“PER SEMPRE MIA”

518FziM69kLAUTORE: Jennifer L. Armentrout

EDITORE: Casa Editrice Nord

GENERE: Romanzo

PAGINE: 294

PREZZO EBOOK: 6,99 euro

PREZZO CARTACEO: 18,00 euro

SINOSSI:

È bastato un battito di ciglia per mandare in frantumi il mondo di Sasha Keeton. Da studentessa come tante, in un attimo si è ritrovata prigioniera di un serial killer. Lo Sposo l’ha tormentata per giorni, e solo un miracolo le ha permesso di fuggire. E da allora non ha più smesso di fuggire. Nemmeno quando ha saputo che lo Sposo era morto, nemmeno per riabbracciare Cole, il ragazzo che stava imparando ad amare. Per dieci anni, Sasha è rimasta il più lontano possibile da casa. Adesso però è stanca: il suo sogno è sempre stato quello di gestire il bed & breakfast di famiglia, ed è arrivato il momento di realizzarlo. E, non appena rivede Cole, si rende conto che aveva anche un altro motivo per tornare…
Cole Landis non si è mai perdonato per quanto accaduto quella notte. Avrebbe dovuto accompagnare Sasha, invece di lasciarla tornare da sola. Per dieci anni ha cercato di rifarsi una vita, pur sapendo che esisteva solo una donna capace di renderlo felice. Ecco perché, ora che il destino gli sta dando una seconda occasione, Cole è determinato a coglierla. Ma è davvero possibile ricominciare tutto da capo, ignorando il passato? In città nessuno sembra aver dimenticato e Sasha ha sempre l’impressione di essere spiata. Poi lei e Cole trovano i finestrini della macchina sfondati e una macabra sorpresa sul sedile posteriore. Infine il cadavere di una donna viene rinvenuto proprio nel luogo dove lo Sposo abbandonava i resti delle sue vittime, e Cole capisce che Sasha è di nuovo in pericolo. Ma stavolta la proteggerà, anche a costo della vita…

RECENSIONE:

Storia molto interessante e appassionate: le vicende di Sasha e Cole catturano sin da subito il cuore del lettore. Ho letto questo libro in poco tempo grazie alla trama avvincente, al mistero che aleggia e alla scrittura scorrevole che agevola la lettura. Il male che ha subito la protagonista, la macabra vicenda di un serial killer, un amore che ritorna prepotentemente e la voglia di ricominciare a vivere…sono tutti ingredienti di questa graditissima storia.

Un saluto, Mary

PIZZA E LIBRI

A Gragnola, un bellissimo borgo della Toscana, Mattia 4 anni fa è diventato pizzaiolo per caso ed ha aperto la sua pizzeria chiamata “il Mulin”.

Pizza-Book-800x400-1

Egli non ha mai dimenticato il suo amore per la lettura e i libri e così ha deciso, per distogliere l’attenzione dei giovani dai cellulari, di mettere a disposizione nel suo locale una vera e propria biblioteca (ogni volume arriva dalla sua collezione personale).

il-mulin-da-mattia

I ragazzi sotto i 18 anni che prendono un libro e lo leggono e riconsegnano entro le due settimane avranno in omaggio una bibita e il coperto.

Ma non è tutto perché Mattia ha intenzione di aprire ancora di più la sua attività alla cultura, che siano monologhi teatrali, opere da mettere in esposizione o altro, le porte sono aperte, agli artisti, ai clienti e alle idee.

(fonte:  www.ecodellalunigiana.it)

Un saluto, Mary

AUDIOLIBRI IN METROPOLITANA

Su due linee ferroviarie dI Pechino le carrozze della metropolitana sono diventate “biblioteche di audiolibri”. Ci sono molti link che permettono di scaricare, tramite un’apposita app, audiolibri di ogni genere.

https---blueprint-api-production.s3.amazonaws.com-uploads-card-image-636332-6df59925-d5a8-4b9f-ac0d-04ec702bbf9a

Le pareti, le porte e le vetrate sono dipinte con le copertine dei libri disponibili; basta scansionare il codice QR presente sulla “copertina” di ogni ‘libro’ con il proprio smartphone, e il lettore verrà automaticamente reindirizzato all’app.

https---blueprint-api-production.s3.amazonaws.com-uploads-card-image-636347-f4b7aafe-5bf0-409a-ac0a-f1fa2e60f1b3

(fonte: www.illibraio.it)

Un saluto, Mary

GIORNATA DELLA MEMORIA

giorno-della-memoria_gen

Il Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata per commemorare le vittime dell’Olocausto.

