TEMPO DI LIBRI. FIERA DELL’EDITORIA ITALIANA 19-23 APRILE 2017

17757102_1067668320043908_8259854062132540738_n

Tempo di Libri è una manifestazione organizzata da La Fabbrica del Libro, joint venture costituita da Fiera Milano e da Ediser, società di servizi dell’Associazione Italiana Editori. AIE, con i suoi 148 anni di storia e di esperienza, e Fiera Milano, terzo operatore al mondo nel settore fieristico, hanno messo insieme le loro energie e la loro esperienza per creare e mettere in rete in modo nuovo gli eventi di promozione del libro e della lettura.

www.tempodilibri.it

AIE – Associazione Italiana Editori

Nata nel 1869 con il nome di Associazione Libraria Italiana, l’AIE è la più antica associazione di categoria italiana: fondatrice e aderente a Confindustria, rappresenta gli editori italiani e quelli stranieri attivi nel nostro Paese, coprendo oltre il 90% del mercato librario italiano. Con i suoi 148 anni di esperienza, l’Associazione Italiana Editori si prefigge di tutelare gli editori e favorirne la crescita professionale, di promuovere lo sviluppo di un mercato editoriale dinamico e innovativo, e di contrastare i fenomeni d’illegalità e mancato rispetto del diritto d’autore. È inoltre impegnata nella promozione di iniziative per la diffusione della lettura e nel sostegno ai processi di internazionalizzazione delle imprese e della cultura italiana nel mondo.

www.aie.it

Fiera Milano

Fiera Milano è tra le maggiori società fieristiche al mondo e la prima in Europa per superfici nette realizzate da mostre internazionali, è anche operatore congressuale di primissimo piano. Fiera Milano ospita circa una sessantina di manifestazioni l’anno, una parte delle quali di proprietà e direttamente organizzate, presidiando numerosi comparti produttivi. Moda, editoria, arredamento, sistema casa, meccanica strumentale, turismo, ospitalità professionale, alimentare, impiantistica e energia, edilizia, arte e nautica sono solo alcuni dei settori rappresentati. Fiera Milano dispone a Rho di uno dei più vasti, moderni e funzionali quartieri espositivi esistenti. Il complesso, collegato alla città dalla metropolitana e dalla ferrovia, offre 345mila metri quadrati lordi coperti (più 60mila metri quadrati all’aperto), venti padiglioni, 74 sale riunione di cui 10 nel Centro convegni Stella Polare, 84 punti di ristorazione, 10mila parcheggi per i visitatori e 5mila per gli espositori, un moderno hotel con 400 stanze.

www.fieramilano.it

 

“TEACH ME”

517yVK7zeFL._SX364_BO1,204,203,200_AUTORE: Margherita Fray

EDITORE: Delrai Edizioni

GENERE: Romanzo

PAGINE: 300

PREZZO EBOOK: 2,99 euro

PREZZO CARTACEO: 12,00 euro

SINOSSI:

Morgan Williams non crede ai suoi occhi quando vede entrare in aula un nuovo professore di Letteratura Inglese al posto della sua adorata Mrs. Tutcher. Chi è? E perché ha osato sostituire la sua professoressa adorata? Non importa quanto lui sia sexy, bellissimo, assolutamente attraente e persino intelligente, lei non proverà mai simpatia per uno del genere, che potrebbe di certo fare il modello, ma non l’insegnante. Cameron Wilde ha gli occhi più azzurri che Morgan abbia mai visto, recita Shakespeare a memoria, lui sa scherzare con gli alunni, sa essere insolente con classe, e si rivela più capace di quanto lei si aspettasse, perché Cameron Wilde è speciale e si avvicina pericolosamente al suo uomo ideale, ma è un professore, il “suo” professore, e una ragazza all’ultimo anno di superiori non può innamorarsi di un docente. Questo non è possibile.

