GL’ISTRICI COMPIONO 30 ANNI

istrici1big

Da bambina ho cominciato ad avvicinarmi alla lettura, e ai libri, proprio grazie a queste collane fantastiche. Leggendo e ammirando le loro copertine ho iniziato ad amare questo strepitoso mondo: quello della lettura. Per questo ho deciso di condividere con voi questo bellissimo articolo preso da www.ilpost.it 🙂

Alla fine del 1987, quasi trent’anni fa, la casa editrice Salani cominciò a pubblicare Gl’Istrici, una collana di romanzi per ragazzi con le copertine gialline ben nota a moltissimi che siano stati bambini dalla fine degli anni Ottanta in poi. Gl’Istrici ebbero subito un grande successo commerciale e di critica, non solo per i singoli libri ma come collana. Si distinguevano dalle altre collane per ragazzi italiane dell’epoca per varie ragioni: proponevano libri di autori stranieri, non davano un’indicazione sulla fascia d’età a cui leggerli – al contrario, Salani diceva che andavano bene «dai tre agli ottant’anni» – e perché erano (e sono) fatti come dei libri per adulti, cioè in formato tascabile, con una grafica elegante e riconoscibile, una nota biografica sull’autore prima del frontespizio e una quarta di copertina molto chiara sul contenuto del libro. Oggi molte altre collane di libri per ragazzi sono così. I primi due libri pubblicati in Gl’Istrici furono due romanzi per ragazzi di Roald Dahl – Il GGG e Le streghe – e il successo di questo autore, che era già stato pubblicato in Italia ma senza essere particolarmente apprezzato, contribuì in gran parte a quello dell’intera collana.

Oltre a Dahl, tra i primi autori pubblicati in Gl’Istrici ci sono la svedese Astrid Lindgren (i suoi Pippi Calzelunghe e Rasmus e il vagabondo sono il terzo e il quarto libro della collana), le britanniche Penelope Lively e Mary Norton (autrice della saga degli Sgraffignoli, da cui Hayao Miyazaki ha tratto Arrietty), il tedesco Michael Ende, l’austriaca Christine Nöstlinger e la finlandese Tove Jansson, la creatrice dei Mumin. Peraltro nel 1987 nacque anche la casa editrice Iperborea, specializzata in romanzi – questi per adulti – scritti da autori scandinavi, tra cui la stessa Jansson, di cui sta per riuscire L’onesta bugiarda ed è da poco stato pubblicato Fair play. Con l’inizio degli anni Novanta cominciarono a essere pubblicati anche libri di autori italiani, come Silvana Gandolfi, e classici come Peter Pan di James Matthew Barrie, Winnie Puh di A.A. Milne e Pinocchio di Collodi.

La scelta dei libri di Gl’Istrici era legata a un’idea precisa, cioè dare ai bambini cose che si avvicinassero il più possibile ai loro gusti e che come prima cosa non cercassero di educarli ma di divertirli. Donatella Ziliotto, ideatrice e prima direttrice della collana, oltre che traduttrice di molti libri di Dahl, lo spiegò così: «Con Gl’Istrici ho pensato di dare ai bambini ciò che essi chiedevano, cioè i generi come l’horror, il giallo, il sentimentale, la fantascienza, il fantasy che di solito erano rivolti solo ed esclusivamente agli adulti. (…) Si trattava di scegliere testi che fossero ‘dalla parte dei bambini’ anche sotto il profilo stilistico, cioè scorrevoli, veloci, dinamici, ricchi di una costante tensione, con poche descrizioni e molti dialoghi». Un’altra persona che sintetizzò benissimo che tipo di cambiamento portarono Gl’Istrici fu la scout letteraria Grazia Cherchi, che disse: «Ah, se penso alla mia infanzia di lettrice perennemente in lacrime tra Incompreso e Cuore, Senza famiglia e Il romanzo del giovane povero, come non provare invidia per i bambini che leggono Dahl?».