Si è stabilito di celebrare il Giorno della Memoria ogni 27 gennaio perché in quel giorno del 1945 le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.

In Italia gli articoli 1 e 2 della legge n. 211 del 20 luglio 2000 definiscono così le finalità e le celebrazioni del Giorno della Memoria:

“La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.
In occasione del “Giorno della Memoria” di cui all’articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere”.

14-400x335

ausch

Un saluto, Mary

“LA FELICITA’ ARRIVA QUANDO SCEGLI DI CAMBIARE VITA”

51oZ8g+XsUL._SX330_BO1,204,203,200_AUTORE: Raphaelle Giordano

EDITORE: Garzanti

GENERE: Romanzo

PAGINE: 303

PREZZO EBOOK: 9,99 euro

PREZZO CARTACEO: 17,90 euro

SINOSSI:

Per il manager Maximilien Vogue la giornata è iniziata con il piede sbagliato. Sta di nuovo litigando con la bella Julie che ora, stanca delle continue discussioni, gli porge un volantino con la presentazione di un corso quanto mai insolito. Un corso tenuto da una donna altrettanto stravagante. Si chiama Romane e di professione combatte l’arroganza sempre più diffusa. È convinta che il mondo sarebbe un posto migliore se tutti praticassimo la gentilezza. Lei sa come insegnarla e offre un biglietto di sola andata per la felicità a chi sceglie di mettersi in gioco. Da buono scettico, Maximilien non crede a una sola parola. Ma poi, un po’ per gioco un po’ per curiosità, decide di iscriversi al corso. Dapprima i consigli di Romane gli sembrano semplici e banali. Eppure, a poco a poco, si accorge che dentro di lui qualcosa sta cambiando. Scopre che basta un piccolo gesto, ogni giorno, per ritrovare il piacere della condivisione e la bellezza della quotidianità: al mattino dedicare almeno un’ora a prendersi cura di un fiore o di un animale domestico; annotare quanti «grazie» riusciamo a dire prima di andare a letto; imparare a riconoscere e accettare gli errori commessi durante la giornata. E si rende conto che non c’è niente di meglio che trascorrere del tempo con gli amici e riprendere la buona vecchia abitudine di stringere la mano per ritrovare rapporti autentici e duraturi. Perché è solo mostrando il nostro lato più sensibile e attento alle esigenze degli altri che possiamo cambiare la nostra vita e raggiungere la felicità. Quella vera che, una volta trovata, non si può più smarrire.

RECENSIONE:

Questo è il secondo libro che leggo di questo fantastica autrice. I suoi libri sono capaci di comunicarmi sensazioni di pace. di gioia e a volte di farmi davvero riflettere, come nei protagonisti, sui vari aspetti della vita. Tutto ciò grazie anche al fatto che Raphaelle Giordano sia una coach di creatività: la sua scrittura è davvero piacevole, scorrevole che porta il lettore verso il suo obiettivo.

Un saluto, Mary

LA SHOAH SPIEGATA AI RAGAZZI TRAMITE LA LETTURA

int-memoria-1801

Libri, racconti, diari, lettere, testimonianze per non dimenticare:

_”All’ombra del lungo cammino”

ZOM-7

In un lager nazista uno zingaro e un ragazzo ebreo stringono amicizia e si confortano a vicenda, nonostante la fame e la crudeltà a cui i loro aguzzini li sottopongono. Ma quando ai prigionieri viene ordinato di costruire un forno dall’imponente camino, diventa chiaro che non c’è più speranza, e che l’eliminazione di massa è vicina. Ed ecco che lo zingaro e il ragazzo vengono soccorsi da alcuni singolari “aiutanti magici”: due fantasmi un po’ bisbetici e una puzzola parlante, apparizioni misteriose che forse sono soltanto l’ombra di un sogno, o forse no… Età di lettura: da 9 anni.

