IMG_20160920_102242

Non appartenenza alla massa

About

Un modo per non essere schiavi

Meraviglioso senso di non appartenere alla massa, a quella massa ormai senza più batterie intellettuali a cui hanno mangiato il cervello. Meravigliosa sensazione questa. Io parlo per me, perché so bene che se parlassi per voi mi mandereste a quel paese, tutti abituati a non pensare più, tutti affaccendati a non capire più, tutti in fila indiana per accedere al mondo virtuale, che pare essere l’unico rimasto. Io non vedo più niente intorno, non vedo più quelle spallate tra amici contenti di rivedersi, non vedo più la gente, vedo solo facce tutte uguali e tutte senza sorriso. E se ce l’hanno è falso. Ma io non mi sento tra questi individui. E perciò mi trovo un po’ in difficoltà quando solo m’immagino di essere tra loro. Io vedo solo un mondo di idiozie, di ricerche lunghe vite su vite verso la scoperta di un farmaco salvavita che mai troveranno perché esiste già. E vedo chiese più importanti di case che sono crollate e di persone che non hanno più nulla. Ma le chiese vanno rifatte subito. Le persone e le case aspetteranno. E vedo ipocrisie vendute a poco prezzo perché tento la gente ci crede, crede nella buona tavola o nella buonafede mentre di buono non esiste proprio più niente. E vedo chilometri di liste “vieni a fare la prevenzione” circoscritta; perché è così che te la fanno, circoscritta. Loro non vogliono che ti ammali al seno, se poi il male ti viene da un’altra parte non importa. Non distinguono più la differenza tra check-up e ketchup, è tutto un miscuglio di eresie vere e proprie, date a dosaggio come leggi divine e di vita. Vedo bambini educati ad essere forti con le mani e non più con l’animo. E vedo ragazzi malnutriti di coattaggine e di mancanza di rispetto. Meraviglioso senso di non appartenenza alla massa, a quella massa che svuota gli scaffali del cibo che costa poco e non che è più sano, vedo un governo incapace di capire cosa significhi davvero avere il potere! E vedo uomini macellai di donne che vogliono solo essere amate, vedo mostri che uccidono bambini e vedo anche la pubblicità del terrore di malattie che e uccidono, mentre noi l’abbiamo avute e non siamo morti. Io sto vedendo solo sulla superficie della vita, perché è li che si svolge tutto. Sotto non c’è più niente se non le radici di un mondo che ruba, ti ammazza, ti deride, ti violenta e poi fa le collette per i paesi poveri. La natura è la sola cosa rimasta bella. Ed io mi sto godendo questa sensazione fantastica di non appartenere alla massa che ipocritamente evolve verso l’inferno. Non manca molto.

La Libellula

Non appartenenza alla massaultima modifica: 2017-03-17T19:11:40+00:00da LaBrusLa
2016 Name of Company