Creato da alf.cosmos il 28/05/2009
ACQUISIRE CONSAPEVOLEZZA
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

MIO CANALE YOUTUBE

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

elyravnatodallatempesta0amici.futuroieriQuartoProvvisoriomartellodgl13alf.cosmosCherryslsamiautovetturethejumpingmaria.carrassiap280162Vasilissaskunkormaliberaicavallidiross
 
 

       

  
  
  
  
  

 
Citazioni nei Blog Amici: 152
 

I miei Blog Amici

- Sorgente Divina
- Diario Stellare
- Arcobaleno dAmore
- Pensieri
- IlPiccoloMondoDiMery
- IL VERO SE sentire percepire guardare oltre..
- Sol Tre News
- RI_INCONTRIAMOLO
- anima blu
- Angeli
- angeli_senza_ali
- FIGLIA DELLE STELLE
- terrarisonante di Don Luisito
- SentiSenti
- Essere non essere
- NEXUS
- Nel reale e oltre
- * LA MIA ISOLA* di JOANNAS
- Vehuel Rosso Cuore
- St Germain
- Starchild
- Maestri di Luce
- Kryon
- l’Arcangelo Michele
- FederazioneGalattica
- LA VITA E MERAVIGLIA di Dolly
- Io e i miei Mondi di Alex
- Star trek-mania blog
- Range random di Southcross
- come un carillon di fata nocino
- IL SENSO DELLA VITA di Angelica
- Lucedoriente di Luce
- golBBlog di hareezio
- Armonie di Atlantis
- STAR TREK di danko1075
- incontinuaevoluzione di ocarlino
- spiritelli di foriero0
- spazio di unicaeoriginale
- Gira si la vòi gira di lanzarda
- RIFLESSI DI LUCE di KETHER
- D_E_S_IO di desiodgl0
- Nihil di onlyang
- Fiore di fiordiloto
- I giorni Maya di interpretazioni_maya
- Fotografando Emily.. di Emily2009
- Sogno diurno di dovere di vivere
- RICORDI E POESIE di monchery10
- Laraba fenice di torrepreziosa
- counseling-integrato di Fiorintegrati
- MAYA di donamaya
- liberi di essere di olena63
- Puro Cuore Fra Noi
- FIORE DI LOTO di soleluna140
- ESPRESSIONI DAMORE di Aquamarinablu
- May it be....di TrinitàDeiMonti
- Le grand ouvre di ledlordsandro9
- il mare infinito di lafatadelmare
- Avanscoperta di lauravera1959
- PRIMAVERA ! di claire66
- Percorso di LUCE di lapiccolastellina2
- finestra sul mondo di ormailibera
- il regno di arcadia di xx Arcadia xx
- blogmelina di donnadaipassiperduti
- interrogativi di antone.a
- Il_Colore_oro di afrodite.58
- Dedicato a Karol di laura_brustenga
- Libera su Libero... di LaBrusLa
- Morven di Morven61
- SYMPATHY di pachira0
- BILUNABA di bibastella.b
- AMORE UNIVERSALE di salvatore.ravas
- Neshama di Cleinsciandra
- Dalle Memorie di MaurJah
- vita meravigliosa di Cristina
- La vita è un soffio amo larte e dipingo di Luli
- NellInfinito di Maria Carrassi
- Un anima a nudo...di AngeloSenzaVeli
- Sei fili bianchi di Pinktree
- OCCHI PER GUARDARE OLTRE di soliinmezzoallagente
- La vera me stessa
- Il Salotto di Cherrysl-CONVERSAZIONI -OPINIONI SU TEMI VARI
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini, i testi e le notizie pubblicate sono quasi tutte tratte dal web e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro utilizzo violasse dei diritti d’autore, si prega avvertire l’ Autore del Blog il quale provvederà alla loro immediata rimozione.