_”La guerra di Catherine”

ZOM-6

Rachel, giovane studentessa ebrea, frequenta una scuola speciale, la Maison di Sèvres, e ama guardare il mondo attraverso la sua Rolleiflex. Con lo scoppio della Seconda guerra mondiale è però costretta a fuggire e a cambiare identità. Aiutata da una rete di partigiani, Catherine – questo il suo nuovo nome – dovrà nascondersi in luoghi sempre diversi e imparare a fidarsi di persone nuove, senza mai separarsi dalla sua macchina fotografica. Da questo lungo viaggio prenderà vita la sua testimonianza per immagini che invita a non dimenticare la bellezza nascosta nel quotidiano e che celebra gli eroi anonimi, che mettono a rischio la propria vita per salvare quella degli altri. Un viaggio che l’aiuterà a crescere e che la trasformerà in una donna libera. Età di lettura: da 12 anni.

_”Ridere come gli uomini”

ZOM-5

Wolf è solo un cucciolo quando comincia l’addestramento: in poco tempo i padroni neri ne fanno un’arma infallibile, letale, che si alimenta della paura di chi gli sta accanto. Alla prima occasione Wolf decide di scappare dagli orrori della guerra e da ciò che le SS lo hanno fatto diventare. E per la prima volta incrocia uno sguardo diverso, quello di Donata, una ragazzina con la sindrome di Down che sembra non avere alcuna paura di lui. Anche Donata è in fuga, e insieme a lei c’è suo fratello Francesco. Un’ombra nera e silenziosa li sta inseguendo per i boschi della Toscana, qualcuno che sta cercando Donata. Età di lettura: da 11 anni.

_”L’albero delle albicocche”

ZOM-4

Quali sono i ricordi che fanno una vita? Un albero di albicocche in un cortile di Vienna. E uno dei primi ricordi, e forse il più struggente, di Elisabetta. A quei tempi, vivevano ancora tutti in quella grande casa: sua sorella, bellissima, che prendeva il sole in giardino, ammirata dai ragazzi del vicinato; la madre che cantava tutto il giorno; il papà che tornava sempre a casa con regali sorprendenti, come la piccola tartaruga Hitler. Fino al giorno in cui ogni cosa finì, quando arrivarono le SS, e presero tutti. Tutti tranne Elisabetta, che non era in casa in quel momento. E, unica in tutta la sua famiglia, riuscì a salvarsi. Dalle SS, dai campi, dalla guerra: restando prigioniera, però, di un vuoto che l’accompagnerà per sempre. Da allora, Elisabetta segna ogni anno che passa con una nuova marmellata fatta con i frutti del suo albero. Un modo per non dimenticare. Ma la sua vita tranquilla e isolata di donna ormai anziana, che si porta dietro il peso dei ricordi, viene improvvisamente rivoluzionata quando in casa sua viene ad abitare una giovane ballerina tedesca, con la quale pian piano nasce una bizzarra amicizia. Ma Pola, scoprirà Elisabetta, sa molte più cose del passato della sua famiglia di quante l’anziana donna possa immaginare. E forse, per lei, è arrivato il momento di conoscere la verità su ciò che è successo ai suoi genitori e sua sorella.

_”Quando Hitler rubò il coniglio rosa”

ZOM-3

Si può essere felici lontano da casa? Anna e la sua famiglia, braccate dai nazisti, hanno dovuto lasciare Berlino e cambiare città più volte. Adattarsi non è facile. Ma la cosa più importante è restare insieme. Età di lettura: da 10 anni.

_”Nebbia in Agosto”

ZOM-2

Nella Germania del Terzo Reich, mentre imperversa l’occupazione nazista e milioni di persone vengono perseguitate, Ernst Lossa si chiede: Perché io? Perché proprio io? Ernst ha solo quattro anni quando, nel 1933, viene separato dalla sua famiglia di nomadi e mandato in un orfanotrofio, e poi da lì trasferito in un riformatorio. Giudicato “irrecuperabile”, all’età di dodici anni viene trasferito ancora, questa volta in un manicomio. Ernst però non si arrende all’immagine di sé che vede riflessa negli sguardi degli altri. Non si sente né diverso, né sbagliato. Nonostante gli orrori nazisti non risparmino neanche i bambini, lui stringe amicizie e vede nascere il suo primo amore, lottando fino alla fine per la salvezza. Tra il 1939 e il 1945 oltre 200.000 persone furono vittime del programma di eutanasia nazista. Questa è una storia vera, per ricordare Ernst e tutti coloro che come lui hanno amato la libertà.

