**TEST**
Creato da un_uomonormale il 21/08/2013

SENZA TITOLO

IDEM

 

 

« L'OSTEOPOROSIQUANDO, INVECE, LE PARAT... »

QUANDO LE PARATIROIDI LAVORANO IN ECCESSO.......

Post n°361 pubblicato il 12 Luglio 2015 da un_uomonormale

 

 

L'iperpratiroidismo; ovvero, quando le ghiandole paratiroidi secernono paratormone in eccesso, è il meccanismo patogenico per cui il calcio non esercita bene la sua azione inibitrice, Tale fenomeno non è ancora noto

L'iperpratiroidismo primario è dovuto ad una eccessiva produzione di paratormone(PTH) da parte delle ghiandole paratiroidi In figura annesse alla tiroide,  di colore giallo), che nella fattispecie aumentano di volume, nonchè la perdita di effetto da parte del calcio di inibire questa eccessiva produzione. Si tratta di una malattia, causata appunto da questa ipersecrezione di paratormone.  Queste minute ghiandole hanno un ruolo primario nel regolamentere il metabolismo del calcio. Si nota infatti, nel caso nel sangue si esprimono  bassi  livelli di calcio(calcemia), intervengono queste ghiandoline che  aumentano la secrezione di pratormone che ha azione ipercalcemizzante; ovvero, di alzare il livello di calcio, riportandolo a livelli fisiologici. Il ruolo del calcio nel sangue, è di fondamentale importanza nell'economia di funzioni vitali, ad esempio la contrazione dei muscoli, compreso il cuore, l'attività del sistema nervoso, nonchè la coagulazione del sangue. L'ormone paratiroideo agisce sul tessuto osseo, e il calcio circolante nell'organismo, stimolando l'attività degli osteoclasti,; ovvero, esercita azione di riassorbire  tessuto osseo. Il che, significa che, quando aumenta la calcemia, lo fa a spese dell'osso riassorbendolo, quindi facendogli perdere calcio. Si tratta di un processo decisamente fisiologico, in quanto in condizione di equilibrio; ovvero, sotto il normale apporto di vitamina "D", sia con la dieta, sia con una regolare azione dei raggi solari, e in presenza di una normale attività assorbente intestinale, presto avviene il recupero di calcio nell'osso. Di contro, invece, quando ci si trova davanti un processo patologico, ovvero, come nel caso di Iperparatiroidismo, questo recupero non avviene come dovrebbe, con il risultato di vedere l'osso perdere via via sempre più calcio, e conseguente condizione di osteopenia ed osteoporosi poi.

Di iperparatiroidismo si conoscono due forme; il primario e il secondario.

In genere, nella forma primaria, si è in presenza di un adenoma paratiroideo; del tutto benigno il quale non fa altro che secernere abnorme quantità di paratormone. Vi sono casi in cui, dove si assiste ad eccessiva secrezione di paratormone in assenza di adenoma. In questo caso, le cause sono genetiche. Nella forma dovuta a cause secondarie ad altra patologia, si assiste all'azione delle paratiroidi che rispondono a un calo della calcemia, che scende sotto i valori normali; condizione questa simile a quando si è in presenza di una carenza di vitamina "D"; si voglia per ridotta esposizione al sole, sia per affezione a carico della funzione del fegato e dei reni che ostacolano alla vitamina "D" di esercitare il suo ruolo.

Nei casi di iperparatiroidismo secondario prolungato, come per insufficienza renale cronica, le ghiandole paratiroidi di sovente perdono il loro ruolo regolamentatorio, per cui si mettono a secernere paratormone senza misura; ovvero, non guardano in faccia se si è in presenza di elevata calcemia. Ebbene, questo caso un po' atipico, rientra nelle forme cosiddette "terziarie".

Una nota da segnalare è, che l'iperparatiroidismo è molto più frequente nell'età avanzata e nel sesso femminile, in particolare, nelle donne al di sopra dei 60 ann.

Attualmente l'iperparatiroidismo primitivo viene spesso diagnosticato in pazienti asintomatici o scarsamente sintomatici tramite il rilievo casuale di un'aumentata presenza di calcio nel sangue(ipercalcemia). Non di rado, si apprezza negi soggetti anziani qualche crisi di Ipercalcemia. Nei soggetti sintomatici , la sintomtologia clinica è fedele espressione delle alterazioni del metabolismo minerale causato dall'eccesso di paratormone, ed i particolare dall'ipercalcemia.

