Creato da alf.cosmos il 28/05/2009
ACQUISIRE CONSAPEVOLEZZA
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

MIO CANALE YOUTUBE

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

alf.cosmosQuartoProvvisorioelyravamici.futuroieriamistad.siempreEllagbangpilegxfretensisje_est_un_autreormaliberanannilukalphabethaaSilviabi7maria.carrassiavv.laura
 
 

       

  
  
  
  
  

 
Citazioni nei Blog Amici: 152
 

I miei Blog Amici

- Sorgente Divina
- Diario Stellare
- Arcobaleno dAmore
- Pensieri
- IlPiccoloMondoDiMery
- IL VERO SE sentire percepire guardare oltre..
- Sol Tre News
- RI_INCONTRIAMOLO
- anima blu
- Angeli
- angeli_senza_ali
- FIGLIA DELLE STELLE
- terrarisonante di Don Luisito
- SentiSenti
- Essere non essere
- NEXUS
- Nel reale e oltre
- * LA MIA ISOLA* di JOANNAS
- Vehuel Rosso Cuore
- St Germain
- Starchild
- Maestri di Luce
- Kryon
- l’Arcangelo Michele
- FederazioneGalattica
- LA VITA E MERAVIGLIA di Dolly
- Io e i miei Mondi di Alex
- Star trek-mania blog
- Range random di Southcross
- come un carillon di fata nocino
- IL SENSO DELLA VITA di Angelica
- Lucedoriente di Luce
- golBBlog di hareezio
- Armonie di Atlantis
- STAR TREK di danko1075
- incontinuaevoluzione di ocarlino
- spiritelli di foriero0
- spazio di unicaeoriginale
- Gira si la vòi gira di lanzarda
- RIFLESSI DI LUCE di KETHER
- D_E_S_IO di desiodgl0
- Nihil di onlyang
- Fiore di fiordiloto
- I giorni Maya di interpretazioni_maya
- Fotografando Emily.. di Emily2009
- Sogno diurno di dovere di vivere
- RICORDI E POESIE di monchery10
- Laraba fenice di torrepreziosa
- counseling-integrato di Fiorintegrati
- MAYA di donamaya
- liberi di essere di olena63
- Puro Cuore Fra Noi
- FIORE DI LOTO di soleluna140
- ESPRESSIONI DAMORE di Aquamarinablu
- May it be....di TrinitàDeiMonti
- Le grand ouvre di ledlordsandro9
- il mare infinito di lafatadelmare
- Avanscoperta di lauravera1959
- PRIMAVERA ! di claire66
- Percorso di LUCE di lapiccolastellina2
- finestra sul mondo di ormailibera
- il regno di arcadia di xx Arcadia xx
- blogmelina di donnadaipassiperduti
- interrogativi di antone.a
- Il_Colore_oro di afrodite.58
- Dedicato a Karol di laura_brustenga
- Libera su Libero... di LaBrusLa
- Morven di Morven61
- SYMPATHY di pachira0
- BILUNABA di bibastella.b
- AMORE UNIVERSALE di salvatore.ravas
- Neshama di Cleinsciandra
- Dalle Memorie di MaurJah
- vita meravigliosa di Cristina
- La vita è un soffio amo larte e dipingo di Luli
- NellInfinito di Maria Carrassi
- Un anima a nudo...di AngeloSenzaVeli
- Sei fili bianchi di Pinktree
- OCCHI PER GUARDARE OLTRE di soliinmezzoallagente
- La vera me stessa
- Il Salotto di Cherrysl-CONVERSAZIONI -OPINIONI SU TEMI VARI
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini, i testi e le notizie pubblicate sono quasi tutte tratte dal web e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro utilizzo violasse dei diritti d’autore, si prega avvertire l’ Autore del Blog il quale provvederà alla loro immediata rimozione.

