Creato da fattodiniente il 01/06/2007

Gloriosa spazzatura

31 canzoni più qualcuna

 

 

« Giorgio Gaber, "La leggerezza"Joni Mitchell, 'Both Si... »

Franco Battiato, "La stagione dell'amore"

Post n°70 pubblicato il 01 Gennaio 2012 da fattodiniente

 

 (ascoltarla con attenzione)

Battiato è un altro che quando parla, va ascoltato. Tanto per dire, non riesco ad immaginare una canzone più appropriata di questa per celebrare l'avvento di un nuovo anno. Certo, sembra parlare di tutt'altra cosa, ma la celebrazione di un nuovo anno, di una nuova stagione della vita, non è nient'altro di quel che tratta LA STAGIONE DELL'AMORE. Dipende naturalmente dal fatto che il tutto ha a che fare con quella passione del tutto umana che è il tempo. "Il tempo è il fuoco che mi brucia/ma io sono il fuoco/E' la tigre che mi divora/ma io sono la tigre" diceva Borges.
Eh già, NOI siamo il tempo (capirai la scoperta, Heidegger ci ha speso la vita a cercare di farcelo capire), e il tempo è la nostra esperienza, le cose che abbiamo fatto, e quelle che desideriamo o desidereremmo (non è la stessa cosa) fare.
Dopo di che, è una faccenda tra noi e il potente Eros: con la sua solita fulminante capacità penetrativa, Battiato arriva subito al cuore del problema.

Certo, dice bene lui, di occasioni se ne hanno, e si perdono, ma non bisogna rimpiangerle, mai, che ci saranno poi altri entusiasmi che faranno pulsare il cuore. Probabilmente è questo uno dei segreti della leggerezza. Casomai, bisogna stare attenti a dove dirigi il naso, tenendo conto che è sempre un qualche centimetro davanti a te (anche una spanna, dipende dalle dimensioni), e se non calcoli bene le misura degli spazi, è la prima cosa che si rompe se poi vai a sbattere. Per cui va bene l'entusiasmo, ma un po' di giudizio ci vorrebbe sempre ("Adelante Pedro, con juicio". Anche Manzoni insegna sempre qualcosa...). Non sempre l'ho avuto.

E' vero: gli orizzonti cambiano, e non ce n'è uno solo, per cui non sono perduti mai. In effetti, ogni persona è un mondo, e il mondo è segnato dal suo orizzonte, che al tempo stesso lo delimita e ne segna l'inarrivabilità della sua conclusione. Per cui, quando ti metti ad esplorare una persona, non raggiungerai mai i confini della sua anima, come diceva Eraclito.  Il senso dello smarrimento dell'abbandono sta in questo, nella perdita di quel che è ormai diventato il TUO orizzonte; con gran soddisfazione di Eros, che da parte sua se ne frega dei guai in cui ti ha cacciato, semmai ci gode.

Poi, scopri che ci sono altre persone.

E ricomincia una nuova stagione, e ricomincia un nuovo anno.
Credo fermamente che nei propositi che si formulano per l'anno entrante vada compresa la tua esperienza, se vuoi che essi abbiano qualche speranza di andare a buon fine. E pure se questo fa brutto, è di certo la miglior difesa dalle insidie di Eros (e per la salute del tuo naso). Il mio me lo sono già rotto svariate volte, tanto per dire, ma non giurerei che, nonostante tutto, non si romperà ancora. (Non conto quelli che ho rotto io, anche se sarebbe sportivo farlo, ma va beh...).
La cosa buffa sta nel fatto che, parlando per me, ho sempre avuto ottimo fiuto nell'indovinare dal primo momento dove le cose sarebbero andate a parare, e a posteriori direi di non essermi sbagliato mai, ma spesso ho lasciato fare ad Eros lo stesso. Spesso, non sempre. Perché Battiato dice, giustamente, di pensare a quanto si è speso male il proprio tempo, che non ritornerà, e l'affermazione va pensata. Dopotutto, si tratta di non rimpiangere quanto fatto: intanto perché manca la controprova che le cose diversamente sarebbero andate bene, e poi perché, sempre parlando per me, non ho nemmeno recriminazioni verso gli orizzonti che ho perduto. Al massimo, qualcuno ha perso la mia stima, ma dubito se ne faccia un cruccio, ammesso che lo sappia e gli interessi.
In ogni caso, qualunque cosa consigli (fare o non fare) a dar retta al fiuto si sbaglia meno che a non farlo, e questo dovrebbe essere più che abbastanza. Come propositi per il nuovo anno, dovrebbe bastare.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/31canzoni/trackback.php?msg=10939803

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 

L'AUTORE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

lazioB75ecorocoroby.floydpciolli1caprock77LordGrenville1francinepaoliemmydgl11onidademickyc1mario.cerquettidanilodddRomanticPearlcalista1985e.sorannamarco.aurelio61
 

CAZZEGGIATORI ON LINE

hit counter

 
 

ULTIMI COMMENTI

 

AREA PERSONALE

 
Questo è un

 

I MIEI BLOG AMICI

FACEBOOK

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom