**TEST**

Il vero sè

Sentire percepire guardare oltre..

 

 

TAG

 
hit counters
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

causarano2tweetynewaliasnovesaivon1965ft.francisnilsiasylbahianariccardov1cassetta2rosvictGiannaChinelliSte.conteruud77alf.cosmosfloresdgl
 
Citazioni nei Blog Amici: 39
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nel vedere con occhi nuovi

 

Sign by Dealighted - Coupons and Deals

 
 

 

SOLITUDINI

Post n°323 pubblicato il 26 Luglio 2011 da morbida1dgl
Foto di morbida1dgl

 

Quando sei solo, non è che sei solo, è che ti senti isolato – ed esiste un’incre...dibile differenza tra l’essere soli e il sentirsi isolati. Quando ti senti isolato, pensi all’altro, ne senti la mancanza: si tratta di una condizione negativa.
Hai la sensazione che le cose andrebbero meglio, se l’altro fosse presente – un amico, la moglie, la madre, la persona amata, il marito. Sarebbe meglio se l’altro fosse presente, ma l’altro non c’è. Sentirsi isolati è frutto dell’assenza dell’altro.
La solitudine è la presenza di se stessi: è un fenomeno estremamente positivo. È una presenza, una presenza che straripa. Sei così carico di presenza che puoi colmarne l’intero universo, e quindi non hai bisogno di nessuno.

Osho, La disciplina della trascendenza

 
 
 

LA VOCE DI DIO

Post n°322 pubblicato il 26 Luglio 2011 da morbida1dgl
Foto di morbida1dgl

La difficoltà principale che si incontra nel percorso spirituale la si trova  nel gestire tutte le "informazioni" che arrivano alla propria Coscienza.

 La mente è uno strumento potentissimo che se gestita dalla Consapevolezza diventa un meraviglioso mezzo per illuminare ogni Essere, ma senza la Presenza può causare danni  irreparabili e apportare sofferenza. Comprendere che attraverso la mente si manifesta la Consapevolezza,  la "Voce" di Dio in "noi",sarà la chiave per zittire la mente pensante e permettere a Dio di manifestarsi.

Namastè!

 
 
 

LA SENSIBILITA'

Post n°320 pubblicato il 26 Luglio 2011 da morbida1dgl
Foto di morbida1dgl

 

 

Fai della tua sensibilità un punto di forza non una debolezza

 

La sensibilità è quel qualcosa che permette di Sentire oltre a ciò che la mente razionalizza. E' la strada che conduce alla Divinità interiore.

 

 

 
 
 

LA PRESENZA

Post n°319 pubblicato il 26 Luglio 2011 da morbida1dgl
Foto di morbida1dgl

Realizzare la Presenza di Dio è affidarsi a ciò che avviene sapendo che è così che deve andare, realizzare la Presenza è non permettere alla mente di insinuare dubbi o pensieri negativi che allontanano dall'Amore , realizzare la Sua Presenza è scegliere sempre la Via del Cuore che è l'unica strada maestra.

 

 
 
 

BUON ANNO IN ARMONIA

Post n°317 pubblicato il 02 Gennaio 2011 da morbida1dgl
Foto di morbida1dgl

Vivi in Armonia – adesso

“Immaginate di tracciare un solco e in questo solco di far
scorrere dell’acqua. Quel solco è la saggezza che vi indica la
giusta direzione, il cammino da seguire, mentre l’acqua è l’amore
che vi sostiene lungo tutto il cammino. Ogni giornata che vivete
nella saggezza e nell’amore prepara la giornata successiva,
nella quale avanzerete più facilmente. L’oggi fa seguito a ieri,
a sua volta verrà il domani, poi verranno i mesi, gli anni… tutta
la vita. E una vita traccia la via per le incarnazioni future.
All’inizio, sicuramente sentirete di non avere potere su
un’intera giornata e nemmeno su un’ora, ma solo sul minuto
presente. Ebbene, almeno per un minuto, fate lo sforzo di creare
in voi la chiarezza e la pace. Questo minuto influenzerà quello
seguente, e così, di minuto in minuto, vivrete in armonia
l’intera giornata.”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Le dodici sfide dell’Armonia e della Serenità
1. Amare l’altro non significa che devi “volergli bene”, ma che il tuo stato di coscienza ti permette di vedere che tu e l’altro siete realmente Uno,almeno prova a crederci…

2. Se un tuo compagno si “dimentica” di salutarti, non ti offendere sicuramente non lo ha fatto apposta, e se anche fosse sappi che ha solo difficoltà a gestire la sua personalità, come l’addestratore con il suo cavallo selvaggio.

3. Se un tuo compagno ti appare antipatico, fastidioso o ti crea disagio chiediti sempre qual è lo specchio di te che ti rimanda (non possiamo percepire qualcosa che non ci appartiene).

4. Sappi distinguere dentro di te tra anima e personalità: l’anima non si offende, non si arrabbia, non si perde nel particolare, l’anima vuole giocare, sorridere, unire nella semplicità e vede solo ciò che conta veramente.

5. L’anima è semplice come un bambino, non conosce i formalismi, ma è saggia come un anziano, l’anima non teme la “brutta figura” e porta avanti i suoi impegni perché sa viverli con leggerezza e con gioia, come in un gioco.

6. Non ti identificare con le tue idee, né con il tuo lavoro, tu non sei né le tue idee, né il tuo lavoro.
Non ti identificare, con i tuoi pensieri, né con le tue emozioni, pensieri ed emozioni non sono tuoi… …vivi leggero!

7. Qualunque cosa intendi fare, falla perché ti dà gioia e falla per te stesso e per l’essenza che tu chiami Dio o come tu la senti, per nessun altro.

8. Ogni volta che ti senti “superiore” o “inferiore” a qualcuno sappi che sei in una grande illusione, siamo tutti tessere dello stesso mosaico, ognuna con un suo compito e delle sue qualità specifiche.

9. Concediti di osservare quando la personalità ti domina: ogni volta che hai paura sei nella personalità, ogni volta che ti offendi sei nella personalità, ogni volta che ti arrabbi sei nella personalità. Sii sincero e tenero con te stesso e con gli altri, comprendi le difficoltà a gestire le reazioni meccaniche e vai oltre.

10. Non c’è nulla di male a cadere, l’importante è accorgersene e rialzarsi, e se cadi 100 volte, rialzati 100 volte e continua a camminare.

11. Accetta che il tuo compagno possa cadere e non curarti della sua personalità, vai oltre e collegati alla sua anima, concentrati sempre sulla bellezza e sulle qualità positive tue e dell’altro.

12. Sappi ripristinare dentro di te lo stato di Armonia con te stesso e con gli altri non appena hai compreso che la tua Essenza più vera e quella dell’altro sono la stessa cosa, la stessa “Energia”. Osserva la tua personalità e ricorda chi sei veramente: sii più forte delle tue paure, più forte delle tue vergogne, più forte delle tuo orgoglio, più forte della tua rabbia… non prenderti troppo sul serio! Sii forte ridendo! Ridendo a tutte queste illusioni e torna a giocare con i tuoi compagni, ti stanno aspettando!

http://centrodiarmonia.guidaalbenessere.it/home.ctr

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: morbida1dgl
Data di creazione: 13/08/2007
 

"Ricorda: come schiava la testa è meravigliosa ed estremamente utile, ma come padrone è pericolosa".

 Osho

 

 

“Ciò che abbiamo dietro di noi e ciò che abbiamo davanti a noi è irrilevante rispetto a ciò che abbiamo dentro”

Oliver Wendell Holmes