In occasione dei trent’anni della collana, sono e saranno realizzate delle nuove edizioni di alcuni dei più amati tra i libri di Gl’Istrici: la grafica delle copertine è nuova, anche se conserva le illustrazioni già presenti sulle vecchie edizioni. I primi volumi di questa nuova edizione sono in libreria da oggi. La nuova grafica è stata realizzata dal grafico specializzato in copertine di libri Nicholas Misani, che lavora a New York ma è nato a Milano e cresciuto a Crema.

Fu grazie a Gl’Istrici che Salani – che, fondata nel 1862, è una tra le più antiche case editrici italiane – si riprese dopo anni di scarse vendite e continui cambi di proprietà. Prima di Gl’Istrici il periodo di maggior successo per Salani era stato negli anni Venti, quando la sua collana di libri per ragazzi più importante era la Biblioteca dei miei ragazzi. Quando nel 1986 Mario Spagnol, direttore editoriale e socio di Longanesi, rilevò Salani, la casa editrice sembrava stare per chiudere. Grazie a Gl’Istrici prima e al successo dei romanzi di Harry Potter poi, oggi è una delle più importanti case editrici per ragazzi, anche se pubblica anche libri per adulti. Dal 2005 fa parte del Gruppo editoriale Mauri Spagnol (GeMS). Oggi Gl’Istrici sono 257 (anche se purtroppo sono finiti fuori catalogo) e dal 1987 a oggi hanno venduto otto milioni di copie. La loro presentazione però è sempre la stessa:

«Dice una leggenda che Gl’istrici scagliano i loro aculei, come frecce, su chi li stuzzica. Provate a stuzzicare i nostri Istrici ed essi vi pungeranno: colpiranno la vostra fantasia e il vostro cuore, divertendovi, affascinandovi e spaventandovi. Li abbiamo cercati in tutto il mondo e ora sono qui per pungervi, pungervi».

“CORRERE. AL FEMMINILE”

51beW9AWqnL._SX327_BO1,204,203,200_AUTORE: Alexandra Heminsley

EDITORE: Vallardi A.

GENERE: Sport

PAGINE: 235

PREZZO EBOOK: 4,99 euro

PREZZO CARTACEO: 14,90 euro

SINOSSI:

La curvy Alexandra aspirava ad avere un lato B da atleta, un punto vita da fotomodella, la flessibilità di una gazzella… La gym l’aveva delusa e lo yoga annoiata, così si è avvicinata alla corsa: all’inizio non riusciva a reggere nemmeno per 5 chilometri, ma dopo meno di un anno è riuscita a macinare di corsa i 42 chilometri della Maratona di Londra e, sei anni dopo, poteva vantare la partecipazione a sei maratone in due continenti! Leggendo il racconto delle sue avventure, scopriamo che non si corre solo con le gambe, ma anche con la testa. Le sue esperienze, le sue fatiche, così come le sue conquiste e i suoi traguardi, non la fanno crescere solo come sportiva, ma anche come persona. Oltre a regalarci molti spunti di riflessione (sull’autostima, la motivazione, le relazioni…), l’autrice ci svela anche tutti i segreti pratici che lei stessa avrebbe voluto conoscere agli inizi: allenamento, disturbi fisici, fisiologia femminile, tecnica, stile, abbigliamento, app e strumenti tecnologici. Un libro che farà venire voglia a tutte le donne di infilarsi in un paio di scarpette, perché “correre fa crescere il cuore”.

RECENSIONE:

Questo libro, di qualche anno fa, è stato davvero una scoperta: l’autrice ci racconta il suo percorso per arrivare a correre nelle più famose maratone del mondo; il racconto si sviluppa in una parte tecnica e sportiva ed una parte psicologica, dove ammette le sue fragilità e difficoltà. Tutto questo poi è condito dal grande senso dell’umorismo dell’autrice, che rende molto piacevole e scorrevole questa lettura. La sua grande caparbietà, forza e coraggio l’hanno portata a raggiungere importanti traguardi, a non mollare mai e a non lasciarsi abbattere dai commenti, a volte, inopportuni degli altri…e come dice lei stessa: ” TENETE LA TESTA ALTA E CORRETE, DONNE!”