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Area personale

 

Messaggi di Novembre 2022

Star Trek la serie classica recensioni stag1 Ep19 Domani è ieri (1966-67)

Foto di alf.cosmos

Star Trek: TOS - S01E19, Domani è ieri

Postato il 21/05/2019 di Sam Simon

STAR TREK

 

 Lo so, l'ho già scritto nella recensione de La navicella invisibile, ma non posso che ripetermi: questa prima stagione della serie classica di Star Trek è una miniera di idee! Praticamente ogni episodio esplora un nuovo tema, offre un nuovo spunto narrativo... e in questo episodio numero diciannove ecco il viaggio nel tempo! Come moltissime delle altre idee viste fino ad ora, anche questa verrà riutilizzata chissà quante volte in ogni Star Trek fatto, e il primo esempio che mi viene in mente è il meraviglioso Star Trek IV - Rotta verso la Terra in cui Kirk e compagnia viaggiano indietro nel tempo per trovare delle balene... ma sto divagando come al solito!

Domani è ieri (traduzione letterale del titolo originale Tomorrow Is Yesterday) comincia con delle immagini insolite per un episodio di Star Trek: in un aeroporto militare statunitense negli anni Sessanta un caccia F-104 decolla per andare ad investigare qualcosa di molto strano. In cielo c'è un oggetto volante non identificato, un UFO, e ha la forma di una nave spaziale che conosciamo bene: è l'USS Enterprise! E scusate se come premessa vi sembra poco...

Subito dopo la sigla, Kirk ci spiega con il suo diario di bordo che per sfuggire all'attrazione gravitazionale di una stella nera l'Enterprise ha usato i suoi motori al massimo e con un effetto fionda è stata catapultata fino alla Terra... ma la velocità è stata tale da farla andare indietro nel tempo di qualche secolo! All'avvicinarsi del caccia, Kirk ordina di salire d'altitudine, ma la nave ha subito dei danni notevoli con il viaggio nel tempo (qui è splendido il dettaglio del pilota del caccia che comunica l'incredibile velocità dell'UFO e allo stesso tempo Kirk che si lamenta dalla scarsa velocità che riesce a raggiungere la sua nave danneggiata). Quindi il pilota statunitense riesce ad avvicinarsi abbastanza da avere un contatto visivo e Kirk per evitare possibili azioni ostili attiva il raggio traente che, però, disintegra velocemente il caccia. Scott salva il pilota, che si identifica come John Christopher (Roger Perry), con un teletrasporto e il pilota si trova così a bordo dell'Enterprise.

E qui Kirk commette altri errori, come per esempio di far passeggiare Christopher per la nave come se nulla fosse e raccontargli per filo e per segno la situazione. E mentre il pilota apprezza ciò che offre l'Enterprise, come per esempio le gambe di Sherry Townsend con la sua corta uniforme gialla, in realtà la situazione sfugge rapidamente di mano al capitano Kirk. E quando questi comunica a Christopher che non possono farlo tornare alla sua vita, naturalmente lui fa di tutto per fuggire! Ma le complicazioni non finiscono qui... Per farla breve, la storia è una classica storia di passato da mettere a posto, visto che il pilota statunitense è/sarà padre di un importante esploratore spaziale ed è imperativo per Kirk e compagnia ristorare la linea del tempo e "rimettere a posto" Christopher prima dell'avvistamento dell'Enterprise.

Spock elaborerà una teoria per risolvere la situazione sfruttando la gravità solare per viaggiare nuovamente nel tempo (così come succederà in Star Trek IV, appunto) e poco importa se gli incastri di trama hanno bisogno di uno sforzo di accettazione di una certa mancanza di logica, un po' come sempre coi viaggi nel tempo (credo che solo il primo Back To The Future - Ritorno al futuro di Robert Zemeckis e 12 Monkeys - L'esercito delle dodici scimmie di Terry Gilliam riescano ad essere consistenti con le "regole" del viaggio nel tempo). Qui siamo davanti ad un altra pietra miliare di Star Trek e della fantascienza tutta, un episodio tutto da gustare in cui stona soltanto la noncuranza di Kirk che al principio della storia non dimostra troppa serietà di fronte ai problemi che gli si parano davanti. Ciao!

Episodio successivo: Corte marziale

Fonte:  https://vengonofuoridallefottutepareti.wordpress.com/2019/05/21/star-trek-tos-s01e19-domani-e-ieri/

Video di 1 minuto in cui l'Enterprise, viaggiando nel passato, viene avvistata dalle forze militari americane

 

 

Alfredo Cosmos - giudizio personale VOTO: 9

Amo molto i viaggi nel tempo e qui l'Enterprise viene scaraventata nel passato alla fine degli anni 60.

