Post N° 25

Post n°25 pubblicato il 07 Dicembre 2006 da alexomino

Quando c’è il sole anche se fuori piove….

 

…Perché il sole nasceva dentro di lui,  fuori pioveva e tirava vento invernale…ma Ale aveva il sole dentro di se, un ambizione…un sogno ancora da realizzare e lo voleva a tutti i costi. Perché spesso ci si lascia avvolgere dalle proprie tristezze…perché è molto più facile essere tristi. Ma Ale non voleva più farsi avvolgere, Ale ci credeva ancora alla sua vita. Ale aveva tante cose ancora da dire. Ale  sentiva il sole dentro al cuore e l’inverno non poteva più entrare dentro di lui. Non sprecava più parole, il dolore gli aveva insegnato ad essere essenziale per se stesso, a ragionare sul suo comportamento col mondo esterno, e a valutare il comportamento del mondo esterno verso di lui. Ed il sole nasceva giorno per giorno, con naturalezza… senza forzare le cose, cogliendo le occasioni al volo, quelle veramente importanti, e lui non vedeva l’ora di cominciare il suo sogno, la sua stella che brillava e che riusciva ad intravedere anche in mezzo alle nubi…quella stella che era sempre stata accanto a lui, ma che spesso le mille ombre della vita gliel’avevano fatta perdere di vista. Ed era tutto per se quel momento speciale e se lo voleva vivere fino in fondo, un sogno senza fine, quel sole che lo scaldava anche se fuori pioveva e tirava vento invernale…

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 24

Post n°24 pubblicato il 04 Dicembre 2006 da alexomino

 

Perché si può sempre scegliere…

 

Ale poteva ancora scegliere la sua strada, lo sentiva dentro, doveva farlo. Assolutamente.

I treni della vita raramente passano due volte, o lo si prende al volo alla prima oppure te ne resti dove sei. Ad Ale era passato una seconda volta e lui non se lo voleva lasciar scappare. Non più.

Era il treno per il viaggio che aveva sempre voluto fare, quello che lo aveva già una volta accompagnato nella vita, quello che ad un certo punto si era dovuto fermare per farlo scendere e vivere una vita che non era la sua. Ale si sentiva fortunato e si domandava “Perché a me?” ma non doveva trovare la risposta questa volta, no, questa volta doveva solo salire su quel treno per non scendere più. Basta fermate, basta essere quello che vogliono gli altri. Basta.

Ed era sempre più convinto che la vita era una cosa speciale…in tutte le sue complicazioni, in tutti i suoi mille volti, la vita era solamente da far entrare nel cuore e viverla. Fare scelte era rischioso, ma non farle lo era ancora di più…Ale aveva imparato a valutare le sue, e una volta fatte, dare tutto se steso per renderle vive, renderle fattibili per essere sereno. La famosa strada da percorrere, la scelta della direzione, ma questa volta Ale aveva portato con se la bussola…questa volta non voleva più perdersi.

Paura? Si, tanta ma il suo cuore aveva preso coraggio per affrontarla, cambiare e rimettersi in gioco per l’ennesima volta, dare una priorità alle cose essenziali per stare sereno, per non avere rimpianti, per sentirsi realizzato. Le cose cambiano ma la passione resta sempre la stessa, ed era la passione il motore della vita di Ale.

Ale stava tornando, ma non era un passo in dietro, era continuare a camminare verso la direzione giusta, quella che lo faceva essere vivo.
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 23

Post n°23 pubblicato il 29 Novembre 2006 da alexomino

Leggimi

 

“Perché le mie sensazioni arrivino a te, come un raggio di sole che giunge ovunque…Perché quello che scrivo è quello che sono. Ora.  E lo dedico a te. Con tutto me stesso. Perché siamo persone sole, ma qualcuno ci può far star meglio. Perché camminare insieme ci fa riflettere. Perché ovunque tu sia in questo momento, i miei pensieri ti possano alleggerire….Perchè ogni volta che non hai più voglia, i miei pensieri arrivino a te…Perché ogni tanto bisogna fermarsi a respirare…Perché dentro siamo migliori…Perché tutto ci tocca e bisogna sopportare…Perché a volte aprirsi un po’ ci rende sereni…Perché tenersi tutto dentro fa troppo male…Perché  guardando una stella tutto passa…Perchè…”.

Che strani pensieri alloggiavano nella testa di Ale…sentiva il bisogno di dedicarsi…sentiva che aveva tanto da dare e ancora tanto da dire.

“Aprirsi agli altri…come mai ne sento così tanto il bisogno? Mi fido troppo forse?...non lo so, so solo che mi fa star meglio…e magari questa cosa può risultare pesante per qualcuno…chissà. Però ne sento il bisogno, perché tenere tutto per me? Oddio, magari sono forse un po’ troppo espansivo…ma chi se ne frega! Se tutti liberassimo i nostri pensieri, senza pregiudizi, senza falsità…senza fingere di essere migliori..ecco, forse il mondo sarebbe un po’ più vivo..un po’ più vero e sincero…e forse ci sentiremmo tutti persone vere. Ho deciso di essere trasparente, ma solo con chi riesce a comprendere il mio bisogno…gli altri no, non capirebbero…o farebbero finta di non capire. E’ tutto così irreale fuori…vedo tanti manichini che corrono e sparano stronzate…tutti uguali, tutti che inseguono la stessa cosa…e l’originalità dov’è finita? Vedo solamente vizi, tra una bella macchina e un telefonino nuovo in mano ad un bambino…è sconsolante…ma poi, però, allungo lo sguardo all’orizzonte    …e per fortuna c’è ancora qualcuno, come me, che si sente in qualche modo diverso…che si mantiene folle comportandosi come una persona normale…e allora faccio un sospiro e mi tranquillizzo…”

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 22

Post n°22 pubblicato il 29 Novembre 2006 da alexomino

Tante volte si cercano spiegazioni…tante volte nulla si può spiegare…

 

Le dita di Ale sulla tastiera del computer interrompevano il silenzio della stanza. Il cuore gli aveva chiesto di scrivere e lui scriveva.

….e sembrava tutto così bello…il fumo della sigaretta, i cioccolatini al latte sulla sua destra e i biscotti di una marca sconosciuta sulla sinistra…ogni tanto chiudeva gli occhi e pensava..pensava a quella tranquillità calata all’improvviso dentro di lui…

“che strano…sentirsi leggero dentro…tante cose accadono senza una spiegazione, ma accadono e mi fanno pensare…questa vita, imprevedibile…mi ritrovo col culo per terra eppure riesco a coglierne i lati positivi…riesco a vedere la sua semplicità in tante piccole grandi cose…mi sento pronto, ora.” Nulla passava inosservato sotto gli occhi di Ale…gli occhi del cuore intendo…non capiva quella sensibilità ma lei c’era e lo accompagnava nelle sue giornate. Il peso di una parola, di un gesto apparentemente stupido, lo colpivano direttamente e lui riusciva a capire al volo.

Si guardava dentro per capire cosa gli stava succedendo, si, perché qualcosa stava succedendo ed era veramente bello. Una nuova emozione stava occupando il cuore di Ale, era forte ed intensa come una vampata di calore all’improvviso, e non sai da che parte arriva, ma c’è e non te ne frega niente. O, forse, sapeva da dove arrivava…ed era per questo che l’aveva accolta senza paure…

“Tante volte si cercano spiegazioni e tante volte nulla si può spiegare, forse perché non c’è alcun bisogno di un perché…certe emozioni bisogna solamente accoglierle e non lasciarle andar via…una volta aperta la porta del cuore è sempre più difficile chiuderla, puoi spingere fin che vuoi ma il vento delle emozioni è sempre troppo forte…solamente chi non ha mai dato significato ad un emozione riesce a tenerla chiusa..ma che razza di persona è quella però?..”

Ale stava imparando tante cose di sé, cose che erano chiuse dentro di lui chissà da quanto tempo…e forse era proprio il tempo, quello che serviva per far si che uscissero allo scoperto…la porta del cuore di Ale era ormai spalancata, era pronto a far entrare qualsiasi cosa, bella o brutta, senza timore di ospiti indesiderati. Ed intanto , Ale, continuava a ridere….

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 21

Post n°21 pubblicato il 27 Novembre 2006 da alexomino

Hardcore melodico…

 

Ma che cos’era questo hardcore melodico? Era la colonna sonora di ALe..ritmo veloce…grinta, melodia…uno stile di vita.

“Avere il ritmo veloce per non perdersi niente di ciò che accade, non frenetico, veloce al punto giusto per gustarsi la vita, ogni tanto c’è qualche cambio di tempo, ma il ritmo non cala mai, è costante e fa saltare….fa reagire…ti coinvolge.

Grinta per affrontare le cose che accadono, avere le palle di guardarsi dentro e sbattere il muso contro la realtà delle cose, sentire il dolore, senza troppe paure per uscirne vincente. La grinta è coraggio, è voglia, è ambizione…è il non voler cedere e continuare a seguire il ritmo.

Melodia, perché non può esistere solo rumore, la melodia è l’anima il cuore, l’emozione della vita, e ogni periodo ha una melodia diversa…a volte malinconica, a volte allegra, a volte dolce e a volte anche incazzata, ma è melodia..è emozione..è la base di tutto. Non riesco ad immaginare la vita senza una melodia…significherebbe essere vuoto, senza nessuno stimolo, freddo come il ghiaccio..no, la mia vita è un continuo cambiamento di melodie…ora è malinconica con qualche strofa incazzata, ma è melodia e per me è importante, molto importante…”.

Queste tre cose erano essenziali per Ale, era la sua musica. Era la sua vita..il modo di affrontarla…e tante volte questo hardcore melodico lo rendeva un po’ più sicuro e un po’ più sensibile alle situazioni che gli si ponevano di fronte…dipendeva dalle melodie. Per molti l’hardcore melodico era solamente “casino”, troppo veloce ed intenso per riuscire a capirlo…e si fermavano prima che cominciasse la melodia…non erano in grado di ascoltare, giudicavano dall’apparenza…dalla prima battuta, e purtroppo capitava spesso questa cosa, ed Ale non capiva la mancanza di voglia di capire e ascoltare prima di giudicare…non sopportava l’arroganza di chi lo riteneva inferiore, ne aveva piene le palle di questi giudizi affrettati, di queste mancanze di rispetto…e allora alzava il volume e nulla più lo toccava.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

Contatta l'autore

Nickname: alexomino
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 46
Prov: BS
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

Ultime visite al Blog

alexominoSignoraquasiperbeneChiaraBoonur_anblickpsicologiaforensemadferit_sysandybell82Miky100682Cucu05elysabettasnaken71NylaSunblooodyklymenemedeamistyca
 

Ultimi commenti

...buona fortuna...
Inviato da: TiKKeTeTaK
il 14/09/2007 alle 19:22
 
che bello rileggerti!
Inviato da: Cucu05
il 24/05/2007 alle 17:55
 
innanzitutto bentornato... :-)
Inviato da: bruttoanatroccolo06
il 25/04/2007 alle 19:52
 
TOC TOC...Ma dove sei????
Inviato da: Cucu05
il 03/04/2007 alle 11:36
 
Ciao a tutti, grazie veramente di cuore, io sto inseguendo...
Inviato da: alexomino
il 12/03/2007 alle 18:53
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

Tag

 

MSN ALE

vuoi chiacchierare con Ale? lo puoi trovare on line su msn a questo indirizzo:

alex_omino@hotmail.it