Adenia

http://blog.libero.it/Adenia

 

Preferisco i punti interrogativi ai punti esclamativi. Il dubbio permette di esprimere con calma le proprie idee e aiuta a cambiarle se queste non sono ottimali. Non è forse il dubbio che dà origine a non importa quale curiosità?

 

OUT OF TIME

Where's the love song to set us free
too many people down, everything turning the wrong way round
And I don't know what love will be
but if we stop dreaming now, lord know we'll never clear the clouds

And you've been so busy lately
that you haven't found the time
to open up your mind

And watch the world spinning gently out of time
Feel the sunshine on your face
It's in a computer now
gone are the future (?) way out in space

And you've been so busy lately
that you haven't found the time
to open up your mind
and watch the world spinning gently out of time

And you've been so busy lately
that you haven't found the time
to open up your mind
and watch the world spinning gently out of time
Tell me I'm not dreaming
but are we out of time 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

TAG

 

TIME IS RUNNING OUT

 

I'M YOURS

 

IL DUBBIO

Quando sulla strada vi imbattete nei punti interrogativi allora andate sicuro che sono tutte brave persone, quasi sempre tolleranti, disponibili e democratiche. Quando invece incontrate punti esclamativi, i paladini delle grandi certezze, i puri della fede incontrollabile, allora mettetevi paura perché la fede molto spesso si trasforma in violenza.

Il dubbio è una divinità discreta, è un amico che bussa con gentilezza alla vostra porta. Il dubbio espone con calma le sue idee ed è pronto a cambiarle radicalmente non appena qualcuno gli mostrerà che sono sbagliate. 

(frasi prese dal libro "Il dubbio")

 

ESSER TRISTI È NECESSARIO

A cura de Il Pensiero Scientifico Editore
16/01/2009 12.27.00

 

 

La tristezza è parte della condizione umana ed è funzionale e necessaria per godere della felicità e per un corretto sviluppo emotivo. "Quando si individua un tratto così profondamente conservato nella biologia dell'uomo, bisogna presumere che è un tratto selezionato dall'evoluzione e come tale necessario alla sopravvivenza", ha dichiarato Jerome Wakefield della New York University e coautore del libro "The loss of sadness: how psychiatry transformed normal sorrow into depressive disorder", la cui traduzione in italiano sarebbe "La perdita della tristezza: come gli psichiatri hanno trasformato il normale dolore dell'anima in malattia depressiva". Wakefield e altri psicologi che sostengono l'importanza di vivere ogni emozione, anche quelle più negative, sono stati intervistati sull'ultimo numero della rivista NewScientist.

Nella società moderna la tristezza è diventato uno stato d'animo da evitare. In tutti i modi possibili. Ci si può distrarre evitando di pensare e riempiendosi la giornata di appuntamenti e di cose da fare. Molti scelgono anche, in maniera incauta e superficiale, di usare pillole che stabilizzano l'umore agendo direttamente sui centri nervosi di produzione e regolazione dei neurotrasmettitori.

Eppure è esperienza comune di ciascuno come, nei momenti di difficoltà o di tristezza, la percezione del mondo è diversa e talvolta più profonda. Non è un caso, infatti, che gli artisti esprimono il meglio della loro produzione proprio nei momenti di maggiore difficoltà più che quelli di felicità. Secondo alcuni neurologi vi è un motivo biologico che spiega il legame tristezza-creatività: la riduzione dei livelli di cortisolo tipica dei momenti di tristezza attiva i centri nervosi della creatività mentre riduce l'attività di quelli che stimolano la socialità, la fame e l'attività fisica.
La tristezza, l'introspezione e i momenti di solitudine, quindi, sono funzionali a guardarsi dentro e fare il punto su di sé, per poi riprendere e andare avanti. Attenzione, però, se una sana dose di tristezza è necessaria, tutti gli esperti sono d'accordo nel dire che se si è di fronte ad una diagnosi di depressione allora è necessario sottoporsi a terapie adeguate.

