Creato da alf.cosmos il 28/05/2009
ACQUISIRE CONSAPEVOLEZZA
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

MIO CANALE YOUTUBE

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

elyravaquila1dgl10antonellazzariolillielunafuoridaltempo7baronidavideamici.futuroieriguarany120pietro653cioppi77alf.cosmoscostel93fCherryslalextrip79
 
 

Ultimi commenti

       

  
  
  
  
  

 
Citazioni nei Blog Amici: 152
 

I miei Blog Amici

- Sorgente Divina
- Diario Stellare
- Arcobaleno dAmore
- Pensieri
- IlPiccoloMondoDiMery
- IL VERO SE sentire percepire guardare oltre..
- Sol Tre News
- RI_INCONTRIAMOLO
- anima blu
- Angeli
- angeli_senza_ali
- FIGLIA DELLE STELLE
- terrarisonante di Don Luisito
- SentiSenti
- Essere non essere
- NEXUS
- Nel reale e oltre
- * LA MIA ISOLA* di JOANNAS
- Vehuel Rosso Cuore
- St Germain
- Starchild
- Maestri di Luce
- Kryon
- l’Arcangelo Michele
- FederazioneGalattica
- LA VITA E MERAVIGLIA di Dolly
- Io e i miei Mondi di Alex
- Star trek-mania blog
- Range random di Southcross
- come un carillon di fata nocino
- IL SENSO DELLA VITA di Angelica
- Lucedoriente di Luce
- golBBlog di hareezio
- Armonie di Atlantis
- STAR TREK di danko1075
- incontinuaevoluzione di ocarlino
- spiritelli di foriero0
- spazio di unicaeoriginale
- Gira si la vòi gira di lanzarda
- RIFLESSI DI LUCE di KETHER
- D_E_S_IO di desiodgl0
- Nihil di onlyang
- Fiore di fiordiloto
- I giorni Maya di interpretazioni_maya
- Fotografando Emily.. di Emily2009
- Sogno diurno di dovere di vivere
- RICORDI E POESIE di monchery10
- Laraba fenice di torrepreziosa
- counseling-integrato di Fiorintegrati
- MAYA di donamaya
- liberi di essere di olena63
- Puro Cuore Fra Noi
- FIORE DI LOTO di soleluna140
- ESPRESSIONI DAMORE di Aquamarinablu
- May it be....di TrinitàDeiMonti
- Le grand ouvre di ledlordsandro9
- il mare infinito di lafatadelmare
- Avanscoperta di lauravera1959
- PRIMAVERA ! di claire66
- Percorso di LUCE di lapiccolastellina2
- finestra sul mondo di ormailibera
- il regno di arcadia di xx Arcadia xx
- blogmelina di donnadaipassiperduti
- interrogativi di antone.a
- Il_Colore_oro di afrodite.58
- Dedicato a Karol di laura_brustenga
- Libera su Libero... di LaBrusLa
- Morven di Morven61
- SYMPATHY di pachira0
- BILUNABA di bibastella.b
- AMORE UNIVERSALE di salvatore.ravas
- Neshama di Cleinsciandra
- Dalle Memorie di MaurJah
- vita meravigliosa di Cristina
- La vita è un soffio amo larte e dipingo di Luli
- NellInfinito di Maria Carrassi
- Un anima a nudo...di AngeloSenzaVeli
- Sei fili bianchi di Pinktree
- OCCHI PER GUARDARE OLTRE di soliinmezzoallagente
- La vera me stessa
- Il Salotto di Cherrysl-CONVERSAZIONI -OPINIONI SU TEMI VARI
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini, i testi e le notizie pubblicate sono quasi tutte tratte dal web e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro utilizzo violasse dei diritti d’autore, si prega avvertire l’ Autore del Blog il quale provvederà alla loro immediata rimozione.

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Area personale

 

Messaggi del 18/08/2022

Star Trek la serie classica recensioni stag1 Ep13 La magnificenza del re (1966-67)

Post n°1485 pubblicato il 18 Agosto 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

Star Trek: TOS - S01E13, La magnificenza del re

Postato il 01/04/2019 di Sam Simon

 

star trek13

Ed eccoci al primo riferimento a Shakespeare che tanta importanza avrà nelle future incarnazioni di Star Trek, per esempio in quel capolavoro di Star Trek VI: The Undiscovered Country (Rotta verso l'ignoto) o in varie occasioni in The Next Generation grazie ad interpretazioni di Data, Picard o addirittura di Q. Ma invece di divagare, parliamo de La magnificenza del re (The Conscience Of The King), che tra l'altro è un gran bell'episodio!

