Creato da alf.cosmos il 28/05/2009
ACQUISIRE CONSAPEVOLEZZA
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

MIO CANALE YOUTUBE

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

alf.cosmosbizantinoaraelyravallegri.frYamiMaetelspagetiorit40QuartoProvvisorioamici.futuroieriormaliberathamujarossinidgl0grafa2Estelle_ktazmanale
 
 

       

  
  
  
  
  

 
Citazioni nei Blog Amici: 152
 

I miei Blog Amici

- Sorgente Divina
- Diario Stellare
- Arcobaleno dAmore
- Pensieri
- IlPiccoloMondoDiMery
- IL VERO SE sentire percepire guardare oltre..
- Sol Tre News
- RI_INCONTRIAMOLO
- anima blu
- Angeli
- angeli_senza_ali
- FIGLIA DELLE STELLE
- terrarisonante di Don Luisito
- SentiSenti
- Essere non essere
- NEXUS
- Nel reale e oltre
- * LA MIA ISOLA* di JOANNAS
- Vehuel Rosso Cuore
- St Germain
- Starchild
- Maestri di Luce
- Kryon
- l’Arcangelo Michele
- FederazioneGalattica
- LA VITA E MERAVIGLIA di Dolly
- Io e i miei Mondi di Alex
- Star trek-mania blog
- Range random di Southcross
- come un carillon di fata nocino
- IL SENSO DELLA VITA di Angelica
- Lucedoriente di Luce
- golBBlog di hareezio
- Armonie di Atlantis
- STAR TREK di danko1075
- incontinuaevoluzione di ocarlino
- spiritelli di foriero0
- spazio di unicaeoriginale
- Gira si la vòi gira di lanzarda
- RIFLESSI DI LUCE di KETHER
- D_E_S_IO di desiodgl0
- Nihil di onlyang
- Fiore di fiordiloto
- I giorni Maya di interpretazioni_maya
- Fotografando Emily.. di Emily2009
- Sogno diurno di dovere di vivere
- RICORDI E POESIE di monchery10
- Laraba fenice di torrepreziosa
- counseling-integrato di Fiorintegrati
- MAYA di donamaya
- liberi di essere di olena63
- Puro Cuore Fra Noi
- FIORE DI LOTO di soleluna140
- ESPRESSIONI DAMORE di Aquamarinablu
- May it be....di TrinitàDeiMonti
- Le grand ouvre di ledlordsandro9
- il mare infinito di lafatadelmare
- Avanscoperta di lauravera1959
- PRIMAVERA ! di claire66
- Percorso di LUCE di lapiccolastellina2
- finestra sul mondo di ormailibera
- il regno di arcadia di xx Arcadia xx
- blogmelina di donnadaipassiperduti
- interrogativi di antone.a
- Il_Colore_oro di afrodite.58
- Dedicato a Karol di laura_brustenga
- Libera su Libero... di LaBrusLa
- Morven di Morven61
- SYMPATHY di pachira0
- BILUNABA di bibastella.b
- AMORE UNIVERSALE di salvatore.ravas
- Neshama di Cleinsciandra
- Dalle Memorie di MaurJah
- vita meravigliosa di Cristina
- La vita è un soffio amo larte e dipingo di Luli
- NellInfinito di Maria Carrassi
- Un anima a nudo...di AngeloSenzaVeli
- Sei fili bianchi di Pinktree
- OCCHI PER GUARDARE OLTRE di soliinmezzoallagente
- La vera me stessa
- Il Salotto di Cherrysl-CONVERSAZIONI -OPINIONI SU TEMI VARI
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini, i testi e le notizie pubblicate sono quasi tutte tratte dal web e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro utilizzo violasse dei diritti d’autore, si prega avvertire l’ Autore del Blog il quale provvederà alla loro immediata rimozione.

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Area personale

 

Messaggi del 23/06/2022

Aivanhov: RELAZIONE TRA IL PENSIERO E IL SILENZIO

Post n°1472 pubblicato il 23 Giugno 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

𝗜𝗹 𝘀𝗶𝗹𝗲𝗻𝘇𝗶𝗼, 𝗰𝗼𝗻𝗱𝗶𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗶𝗻𝗱𝗶𝘀𝗽𝗲𝗻𝘀𝗮𝗯𝗶𝗹𝗲 𝗮𝗹 𝗽𝗲𝗻𝘀𝗶𝗲𝗿𝗼

 

Aivanhov

 

La vera potenza dell'uomo e' quella del pensiero. Lo sapete e tutti lo sanno: e' il pensiero che dirige, realizza e crea. Ma per poter lavorare, il pensiero ha bisogno di determinate condizioni, e una delle condizioni essenziali e' il silenzio. Ecco cio' che non e' stato ancora ben compreso dalla maggior parte delle persone, poiche' quel che generalmente viene chiamato "pensiero" troppo spesso e' solo un agitarsi dell'intelletto. Si cerca la pagliuzza nell'occhio del vicino, ci si chiede come sopraffare un concorrente, si fanno progetti per la carriera politica...e tutto questo lo si chiama "pensare"! Ebbene no, tutto questo in realta' si chiama essere in balia dei propri istinti, capricci e ambizioni...tutto quel che volete, ma non puo' definirsi "pensare".