Fonte: Marshall J. Is it really bad to be sad? NewScientist 14 gennaio 2009.

 

NEW YORK NEW YORK

 

I COLORI DEGLI ALIMENTI

Dietro ai vari colori degli alimenti si nascondono nutrienti diversi che devono essere assunti per avere un'alimentazione completa. Per ogni colore esiste un diverso beneficio, come una pelle giovane, delle ossa forti, una memoria da elefante e un sistema immunitario ben funzionante. Per mangiare "colorato" si intende assumere ogni giorno degli alimenti appartenenti a cinque diverse categorie di colore, giallo/arancione, verde, blu/viola, rosso e bianco, alle quali corrispondono dei nutrienti specifici.

Ecco alcuni esempi: i cibi gialli/arancioni come carote, zucca, mais, melone sono ricchi di carotenoidi che svolgono una funzione antiossidante; gli alimenti verdi, tra cui spinaci o broccoli, sono ricchi di luteina che fa bene alla vista; i blu/viola come more e mirtilli, fonte di antocianine, proteggono dalla fragilità capillare, dai processi infiammatori e dai tumori; pomodori e cocomero fanno parte dei cibi di colore rosso che hanno un grande contenuto di licopene, che può avere una funzione protettiva contro il cancro e le malattie cardiovascolari; infine, sono considerati alimenti bianchi il cavolfiore, con proprietà anticancerogene, e le patate, buona fonte di sali minerali e vitamine, ma anche le carni bianche, il pesce e i formaggi magri che sono fonte di proteine.

I nutrienti contenuti in questi alimenti lavorano meglio in squadra, questo vuol dire che dovrebbero essere assunti contemporaneamente cibi appartenenti a categorie di colore diverse. Questa abitudine aiuta a mantenere un'alimentazione variata e completa ed è estremamente semplice da realizzare: ad esempio grazie ad insalate e macedonie di frutta, facili da essere consumate anche durante i pasti fuori casa.

Fonte: Perry M. Colors of health. Prevention 9 novembre 2007

 

LE ONDE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

« HALLOWEEN...SENZA PIETA...Messaggio #49 »

Una Discussione su Woodstock

Post n°48 pubblicato il 03 Novembre 2005 da Adenia
 

IERI HO AVUTO UNA DISCUSSIONE CON ALCUNE PERSONE, IN MODO PARTICOLARE CON UNA, ALL'INTERNO DI UNO SPAZIO VIRTUALE CREATO DA UN GRUPPO DI UTENTI DELLA CHAT DI LIBERO. SONO STATA INVITATA COME OSPITE ED HO UTILIZZATO AL PEGGIO L'OCCASIONE DI INTERAGIRE CON I VARI PERSONAGGI DI QUESTO GRUPPO. TUTTAVIA, NON COMPRENDO COME UNA PERSONA POSSA TANTO DARE MESSAGGI D'AMORE PER POI NON ACCETTARE COME MESSAGGIO IMPORTANTE UN ALTRUI PENSIERO. CREDO VI SIA GENTE CHE ABUSI DELLA PAROLA "AMORE" E "AMICIZIA". TUTTE STRONZATE QUELLE FRASI SUL CONCETTO DI AMORE E DI AMICIZIA. CHI POI CREDE CHE AMARE SIA DARE SENZA RICEVERE E' PER ME UNA TESTA DI CAZZO CHE VA AVANTI PER LUOGHI COMUNI SENZA NEPPURE AVERLI COMPRESI. CHE VALORE POTREBBE MAI AVERE IL DONARE QUALCOSA SE NON VI E' CHI DALL'ALTRA PARTE E' IN GRADO DI ACCOGLIERE IL DONO? CHE SENSO HA DONARE SE NON SI E' CAPACI DI RICEVERE? IO MI INCAZZO QUANDO QUALCUNO MI DICE: "QUELLA E' UNA PERSONA SPECIALE IN QUANTO MI DA' VERA AMICIZIA SENZA CHIEDERMI NULLA IN CAMBIO". MINCHIATA!!! SE UNA PERSONA A ME NON CHIEDE NULLA IN CAMBIO SIGNIFICA CHE NON GLIENE FOTTE UN CAZZO DI ME, SIGNIFICA CHE LA SUA VITA PUO' ANDARE AVANTI INDIFFERENTEMENTE CON O SENZA ME, SIGINFICA NON DARMI LA POSSIBILITA' DI DONARE A LEI QUALCOSA. CHE MENTI DI MERDA CHE VI SONO. SENTO UN DOLORE DENTRO SENZA LIMITI IN QUESTO MOMENTO. FANCULO A TUTTI QUELLI CHE VENDONO L'AMORE COME SE FOSSE UN PRODOTTO INDUSTRIALE FATTO IN SERIE, FANCULO A TUTTI QUELLI CHE PER DELLE RELIGIONI DI MERDA DANNO LUOGO AD UNA GUERRA, FANCULO A TUTTI QUELLI CHE MOSTRERANNO INDIFFERENZA A QUESTO MIO SCRITTO (OVVIAMENTE ESCLUDO CHI NON NE E' A CONOSCENZA).