Un saluto, Mary

“MALEDETTO BELLISSIMO AMORE”

516UIeYkMyLAUTORE: Kendall Ryan

EDITORE: Newton Compton

GENERE: Romanzo

PAGINE: 153

PREZZO EBOOK: 4,99 euro

 

SINOSSI:

Colton non si sarebbe mai aspettato di vedere andare via Sophie. Era sua. La possedeva. Solo che non lo sapeva ancora. Ora deve riconquistarla e sconvolgerla al punto che non vorrà mai più andarsene.

RECENSIONE:

Sicuramente da questo seguito mi sarei aspettata qualcosa di più. La questione riguardante l’ex moglie di Colton viene risolta troppo in fretta, avrei voluto più suspance; tutto il resto si concentra solo sui rapporti fisici tra i due. Alla fine, tutto sommato, è stato svelato l’epilogo di questa storia che tanto mi era piaciuta nel I volume.

Un saluto, Mary

“IL NOSTRO DOLCISSIMO SEGRETO”

51XDiuNrd6L._SY346_AUTORE: Nicole Williams

EDITORE: Newton Compton

GENERE: Romanzo

PAGINE: 317

PREZZP EBOOK: 4,99 euro

PREZZO CARTACEO: 8,42 euro

SINOSSI:

Clara Abbot e Boone Cavanaugh sono stati inseparabili. Hanno vissuto una storia fatta di baci appassionati e tante promesse, intensa come solo un amore adolescenziale sa essere. Pensavano che nulla avrebbe mai potuto mettersi fra loro. Poi sono cresciuti, e si sono dovuti confrontare con la realtà: non erano fatti per stare insieme. Troppo diversi i loro caratteri, troppo diverse le loro famiglie. Boone era un ribelle con una madre alcolizzata, Clara una ragazza tutta buone maniere, figlia maggiore del magnate del petrolio di Charleston. La loro favola era destinata a finire. Quando Boone ha lasciato Clara, lei si è imposta di dimenticarlo e di rifarsi una nuova vita in California. Entrambi sono andati avanti. Finché un giorno, dopo sette anni, Clara lo rivede in occasione del matrimonio di sua sorella. Che cosa prova per lui? Rabbia? Indifferenza? Pena? E cosa prova lui? Forse c’è un modo per scoprirlo, ma deve rimanere assolutamente un segreto…

RECENSIONE:

E’ una storia molto tenera e, a tratti, commuovente  quella che ha scritto Nicole Williams; con questa narrazione ha scavato in fondo all’anima, ha saputo emozionarmi come poche volte è successo leggendo libri. E’ riuscita a scrivere di come sia sempre sbagliato giudicare solo dalle apparenze o dal mondo in cui si proviene; tutti meritiamo una possibilità, abbiamo delle capacità anche se non siamo famosi, ricchi, perfetti o bellissimi. L’amore profondo tra questi due ragazzi è riuscito a sopravvivere a tutto e a tutti, sconfiggendo i pregiudizi più cattivi della gente. Clara e Boone, dopo aver vissuto in passato una storia, e un tragica perdita, si separano; dopo anni si rivedono e finalmente dopo molte peripezie scoprono che cosa e chi li ha voluti allontanare. Super consigliato!