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Area personale

 

 

Aivanhov: RELAZIONE TRA IL PENSIERO E IL SILENZIO

Post n°1472 pubblicato il 23 Giugno 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

𝗜𝗹 𝘀𝗶𝗹𝗲𝗻𝘇𝗶𝗼, 𝗰𝗼𝗻𝗱𝗶𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗶𝗻𝗱𝗶𝘀𝗽𝗲𝗻𝘀𝗮𝗯𝗶𝗹𝗲 𝗮𝗹 𝗽𝗲𝗻𝘀𝗶𝗲𝗿𝗼

 

Aivanhov

 

La vera potenza dell'uomo e' quella del pensiero. Lo sapete e tutti lo sanno: e' il pensiero che dirige, realizza e crea. Ma per poter lavorare, il pensiero ha bisogno di determinate condizioni, e una delle condizioni essenziali e' il silenzio. Ecco cio' che non e' stato ancora ben compreso dalla maggior parte delle persone, poiche' quel che generalmente viene chiamato "pensiero" troppo spesso e' solo un agitarsi dell'intelletto. Si cerca la pagliuzza nell'occhio del vicino, ci si chiede come sopraffare un concorrente, si fanno progetti per la carriera politica...e tutto questo lo si chiama "pensare"! Ebbene no, tutto questo in realta' si chiama essere in balia dei propri istinti, capricci e ambizioni...tutto quel che volete, ma non puo' definirsi "pensare".

Ed e' anche un errore credere che il pensiero si sviluppi nelle discussioni, nei confronti e nelle controversie. Qualcosa indubbiamente si sviluppa, ma in ogni caso non si tratta del puro pensiero. Ecco perche' la meditazione e' un esercizio tanto difficile per la maggior parte degli esseri umani: perche' essi non sanno cosa sia realmente il pensiero ne' come servirsene. Credono di poter entrare nel mondo del silenzio cosi', senza alcuna preparazione, con uno strumento rumoroso che in realta' non fa che turbare il silenzio. Infatti e' esattamente questo che si verifica, e' il loro pensiero mal dominato a turbare il silenzio: corre a destra e a sinistra scompigliando ogni cosa al suo passaggio.

La regione del vero pensiero e' il piano causale, ossia il piano mentale superiore; piu' il pensiero scende e si allontana da quelle alte vette, piu' viene ostacolato e deviato. Ora, per far fronte a tutti i problemi della vita quotidiana con i quali l'uomo deve confrontarsi, il suo pensiero e' obbligato a scendere e rivestirsi di abiti spessi e grossolani; sotto quelle vesti, il pensiero diventa sicuramente irriconoscibile e si indebolisce. E' in alto che il pensiero e' onnipotente; ma appena scende nelle regioni dell'intelletto (piano mentale inferiore) e del cuore (piano astrale) si copre di impurita' e, non essendo piu' vergine, perde quasi tutta la sua forza di penetrazione. Se volete che il vostro pensiero ritrovi la sua vera potenza per meditare e legarvi al Cielo, dovete salire fino al piano causale dove regna il silenzio assoluto.

Osservandovi bene constaterete che piu' vi elevate sulle cime delle alte montagne spirituali, piu' vi calmate; l'ordine divino si ristabilisce in voi e improvvisamente sentite il silenzio, come se tutte le vostre cellule si fossero armonizzate. In quella pace, in quell'armonia, il pensiero liberato puo' prendere il volo, puo' innalzarsi nello spazio e immergersi nell'oceano di luce. Nulla puo' piu' ostacolare il movimento delle sue ali possenti. Anzi, piu' voi scendete nelle pianure, spiritualmente parlando, piu' si produce rumore nei vostri pensieri e nei vostri sentimenti, e quando volete concentrarvi sul Creatore o sulla Madre divina, non ci riuscite.

Eh si, voi dite di aver meditato, ma Dio solo sa se, quando siete rimasti in silenzio, avete saputo dirigere i vostri pensieri verso i piani superiori!...