L'ipercalcemia provoca sintomi di ordine generale e manifestazioni di organo dell'apparato uropoietico( quel processo che avviene nei reni per la produzione delle urine ) e dell'apparato scheletrico.

Il soggetto con modesto iperparatiroidismo non riferisce particolari disturbi, di contro, il soggetto con marcato iperparatiroidismo a motivo, appunto dalla eccessiva produzione di paratormone, può avere disturbi come debolezza muscolare alle gambe e alle braccia, disturbi alla digestione, disturbi nervosi, inappetenza,dolore addominale, calcolosi renale e relative coliche; a motivo dell'eccesso di calcio, e per ultimo, ma il più importante, alterazioni a carico dell'osso: artralgia e calcificazioni. 

Nei casi lievi, l'iperparatiroidismo è completamente asintomatico e si scopre solo per caso. Se invece l'aumento di calcemia provocato dall'eccesso di paratormone è significativo, si possono avere vari disturbi: debolezza muscolare (braccia e gambe), disturbi digestivi (nausea, vomito, perdita di appetito, dolori addominali, stitichezza), disturbi nervosi (nervosismo, confusione mentale, e nei casi estremi anche delirio, sonnolenza, coma), calcoli renali e relative coliche (per eccesso di escrezione di calcio), e naturalmente alterazioni a carico dell'osso (osteopenia, osteoporosi) e delle articolazioni (calcificazioni e dolori articolari).

La diagnosi  di iperparatiroidismo si avvale  in base al rilievo di elevati livelli di calcio nel sangue, nonchè di PTH, e l'integrazione con esami strumentali come l'ecografia del collo, la TAC, la scintigrafia e l'angiografia.

Gli indirizzi terapeutici d'elezione prevedono l'asportazione chirurgica dell'adenoma paratiroideo. Nei casi di modeste alterazioni, il paziente non riferisce particolari disturbi, pertanto la strategia chirurgica non sempre trova i clinici daccordo. Nei casi di  attesa all'intervento si possono utilizzare i bifosfonati

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/061948/trackback.php?msg=13242311

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
merck_7
merck_7 il 12/07/15 alle 21:03 via WEB
Solo un'informazione. Potrebbe chiarirmi quale è il motivo per cui il solo paratormone è alterato, mentre la calcemia è nella norma. C'è il rischio di una connittivite ?
 
 
un_uomonormale
un_uomonormale il 12/07/15 alle 22:16 via WEB
Bisognerebbe conoscere il valore della vitamina "D", se l'ha fatta. E se non l'ha eseguita necessiterebbe eseguirla. Comuque, stante alla sua donanda sarebe opportuno una ri-verifica con un altro prelievo. Nel caso ci fosse la conferma ci si troverebbe dinnanzi a un quadro non di certo raro di iperparatiroidismo normo calcemico. In questo eventuale caso, se non ci sono complicanze riscontrabili da un esame densitometrico; ovvero MOC con indici osteoporotici, e in assenza di fratture vertebrali o altro distretto, per fragilità ossea, e con normale funzione renale nonchè, normali livelli di calcio nelle urine delle 24 il quadro da lei esposto non è meritevole di alcun trattamento terapico, tranne periodici controlli laboratoristici. Una ecografia in regione collo, per studio ghiandole paratiroidi andrebbe eseguita: altro no....per il momento. P.S. perchè pensa alla connettivite ? Legga meno in internet.
 
maraciccia
maraciccia il 13/07/15 alle 00:18 via WEB
ossignor, com'è complicata la tiroide!!...dottore, capisco l'importanza di prendere l'eutirox in maniera giusta..
 
 
un_uomonormale
un_uomonormale il 13/07/15 alle 15:52 via WEB
Buon giorno Mara. Cosa c'entra la Tiroide con le ghiandole paratiroidi ? Queste sono sistemate nel collo appena dietro la Tiroide. E la loro attività è indipendente da quella della tiroide. L'unica influenza la si può avere nei casi di Tiroidectomia. Buon pomeriggio Mara!
 