RECENSIONE:

Quando ho letto la sinossi di questo libro credevo che questa storia fosse una delle tante che raccontano l’infatuazione di un professore verso una sua alunna. Mi sbagliavo di grosso! Questo romanzo mi ha entusiasmata, mi ha emozionata, mi ha divertita…e poi insomma: mettete insieme un giovane professore di lettere, i versi di Shakespeare (e di tanti altri), una ragazza che sfida il suo professore, il teatro, un amore che sembra impossibile e una parentela che non ti aspetti…Davvero non so più cosa aggiungere per descrivervi questa fresca e frizzante storia dei giorni nostri, dovete leggerlo!

Un saluto, Mary

“UN PERFETTO AMORE SBAGLIATO (CATTIVE ABITUDINI SERIES VOL. 2)

514tqZVZ8vLAUTORE: Staci Hart

EDITORE: Newton Compton

GENERE: Romanzo

PAGINE: 480

PREZZO EBOOK: 5,99 euro

 

SINOSSI:

Cooper Moore non ha mai davvero considerato Maggie Williams. Per lui è sempre stata soltanto la sorella minore del suo migliore amico, una ragazzina lentigginosa con i capelli ricci e ribelli, più piccola di lui e comunque lontana mille miglia dai suoi gusti in fatto di donne. Non ha mai pensato a lei se non con quella tenerezza mista ad affetto che si riserva alle bambine. Almeno fino a quella notte, quando l’ha vista tutta scompigliata e selvaggia, con una luce particolare nello sguardo coraggioso. Da quel momento ha capito che avrebbe fatto qualsiasi cosa per proteggerla, anche starle lontano, se necessario.
Maggie non si sarebbe mai aspettata di trovare il suo promesso sposo avvinghiato alla damigella d’onore un’ora prima del fatidico sì, ma la vita, si sa, è imprevedibile. L’unica cosa da fare ora è allontanarsi dall’inferno il più velocemente possibile, e andare a New York, da suo fratello. Purtroppo lì vive anche Cooper e Maggie ha paura di ciò che potrà succedere al suo cuore, già così strapazzato. Ma forse, se riuscirà a tenere sotto controllo i sentimenti, l’amico playboy di suo fratello potrebbe rappresentare un rifugio ideale e senza implicazioni in un momento così doloroso. O almeno questo è ciò che pensa Maggie…

RECENSIONE:

Il filo conduttore di questa storia è l’amore; l’amore prima tradito e poi ritrovato. Maggie è stata capace, dopo la grande delusione, a fidarsi di nuovo di qualcun altro, a provare di nuovo questo grande ed intenso sentimento. Cooper all’inizio sembra sconvolto dal sentimento che prova per Maggie, l’ha sempre vista come la sorellina del suo migliore amico; inizia tutto così quasi per gioco, tra una risata e l’altra, questa storia prima solo fisica ed infine anche sentimentale. E’ stato piacevole leggere questa storia, si legge facilmente e la lettura è scorrevole.

Un saluto, Mary

I BAMBINI IMPARANO A LEGGERE PIU’ IN FRETTA SE DORMONO CON L’ORSETTO

16sab02f1sc-0014-kBaE-U432907351323881GB-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443

Ciao a tutti, vorrei condividere con voi questo interessante e curioso articolo di Emanuela Di Pasqua da www.ilcorriere.it.

Un saluto, Mary

La curiosità di imparare a leggere per raccontare storie e confondere immaginazione e realtà, come in un sogno e come solo i bambini sanno fare. Inizia così la lettura e il racconto, attraverso i quali i più piccini imparano, riflettono, crescono, fantasticano. E a questo proposito un team giapponese proveniente da vari atenei dimostra scientificamente l’importanza dell’animaletto di peluche che, nel sonno, esercita un effetto benefico profondo e a lungo termine e può essere utilizzato (con un po’ di fantasia) come stimolo all’apprendimento. Grazie a una sorta di messinscena onirica, gli studiosi hanno infatti convinto alcuni piccoli volontari a sperimentare la lettura e la motivazione non faceva una piega: raccontare le favole ai peluche dopo che essi stessi le avevano scelte.