Quali sono i soggetti, le immagini e i ricordi sui quali avete indugiato? Sempre su cio' che e' terra terra: come avete mangiato e bevuto, come avete litigato o come vi siete baciati...A causa di tutto quel frastuono, non siete ancora riusciti a proiettare - almeno per qualche minuto - il vostro pensiero fino alle regioni dell'anima e dello spirito.

Finche' rimarrete a stagnare nei piani astrale e mentale inferiore, sarete tesi, agitati e non troverete mai il silenzio necessario al lavoro spirituale. E' la natura dei pensieri e dei sentimenti ordinari che produce tali effetti, e non puo' essere altrimenti. Ed e' proprio nella natura dei pensieri e dei sentimenti interessati ed egoistici provocare in voi la tensione, l'eccitazione e il disordine. Quali che siano gli sforzi che fate per meditare, non ci riuscirete finche' non vi sarete sforzati di introdurre in voi il silenzio.

"Pensare" significa in primo luogo essere capaci di liberarsi dalle preoccupazioni quotidiane, al fine di concentrarsi in modo disinteressato su un soggetto di natura filosofica, spirituale. "Pensare" deve servirci a progredire nella via della comprensione riguardo all'essere umano, all'universo, a Dio stesso, e tale comprensione non la si ottiene con la lettura di libri o con le discussioni. E' nel silenzio che il sapere immemorabile, sepolto nel piu' profondo di noi stessi, a poco a poco affiora alla coscienza. L'uomo, microcosmo riflesso del macrocosmo, e' il depositario di tutta la memoria del mondo. Il silenzio prepara le condizioni affinche' in noi si risvegli la memoria originaria.

Ecco cio' che di piu' utile un istruttore possa insegnarci: i benefici del silenzio, come pure le condizioni che esso ci offre per la nostra evoluzione.

Beati coloro che hanno capito quanto sia necessario imparare a lasciare le regioni inferiori dei pensieri e dei sentimenti per avvicinarsi alla sorgente divina, poiche' e' la' che troveranno gli elementi per intraprendere una vera attivita' e vivere la vera vita.

𝗢𝗺𝗿𝗮𝗮𝗺 𝗠𝗶𝗸𝗵𝗮𝗲𝗹 𝗔𝗶𝘃𝗮𝗻𝗵𝗼𝘃 (𝘓𝘢 𝘷𝘪𝘢 𝘥𝘦𝘭 𝘚𝘪𝘭𝘦𝘯𝘻𝘪𝘰) 

 

 

 

 
 
 

Star Trek la serie classica recensioni stag 1 (1966-67) Ep 6 Il filtro di Venere

Foto di alf.cosmos

Star Trek: TOS - S01E06, Il filtro di Venere

Postato il 22/01/2019 di Sam Simon

 

star trek

 

Si può dire che con il titolo italiano, Il filtro di Venere, c'abbiano provato a rendere interessante questo episodio. Ma io preferisco di gran lunga il titolo originale: Mudd's Women, le donne di Mudd, ben più rozzo e dritto al punto, un po' come questo episodio. C'è un abisso tra il precedente Il duplicato, scritto intelligentemente da Richard Matheson, e questo Il filtro di Venere scritto da un ingenuo (almeno in questo caso) Gene Roddenberry.

Ecco la trama dell'episodio. Kirk fa il vigile spaziale e rincorre un'astronave che sta viaggiando senza rispettare le regole di navigazione. Per arrivare a fermarla e a salvarla dalla distruzione in un campo di asteroidi la USS Enterprise sacrifica due dei suoi preziosi cristalli di litio e deve quindi far rotta verso un pianeta, Rigel XII, per rifornirsi di nuovi cristalli. Nel frattempo scopriamo che un personaggio con dei baffoni improbabili (Roger Carmel) era il capitano della nave pirata che aveva un carico di... tre belle donne (interpretate da Karen Steele, Maggie Thrett e Susan Denberg). Kirk, durante il giudizio a cui lo sottopone usando una macchina della verità, scopre che Mudd, questo il nome del baffuto capitano, in passato ha avuto numerosi guai con la legge e si prepara a portarlo ad una colonia penale. Ma nel frattempo si scopre che su Rigel XII ci sono giusto tre minatori in tutto il pianeta, e Mudd ha tre belle donne con sé con cui negoziare la propria libertà...