http://blog.libero.it/Woodstock/commenti.php?msgid=492224&id=22680/>

Commenti al Post:
volatis
volatis il 03/11/05 alle 11:56 via WEB
Penso che moltpersone non conoscano il vero significato delle parole amore e amicizia, ma la cosa che mi fa pensare sulla falsità delle persone, è che usano queste parole non credendoci. Ciao,
 
 
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 12:11 via WEB
Volatis, la verità è che io sento davvero dolore quando dei presonaggi, preti e non solo, si atteggiano a saggi, con la presunzione di sapere qualcosa sull'amore o sull'amicizia, quando in realtà non vi è alcuna legge su questi indefinibili ed immensi concetti. Chi è in grado di sapere cosa è l'amore. Soprattutto, che squallore quando dietro una gentilezza e tante frasi sdolcinate si nascondo solo indifferenza, ignoranza e voglia di accattivare la gente in modo sporco. SQUALLORE DISASTROSO!
 
   
ChristopherNolan
ChristopherNolan il 03/11/05 alle 17:32 via WEB
Per dire la verità denoto da tutto quello che hai scritto molti punti in contraddizione. Ad esempio tu non sai cosa è l'amore o l'amicizia anzi hai detto chi si credono i saggi per giudicare l'amore o l'amicizia? Scusami ma chi sei tu per giudicare il punto di vista di qualcuno? E' tutto soggettivo quindi evita di insultare qualcuno ma parla per te stessa e soltanto per le cose che ti accadono. E' il mio pensiero,non prenderlo come un attacco.........ti aspetto con piacere sul mio blog :))))
 
     
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 18:03 via WEB
Mi piacciono gli attacchi, adoro essere confutata. Mi mostri grinta in questo tuo commento. Tuttavia, ogni volta ho scritto "non comprendo, è per me una testa di cazzo, se una persona a me non chiede nulla... etc." Quindi, come possono le mie frasi darti l'idea di espressioni non soggettive? Ho solo comunicato un parere, un mio pensiero, un mio modo di intendere un certo atteggiamento umano. Ti interessa il mio parere? Ti piace come la penso? Sei sulla mia linea di pensiero? Se è così bene, altrimenti continua ad attaccarmi, ma sulla mancanza di soggettività mi pare proprio tu sia caduto in errore. A presto Christopher. Un'ultima cosa... chi sono io? Una persona che ha sempre voglia di esprimere quello che vuole e sente. Buona serata Chris.
 
