Creato da azimut_1 il 10/11/2009

ANGELO DELLA NOTTE

SENZA PAURA

 

 

« .iuguri »

GLI HAZDA E IL LORO EDEN

Post n°67 pubblicato il 19 Aprile 2010 da azimut_1





Il 21 maggio la polizia della Tanzania arrestò Richard Baalow, un portavoce Hazda ed attivista che stava tentando di aiutare le comunità ad esprimere la propria opposizione alla vendita di terra ad una famiglia reale degli Emirati Arabi Uniti per utilizzare la terra Hazda come “territorio personale di caccia”. Philip Marmo, un burocrate Tanzaniano, affermò che una vicina area di caccia della famiglia reale utilizzata insieme ai familiari sarebbe diventata “troppo popolata” e che un membro della famiglia reale Abu Dhabi “indicò che era sconveniente” e richiese questa parcella per uso proprio. Marmo chiamò “retrograda”la gente Hazda e disse che beneficerà della scuola, delle strade e d’altri progetti che gli EAU hanno offerto come compensazione. “Vogliamo che vanno a scuola”, disse Marmo. “Vogliamo che si vestano. Vogliamo che sono decenti”. Un simile contratto con un’altra compagnia finì con dozzine d’uomini Hazda arrestati per avere cacciato nella propria terra. Tre degli uomini morirono di malattia in prigione e tre altri poco dopo la liberazione.
Mentre per migliaia d’anni sono sopravvissuti all’arrivo dell’agricoltura, del metallo, dei fucili, delle malattie, delle missioni, dei bracconieri, degli antropologi e studenti, dei giornalisti cretini, delle case in lamiera e delle irruzioni di tribù pastorali che spesso li imitarono per farsi pagare dai turisti, la gente Hazda, tenace come il legno che tuttora accendono con i bastoncini, teme che l’affare dei Safari sarà la loro fine. “Se arrivano da queste parti, periremo tutti definitivamente”, disse Kaunda, un uomo Hazda che tuttora caccia con frecce avvelenate fatte a mano. “Morirà la nostra storia e la gente Hazda sarà cancellata dalla faccia della terra. Siamo molto in ansia”.

La gente Hazda è molto mobile e vive in remoti insediamenti di due o tre famiglie disperse nella vallata. Non hanno gerarchie o capi, sopravvivendo come buon’indicazione delle possibilità della vita paleolitica e per future applicazioni primitive. Nella sua descrizione del domicilio della gente Hazda, Adam Levin dice, “Molti decenni or sono, questo Giardino dell’Eden era pieno di selvaggina. Immagino che la gente Hazda che vi viveva, aveva poche difficoltà per condurre uno stile di vita invidiabile cacciando, raccogliendo, condividendo, facendo baldoria e dei bei viaggi psiconautici, e chiacchierando in Clickout, il loro linguaggio basato sugli schiocchi. La loro dispensa era riccamente fornita. Ed i tediosi concetti di tempo, d’economia monteria, di nucleo famigliare e d’etica vittoriana del lavoro non fecero che complicare la delizia della loro semplice esistenza. Che era come quella d’Adamo ed Eva, penso. Prima della mela”. “Quale bisogno c’è del tempo?” chiese Kaunda. “Ti svegli, ti prendi il miele. A che cosa ti serve il tempo?”

Gente Indiana


 
 
 
Vai alla Home Page del blog

 

 

 

 

1986208i6jzbtfzkb.gif hada de luna image by xilita

 

 

 

 

 

STRGA AL ROGO

 

LE STREGHE DI SALEM ERANO COSI' DEFINITE E MESSE AL ROGO  PERCHE' PER FARE IL PANE USAVANO LA SEGALE CORNUTA IGNORANDONE GLI EFFETTI ALLUCINOGENI

 

.

 

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

MITE_ATTACHET_2azimut_1Coralie.frgianpiero.rizzianonimo.sabinomagister1973valerio_iodolcestella_gfgioiam6cassetta2deosoegiulianoalunnidominjusDarkMylaVampiredaniela.geldri
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.