Ecco, questa è la trama. Ma la cosa peggiore è forse l'intenzione: la morale della storia infatti sembra essere che gli uomini non devono scegliere le proprie donne in base all'apparenza, ma in base al fatto che sappiano cucinare, cucire, piangere, ed avere dei bisogni che solo degli uomini possono soddisfare. E un messaggio secondario è che se una donna crede in sé stessa può essere bella ed affascinante. Rimane un mistero come ingoiare delle gelatine colorate possa far apparire un kg di trucco in faccia e possa pettinare dei capelli sconvolti dal vento infernale di un pianeta inospitale, ma questo è il potere del credere in sé stessi!

E poi quando termina l'episodio ci rendiamo conto che Kirk si è reso co-responsabile di una tratta di schiave pagando i cristalli di litio con le tre donne lasciate in preda dei tre rudi minatori di Rigel XII. E come se non bastasse la morale dell'episodio viene smentita repentinamente dal comportamento del capo minatore, Ben Childress (Gene Dynarski), che dapprima vuole cacciare in malo modo la compagna recentemente acquisita, ma poi quando scopre che può essere bella senza bisogno di alcuna droga, decide di tenerla con sé! Complimenti vivissimi.

Ma visto che questo è il primo episodio che giudico come un fallimento completo, non mi lamento troppo e spero di trovare presto il tempo di guardare il settimo episodio. Ciao!

 

PS: è un po' idiota che Mudd usi un falso nome, Leo Walsh, se il titolo (originale) dell'episodio già ci dice che in realtà si chiama Mudd. Inoltre lo fa in maniera impacciata che nemmeno fosse un episodio di Scooby-Doo! Insomma, non si salva proprio niente in questo Il filtro di Venere...

 

Episodio successivo: Gli androidi del dottor Korby

 

Fonte:

https://vengonofuoridallefottutepareti.wordpress.com/2019/01/22/star-trek-tos-s01e06-il-filtro-di-venere/

 

Alfredo Cosmos - Giudizio personale VOTO: 6

Il losco personaggio che arriva sull' astronave di Kirk considera come merci le tre donne che sono con lui.

Per fortuna alla fine c'è il riscatto di una delle 3 donne che prende coscienza, ribellandosi a questa sua situazione e scopre che credere in se stessi fa miracoli...

 

 
 
 

Enigma: Invisible Love (video musicale)

Post n°1470 pubblicato il 13 Giugno 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

L'Amore è per sempre, non muore mai, va oltre lo spazio tempo e continua a vivere anche al di fuori della materia.

Chi ha lasciato il corpo fisico ama anche dall'Aldilà e ci trasmette questo Amore. Ma ci riuniremo con loro, sia nell'Aldilà che in altre vite.

 

amore invisibile

 

E vale sia per persone, che animali evoluti attraverso esperienze importanti con umani.

 

 

 
 
 

IN RICORDO DI PALLINA

Post n°1469 pubblicato il 09 Giugno 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

PALLINA cara, mia amata, è passato un anno da quando sei andata via.

Era il 9 giugno 2021.

E' stato qualcosa di inaspettato, da quando ti portai in visita il 10 maggio e fu riscontrato il tumore ai polmoni e fegato...nel giro di un mese sei andata nell'Aldilà

PALLINA

 

Mi stavo giusto riprendendo dal decesso di MUSIC, avvenuto un anno prima, e potevamo goderci finalmente insieme la nostra presenza, senza il dolore  che è durato molto ...era tempo per noi....ma tempo non c'è stato....e te ne sei andata....