uid_riza_574.650.340

Protagonisti e spettatori

Orsetti, cagnolini, scimmiette: i peluche vanno tutti bene, sia per confortare il sonno dei piccolini che per stimolare l’apprendimento. Lo sostiene la ricerca promossa da Okayama University, Kanazawa University, Osaka Institute of Technology e Kyushu University, in cui si afferma che la presenza di animaletti di peluche incentivi la lettura e i comportamenti sociali. Questi compagni di gioco, in un’età in cui la fantasia non ha ancora confini, diventano di volta in volta protagonisti dei racconti, proprio come alcuni personaggi delle favole, e interlocutori con i quali dialogare e ai quali raccontare le fiabe. I ricercatori giapponesi lo hanno dimostrato osservando un piccolo campione di 42 bambini di età prescolare, coinvolti in una sorta di pigiama party in biblioteca . Dal monitoraggio è risultato infatti che i piccoli mostravano maggior curiosità nella lettura se motivati proprio dal fatto di poter raccontare ai loro giocattoli le storie ritratte nei libri.

gettyimages-136072803

Le favole preferite

Non a caso esistono in tutto il mondo i cosiddetti stuffed animal sleepover programs, che dimostrano da sempre l’efficacia di questo concetto, allestendo dei riposini in biblioteca in compagnia di peluche. L’equipe giapponese è andata oltre e ha promosso una sorta di festicciola, durante la quale a un certo punto i bimbi sono stati addormentati mentre i giocattoli sono rimasti tra i libri. I ricercatori hanno poi fotografato i peluche intenti a leggere alcuni racconti “scelti da loro personalmente”. Mai escamotage fu più efficace e utile: i bimbi, vedendo le istantanee dei loro amichetti di peluche, hanno mostrato subito interesse verso le letture scelte dai loro giochi, rivelando un desiderio immediato di imparare a leggere per raccontare agli amici di peluche le favole preferite. L’esperimento è stato ripetuto e il comportamento dei bimbi è stato osservato dopo vari intervalli temporali, sottolineando che più era recente la scena della lettura dei peluche, più il bambino si dimostrava desideroso di libri. Ma al tempo stesso è stato rilevato che è sufficiente mostrare un’immagine del peluche-lettore per risvegliare il desiderio di lettura. L’importanza del peluche non si limita ai libri però: in un’età ancora tanto portata all’immaginazione l’orsacchiotto diventa un amico a tutti gli effetti che, soprattutto in assenza di fratelli, stimola la socializzazione e la creatività. Il peluche può diventare insomma amico, alleato, babysitter e persino bibliotecario. Basta saper cavalcare l’immaginazione infantile e, con un semplice orsacchiotto, si possono raggiungere molti obiettivi.

50 ANNI SENZA TOTO’

Il 15 aprile 1967 ci lasciava il principe della risata Totò

220px-AntonioDeCurtisFoto

« Al mio funerale sarà bello assai perché ci saranno parole, paroloni, elogi, mi scopriranno un grande attore: perché questo è un bellissimo Paese, in cui però per venire riconosciuti in qualcosa, bisogna morire. »

Attore simbolo dello spettacolo comico in Italia, soprannominato «il principe della risata», è considerato, anche in virtù di alcuni ruoli drammatici, uno dei maggiori interpreti nella storia del teatro e del cinema italiani. Si distinse anche al di fuori della recitazione, lasciando contributi come drammaturgo, poeta, paroliere e cantante.