Un saluto, Mary

LA MAPPA LETTERARIA DEL MONDO

Mappa-letteraria-1-2

Un’idea non certamente nuova ma bella quella di “Backforward24” (pseudonimo dell’autore), che ha realizzato una mappa della letteratura del mondo. Ogni stato, racconta Indy100, è ricoperto con la copertina del libro che secondo l’autore rappresenta meglio la cultura della nazione. Naturalmente le scelte dell’autore non sono condivise da tutti ma certamente hanno dato vita a una selezione che affascina e crea dibattito. L’opera ha spinto infatti a riflettere su quali siano oggi le opere più rappresentative di un popolo, di una nazione.

TRA CLASSICI E CONTEMPORANEI – I libri scelti vanno dai classici, come “Guerra e pace” di Tolstoj per la Russia, a romanzi di autori contemporanei come “L’ombra del vento” di Carlos Ruiz Zafón, che soffia il posto al “Don Chisciotte” di Cervantes. Anche per l’Italia Backforward24 non ha puntato su un classico ma su un autore contemporaneo: a Dante o gli altri immensi autori della nostra letteratura è stata preferita Elena Ferrante con “L’amica geniale“, che oggi è forse il libro italiano più letto all’estero.

DALL’AMERICA AL GIAPPONE – I libri scelti per gli altri paesi, per esempio, sono “Uomini che odiano le donne” di Stieg Larsson per la Svezia, “Il Dio delle piccole cose” di Arundhati Roy per l’India, “I miserabili” di Victor Hugo per la Francia, “Don Casmurro” di Joaquim Maria Machado de Assis per il Brasile, “Il tunnel” di Ernesto Sabato per l’Argentina, “Il mio nome è Rosso” di Orhan Pamuk in Turchia, “Orgoglio e pregiudizio” in Gran Bretagna e l’”Ulisse” di Joyce in Irlanda, “L’uccello che girava le viti del mondo” di Haruki Murakami in Giappone, “Il buio oltre la siepe” di Harper Lee. Cosa ne pensate? Siete d’accordo? Magari non amate la Ferrante ma siete follemente innamorati di Murakami? Vi sentite più giapponesi che italiani? Una mappa curiosa che offre diversi spunti di riflessione.

Fonte: www.libreriamo.it

“UN BACIO ALL’IMPROVVISO”

51pfhr2buYL._SX313_BO1,204,203,200_AUTORE: Lauren Rowe

EDITORE: Newton Compton

GENERE: Romanzo

PAGINE: 379

PREZZO EBOOK: 3,99 euro

PREZZO CARTACEO: 5,90 euro

SINOSSI:

La passione tra Josh Faraday e Kat Morgan si fa ancora più esplosiva e travolgente. Finalmente Kat ha ottenuto ciò che desiderava: condividere i più profondi e oscuri segreti di Josh. Ma la scoperta di quelle fantasie inconfessabili li avvicinerà o, al contrario, creerà un solco tra loro, riportando alla luce vecchi demoni? E la folle attrazione, l’impetuosa carica erotica del loro rapporto resisteranno alla prova della routine? Senza più inibizioni, Josh e Kat erano pronti a soddisfare ogni loro voglia e ogni capriccio, ma non si sarebbero mai…

RECENSIONE:

Purtroppo devo dire che la storia, stavolta, non mi è piaciuta; sono solita leggere questo genere di libri e spesso scrivo recensioni positive su di essi ma non è questo il caso. L’ho trovato un “pò troppo” per quel che riguarda il sesso e altro e mi sarebbe piaciuto leggere anche di molto altro della vita di questi personaggi.

Un saluto, Mary

NIA MYA, 8 ANNI, AUTRICE DEL BESTSELLER SUL SUO NOIOSO FRATELLINO

Nia-Mya-1

Quando la maestra ha chiesto a Nia e ai suoi compagni di scrivere di qualcosa di cui sono esperti, Nia ci ha pensato e ha deciso di parlare del rapporto con il suo fratellino e di quanto sia brava a prendersene cura. Ed è da questo compito che è nato “How to Deal with and Care for Your Annoying Little Brother“, ovvero come avere a che fare e prendersi cura del tuo noioso fratellino. Nel giro di breve tempo il libro è diventato un bestseller su Amazon, sbaragliando la concorrenza di competenti scrittori per bambini.