Mi manchi tantissimo. Mi venivi sempre a chiamare per andare a dormire insieme...mi chiamavi, io ti seguivo e mi portavi in camera da letto. Poi quando mi distendevo Tu venivi vicino a me e stavamo tanto tempo abbracciati. Dei momenti indimenticabili, che mi sono entrati dentro...

Ora vorrei che facessi un meraviglioso percorso nell'Aldilà. Sei riunita a MUSIC, la tua mamma che amavi tanto  La rispettavi, dandole sempre la precedenza...quando ti distendevi vicino a me, controllavi sempre che non vedesse MUSIC...per non farla ingelosire...ma anche lei sapeva e concedeva....

All'inizio ti chiamava, facendoti andare nell'altra stanza, per poi venire lei...ma poi ha compreso...ha lasciato anche a Te questi momenti....perchè comunque io ci sono sempre stato per entrambe

Due creature meravigliose

Ci rivedremo sicuramente e, nella mia successiva vita saremmo di nuovo tutti insieme...una famiglia...

Ti amo con tutte le mie forze

Alf

 
 
 

Star Trek: la serie classica - recensioni STAG 1 (1966-67) – EP 5

Foto di alf.cosmos

Star Trek: TOS - S01E05, Il duplicato

Postato il 13/01/2019 di Sam Simon 

 

star trek5

 

 

Ed eccoci al quinto episodio, Il duplicato (The Enemy Within il titolo originale), ovvero il Dottor Jekill e Mr Hyde in salsa fantascientifica. Tutto sommato non un brutto episodio, ma con un chiarissimo errore di scrittura/montaggio e con una mancanza di sensibilità verso il tema dello stupro che mi ha fatto un po' accapponare la pelle verso il finale. Ma andiamo con ordine!

Una squadra formata da Kirk, Sulu e altri membri dell'equipaggio si trova su Alfa 177 a fare delle rilevazioni geologiche quando il tecnico Fisher si ferisce in un incidente. Sorprendentemente sopravvive e viene teletrasportato a bordo della USS Enterprise dove viene medicato con successo dal dottor McCoy. Subito dopo anche Kirk torna a bordo, ma si sente un po' disorientato. Mentre Scotty lo accompagna al suo alloggio disobbedendo al suo ordine diretto di non lasciare sguarnito la sala teletrasporto (!), ecco che appare un duplicato di Kirk! Solo che ha gli occhi evidenziati in stile Carmelo Bene e sembra pazzo...

Fin qui sembra un'altra iterazione dell'intruso a bordo che avevamo già visto in La trappola umana e in Il naufrago delle stelle, ma la cosa si sviluppa in modo diverso. Il Kirk "malvagio" sembra avere le stesse conoscenze del Kirk "pacato", come se fossero due parti della stessa persona, non due creature differenti. E il primo dimostra di essere fuori controllo quando prova a stuprare la bella e bionda yeoman Rand, che resiste e scappa per denunciare l'accaduto. E qui ne nasce un equivoco che non ha senso di esistere, visto che Kirk "pacato" si trova a doversi difendere dall'accusa di stupro quando è evidente che non sia stato lui a commetterlo, e che la spiegazione sta nel teletrasporto. Infatti Scotty si era reso conto che qualcosa non andava dopo aver teletrasportato un cane cornuto a bordo e subito ne aveva visto apparire un duplicato incazzoso. E sia Kirk "pacato" che Spock lo sapevano: quindi bastava fare due più due e capire che il responsabile dello stupro era un duplicato del capitano!

Nonostante la cosa fosse chiarissima, a Spock serve un sacco di tempo prima di concludere che, ta-dàan,  c'è un intruso a bordo! La cosa è del tutto incomprensibile, se non leggendo su Memory Alpha che due parti del copione sono state scambiate di ordine, con il risultato di far sembrare Spock un inetto. O di dimostrare che la sicurezza sull'Enterprise non è proprio un granché!