Maschera nel solco della tradizione della commedia dell’arte, accostato a comici come Buster Keaton e Charlie Chaplin, ma anche ai fratelli Marx e a Ettore Petrolini. In quasi cinquant’anni di carriera spaziò dal teatro (con oltre 50 titoli) al cinema (con 97 pellicole) e alla televisione (con 9 telefilm e vari sketch pubblicitari), lavorando con molti tra i più noti protagonisti dello spettacolo italiano e arrivando a sovrastare con numerosi suoi film i record d’incassi. Adoperò una propria unicità interpretativa, che risaltava sia in copioni puramente brillanti sia in parti più impegnate, sulle quali si orientò soprattutto verso l’ultima fase della sua vita, che concluse in condizioni di quasi cecità a causa di una grave forma di corioretinite, probabilmente aggravata dalla lunga esposizione ai fari di scena. Spesso stroncato dalla maggior parte dei critici cinematografici fu ampiamente rivalutato dopo la morte, tanto da risultare ancor oggi il comico italiano più popolare di sempre (da wikipedia).

‘A LIVELLA. LA POESIA PIU’ FAMOSA DI TOTO’

Questa poesia fa parte del libro “‘A livella” pubblicato da Totò nel 1964 (Totò pubblicò anche un altro libro intitolato “Poesie d’amore”)

livella

Il tema fondamentale della poesia è la morte. La morte vista come una livella cioè come quello strumento che ci mette tutti sullo stesso piano. Non importa che vita abbiamo fatto, se da ricchi o da poveri, da privilegiati o no, la morte non fa sconti a nessuno e un giorno ci ritroveremo tutti nello stesso posto.

“Ogn’anno,il due novembre, c’é l’usanza
per i defunti andare al Cimitero.
Ognuno ll’adda fà chesta crianza;
ognuno adda tené chistu penziero.

Ogn’anno,puntualmente,in questo giorno,
di questa triste e mesta ricorrenza,
anch’io ci vado,e con dei fiori adorno
il loculo marmoreo ‘e zi’ Vicenza.

St’anno m’é capitato ‘navventura…
dopo di aver compiuto il triste omaggio.
Madonna! si ce penzo,e che paura!,
ma po’ facette un’anema e curaggio.

‘O fatto è chisto,statemi a sentire:
s’avvicinava ll’ora d’à chiusura:
io,tomo tomo,stavo per uscire
buttando un occhio a qualche sepoltura.

“Qui dorme in pace il nobile marchese
signore di Rovigo e di Belluno
ardimentoso eroe di mille imprese
morto l’11 maggio del’31”

‘O stemma cu ‘a curona ‘ncoppa a tutto…
…sotto ‘na croce fatta ‘e lampadine;
tre mazze ‘e rose cu ‘na lista ‘e lutto:
cannele,cannelotte e sei lumine.

Proprio azzeccata ‘a tomba ‘e stu signore
nce stava ‘n ‘ata tomba piccerella,
abbandunata,senza manco un fiore;
pe’ segno,sulamente ‘na crucella.

E ncoppa ‘a croce appena se liggeva:
“Esposito Gennaro – netturbino”:
guardannola,che ppena me faceva
stu muorto senza manco nu lumino!

Questa è la vita! ‘ncapo a me penzavo…
chi ha avuto tanto e chi nun ave niente!
Stu povero maronna s’aspettava
ca pur all’atu munno era pezzente?

Mentre fantasticavo stu penziero,
s’era ggià fatta quase mezanotte,
e i’rimanette ‘nchiuso priggiuniero,
muorto ‘e paura…nnanze ‘e cannelotte.

Tutto a ‘nu tratto,che veco ‘a luntano?
Ddoje ombre avvicenarse ‘a parte mia…
Penzaje:stu fatto a me mme pare strano…
Stongo scetato…dormo,o è fantasia?

Ate che fantasia;era ‘o Marchese:
c’o’ tubbo,’a caramella e c’o’ pastrano;
chill’ato apriesso a isso un brutto arnese;
tutto fetente e cu ‘nascopa mmano.

E chillo certamente è don Gennaro…
‘omuorto puveriello…’o scupatore.
‘Int ‘a stu fatto i’ nun ce veco chiaro:
so’ muorte e se ritirano a chest’ora?

Putevano sta’ ‘a me quase ‘nu palmo,
quanno ‘o Marchese se fermaje ‘e botto,
s’avota e tomo tomo..calmo calmo,
dicette a don Gennaro:”Giovanotto!

