Pensieri

E’ solitudine quando abbiamo bisogno degli altri,
ma gli altri non hanno bisogno di noi.

Oppure è solitudine quando sappiamo essere soli con noi stessi al punto tale che non riusciamo più a destabilizzare il nostro equilibrio interiore;
…è solitudine quando non vogliamo accettare che necessitiamo degli altri;

Lo è quando quella necessità, quel “bisogno desiderato” è sempre più singolare ed esclusivo…

così impossibile da trovare nell’ordinario vivere…
in quel tempo di tutti i giorni, nella gente qualunque.

lo straniero

Pensieriultima modifica: 2017-07-17T08:32:35+00:00da RiccardoPenna
Share on FacebookShare on Twitter+1

6 pensieri su “Pensieri

  1. Un giorno di tanti anni fa una persona conosciuta in questo mondo virtuale , leggendo il mio blog (di allora) mi scrisse : ” Hai una solitudine immensa ,oserei definirti un’asociale…” Io di rimando gli scrissi : Amo la Mia solitudine perche’ anche in mezzo ad una marea di persone so estraniarmi e stare bene con me stessa , e tu cosa credi di non essere solo? Non ebbi alcuna risposta se non un allontanamento …In fondo chi più’ chi meno siamo tutti “soli” alcuni come ne scrivi bene tu con un bisogno incredibile degli altri …
    Non mi ha mai fatto paura la solitudine , non cerco luoghi affollati , non cerco grandi compagnie , tanti amici , ho provato ad avere tutto questo ma alla fine mi rendevo conto che cio’ che il mio cuore aveva bisogno era stare “sola”con me stessa , ed appena potevo dopo il lavoro , dopo gli impegni familiari , figli e quant’altro , mi ritagliavo sempre un mio spazio di “solitudine”.Per fortuna non siamo tutti uguali ,e
    non dobbiamo seguire la massa , ognuno ha il suo mondo interiore da tirare fuori,
    sperando sempre nel migliore dei modi , soprattutto senza ledere la sensibilità altrui.

    Un saluto , molto bello il tuo blog.
    Rosy

  2. Ho inteso sofferenze che han lenito il mio dolore,
    ho sorriso a mia madre, con il buio dentro al cuore.
    Come sottile ragnatela ogni volta a ricostruire,
    come vestito vecchio e lacero, mi son messa a ricucire.
    Tutto inutile, menzogna, tutto falso e programmato.
    Anche i sogni vengono a noi, ed i miei mi han stancato.

  3. Definiamo solitudine come fosse una costrizione voluta, scomoda e involutiva.Mentre penso sia, a volte, un “luogo” intimo scelto tra le miriadi opportunita’ sociali che la Vita ci offre. Optione, quindi. Una riflessione personale.

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.