 

In ogni caso, velocemente l'episodio arriva al punto, che è ben più intelligente di quanto non sembri fino ad ora: l'incidente ha diviso Kirk in due parti dalle opposte personalità. La parte pacata, gentile e sensibile è stata separata da quella aggressiva e sicura di sé, e il risultato è che la prima versione di Kirk è incapace di fare il capitano e di prendere decisioni, e la seconda è un selvaggio fuori controllo (gran lavoro di William Shatner, va detto!). Ed ecco the enemy within, il nemico dentro di noi: ognuno di noi ha una parte negativa, e noi non siamo che il risultato della fusione delle varie qualità positive e negative che portiamo dentro, con l'intelligenza a farla da padrone e a forgiare la nostra vera personalità. Il duplicato quindi non è altro che uno studio dell'essere umano, uno studio tutt'altro che stupido, e infatti sorprende ma non troppo scoprire nei titoli di coda che niente meno che Richard Matheson ha scritto la storia! Proprio lui, lo stesso di I Am Legend e Duel (quel gran film di Steven Spielberg)!

E quindi fa arrabbiare ancora di più la frase finale di Spock alla povera Rand in cui le dice "L'impostore aveva delle buone qualità, non credi cara Rand?". In altre parole: "Ti è piaciuta l'avventura con lo stupratore, no?". Una scrittura tanto intelligente, un episodio tanto interessante, e poi una frase così priva di tatto riguardo ad un episodio che anche cinquant'anni fa non doveva essere preso così alla leggera (di fatto la Rand piange quando racconta l'accaduto). Peccato, e peccato due volte perché la frase la dice Spock, che dovrebbe agire seguendo la logica!

 

Episodio successivo: Il filtro di Venere 

Fonte:

https://vengonofuoridallefottutepareti.wordpress.com/2019/01/13/star-trek-tos-s01e05-il-duplicato/

 

Alfredo Cosmos - giudizio personale VOTO: 8

 Molto interessante lo sdoppiamento di personalità a livello fisico. Peccato che la parte buona è stata considerata debole e con poca capacità decisionale, anche se nel finale si è riscattata, mostrando coraggio che invece la sua parte negativa pareva perdere per paura di morire......

 

 
 
 

Dr. David Cardano. Sessione di Ipnosi con partecipazione interessata di un gatto

Post n°1467 pubblicato il 03 Giugno 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

Video di ipnosi per il benessere finalizzata a supportare il cliente nel suo percorso di cambiamento e crescita personale, condotta dal dr. David Cardano.

Alla fine dell'ipnosi c'è la condivisione finale della donna sottoposta a ipnosi

 

ipnosi con gatto

Appena inizia l'ipnosi, arriva un gatto che è talmente interessato e attirato da ciò che sta succedendo che assiste la paziente fino alla fine. I gatti sono animali molto particolari e sensibili a situazioni di ipnosi, meditazione, trattamenti reiki e simili...

 

 
 
 

CALENDARIO FASI LUNARI GIUGNO 2022

Post n°1466 pubblicato il 01 Giugno 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

CALENDARIO FASI LUNARI GIUGNO  2022 

 

GIUGNO 2022

 

 

Fonte:

https://www.segnalidivita.com/calendario/calendario-lunare-2022.htm

 
 
 

Il Misterioso Homo sapiens

Post n°1465 pubblicato il 24 Maggio 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

Video in cui il prof. Marco Ragusa, docente di biologia e genetica,  spiega le lacune relative all'evoluzione dell'uomo secondo le teorie di Darwin e cosa è successo

 

Marco Ragusa

La teoria di Darwin sembra essere funzionale per tutte le specie animali, ma per l'uomo presenta lacune molto evidenti.