Viene avvistata e inseguita. Il cap Kirk e Spock cercano di far sparire le prove, ma poi c'è il problema che ci sono un  paio di testimoni che sono pure entrati in astronave...

 

 
 
 

Star Trek la serie classica recensioni stag1 Ep18 Arena (1966-67)

Foto di alf.cosmos

Star Trek: TOS - S01E18, Arena

Postato il 17/05/2019 di Sam Simon

star trek 18

 

 

Arena, diciottesimo episodio della prima stagione di Star Trek, è un classico, tanto che ne avevo visto immagini e citazioni ben prima di vederlo per la prima volta. Il combattimento tra Kirk e il Gorn, ovvero un uomo dentro un costume di gomma dalla forma vagamente rettiloide, è diventato molto famoso negli anni o, come dicono gli inglesi, "infamoso" (infamous), cioè famoso per le ragioni più sbagliate.

Ma se andiamo con ordine va detto che l'inizio dell'episodio ha tutt'altro tono rispetto al ridicolo confronto fisico in cui Kirk deve evitare i lentissimi colpi del Gorn. La USS Enterprise arriva alla colonia di Cestus III per incontrare il commodoro Travers, ma quando il capitano scende sulla superficie accompagnato da Spock, McCoy, e tre red shirts (ne moriranno due, per la cronaca: O'Herlihy - Jerry Ayres - e Lang - James Farley - mentre Kelowitz - Grant Woods - incredibilmente riuscirà a tornare a bordo ancora in vita), scopre che la colonia è stata attaccata e che c'è solo un sopravvissuto. Allo stesso tempo la nave comandata da Sulu viene attaccata da un vascello sconosciuto e deve lasciare l'orbita! Qui Kirk noterà che il suo posto dovrebbe essere a bordo, essendo il capitano... in The Next Generation in effetti vigerà la regola di far guidare i gruppi di sbarco dal secondo in comando, col capitano che deve tenere il suo posto al ponte di comando!

Le cose si mettono male, ma quando Kirk riesce a mettere in fuga gli assalitori anche il vascello si dà alla fuga permettendo così al capitano e agli altri sopravvissuti di tornare a bordo. E qui la trama ricorda un po' troppo quella dell'episodio numero 14, La navicella invisibile: Kirk, nonostante gli argomenti presentati da Spock, sostiene che il vascello va distrutto per evitare un'invasione del territorio della Federazione e si lancia all'inseguimento. Ma quando l'Enterprise sembra finalmente raggiungere il vascello nemico, ecco che i Metrons, creature molto avanzate che abitano un sistema solare attraverso il quale i due vascelli stavano passando, si intromettono e decidono di far risolvere la disputa con un combattimento a mani nude tra i due capitani.

Ecco così la parte più ridicola dell'episodio, che non è al livello dei Mighty Power Rangers ma poco ci manca: pietre di polistirolo, tute di gomma e bastoni di plastica si sprecano in questo scontro all'ultimo sangue. Fortunatamente c'è un messaggio intelligente dietro questa messa in scena farsesca: Kirk alla fine grazia l'avversario, nonostante l'iniziale sete di vendetta. E questo porta l'attenzione sull'insegnamento tipico di Roddenberry sulla necessità di evitare di usare la violenza a tutti i costi. Magari il Gorn aveva le sue ragioni per attaccare l'avamposto della Federazione, magari si era sentito attaccato ed invaso! Un ragionamento fatto anche da Spock a bordo dell'Enterprise, in cui le vicissitudini di Kirk sono comunicate in tempo reale dai Metrons (un po' come successe nel doppio episodio L'ammutinamento).

Quindi che dire di questo Arena? Che andando oltre la ridicolaggine di alcune scene non si tratta di un brutto episodio! Un po' già visto nella prima parte, molto buffo nella seconda, ma comunque con molti spunti intelligenti, non ultimo quello sull'importanza dell'ingegno e sulla superiorità di quest'ultimo sulla forza bruta. Ciao!