_”Fino a quando la mia stella brillerà”

ZOM

La sera in cui a Liliana viene detto che non potrà più andare a scuola, lei non sa nemmeno di essere ebrea. In poco tempo i giochi, le corse coi cavalli e i regali di suo papà diventano un ricordo e Liliana si ritrova prima emarginata, poi senza una casa, infine in fuga e arrestata. A tredici anni viene deportata ad Auschwitz. Parte il 30 gennaio 1944 dal binario 21 della stazione Centrale di Milano e sarà l’unica bambina di quel treno a tornare indietro. Ogni sera nel campo cercava in cielo la sua stella. Poi, ripeteva dentro di sé: finché io sarò viva, tu continuerai a brillare. Questa è la sua storia, per la prima volta raccontata in un libro dedicato ai ragazzi. Introduzione di Ferruccio de Bortoli. Età di lettura: da 11 anni.

Un saluto, Mary

“E’ COSI’ LIEVE IL TUO BACIO SULLA FRONTE”

51PH3QRtZDL._SX344_BO1,204,203,200_AUTORE: Caterina Chinnici

EDITORE: Mondadori

PAGINE: 129

GENERE: Società, politica e comunicazione

PREZZO EBOOK: 6,99 euro

PREZZO CARTACEO: 10,00 euro

SINOSSI:

Il 29 luglio 1983 la mafia fa esplodere un’autobomba in via Pipitone Federico a Palermo: muoiono il giudice Rocco Chinnici, gli uomini della sua scorta e il portiere dello stabile dove il magistrato viveva insieme alla moglie e ai figli. Rocco Chinnici era da tempo nel mirino. Innovatore e precursore dei tempi, aveva intuito che, per contrastare efficacemente il fenomeno mafioso, era necessario riunire differenti filoni di indagine, comporre tutte le informazioni e le conoscenze che ne derivavano. Per farlo, riunì sotto la sua guida un gruppo di giudici istruttori: Paolo Borsellino, Giovanni Falcone e Giuseppe Di Lello. L’anno dopo la sua morte, questo gruppo prenderà il nome di “pool antimafia”. La storia ci tramanda come e perché Rocco Chinnici sia stato ucciso. Ci tramanda un eroe. A lui però non sarebbe piaciuto essere chiamato così. Era prima di tutto un uomo, un padre, cui è toccata in sorte una vita straordinaria, o forse un destino, che lui ha scelto di assecondare fino alle estreme conseguenze. Dopo decenni di silenzio, Caterina Chinnici, la figlia primogenita – a sua volta giudice, a sua volta impegnata nella lotta alla mafia, a sua volta sotto scorta – sceglie di raccontare la loro vita “di prima”, serena nonostante le difficoltà, e la loro vita “dopo”. Sceglie di raccontare come lei, i suoi fratelli e la madre abbiano imparato nuovamente a vivere e siano riusciti a decidere di perdonare: l’unico modo per sentirsi degni del messaggio altissimo di un padre e un marito molto amato…

RECENSIONE:

Ieri sera, su Rai 1, è andato in onda il film su Rocco Chinnici interpretato da Sergio Castellitto. Il film si è basato su questo splendido  e tenero libro, scritto dalla figlia Caterina. Caterina Chinnici si è laureata a soli 21 anni in giurisprudenza e oggi è capo del Dipartimento per la giustizia minorile. Se volete conoscere meglio la storia di questa famiglia e soprattutto conoscere il lato privato di questo grande uomo di Stato consiglio vivamente di leggere questo libro.

Un saluto, Mary

“I’M YOURS”

51I+tci25PL

AUTORE: Katia Arduini

GENERE: Romanzo

PAGINE: 257

PREZZO EBOOK: 1,50 euro

 

 

SINOSSI:

Kenneth Brent ha ventisei anni e ha ottenuto tutto dalla vita: denaro, donne, bellezza, potere. Ha un lavoro di successo e conduce una bella vita a Los Angeles, ma è un uomo arrogante e cinico, che non si fida di nessuno, solo di sé stesso, anche a causa di un passato difficile.
Permette a poche persone di stargli vicino: uno è Braxton, suo personal trainer e unico amico, l’altro è Robert, l’anziano autista di suo padre che conosce da quando era piccolo e considera come uno zio.
Julia Torres ha la sua vita a Venice: un lavoro tranquillo che condivide con la sua amica Paula e un bambino di sei anni da crescere da sola. Fortunatamente, ha la sua famiglia che le sta accanto, aiutandola e supportandola. È una che non si arrende, un’eterna sognatrice che crede nell’amore.
Che cosa succede se, grazie a uno scontro sulla spiaggia di Venice Beach, le vite di due persone così diverse s’incrociano? La città degli Angeli farà nascere la passione tra loro, ma non sarà una storia facile. Mentre il passato di Julia tornerà a farsi presente, Kenneth dovrà combattere contro i suoi demoni.
Riuscirà Julia a trovare la chiave giusta per aprire il cuore di Kenneth? La loro storia sarà abbastanza forte da superare tutto?

RECENSIONE:

Storia semplice, lettura piacevole. Le vicende di Kenneth e Julia seguono una trama già letta in tanti libri; l’ho trovato noioso in alcuni momenti (come nel caso delle fughe di lui) ma per il resto non ho riscontrato altri punti negativo. La storia è romantica, avvincente come ogni romanzo di questo genere.

Un saluto, Mary

“IL TATUATORE DI AUSCHWITZ”

41yeGSosfuL._SX329_BO1,204,203,200_AUTORE: Heather Morris

EDITORE: Garzanti

GENERE: Romanzo

PAGINE: 223

PREZZO EBOOK: 9,99 euro

PREZZO CARTACEO: 17,90 euro

SINOSSI:

Il cielo di un grigio sconosciuto incombe sulla fila di donne. Da quel momento in poi sarà solo una sequenza inanimata di numeri tatuata sul braccio. Ad Auschwitz Lale, ebreo come loro, è l’artefice di quell’orrendo compito. Lavora a testa bassa per non vedere un dolore così simile al suo. Quel giorno però Lale alza lo sguardo un solo istante. Ed è allora che incrocia due occhi che in quel mondo senza colori nascondono un intero arcobaleno. Il suo nome è Gita. Un nome che Lale non può più dimenticare. Perché Gita diventa la sua luce in quel buio infinito. La ragazza racconta poco di sè, come se non essendoci un futuro non avesse senso nemmeno il passato. Eppure sono le emozioni a parlare per loro. Sono i piccoli momenti rubati a quella assurda quotidianità ad avvicinarli. Ma dove sono rinchiusi non c’è posto per l’amore. Dove si combatte per un pezzo di pane e per salvare la propria vita, l’amore è un sogno ormai dimenticato. Non per Lale e Gita che sono pronti a tutto per nascondere e proteggere quello che hanno. E quando il destino vuole separarli nella gola rimangono strozzate quelle parole che hanno solo potuto sussurrare. Parole di un domani insieme che a loro sembra precluso. Dovranno lottare per poterle dire di nuovo. Dovranno crederci davvero per urlarle finalmente in un abbraccio. Senza più morte e dolore intorno. Solo due giovani e la loro voglia di stare insieme. Solo due giovani più forti della malvagità del mondo.”

RECENSIONE:

ci sono libri come questi che non meritano commenti o recensioni perchè sono talmente toccanti, profondi e tremendamente veri che un ulteriore commento vanificherebbe il valore di quest’opera. Leggete questa storia e meditate: PER NON DIMENTICARE.

Un saluto, Mary

LA BIBLIOTECA CON I LIBRI RACCOLTI DAI NETTURBINI

180115201436-ankara-library---04-exlarge-169

Ad Ankara, in Turchia, i netturbini hanno creato una biblioteca pubblica costituita interamente da libri destinati alle discariche. Per mesi hanno raccolto libri abbandonati e mentre si diffondeva la notizia della raccolta, i residenti hanno iniziato anche a donare libri direttamente. Inizialmente i libri potevano essere presi in prestito solo dai dipendenti e dalle loro famiglie poi, nello scorso Settembre, la biblioteca è stata aperta anche al pubblico.

La biblioteca contiene oltre  6.000 libri che vanno dalla letteratura alla saggistica. C’è anche una popolare sezione per bambini con fumetti e un’intera sezione per la ricerca scientifica. Libri in inglese e francese sono disponibili anche per visitatori bilingue.

La biblioteca è ospitata in una fabbrica di mattoni precedentemente inutilizzata presso la sede del dipartimento di igiene. I libri vengono concessi in prestito per un massimo di due settimane, che può essere estesa se necessario, secondo i media statali.

Il governo della città si è visto “costretto”, visto il successo dell’iniziativa, ad assumere anche un impiegato a tempo pieno per gestire la biblioteca. C’è anche un’area lounge per i lettori e le scacchiere per i visitatori. La biblioteca, inoltre,è particolarmente apprezzata dai ciclisti che pedalano nella vicina valle e che giunti alla biblioteca si concedono una sosta per una lettura veloce e una tazza di tè.

Un saluto, Mary