L'homo sapiens è arrivato quasi all'improvviso rispetto a tutta l'evoluzione precedente prima di lui e in migliaia di anni ora abbiamo sviluppato la tecnologia. Mentre ci sono voluti milioni di anni affinchè i primati scendessero dagli alberi.....

Esiste quindi un' accelerazione evolutiva inspiegabile naturalmente

Recenti studi sembrano confermare che nella tabella evolutiva l'homo sapiens non deriva, come si è sempre detto dall'homo erectus e di Neanderthal, ma è come spuntato dal nulla...

Nel rapporto tra biologia umana e cultura ciò che sta in mezzo è il cervello

Ultimamente studi confermano che lo sviluppo cerebrale tipicamente umano sia avvenuto in un ambiente già ampiamente caratterizzato dalla cultura; di conseguenza il cervello non è soltanto causa della cultura, ma è anche il suo prodotto.

E' quindi un mistero da chiarire quale sia stato questo ambiente.......

Da considerare come a un certo punto la natura ha smesso di seguire le sue regole...è come se il processo evolutivo dell'homo sapiens non abbia a che fare con la natura, ma sia come un fenomeno indotto, controllato. Cosa che metterebbe in dubbio la natura stessa della nostra specie...

Ci sono aspetti del corpo umano non spiegabili a livello evolutivo. Ad es. i capelli che continuano a crescere a dismisura e avrebbero costituito un elemento che la natura avrebbe dovuto eliminare nella selezione evolutiva.

Inoltre...la natura che ha sempre favorito l'evoluzione per il bene del pianeta, come mai ha permesso l'evoluzione degli umani che invece stanno massacrando il pianeta?

In pratica l'essere umano è l'unico che non è strutturalmente in armonia col pianeta ma deve trasformare l'ambiente per sopravvivere...un po' strano se fosse un'evoluzione naturale...

 

 

E' evidente quindi che dietro l'evoluzione umana ci sia stato un intervento genetico da parte di esseri tecnologicamente avanzati....

 
 
 

UOMINI, MAESTRI E VIBRAZIONI di Leadbeater

Post n°1464 pubblicato il 20 Maggio 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

Si assorbono vibrazioni di chi è vicino a noi 

vibrazioni


E' stato detto che l'uomo si conosce dai compagni che frequenta. E' ugualmente vero egli è plasmato da essi, perché i compagni con cui di continuo si associa influiscono tutto il tempo inconsciamente su di lui e grado a grado lo portano più in armonia con le vibrazioni che essi irradiano.
Colui che si trova frequentemente in armonia di un uomo di larghe vedute e non mondano, ha preziosa opportunità di sviluppare in se stesso queste qualità, poiché una pressione costante, per quanto impercettibile, è continuamente esercitata su di lui in tal senso e quindi gli è più facile crescere in quella direzione. Per la stessa ragione colui che passa il suo tempo in osteria in compagnia di oziosi e viziati, corre il rischio di divenire pure egli ozioso e viziato.
L'enorme influenza della intima associazione con una persona più avanzata è ben compresa in Oriente, ove si riconosce che la cosa più importante ed efficace nell'educazione di un discepolo è ch'egli viva costantemente nella presenza del suo maestro e sia circondato dalla sua aura. I vari veicoli sottili vibrano tutti con un ritmo continuo e possente, a velocità maggiori e allo stesso tempo più regolari di quelle che il discepolo è capace di mantenere, benchè egli possa raggiungerle per pochi minuti; ma la pressione continua delle vibrazioni più forti del maestro innalza gradatamente quelle del discepolo al medesimo tono.
La nota dominante del maestro risuona continuamente ed esercita la sua azione sul discepolo giorno e notte, senza che vi sia bisogno di uno speciale pensiero, sia da parte del maestro che del discepolo. Cambiamento e sviluppo hanno luogo incessantemente nei veicoli del discepolo, come in quelli di tutti gli altri uomini; ma le possenti vibrazioni che emanano dai veicoli del maestro, facilitano la crescita nella buona direzione.
Non è punto desiderabile che un individuo rimanga sempre nello stesso circolo di persone e senta sempre le medesime idee. E' assolutamente necessario che conosca anche altre persone, perché solo in tal modo può imparare a discernere quello che c'è di buono in tutti; soltanto comprendendo fino in fondo tutti i lati di qualsiasi questione, egli può formarsi un'opinione che abbia realmente valore.
Chi ha pregiudizi è sempre e di necessità una persona ignorante, e l'unico modo di dissipare questa ignoranza è di uscire dal proprio circolo ristretto e imparare a osservare le cose per proprio conto, vedendole quali sono realmente e non come le giudicano quelli che non sanno niente...

