Non sono tutti tuoi i problemi del mondo …pillole di riflessione

Memento audere semper

Non sono tutti tuoi i problemi del mondo, mi dice mia madre con grande naturalezza e so che ha ragione. Ma io sono fatta così da sempre. Prendo a cuore fin troppe cose e difficilmente faccio finta di non vedere qualcosa che non va. Raramente mi tiro indietro ove c’è, o può esserci, bisogno di aiuto. Quasi mai sorvolo sull’inciviltà di certe persone e sulle ingiustizie…

Certo, faccio quello che posso, a volte con tutte le limitazioni del caso, ma mettendoci sempre il massimo impegno ed il mio cuore.

Forse la dice lunga il fatto che già da piccola mi appassionavo alle serie televisive del tipo “Un giustiziere a New York” o che non avevo paura “a fare a botte” con i maschietti prepotenti…

Le paure vengono man mano che si cresce e che si prende coscienza dei pericoli della vita; ma, come ha detto Seneca, «non è perché le cose sono difficili che non osiamo, è perché non osiamo che sono difficili». L’indifferenza, invece, si coltiva nel tempo. A me piace osare e non mi sono mai piaciute «l’anime triste di coloro che visser sanza infamia e sanza lodo»

Non sono tutti tuoi i problemi del mondo …pillole di riflessioneultima modifica: 2017-08-02T17:24:27+00:00da VittoriaChiaravalle

3 pensieri riguardo “Non sono tutti tuoi i problemi del mondo …pillole di riflessione”

  1. Bello, tutto molto bello, però se si fosse in un mondo , per questo non dico di osare,guai a non farlo, a volte è solo quello che ci dà l’adrenalina, a volte la meta è meno entusiasmante del viaggio che ti ha condotto lì. Ma ricordati di osare sempre e comunque anche oltre quel monte ove molti, ma non tutti, hanno fallito, perché se c’è solo una probabilità allora vuol dire che è probabile è allora vai e affronti la salita

  2. Ciao! …e grazie per aver aver “osato” lasciare un commento al mio post 🙂
    Come ha detto Charlie Chaplin: “La Vita è troppo bella per essere insignificante!”.
    E’ arduo, se non impossibile, trovare la ricetta per stare bene in questo mondo reale. Certo non bisogna pretendere di uniformare gli altri al nostro modo di vivere; in fondo ciascuno ha il suo carattere e le sue convinzioni e meritano rispetto. Si dice, infatti, che il mondo è bello perché è vario. Mi piace, però, chi vive con un mix di leggerezza (per apprezzare le cose più semplici di questa esistenza) e di grinta (per non lasciarsela semplicemente scivolare addosso). Poi siamo tutti dei grandi equilibristi…

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.