 

Episodio successivo: Domani è ieri

Fonte:  https://vengonofuoridallefottutepareti.wordpress.com/2019/05/17/star-trek-tos-s01e18-arena/

 

 

Alfredo Cosmos - giudizio personale VOTO: 4,5

 

La trama dell'episodio non è male, ma il rettiliano è allucinante...direi comico. E' proprio una sagoma, sembra un pupazzo. Travestimento carnevalesco, direi. E' goffo e fa fatica a muoversi, si vede che il costume è fastidioso....ahahahah....uno dei peggiori extraterrestri mai visti....capisco che in quel periodo non c'erano grandi effetti scenici, ma questo si doveva evitare

 

 

 
 
 

L'ORIGINE DEL GATTO

Post n°1506 pubblicato il 21 Novembre 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

IL GATTO, ANIMALE MISTERIOSO....

 

GATTO

 

 
 
 

L’incredibile metodo per comunicare di Helen Keller, sordomuta e cieca

Post n°1505 pubblicato il 14 Novembre 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

Nel video è mostrato questo metodo incredibile che ha portato Helen Keller a comunicare col mondo, laurearsi, scrivere libri e diventare membro del parlamento. Una donna incredibile che all'età di 19 mesi si è ammalata, non riuscendo più a sentire, vedere e parlare. Una forza ai confini della realtà.

Tutto questo è accaduto grazie alla sua insegnante Anne Sullivan, anche lei non vedente, anche lei una grande Anima

 

Helen Keller

 

Helen Keller - Ecco come ha imparato a parlare

 

 

 

2 post prima di questo (il nr. 1503), c'è la storia di Helen Keller

 
 
 

Il numero 11 e 11.11 spiegazione esoterica

Post n°1504 pubblicato il 11 Novembre 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

 Oggi è 11.11.22

 

11:11 Il Numero Maestro

 

11

 

I numeri custodiscono il codice in cui è celato il mistero dell'esistenza

Se andiamo oltre la semplice aritmetica che abbiamo studiato a scuola, possiamo dire che i numeri rappresentano il codice attraverso cui risolvere i grandi enigmi dell'esistenza. Sono la lente d'ingrandimento attraverso la quale osservare come si dispone la vita; dalle orbite planetarie alla forma geometrica dei petali dei fiori, dalla formazione di un uragano, alla struttura dei cristalli d'acqua. In senso più generale i numeri ci consentono di studiare sia il macrocosmo che il microcosmo. Diventano quindi uno strumento con cui possiamo comprendere i fenomeni esteriori, ma anche quelli psichici che avvengono al nostro interno.

 

Come in uno specchio, possiamo rifletterci nei numeri per capire chi siamo.

La moderna Numerologia può essere utilizzata per conoscerci di più attraverso l'analisi della nostra data di nascita, stilando così un profilo numerologico, Questo ci permette di analizzare talenti e debolezze, propensioni e difficoltà, aiutandoci a chiarire il senso della nostra esistenza. Conoscere il messaggio dei numeri ci permette di essere protagonisti della nostra vita collaborando con il nostro destino, per non esserne solamente vittime inconsapevoli. Si può definire la Numerologia come una porta per entrare nel fondamento dell'esistenza, creare la propria realtà e godere appieno della vita in armonia con le leggi universali.

 

I numeri che fanno parte del nostro quotidiano non sono casuali. Per la legge della sincronia, quando vediamo, ascoltiamo o pensiamo un numero, significa che ci sta facendo da specchio: riflette chi siamo nell'istante presente e ci può dare, se ce ne domandiamo il significato, utili indicazioni per la nostra vita.

 

Lasciatevi guidare dalla magia dei numeri che si riveleranno strumento di auto-conoscenza, messaggeri dell'Universo fatto di armonia, equilibrio e amore.

 

11.11 il Numero Magico della Manifestazione

L'11:11 è un portale che potete utilizzare per realizzare i vostri desideri istantaneamente e miracolosamente. Inoltre, è un messaggio dalle vostre guide spirituali che vi ricorda che loro vi sono accanto per aiutarvi ad ogni passo.