Da Voi vorrei saper,vile carogna,
con quale ardire e come avete osato
di farvi seppellir,per mia vergogna,
accanto a me che sono blasonato!

La casta è casta e va,si,rispettata,
ma Voi perdeste il senso e la misura;
la Vostra salma andava,si,inumata;
ma seppellita nella spazzatura!

Ancora oltre sopportar non posso
la Vostra vicinanza puzzolente,
fa d’uopo,quindi,che cerchiate un fosso
tra i vostri pari,tra la vostra gente”

“Signor Marchese,nun è colpa mia,
i’nun v’avesse fatto chistu tuorto;
mia moglie è stata a ffa’ sta fesseria,
i’ che putevo fa’ si ero muorto?

Si fosse vivo ve farrei cuntento,
pigliasse ‘a casciulella cu ‘e qquatt’osse
e proprio mo,obbj’…’nd’a stu mumento
mme ne trasesse dinto a n’ata fossa”.

“E cosa aspetti,oh turpe malcreato,
che l’ira mia raggiunga l’eccedenza?
Se io non fossi stato un titolato
avrei già dato piglio alla violenza!”

“Famme vedé..-piglia sta violenza…
‘A verità,Marché,mme so’ scucciato
‘e te senti;e si perdo ‘a pacienza,
mme scordo ca so’ muorto e so mazzate!…

Ma chi te cride d’essere…nu ddio?
Ccà dinto,’o vvuo capi,ca simmo eguale?…
…Muorto si’tu e muorto so’ pur’io;
ognuno comme a ‘na’ato é tale e quale”.

“Lurido porco!…Come ti permetti
paragonarti a me ch’ebbi natali
illustri,nobilissimi e perfetti,
da fare invidia a Principi Reali?”.

“Tu qua’ Natale…Pasca e Ppifania!!!
T”o vvuo’ mettere ‘ncapo…’int’a cervella
che staje malato ancora e’ fantasia?…
‘A morte ‘o ssaje ched”e?…è una livella.

‘Nu rre,’nu maggistrato,’nu grand’ommo,
trasenno stu canciello ha fatt’o punto
c’ha perzo tutto,’a vita e pure ‘o nomme:
tu nu t’hè fatto ancora chistu cunto?

Perciò,stamme a ssenti…nun fa”o restivo,
suppuorteme vicino-che te ‘mporta?

Sti ppagliacciate ‘e ffanno sulo ‘e vive:
nuje simmo serie…appartenimmo à morte!”

Se volete leggere qualcosa su Totò vi consiglio questo bellissimo libro che lessi anni fa:

_”TOTO’. L’UOMO E LA MASCHERA”

9788883250132_0_0_300_80

AUTORE: G. Fofi & F. Faldini

EDITORE: L’ancora del mediterraneo

GENERE: Biografia

PAGINE: 304

PREZZO CARTACEO: 16,00 euro

SINOSSI:

Il classico della “totologia” nazionale: da un lato, l’uomo e la vita privata al fianco di Franca Faldini e, dall’altro la maschera letta dal primo critico che lo ha rivalutato in “Totò e Pulcinella”. Tra il racconto in prima persona di Totò, in cui si rappresenta come un buffone serissimo, e l’autoritratto del perfetto conservatore, si rivive il fior fiore delle battute, il meglio del teatro, degli sketch e delle farse di Totò, che poi sono confluiti nel cinema; da “mica so’ Pasquale io!” al wagon-lit, nell’esilarante confronto con il famoso onorevole Cosimo Trombetta, esemplare saggio dell’enorme genio creativo di Totò. Chiude il volume un repertorio unico di testimonianze e ricordi: da Peppino a Eduardo De Filippo, a Fellini, da Dario Fo a Pier Paolo Pasolini.

Un saluto, Mary

COME PUBBLICARE, UN LIBRO, SU INTERNET

self-1

Il sito www.libreriamo.it spiega come pubblicare ,un libro, su internet e quali piattaforme usare. Spero vi sia utile.