 

La USS Enterprise si dirige al pianeta Q su chiamata del dottor Thomas Leighton (William Sargent), vecchia conoscenza del capitano Kirk, che ha più vecchie conoscenze sparse per la Galassia che capelli sulla testa. Immediatamente Leighton informa Kirk che l'ha convocato perché è convinto che Anton Karidian (Arnold Moss), attualmente sul pianeta con la sua compagnia teatrale durante un tour interplanetario, sia in realtà Kodos, l'ex-governatore della colonia di Tarsus IV che venti anni prima fece uccidere a sangue freddo 4mila persone proprio mentre Leighton e Kirk si trovavano lì. Il nostro bel capitano non ne è affatto convinto visto che ufficialmente Kodos fu trovato morto carbonizzato, ma soprattutto a distrarlo è la bionda figlia di Anton, Lenore Karidian (Barbara Anderson), con cui è rapidamente colpo di fulmine. Ma proprio mentre i due passeggiano mano nella mano ecco la scoperta sconcertante: il cadavere di Leighton giace a pochi passi da casa sua durante il ricevimento da lui organizzato per entrare in contatto con Karidian.

Che fare? Kirk decide di investigare l'accaduto ma lo fa fuori dai canali ufficiali. Per mantenere il segreto sulle sue attività non esita a trattare malissimo sia Spock che McCoy, che però caparbiamente riescono a capire cosa sta succedendo. Infatti è chiaro come il sole che Karidian sia effettivamente Kodos! Inoltre, soltanto nove persone tra quelle sopravvissute al massacro su Tarsus IV avevano visto in faccia Kodos, e, di questi nove, sette (compreso Leighton) sono morti e gli ultimi due sono entrambi a bordo della USS Enterprise. Uno naturalmente è Kirk e l'altro è il tenente Kevin Riley (Bruce Hyde). Intanto Kirk riesce a far salire a bordo della sua nave l'intera compagnia teatrale e spedisce Riley alla sala macchine per non si sa bene quale motivo. Avrebbe potuto proteggerlo un po' meglio, no? A questo punto è lampante che l'ipotesi sia che Karidian stia uccidendo uno ad uno gli ultimi testimoni del suo massacro!  E invece no, Kirk sembra perso tra elucubrazioni che si tiene per sé e il corteggiamento di Lenore.

 

In ogni caso, dopo un tentativo di omicidio ai danni di Riley con del veleno (altro elemento shakespeariano, ma d'altronde l'episodio tutto altro non è che una tragedia shakespeariana ambientata nel mondo di Star Trek), Kirk decide di confrontarsi con Karidian e non ci sono dubbi: è Kodos. Ma il conflitto finale tra i due non sarà esente da sorprese... in altre parole c'è un colpo di scena che in realtà io ho capito al decimo minuto (non perché sia un genio, è davvero chiaro sin dall'inizio cosa sta succedendo), ma che comunque ha abbastanza senso.

Cosa ha di bello La magnificenza del re? Tante cose. Così come ha tante cose meno belle. Cominciamo da queste ultime: il colpo di scena prevedibilissimo è una di esse. E la recitazione di Arnold Moss è esageratissima: capisco che sia molto teatrale quando interpreta un personaggio nel Macbeth o nell'Otello, ma lo è anche quando parla come Anton Karidian al di fuori del teatro: come detto, l'episodio è shakespeariano, ma secondo me Moss ha esagarato! E le scene dell'innamoramento tra Kirk e Lenore sono zuccherosissime, fa davvero ridere vederle nel 2019 con la donna che vuole il suo principe azzurro bello e poderoso.

Però ci sono anche parecchie cose ben fatte: Spock e McCoy continuano a crescere sia come personaggi sia a livello di interazioni tra i due. La trama della puntata è avvincente ed è divertente seguire l'indagine per capire che fine abbia fatto Kodos e quale sia il filo logico che porti dal massacro di venti anni fa alla recente morte di Leighton e al tentativo di omicidio di Riley. I dialoghi presi direttamente da Shakespeare sono per definizioni teatralissimi ma funzionano all'interno di una storia volutamente sopra le righe e con personaggi folli che non stonerebbero in una tragedia dello stesso autore inglese (le motivazioni di Karidian/Kodos rivelate sul finale sono tutt'altro che sensate). E le musiche, molto classiche, sono perfette per accompagnare le scene d'azione così come quelle più posate d'amore o riguardanti il teatro.

Infine, credo che questo sia uno degli episodi con più ritmo di questi primi tredici della prima stagione. Non ha punti morti, ogni scena ha una sua spiegazione e non rallenta l'azione né lo sviluppo della trama. Anche la canzone di Uhura qui non ha una mera valenza di riempitivo (come ne Il naufrago delle stelle), ma è la perfetta colonna sonora per il misterioso tentativo di omicidio a bordo della nave! Da vedere! Ciao!

 

Episodio successivo: La navicella invisibile

 

Fonte: https://vengonofuoridallefottutepareti.wordpress.com/2019/04/01/star-trek-tos-s01e13-la-magnificenza-del-re/

 

 

 

Alfredo Cosmos - giudizio personale VOTO:  7

 Dramma nel dramma, in cui la figlia Lenore per difendere il padre Karidian ( che poi si scopre essere Kodos, che 20 anni prima era stato responsabile di migliaia di morti)  si rende colpevole di omicidi. Il padre ne rimane addolorato perché avrebbe voluto che lei ne rimanesse fuori.

Il finale è tragico, ma in qualche modo riabilita la figura del padre che difende il cap. Kirk dall'attacco mortale della figlia che ne rimane vittima