 

La Geometria Sacra del Numero 1

Ogni numero ha un codice che ci rivela il suo proposito. Il numero 11 è considerato un numero maestro e ad esso è annesso un potenziale straordinario. Il numero 1 è l'unico numero che è completamente dritto - come una colonna o un'antenna e simboleggia non solo la connessione diretta dello Spirito con la Materia, ma anche la connessione tra le Terra e il Cosmo. È un canale d'energia libero da ostruzioni. L'1 è il numero dell'iniziazione, dell'invenzione e degli inizi.Con il numero 1 riceviamo informazioni alla velocità della luce nella forma di idee e ispirazioni. Infatti, la parola "ispirazione" significa "nello Spirito"

 

L'energia del numero 1 si muove molto velocemente ed ha bisogno di essere canalizzata e modellata da noi per poter diventare manifesta. Quando riceviamo un'ispirazione dallo Spirito è perché siamo i veicoli perfetti che possono trasformare quelle idee in creazioni.

 

11 è il Portale che ci Connette al Divino

La geometria sacra dell'11:11 rivela il suo potere. Quando il numero 1 è doppio nel numero 11, l'energia è esponenzialmente più potente. Se guardate alla forma del numero 11 vedrete come si sono venute a formare due pilastri, un canale, un portale, una colonna di luce che ci consente di essere ispirati, di ricevere saggezza, amore e di essere in allineamento con la Sorgente d'Energia. Può risultare difficile ascoltare la voce della propria anima e lasciarsi andare all'ignoto, ma è necessario per la crescita dell'anima stessa.

 

11:11 È Un Potente Portale per la Manifestazione

L'11:11 (1+1+1+1=4) contiene in sé l'energia del 4 che è il numero della Terra, della materia e quindi della manifestazione. Per cui, l'11:11 è il promemoria che vi ricorda che state co-creando con il Divino e che avete l'abilità di manifestare qualunque cosa il vostro essere venga ispirato a creare.

 

11 è un numero maestro nella numerologia. Non solo ci insegna come diventare maestri della nostra vita, ma anche come essere dei maestri nella manifestazione. Quando siamo in allineamento con il nostro unico proposito di vita - quello per cui siamo stati mandati sulla Terra - siamo sempre supportati dall'Universo in modi incredibili. Le porte si aprono e le connessioni vengono stabilite per noi in modi miracolosi.

 

Guarire il Passato, Creare il Futuro

Se avete mai avuto l'esperienza di una sincronicità, allora avete fatto esperienza di com'è avere ogni cosa in perfetto allineamento e di come lo Spirito e la Materia sono in sintonia l'uno con l'altro. Avete avuto un assaggio di quello che significa essere connessi al passato, al presente e al futuro contemporaneamente. I fisici quantistici sanno bene che il tempo non è lineare. Gli shamani di ogni tempo ci hanno sempre insegnato di come possiamo guarire il nostro passato e sognare il futuro fino alla manifestazione. Questo è quello che l'11:11 ci mostra. Abbiamo Universi paralleli (proprio come le linee parallele del numero 11) di Passato, Presente e Futuro, e possiamo influenzarli simultaneamente.

 

Lasciando andare consapevolmente le emozioni che mantengono attive le esperienze passate, possiamo portare guarigione al nostro sé attuale. Possiamo anche lasciare che la luce dell'11 illumini il nostro futuro e cambi l'energia del nostro futuro portando più amore nelle nostre vite.

 

Lasciare Che Sia Luce

Il numero 11 ci insegna che dove c'è la luce c'è anche l'ombra. Mentre vi riappropriate del vostro potere diventando sempre più quello che siete destinati ad essere e lo condividete con il mondo, è probabile che alcune paure si facciamo presenti. Sappiate semplicemente che è parte del processo di crescita e manifestazione. Man a mano che avrete più coraggio per essere voi stessi, ispirerete gli altri a fare lo stesso. Che bel pianeta sarà quando tutti faremo quello che siamo venuti a fare con amore e autenticità.

 

Fonte: https://www.essenzediluce.ch/11-11-il-numero-magico-della-manifestazione/

 

P.S.  Il previsto video di Helen Keller lo pubblicherò la prossima settimana

 
 
 

Helen Keller, sordomuta e cieca, una donna con una forza incredibile

Post n°1503 pubblicato il 07 Novembre 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

Chi era Helen Keller: la storia della scrittrice e attivista americana

Una delle prime paladine dei diritti dei disabili, scrittrice e abile oratrice. Helen Keller si è distinta per il suo coraggio e i suoi ideali.