Tratto da: IL LATO NASCOSTO DELLE COSE di C.W. Leadbeater

 

 
 
 

Eurovision: La vera novità musicale: Konstrakta - In Corpore sano

Post n°1463 pubblicato il 16 Maggio 2022 da alf.cosmos
 
Foto di alf.cosmos

Strepitosa performance della serba Ana Đurić, in arte Konstrakta

Finalmente qualcosa di nuovo, decisamente  innovativo in campo musicale. 

Konstrakta

 

Il testo è in serbo con una frase  latino e mette al centro come la salute sia diventata in modo ossessivo il perno della vita delle persone.

Lavandosi ripetutamente le mani, in modo compulsivo e meccanico, mentre canta il suo pezzo, "In Corpore sano," invita tutti a riflettere sulle ripercussioni che la pandemia ha provocato sul piano della salute mentale.

Il riferimento ai capelli di Meghan Markle sottolinea il modello sociale di essere belli e perfetti a tutti i costi.

Questa è una canzone sull'atmosfera in cui stiamo vivendo, che ha posto la salute come il valore più alto e anche l'apparenza fisica ...

 

 

Konstrakta - In Corpore Sano - LIVE - Serbia 🇷🇸 - Grand Final - Eurovision 2022

 

La sua canzone e performance d'avanguardia sono state variamente caratterizzate come satira , ironia o critica al sistema sanitario serbo, ai mass media , alla pandemia di COVID-19 e agli standard di bellezza ; e come tutti questi fattori distraggono dall'importanza della salute mentale . La performance stessa è stata anche paragonata alle opere dell'artista performativo serbo Marina Abramovic .

C'è anche la presenza di religiosi che partecipano al lavaggio delle mani....come se si trattasse di una nuova religione....quella sanitaria, con i suoi dogmi e imposizioni..... 

Le ultime frasi della canzone (tradotte in italiano) sono decisamente significative e pongono una profonda riflessione:

 

"Il corpo è sano, e adesso?!

I malati sono tutti in un corpo sano

Un'anima triste in un corpo sano

I disperati sono tutti in un corpo sano

Gli spaventati sono tutti in un corpo sano"

 

Eccezionale

Per la prima volta viene trattato questo tema a livello musicale

Un brano veramente coraggioso.....

Musicalmente mi è piaciuta moltissimo, con un ritmo quasi ipnotico....

Lei è molto particolare. Per me è la vincitrice assoluta dell'Eurovision sia per la musica che per il testo che per l'innovazione.

 

***

Ana Đurić, nata a Belgrado il 12 ottobre 1978 , si esibisce dal 2001 come membro della band Zemlja gruva, per poi dedicarsi al lavoro da solista con il nome di Konstrakta  dal 2020. Con un background professionale in architettura prima di passare alla carriera musicale, si avvicina ancora al suo mestiere con un sano pizzico di arte multimediale e concettuale, proprio come la sua connazionale serba e ispirazione artistica Marina Abramović.

***

Eccola in un video di 6 anni fa, quando cantava ancora nel gruppo Zemlia gruva.

Un brano di qualità

 

Zemlja gruva - Jednom je sаdа / Tri boje zvuka

 

 

 
 
 
Successivi »