Un saluto, Mary

Il web offre opportunità incredibili. Oltre a permettere a persone distanti migliaia di chilometri di comunicare istantaneamente, oltre a consentire libero accesso a una quantità sterminata di informazioni, permette anche a chi ha il sogno di far leggere il libro che ha nel cassetto di pubblicarlo da sé. Un’operazione che è possibile grazie alle diverse piattaforme di self publishing che offrono oggi questo servizio. Ve ne proponiamo cinque. Buona lettura aspiranti scrittori.

Lulu

Lulu è una delle piattaforme di self publishing più utilizzate. Permette la pubblicazione sia in cartaceo che in eBook. Fornisce gratis un codice ISBN, che permette al libro di essere distribuito e di girare in tutti i negozi online. Il problema di Lulu è l’alto costo delle copie cartacee, ma per pubblicare eBook è uno dei migliori. Sugli eBook venduti resta all’autore circa il 70%.

 

Createspace

Createspace è di proprietà Amazon, con tutti i vantaggi che questo può significare (compresa l’integrazione con Kindle Direct Publishing). Gli eBook creati possono essere distribuiti o soltanto sui portali Amazon o su tutti i negozi online. Uno dei problemi di questa piattaforma sono i costi – piuttosto alti – dei codici ISBN, che possono costare fino a 99 dollari. La percentuale che resta all’autore dipende dalla distribuzione e può andare dal 40% (se distribuisci ovunque) all’80% (se distribuisci solo su Createspace).

 

Ilmiolibro

Ilmiolibro.it offre un servizio di print on demand e pubblicazione eBook che fa capo al circuito Feltrinelli e al gruppo L’Espresso. Il fatto di essere inserito in questo circuito è il principale punto di forza di questa piattaforma. La distribuzione avviene su tutti i negozi online, mentre per copie cartacee del libro possono essere stampate su richiesta e venire vendute nelle Feltrinelli di tutta Italia. Anche in questo caso è un po’ alto il prezzo del codice ISBN, che è di 79 euro per il primo libro e 49 per i successivi. Il codice, per ilmilibro.it, resta valido un anno, poi deve essere rinnovato.

 

Frenico

Frenico permette la pubblicazione e distribuzione di eBook su tutti i più importanti negozi online. Fornisce gratuitamente il codice ISBN. Su ogni copia digitale venduta l’autore guadagna il 70% del prezzo di copertina. Oltre a questi servizi permette anche la creazione della copertina.

 

Bebookness

Bebookness è un self publishing nato in Spagna che fornisce un ISBN, pubblica in tutti i formati eBook e offre servizi extra, come la traduzione. Il costo per la pubblicazione è di 90 euro ma non si trattiene nessuna commissione: invia sul conto dell’autore tutto ciò che gli store online gli trasmettono. Pubblica l’eBook su iBookStore, Amazon.com, Kobo, Google Play, Barnes & Noble.

“RICOMINCIO DA TE”

51uPQdw1+3L._SY346_AUTORE: J.S. Cooper

EDITORE: Newton Compton

GENERE: Romanzo

PAGINE: 120

PREZZO EBOOK: 4,99 euro

 

SINOSSI:

Rhett Madison e Clementine O’Hara sono stati amici per anni prima di decidere di provare a stare insieme. Tutti intorno a loro li trovavano perfetti l’uno per l’altra, ma nessuno si immaginava quanto sarebbe cambiato il loro rapporto una volta insieme. Dopo alcuni mesi di frequentazione decidono di trasferirsi dall’altra parte del paese e di andare a vivere insieme. Nessuno dei due però è preparato a tutti problemi e i drammi che si troveranno ad affrontare come coppia che vive nel peccato, come dice la nonna di Clementine. Rhett si comporta ancora da scapolo e Clementine non è sicura che la transizione da amici ad amanti sia stata la decisione migliore. Decidono quindi di iscriversi a un corso sulle relazioni di coppia per scoprire se sono fatti per stare insieme. Sembra che Rhett sia più interessato al lato passionale della loro relazione, piuttosto che al lato emotivo più profondo. Quando Tomas e Jake andranno a trovarli porteranno divertimento e caos mentre Rhett e Clementine si trovano ad affrontare problemi che potrebbero di nuovo cambiare il loro rapporto. Nessuno dei due sa cosa sta per succedere, ma nessuno ha mai detto che la strada da amici ad amanti sarebbe stata facile.

RECENSIONE:

Libro breve nel quale l’autrice ha voluto “aggiornarci” sulla vita di Rhett e Clementine. Il vecchio capitolo si era concluso con il fatidico “vissero tutti felici e contenti”… ma sarà stato davvero così? Con questo breve nuovo capitolo abbiamo avuto la possibilità di sapere cosa è successo, nel frattempo, nelle vite dei protagonisti. Saranno sempre gli stessi o adesso che sono una coppia, qualcosa, nei loro atteggiamenti o nei modi di porsi all’altro, è cambiato? Ho apprezzato molto che l’autrice non si sia dilagata più di tanto ma abbia concentrato tutti gli avvenimenti in numero contenuto di pagine.

Un saluto, Mary

LETTURE SULLA PASQUA (PER BAMBINI)

_GESU’ E’ RISORTO! ALLA SCOPERTA DEL GIARDINO DI PASQUA (6,00 EURO)

NZO-2

SINOSSI:

Nonno Eliseo e la piccola Erika sono i protagonisti di un tenero racconto di Andrea Oldoni il cui obiettivo fondamentale è far scoprire e vivere, a piccoli e grandi, la Pasqua, centro della nostra fede. Il testo dall’agile narrazione e grazie alle illustrazioni di Fabrizio Zubani, accompagna i piccoli lettori e i loro genitori e catechisti a dare un volto ai personaggi della passione, morte e risurrezione di Gesù. Dall’ingresso a Gerusalemme fino al giardino della risurrezione, nonno Eliseo aiuta la piccola Erika, e con lei ogni bambino, a costruire in casa o in parrocchia (come già si fa a Natale con il presepe) il giardino di Pasqua, abitato da tanti personaggi e formato da tante scene. Il libro potrebbe essere semplicemente letto o, con un po’ di creatività degli adulti, catechisti e/o genitori e nonni, dar vita a un vero e proprio laboratorio, ritagliando e colorando le sagome dei personaggi e costruendo i diversi scenari. Età di lettura: da 6 anni.

_LA PASQUA. SCORRI E GIOCA (9,90 EURO)

NZO-3

SINOSSI:

Pensati per i più piccoli, i libri della serie Scorri e gioca sono interattivi e colorati; le pagine scorrevoli divertono e stupiscono costituendo un momento di scoperta e gioco. Età di lettura: da 1 anno.

_LE UOVA DI PASQUA (7,90 EURO)

NZO-4

 

 

 

 

 

SINOSSI:

Pronti per la caccia alle uova di Pasqua? Un libro per i piccini, con alette da sollevare per trovare – e contare – le uova nascoste dal coniglietto. Età di lettura: da 1 anno.

_IL LIBRO DELLE ATTIVITA’ DI PASQUA (8,90 EURO)

NZO-5

SINOSSI:

Un sussidio pratico e attivo con tante proposte di attività per preparare e vivere la Pasqua in famiglia, a scuola e a catechismo: decorazioni per la casa, per l’aula e i locali dell’oratorio, biglietti augurali realizzati con materiali e tecniche diverse, oggetti simbolici per piccoli doni. Insieme all’elenco del materiale necessario sono riportate le indicazioni per l’esecuzione dei lavori, corredate da fotografie, disegni e modelli fotocopiabili. Alcune note di carattere storico, antropologico, religioso, letterario e artistico stimolano i bambini a ricercare e a scoprire, attraverso l’attività manipolativa, le ragioni di gesti, simboli, consuetudini e tradizioni.

_LA PASQUA DI GESU’ RACCONTATA AI BAMBINI (12,90 EURO)

NZO-6

SINOSSI:

Un libro illustrato dedicato a tutti i bambini che vogliono conoscere meglio i giorni della passione di Gesù, fino alla sua risurrezione: una “riscrittura” fedele ai Vangeli e attenta alla sensibilità dei più piccoli. Lo stile è quello dell’adulto che racconta al bambino: semplice, colloquiale e che invita a “chiedere per saperne di più”. I disegni sono adatti ai gusti dei piccoli e ne attirano l’attenzione, rendendo più avvincente il racconto. Età di lettura: da 7 anni.

_LA STORIA DI PASQUA (7,00 EURO)

NZO-7

SINOSSI:

Attraverso immagini molto colorate e alcune brevi frasi sono narrati gli eventi principali della vita di Gesù, dalla nascita alla scelta degli apostoli, mettendo in risalto le caratteristiche essenziali di Dio, che Gesù stesso ci rivela: l’amore, la misericordia, il perdono, il prendersi cura di ogni creatura? Sono anche introdotti temi centrali per la fede cristiana, non sempre facili da spiegare ai più piccoli, come il regno di Dio e gli eventi della passione, morte e risurrezione di Gesù. In ognuno dei 12 brevi capitoli si propongono attività manuali semplici ed efficaci per trasmettere il messaggio del Vangelo. La pagina centrale del sussidio contiene alcuni adesivi che i bambini possono utilizzare a piacere, per completare le storie o per fare un piccolo dono, un augurio di Buona Pasqua. Età di lettura: da 4 anni.

Un saluto, Mary

IL CUORE IN LIBERTA’

imagesAUTORE: Emily Dickinson & Nicola Gardini

EDITORE: Salani

GENERE: Poesia

PAGINE: 128

PREZZO CARTACEO: 10,oo euro

PREZZO EBOOK: 6,99 euro

SINOSSI:

“Affrontò l’amore con la compostezza di un oracolo e l’incandescente irruenza di un vulcano”.

Dal giorno in cui i suoi versi furono scoperti, rilegati in piccoli fascicoli riposti in un cassetto, il genio poetico di Emily Dickinson risplende nella sua inclassificabile e sorprendente intensità. Nata ad Amherst nel 1830, nel cuore dell’America puritana, trascorse quasi tutta la sua vita nella casa dei genitori, scegliendo negli ultimi anni di confinarsi nella propria stanza, sottraendosi solo apparentemente al mondo, che invece amò, indagò ed esplorò da quel punto di osservazione privilegiato. Le sue parole sono distillati limpidi e potentissimi di ragioni e sentimenti, inquietudini e illuminazioni. Una poetessa che si definì ‘regina’, ‘zingara’, ‘strega’, ‘monaca ribelle’ e affrontò l’amore con la compostezza di un oracolo e l’incandescente irruenza di un vulcano: desiderio, strazio e furore non restarono mai lontani dalla sua ironia, fierezza e levità. Questo libro presenta una scelta operata con cura e passione da uno dei più stimati studiosi e traduttori di poesia, poeta egli stesso: Nicola Gardini.

RECENSIONE:

Il titolo dell’opera deriva da un verso della stessa Dickinson:

«Per me non c’è tortura
Ho il cuore in libertà
Dietro l’osso mortale
Ne cresce uno più duro
La sega non l’incide
Né scimitarra fora
Due corpi abbiamo allora
Lega uno – l’altro vola»

Bellissima l’introduzione di Nicola Gardini, che descrive perfettamente quella che è la poetica della grande scrittrice e ci dice come, traducendo, abbia tenuto fede a quello che era la melodia e il ritmo della scrittrice. Per me, che amo molto le poesie, Emily Dickinson rappresenta, da sempre, una delle più grandi componitrici di versi mai esistita.

Un saluto, Mary