PUBBLICATO IL 19/06/2020


 

Hellen Keller

 

La storia di Helen Keller e della sua insegnante, Anne Sullivan, ha dell'incredibile. Helen, sorda e cieca, grazie a lei impara a scrivere e a parlare diventando nel tempo scrittrice e oratrice. Helen si è anche impegnata in numerose cause sociali sostenendo sempre le questioni progressiste, dai diritti delle donne a quelli dei disabili.

 

Chi era Helen Keller

Una delle prime paladine dei diritti dei disabili e suffragetta ante litteram. Helen è nata il 27 giugno 1880 a Tuscumbia, in Alabama. A soli diciannove mesi, la piccola Helen contrae una malattia che viene descritta dai medici come "una congestione dello stomaco e del cervello": molto probabilmente una meningite, che la fa diventare sia cieca che sorda. Rivoltasi al Perkins Institute for the Blind, situato nella zona meridionale di Boston, viene aiutata e sostenuta da un'eccezionale educatrice, Anne Sullivan, a sua volta - non vedente.

Anne riesce ad insegnarle a leggere cinque lingue diverse, ad ascoltare, toccando le labbra e sentendo le vibrazioni della trachea e infine anche a parlare. Se prima di conoscerla Helen si esprimeva solo attraverso semplici gesti con le mani, grazie ad Anne, la bambina comincia a sillabare le parole nel palmo della mano. Anne le dà la chiave di accesso per entrare veramente in contatto con il mondo circostante.

Trasferitasi nel Massachusetts nel 1896 per entrare alla Cambridge School for Young Ladies, nel 1900, poi, si sposta al Radcliffe College.

Intanto, il magnate della Standard Oil Henry Huttleston Rogers, decide di finanziare la sua educazione. Nel 1903 pubblica la sua corposa autobiografia The story of my life che sarà il primo di una serie di undici libri e di numerosi articoli. Nel 1904 Helen si laurea in legge, diventando la prima persona cieca e sorda a ottenere un Bachelor of Arts degree. "Le cose migliori e più belle di questo mondo non possono essere viste e nemmeno ascoltate, ma devono essere sentite col cuore". In queste poche parole, da lei stessa scritte in un libro, è racchiusa l'essenza della vita di Helen Keller.

Hellen Keller

Le battaglie progressiste

Helen si impegnava in numerose questioni progressiste tenendo conferenze per sostenere argomenti come i diritti dei disabili e il suffragio universale, argomento sostenuto anche da Harriet Tubman. Negli anni era diventata un'abile oratrice. Ha visitato numerosi paesi e incontrato leader mondiali, tra cui diversi presidenti e leader di fama mondiali come Winston Churchill e Jawaharlal Nehru. Sono ben 39 i Paesi attraversati, tra cui il Giappone, dove Helen Keller diventa una vera e propria celebrità. Nel 1915 fonda anche la Helen Keller International, una organizzazione non - profit per la prevenzione della cecità.

Conosciuta in tutto il mondo per il suo coraggio, è anche stata insignita della Presidential Medal of Freedom, uno dei massimi riconoscimenti civili negli Stati Uniti. Intraprende anche un percorso politico entrando a far parte del Socialist Party of America, grazie al quale scrive diversi articoli a sostegno della classe operaia, e dell'Industrial Workers of the World, sindacato con sezioni in molti Paesi del mondo.

Alla sua vicenda, e a quella dell'istitutrice che le ha insegnato a interagire con il mondo è stato dedicato il romanzo The Miracle Worker da cui è stato tratto il film noto in Italia con il titolo "Anna dei miracoli".

Scritto da Evelyn Novello

Fonte: https://www.donnemagazine.it/helen-keller-chi-era/

 

P.S. Nel prossimo post, un video in cui viene mostrato il metodo con cui Helen è riuscita a comunicare col mondo, riuscendo a raggiungere imprese impensabili come laurearsi, scrivere libri e diventare parlamentare

 
 
 

CALENDARIO FASI LUNARI NOVEMBRE 2022

Post n°1502 pubblicato il 02 Novembre 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

CALENDARIO FASI LUNARI NOVEMBRE  2022   

 

NOVEMBRE 2022

Fonte:

https://www.segnalidivita.com/calendario/calendario-lunare-2022.htm