gabbiano642014
gabbiano642014 il 13/07/15 alle 13:40 via WEB
Buongiorno Dott..quanto è complicata questa Medicina?
 
 
un_uomonormale
un_uomonormale il 13/07/15 alle 15:54 via WEB
Non è la medicina ad essere complicata, ma il nostro straordinario corpo. La medicina, al fine di non perdere i contatti con esso è costretta a correre.
 
   
gabbiano642014
gabbiano642014 il 15/07/15 alle 13:50 via WEB
Sai Peppe..la medicina come ben evidenzi deve correre..ma non troppo..
 
g1b9
g1b9 il 13/07/15 alle 17:42 via WEB
Ciao Peppe.. leggendoti sempre mi sto rendendo conto dell'importanza del calcio nel buon funzionamento de nostro organismo e mi spiego il perchè una mia amica, operata da anni alla tiroide, non so, se con interessamento paratiroideo o no, stia sempre a parlarmi di tutte le cure che fa per l'aggiustamento continuo del calcio. A domanda:" Come stai?" la sua risposta:" Sempre il calcio a rompere il buon andamento " Ecco perchè nel caso di dovere limitare i latticini per eccesso di colesterolo, il medico sa sempre indicare buoni sostituti fornitori di Ca.
Buon pomeriggio mio caro dottore:))))
 
 
un_uomonormale
un_uomonormale il 13/07/15 alle 20:49 via WEB
Ciao, Giovanna, Bisognerà cpire quali sono le cause che hanno determinto una ipocalcemia. Dico questo, perchè le cause sono numerose. In linea generale una di queste è dovuto alla carenza della vitamina "D" Oppure a un introito dietologico con insufficienti quantità di calcio; oppure ancora, secondario a disfunzioni epato-biliari, come pure a ridotta esposizione al sole. In linea generale,alla carenza di vitamina "D" si associa non soltanto una carenza di calcio, ma pure ipofosfatemia. E ancora, nel caso di ipoparatiroidismo; ovvero, la condizione clinica di carenza di paratormone, si apprezza un calo di calcio. Quindi, come vedi, non è sufficiente somministrare calcio, ma necessita sempre che lo si associ a vitamina "D". Vi sono anche problemi renali, tossici...ecc. Circa l'assunzione di formaggi, ci sono pareri discordanti circa il privileggiarli per integrare calcio nell'organismo. Di questo se ne può parlare un'altra volta. Buona serata Giovanna!
 
oscar_turati
oscar_turati il 13/07/15 alle 19:29 via WEB
... mi sono perso qualche fascicolo :))) Ciao Peppe. Oscar
 
 
un_uomonormale
un_uomonormale il 13/07/15 alle 20:50 via WEB
...Puoi sempre rischiedere i numeri passati ahaha!!! Ciao Oscar, buona serata !
 
monellaccio19
monellaccio19 il 14/07/15 alle 11:13 via WEB
Ciao Peppe, sono tornato e nonostante progetti e programmi che ti dissi, ho avuto il mio bravo contrattempo. Ora va bene, ma ho passato un brutto "quarto d'ora". Buona giornata carissimo.
 
 
un_uomonormale
un_uomonormale il 14/07/15 alle 14:41 via WEB
Ciao Carlo...cos'è successo ? E mica capito?!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 
Citazioni nei Blog Amici: 20
 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Albatross5tichysurfinia60cricam72dalmontecristinaerikan1974gazdgl10ilmondodiisidegiorgiogioittaPedriziasgadari.settimoabsolutvodkamariateresa.savinogiancarlomigliozziggiuffre
 

ULTIMI COMMENTI

Carissima amica, casualmente passo dal mio ex blog, di cui...
Inviato da: allofme00
il 08/05/2016 alle 18:02
 
molti medici dicono che parecchie volte dipende dall...
Inviato da: comelunadinonsolopol
il 22/02/2016 alle 22:37
 
BUON ANNO
Inviato da: sparusola
il 03/01/2016 alle 21:17
 
Ciao buona domenica, una riflessione, penso che nessuno...
Inviato da: PAOLA11O
il 30/08/2015 alle 16:59
 
Ciao Pappe :)! Un saluto e buonanotte. Oscar
Inviato da: oscar_turati
il 27/08/2015 alle 23:42
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom