Creato da oceano58 il 19/12/2008
Comunicazione.. mirata!

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Ultime visite al Blog

acronlusdifatto19sergio.merzario4658Fragolina.92acrilmilaneseacrilsanremeseoceano4658m.futiaemyliana.cicconeleoncinobianco1MadameNoiregenerazioneottantamaresogno67psicologiaforenseclock1991les_mots_de_sable
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« ... riceviamo e volentie...acr e udc.. Convegno a Roma »

Acr.. La SCALA di Milano.. x Solidarietà..

Post n°131 pubblicato il 02 Febbraio 2012 da oceano58

COMUNE. IN SCENA “LA SCALA DELLA SOLIDARIETÀ”
A Borghetto di Vara, Comune ligure colpito dall’alluvione e a progetti per emergenza abitativa i 206mila euro raccolti dalla vendita dei biglietti della Prima della Scala

Milano, 2 febbraio 2012 – Calato il sipario della Prima, è andata in scena “La Scala della solidarietà. In Sala dell’Orologio di Palazzo Marino il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, insieme all’assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino, ha annunciato l’assegnazione del ricavato dalla vendita di 110 biglietti della Prima della Scala del 7 dicembre scorso, biglietti che ogni anno il Teatro riserva all’Amministrazione.

L’iniziativa voluta fortemente dal Comune, resa possibile grazie anche alla collaborazione con la Fondazione Teatro alla Scala, ha permesso di raccogliere 206.198,12 euro interamente devoluti a due progetti molto importanti. Non solo un gesto di sobrietà, in continuità con le scelte fatte dal Sindaco Pisapia sin del suo insediamento, ma di solidarietà e sostegno nei confronti di chi si trova in un momento di particolare difficoltà.
È stato scelto di destinare parte dei soldi al Comune di Borghetto di Vara, Comune ligure colpito dall’alluvione. L’altra parte del ricavato, invece, è stata destinata a progetti per famiglie milanesi in difficoltà. I fondi sono stati accreditati ieri sui conti correnti dei beneficiari.

Il Sindaco di Borghetto di Vara, Fabio Vincenzi, utilizzerà i 75mila euro destinati al Comune ligure, per il ripristino e il recupero funzionale di Largo IV Novembre, la parte centrale del paese, danneggiato in maniera grave dall’alluvione del 25 ottobre scorso, quando il torrente Pogliaschina raggiunse e travolse il centro storico della cittadina.
Milano e Borghetto ‘gemellate’ anche nel giorno della Prima della Scala, quando nella sala Acli in frazione Cassana, il Sindaco Vincenzi, i consiglieri comunali e i cittadini si sono ritrovati per assistere alla trasmissione in diretta del Don Giovanni insieme alla consigliera del Comune di Milano Strada. I consiglieri Elisabetta Strada e Filippo Barberis sono stati, inoltre, primi firmatari di una mozione che impegnava proprio il Sindaco e la Giunta a devolvere una parte dell’incasso ottenuto dalla vendita dei biglietti a favore di un progetto di ricostruzione nelle zone colpite dall’alluvione.

I rimanenti 131.198,12 euro, saranno utilizzati per la ristrutturazione di abitazioni destinate ad accogliere temporaneamente 20 nuclei familiari in grave difficoltà e in situazione di emergenza abitativa. Saranno 6 gli appartamenti utilizzati a rotazione per un permanenza media di 2 mesi e che potranno ospitare famiglie composte da 3 a 6 persone. Questo percorso, che sarà attuato in collaborazione con La Cordata, si caratterizza anche per un intervento successivo di accompagnamento sociale finalizzato alla ricerca di una stabilità abitativa ed è stato scelto perché immediatamente realizzabile con le risorse a disposizione.

“Il 25 ottobre del 2011 - ha dichiarato il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia - è stato un giorno triste per l’Italia e per il territorio ligure, colpito dalla grande alluvione che ha causato disastri in quelle zone bellissime. Il 7 dicembre 2011 è stata, invece, una data positiva da ricordare. E’ stato il giorno della Prima della Scala, che ha avuto alcune peculiarità rispetto al passato e in cui si è concretizzata la decisione del Sindaco e della Giunta di vendere i biglietti destinati all’Amministrazione. In momenti di sobrietà e di crisi 206.198,12 euro è una cifra rilevante che contribuisce a risolvere situazioni di difficoltà. Se siamo riusciti in questa iniziativa, lo devo anche agli assessori, ai consiglieri e a tutta la città, che hanno capito il valore di questa scelta ”.

“Spero si possano replicare anche in futuro iniziative come quella della vendita dei biglietti della Prima della Scala. Non si tratta di ‘spot dei buoni sentimenti’ - ha detto Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche sociali del Comune di Milano - ma piccoli gesti che rappresentano un tassello dell’idea complessiva del nostro ruolo di istituzioni nel sostegno concreto alle famiglie in difficoltà. Il progetto che riguarda l’emergenza abitativa su Milano si svilupperà attraverso un dialogo continuo con l’assessorato alle Politiche sociali; quello che stiamo facendo oggi, lo faremo anche in futuro con altri progetti per trovare soluzioni che permettano il riscatto delle famiglie impoverite”.

“Ringrazio la Città di Milano - ha affermato il Sindaco di Borghetto di Vara Fabio Vincenzi - per questo gesto di generosità. Il 25 ottobre abbiamo vissuto momenti difficili, in 4 ore sono scesi 800 ml di acqua. E’ stato come se fosse esplosa una bomba d’acqua che ha fatto scoppiare il nostro territorio, invaso poi in pochi secondi da un’onda alta 4 metri. Ci stiamo rimboccando le maniche per la ricostruzione ed è grazie a iniziative come questa che, sono convinto, risorgeremo”.

"Sono ormai quotidiane - ha spiegato Claudio Bossi, presidente de La Cordata - le richieste che ci pervengono di nuclei familiari in emergenza e le persone si trovano impreparate, spaesate e impietrite davanti a una gravissima difficoltà, nemmeno immaginata fino a poco tempo prima. Saltano le sicurezze, i progetti di vita, il sostegno all’educazione e alla vita dei figli; affiorano la vergogna e quel senso di incapacità ad affrontare un evento traumatico come la perdita dell'abitazione. Questo progetto ha l’obiettivo di dare una risposta immediata all’emergenza. Una situazione normale dalla quale ripartire.”

Segreteria Ufficio Stampa Tel. +39 02 884 50150

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/4658LEALTA/trackback.php?msg=11033273

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento