenzo. Qui’ da me il caldo intenso s’e’ ne’ andato da qualche giorno, adesso si sta bene. Buone vacanze anche a te. Arrivederci, un abbraccio.

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.

2016 Name of Company