Fuoco…

 

bdfgdbzsg

Temo i tuoi baci fanciulla gentile, ma tu

 non hai motivo di temere i miei;

 troppo profondamente il mio spirito è oppresso

 perchè io possa opprimere anche il tuo.

 

Temo il tuo viso e la tua voce e i gesti, ma tu

 non hai motivo di temere i miei;

 la devozione del cuore con la quale adoro

 il tuo cuore, sii certa, è innocente.

 Percy Bysshe Shelley,

DS34523v

Mi hai tracciato col fuoco dell’Amore

                                                            *

Vorrei regalarti un luogo

Dove non esiste il tempo

Dove le emozioni vanno oltre

La pioggia

Il vento

Il cielo

Il mare

Dove sentire solo

il respiro

dei nostri cuori

*v*

 

 

Anime gemelle…

 

cccxxxx

Sono come uno spirito

che nell’intimo del suo cuore ha dimorato,

e le sue sensazioni ha percepito, e i suoi pensieri

ha avuto, e conosciuto il più profondo impulso

del suo animo: quel flusso silenzioso che al sangue solo

è noto, quando tutte le emozioni

in moltitudine descrivono la quiete di mari estivi.

Io ho liberato le melodie preziose

del suo profondo cuore: i battenti

ho spalancato, e in esse mi sono rimescolato.

Proprio come un’aquila nella pioggia del tuono,

quando veste di lampi le ali.

 

Percy Bysshe Shelley

 

voloxzsDS6I6817

 

 

 

Tu sei paradiso e inferno… sei il mio arcobaleno.

 

xvolo99999o999

 

 

xvolol2er2gd-(2)

Oh Mary, se tu fossi qui, cara

con i tuoi occhi castani, lucenti e chiari

e la tua dolce voce, che canta amore

al suo compagno sconsolato.

Il tuo piglio celeste più del cielo;

più di certi sogni acuminati!

Mary cara, vieni da me presto

io non sto bene se tu mi sei lontana;

come il tramonto per il sole dardeggiante,

come il crepuscolo per la stella d’occidente;

Così tu molto amata sei per me.

Oh Mary, se ci fossi tu, cara

l’eco del castello “qui” mormora.

 

Percy Bysshe Shelley

xvoloagSA3c0G-(2)

 

 

 

 

 

“La filosofia dell’amore”

xbd939aaazjpg

Le fonti si confondono col fiume

i fiumi con l’Oceano

i venti del Cielo sempre

in dolci moti si uniscono

niente al mondo è celibe

e tutto per divina

legge in una forza

si incontra e si confonde.

Perché non io con te?

Vedi che le montagne baciano l’alto

del Cielo, e che le onde una per una

si abbracciano. Nessun fiore-sorella

vivrebbe più ritroso

verso il fratello-fiore.

E il chiarore del sole abbraccia la terra

e i raggi della Luna baciano il mare.

Per che cosa tutto questo lavoro tenero

se tu non vuoi baciarmi?

 

Percy Bysshe Shelley

volox12517

 

 

xwavt67qw3jpg