QUALCHE GIORNO – Come ha raccontato alla CBS, non è sempre facile giocare con Ronald, il suo fratellino di 5 anni. Quando gioca a calcio la palla finisce nei luoghi più disparati e a volte vuole pure fare la lotta. Ma Nia è paziente e ama essere una sorella maggiore, come fa notare Bustle, ed è orgogliosa di come le riesca bene prendersi cura del suo fratellino. Quando una giornalista della CBS è andata a intervistarla, la “scrittrice” di 8 anni ha rivelato quanto tempo ci ha impiegato a scrivere la sua opera: qualche giorno.

INSEGUIRE I PROPRI SOGNI – Dopo che Nia Mya ha scritto il testo per il compito, sua madre le ha consigliato di continuare a lavorare su quella storia, consiglio che Nia ha accettato ben volentieri. Così è nata questo libro che racconta l’importanza della pazienza, della gentilezza e dell’amore. Il libro ha dato da pensare a molti coetanei di Nia, facendoli riflettere su come si relazionano con i loro fratelli e sorelle minori. La morale della storia ha anche spinto i compagni di scuola della giovane scrittrice a pensare che possono dare il meglio di sé negli studi se vedono la scuola come una cosa divertente. Ma, cosa più importante di tutte, il libro ha insegnato una lezione importante all’autrice stessa: che è importantissimo tentare a ogni costo di inseguire i propri sogni.

Fonte: www.libreriamo.it

“DESIDERANDO TE”

41VGQ-MQynL._SX340_BO1,204,203,200_AUTORE: Jennifer Probst

EDITORE: Corbaccio

GENERE: Romanzo

PAGINE: 167

PREZZO EBOOK: 6,99 euro

PREZZO CARTACEO: 12,90 euro

SINOSSI:

Isabella MacKenzie aveva incontrato Liam al college: gentile, comprensivo, affascinante. Avevano trascorso una notte insieme. Una notte in cui era successo qualcosa di magico e indimenticabile. Una notte, tuttavia, in cui Isabella era entrata nel tunnel buio della droga e Liam si era volatilizzato. Sei anni dopo Isabella si è rifatta faticosamente una vita, è cresciuta ed è cambiata, adesso lavora come receptionist all’agenzia Kinnection e spera anche lei di trovare l’amore della sua vita, sa che se lo merita. Finché non le compare davanti l’ufficiale William Devine… Liam. Anche lui è diverso ed è alla ricerca di una donna con cui stabilire un rapporto più vero e profondo. Non può farsi sfuggire questa seconda occasione e sarà disposto a fare di tutto per dimostrare a Isabella di essere l’uomo giusto per lei.

RECENSIONE:

Devo dire che tra tutti i libri, che ho letto finora, di Jennifer Probst, questo è quello che mi è piaciuto meno; non che sia scritto male o che ci sia chissà cosa che non va, ma semplicemente la storia mi ha poco coinvolta. Izzy, dopo un passato di ex tossicodipendente, riprende in mano la sua vita e torna a lavorare e a frequentare gli amici di sempre. Dopo anni rivede anche Liam, ora poliziotto, con cui ha avuto un flirt in passato, da ragazzina. Tra i due la storia è tutt’altro che finita; lui è deciso a riprendersela, lei ha vergogna del suo passato e non vuole mettere in imbarazzo Liam. Chissà come finirà…

Un saluto, Mary

“TUTTO IL RESTO DI TE”

51a3BmxGWkLAUTORE: Federica Alessi

EDITORE: Self publishing

GENERE: Romanzo

PAGINE: 218

PREZZO EBOOK: 0,99 euro

PREZZO CARTACEO: 9,99 euro

SINOSSI:

Tutti la conoscono come Regan, ma il suo vero nome è un altro. Ha dovuto dimenticare se stessa e scappare lontano per proteggere le persone che ama. La fuga dalla realtà la porta a vivere momenti difficili e assurdi, ma anche molto romantici e passionali. Una fuga non voluta che le farà leggere la vita con occhi completamente diversi. L’amore si presenterà alla sua porta, ma saprà Regan coronare il suo sogno di felicità?