Ed e' anche un errore credere che il pensiero si sviluppi nelle discussioni, nei confronti e nelle controversie. Qualcosa indubbiamente si sviluppa, ma in ogni caso non si tratta del puro pensiero. Ecco perche' la meditazione e' un esercizio tanto difficile per la maggior parte degli esseri umani: perche' essi non sanno cosa sia realmente il pensiero ne' come servirsene. Credono di poter entrare nel mondo del silenzio cosi', senza alcuna preparazione, con uno strumento rumoroso che in realta' non fa che turbare il silenzio. Infatti e' esattamente questo che si verifica, e' il loro pensiero mal dominato a turbare il silenzio: corre a destra e a sinistra scompigliando ogni cosa al suo passaggio.

La regione del vero pensiero e' il piano causale, ossia il piano mentale superiore; piu' il pensiero scende e si allontana da quelle alte vette, piu' viene ostacolato e deviato. Ora, per far fronte a tutti i problemi della vita quotidiana con i quali l'uomo deve confrontarsi, il suo pensiero e' obbligato a scendere e rivestirsi di abiti spessi e grossolani; sotto quelle vesti, il pensiero diventa sicuramente irriconoscibile e si indebolisce. E' in alto che il pensiero e' onnipotente; ma appena scende nelle regioni dell'intelletto (piano mentale inferiore) e del cuore (piano astrale) si copre di impurita' e, non essendo piu' vergine, perde quasi tutta la sua forza di penetrazione. Se volete che il vostro pensiero ritrovi la sua vera potenza per meditare e legarvi al Cielo, dovete salire fino al piano causale dove regna il silenzio assoluto.

Osservandovi bene constaterete che piu' vi elevate sulle cime delle alte montagne spirituali, piu' vi calmate; l'ordine divino si ristabilisce in voi e improvvisamente sentite il silenzio, come se tutte le vostre cellule si fossero armonizzate. In quella pace, in quell'armonia, il pensiero liberato puo' prendere il volo, puo' innalzarsi nello spazio e immergersi nell'oceano di luce. Nulla puo' piu' ostacolare il movimento delle sue ali possenti. Anzi, piu' voi scendete nelle pianure, spiritualmente parlando, piu' si produce rumore nei vostri pensieri e nei vostri sentimenti, e quando volete concentrarvi sul Creatore o sulla Madre divina, non ci riuscite.

Eh si, voi dite di aver meditato, ma Dio solo sa se, quando siete rimasti in silenzio, avete saputo dirigere i vostri pensieri verso i piani superiori!...

Quali sono i soggetti, le immagini e i ricordi sui quali avete indugiato? Sempre su cio' che e' terra terra: come avete mangiato e bevuto, come avete litigato o come vi siete baciati...A causa di tutto quel frastuono, non siete ancora riusciti a proiettare - almeno per qualche minuto - il vostro pensiero fino alle regioni dell'anima e dello spirito.

Finche' rimarrete a stagnare nei piani astrale e mentale inferiore, sarete tesi, agitati e non troverete mai il silenzio necessario al lavoro spirituale. E' la natura dei pensieri e dei sentimenti ordinari che produce tali effetti, e non puo' essere altrimenti. Ed e' proprio nella natura dei pensieri e dei sentimenti interessati ed egoistici provocare in voi la tensione, l'eccitazione e il disordine. Quali che siano gli sforzi che fate per meditare, non ci riuscirete finche' non vi sarete sforzati di introdurre in voi il silenzio.

"Pensare" significa in primo luogo essere capaci di liberarsi dalle preoccupazioni quotidiane, al fine di concentrarsi in modo disinteressato su un soggetto di natura filosofica, spirituale. "Pensare" deve servirci a progredire nella via della comprensione riguardo all'essere umano, all'universo, a Dio stesso, e tale comprensione non la si ottiene con la lettura di libri o con le discussioni. E' nel silenzio che il sapere immemorabile, sepolto nel piu' profondo di noi stessi, a poco a poco affiora alla coscienza. L'uomo, microcosmo riflesso del macrocosmo, e' il depositario di tutta la memoria del mondo. Il silenzio prepara le condizioni affinche' in noi si risvegli la memoria originaria.

Ecco cio' che di piu' utile un istruttore possa insegnarci: i benefici del silenzio, come pure le condizioni che esso ci offre per la nostra evoluzione.

Beati coloro che hanno capito quanto sia necessario imparare a lasciare le regioni inferiori dei pensieri e dei sentimenti per avvicinarsi alla sorgente divina, poiche' e' la' che troveranno gli elementi per intraprendere una vera attivita' e vivere la vera vita.

𝗢𝗺𝗿𝗮𝗮𝗺 𝗠𝗶𝗸𝗵𝗮𝗲𝗹 𝗔𝗶𝘃𝗮𝗻𝗵𝗼𝘃 (𝘓𝘢 𝘷𝘪𝘢 𝘥𝘦𝘭 𝘚𝘪𝘭𝘦𝘯𝘻𝘪𝘰)