RECENSIONE:

Ho letto questo libro incuriosita dalla copertina e dal fatto che abbia vinto la sezione PubblicaMe! La storia mi è piaciuta, questo romanticismo mischiato al mistero non è stato affatto male. Fino all’ultimo l’autrice è stata capace di tenere il lettore all’oscuro del grande segreto di Regan non facendo trapelare nulla nei capitoli precedenti e poi c’è lui Heath…questo ragazzo è incredibile, prima si mostra indifferente e sospettoso mentre poi…si prende cura di lei, si fida, si innamora e dà tutto se stesso pur avendo una grande dolore dentro. Non meno importanti sono i fratelli di Heath, Ian ed Adam (insieme alla loro madre Beth)  e Jake il fratello di Regan, che aiuteranno i due ragazzi a sconfiggere il cattivo e a vivere le loro vite da ragazzi innamorati.

Un saluto, Mary

21 MARZO: GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA

20032014164152_sm_6878-796x400

Il 21 marzo segna l’arrivo, almeno nominale, della primavera e della bella stagione. Non tutti sanno, però, che in questa data dal 2000 si celebra anche la Giornata mondiale della poesia. Istituita dall’Unesco, vuole essere un modo per ”riconoscere all’espressione poetica un ruolo privilegiato nella promozione del dialogo e della comprensione interculturali, della diversità linguistica e culturale, della comunicazione e della pace”. Per celebrare al meglio la giornata, abbiamo pensato di proporvi le 10 poesie italiane più amate e lette di sempre. Da Dante a Leopardi, passando per Ungaretti, Pascoli e Carducci. Tanti modi di intendere il testo in versi, di trasmettere sentimenti, emozioni, problematiche.

L’INFINITO, GIACOMO LEOPARDI – Una delle poesie più conosciute di sempre, dove il poeta mette a confronto la condizione finita dell’uomo con l’universo infinito.

Sempre caro mi fu quest’ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell’ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e profondissima quiete
io nel pensier mi fingo, ove per poco
il cor non si spaura. E come il vento
odo stormir tra queste piante, io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l’eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s’annega il pensier mio:
e il naufragar m’è dolce in questo mare.

 

TANTO GENTILE E TANTO ONESTA PARE, DANTE ALIGHIERI – Una, se non la, lirica d’amore per eccellenza.

Tanto gentil e tanto onesta pare
la donna mia quand’ella altrui saluta,
ch’ogne lingua deven tremando muta,
e li occhi no l’ardiscon di guardare.

Ella si va, sentendosi laudare,
benignamente d’umilta’ vestuta;
e par che sia una cosa venuta
da cielo in terra a miracol mostrare.

Mostrasi si’ piacente a chi la mira,
che da’ per li occhi una dolcezza al core,
che ‘ntender non la puo’ chi no la prova;

e par che de la sua labbia si mova
uno spirito soave pien d’amore,
che va dicendo a l’anima: Sospira.

 

SOLDATI, GIUSEPPE UNGARETTI – Poche parole per esprimere la guerra: la condizione dei soldati, che attendono di sapere se il nuovo giorno porterà vita o morte.

 

Si sta come
d’autunno
sugli alberi
le foglie

 

HO SCESO, DANDOTI IL BRACCIO, EUGENIO MONTALE – L’amore davanti alla prova del tempo.

Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale
e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino.
Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio.
Il mio dura tuttora, né più mi occorrono
le coincidenze, le prenotazioni,
le trappole, gli scorni di chi crede
che la realtà sia quella che si vede.

Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio
non già perché con quattr’occhi forse si vede di più.
Con te le ho scese perché sapevo che di noi due
le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate,
erano le tue.

 

A ZACINTO, UGO FOSCOLO – Nostalgia per la patria perduta e parallelo tra il mondo contemporaneo e la classicità.

Né più mai toccherò le sacre sponde
ove il mio corpo fanciulletto giacque,
Zacinto mia, che te specchi nell’onde
del greco mar da cui vergine nacque

Venere, e fea quelle isole feconde
col suo primo sorriso, onde non tacque
le tue limpide nubi e le tue fronde
l’inclito verso di colui che l’acque

cantò fatali, ed il diverso esiglio
per cui bello di fama e di sventura
baciò la sua petrosa Itaca Ulisse.

Tu non altro che il canto avrai del figlio,
o materna mia terra; a noi prescrisse
il fato illacrimata sepoltura.

 

SE QUESTO E’ UN UOMO, PRIMO LEVI – La tragedia dell’olocausto messa in versi. Per non dimenticare mai.

Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case
Voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo,
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d’inverno.
Meditate che questo è stato:
Vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,
Coricandovi alzandovi:
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri nati torcano il viso da voi.

 

LA PIOGGIA NEL PINETO, GABRIELE D’ANNUNZIO – Un acquazzone offre al poeta lo spunto per rivolgersi alla sua musa, Ermione.
Taci. Su le soglie
del bosco non odo
parole che dici
umane; ma odo
parole più nuove
che parlano gocciole e foglie
lontane.
Ascolta. Piove
dalle nuvole sparse.
[…]

 

IL CINQUE MAGGIO, ALESSANDRO MANZONI – La poesia eroica e storica per eccellenza, incentrata sul personaggio eccezionale che è stato Napoleone Bonaparte.

Ei fu. Siccome immobile,
dato il mortal sospiro,
stette la spoglia immemore
orba di tanto spiro,
così percossa, attonita
la terra al nunzio sta,
muta pensando all’ultima
ora dell’uom fatale;
né sa quando una simile
orma di pie’ mortale
la sua cruenta polvere
a calpestar verrà.
[…]

 

SAN MARTINO, GIOSUE’ CARDUCCI – Una poesia che parla di cose quotidiane e conosciute, di odori e rumori familiari.

La nebbia agli irti colli
piovigginando sale,
e sotto il maestrale
urla e biancheggia il mar;

ma per le vie del borgo
dal ribollir de’ tini
va l’aspro odor dei vini
l’anime a rallegrar.

Gira su’ ceppi accesi
lo spiedo scoppiettando:
sta il cacciator fischiando
su l’uscio a rimirar

tra le rossastre nubi
stormi d’uccelli neri,
com’esuli pensieri,
nel vespero migrar.

 

X AGOSTO, GIOVANNI PASCOLI – La morte accomuna il destino di animali e uomini. E il cielo d’agosto piange con il poeta la morte del padre.

San Lorenzo , io lo so perché tanto
di stelle per l’aria tranquilla
arde e cade, perché si gran pianto
nel concavo cielo sfavilla.

Ritornava una rondine al tetto :
l’uccisero: cadde tra i spini;
ella aveva nel becco un insetto:
la cena dei suoi rondinini.

Ora è là, come in croce, che tende
quel verme a quel cielo lontano;
e il suo nido è nell’ombra, che attende,
che pigola sempre più piano.

Anche un uomo tornava al suo nido:
l’uccisero: disse: Perdono ;
e restò negli aperti occhi un grido:
portava due bambole in dono.

Ora là, nella casa romita,
lo aspettano, aspettano in vano:
egli immobile, attonito, addita
le bambole al cielo lontano.

E tu, Cielo, dall’alto dei mondi
sereni, infinito, immortale,
oh! d’un pianto di stelle lo inondi
quest’atomo opaco del Male!

Fonte: www.libreriamo.it