     
ChristopherNolan
ChristopherNolan il 04/11/05 alle 09:44 via WEB
MI fa piacere che tu abbia preso il mio commento per il verso giusto. Anche se a volte ai scritto per me, le tue parole non davano un espressione di soggettività ma bensì oggettivo. Da come ti sei espressa i secondo me ecc ecc sembrano in netta contraddizione. A me piace molto parlare con le persone diverse da me anzi da loro posso recuperare più informazioni utili. Mi fa piacere che hai sempre voglia di esprimerti continua così!!!!! Una buona giornata adenia.
 
     
Adenia
Adenia il 04/11/05 alle 09:52 via WEB
Intanto "ai" è "hai", ma ora non ha importanza questo. Ogni volta che una persona esprime un parere può essere sempre e solo il suo parere. Come può un soggetto esprimere un pensiero che ha in testa un altro soggetto. Tuttavia, tu hai sentito contraddizione tra oggettività e soggettività in uno stesso discorso da me espresso. Ne terrò conto di ciò... grazie. Cercherò di migliorare il mio modo di esprimere un concetto cercando di essere più corretta da un punto di vista oggettivo (dato che sul soggettivo nulla si può avanzare). Mi dà piacere sapere che apprezzi l'interagire con me. Buona giornata a te Christopher e a presto!!!
 
     
ChristopherNolan
ChristopherNolan il 04/11/05 alle 12:08 via WEB
nulla da dire,preciso che purtroppo scrivo velocemnte perchè sto a lavoro.......quindi mi scuso per gli errori.....
 
     
Adenia
Adenia il 04/11/05 alle 12:13 via WEB
Beh... sono anche io che volutamente voglio dare noia, nel senso di fastidio, alle persone. Fii... sono tremenda! Dai, se avrai modo di consocermi un po' meglio ti renderai conto che non sono poi così terribile. Soprattutto, esprimi in libertà tutto quello che senti anche a costo di scontrarti nuovamente con la sottoscritta. A presto, buon fine settimana ChristopherNolan!
 
 
notedamore
notedamore il 05/11/05 alle 09:54 via WEB
sono pienamente d'accordo con te amore e amicizia c'è sempre uno scambio che poi sia equo o no è da vedere...di certo i parametri non sono il tempo dedicato,i soldi spesi,ma molto più profondo,la volontà,e molti altri valori che non sto a indicare perchè ormai nessuno li apprezza(motivo perchè è difficile e faticoso basarsi su questi)e fa più comodo pensare come i tuoi amici!ti appoggio ma non per spirito di contraddizione ma perchè io la penso come te infatti mi danno del ......un dolce saluto note.
 
   
Adenia
Adenia il 05/11/05 alle 11:18 via WEB
Ohi. Notedamore, io credo che lo scambio sia sempre equo e che prima o poi tutto tenda all'equibrio. La vita è quilibrio e così tutto ciò che vi è in essa. A volte si dà senza sapere di dare e altre volte si riceve senza sapere di ricevere. Sono conteta se mi appoggi e se la pensi come me... tuttavia, non essere così pessimista, c'è chi crede in certi valori. Semplicemente... c'è chi non difende con coraggio le proprie idee e, ancor peggio, c'è chi dà per buono ciò che bello e comodo appare. Notedamore, ti danno del...? Ciao, buon sabato e grazie per il tuo intervento.
 
     
notedamore
notedamore il 05/11/05 alle 12:08 via WEB
equo solo se c'è amore ma se non c'è e c'è convenienza....non lo sarà mai grazie e a rileggerci!
 
     
Adenia
Adenia il 05/11/05 alle 15:50 via WEB
Notedamore allora non la intendiamo allo stesso modo... per me tutto è in equilibrio nella vita. Là dove tu doni c'è qualcuno che riceve e viceversa. Non esiste il donare senza il ricevere... l'ho ripetuto n. volte questo concetto, alla fine se uno non la pensa come me mi spiace, ma pace lo stesso. Ciao.
 
marsina
marsina il 03/11/05 alle 13:12 via WEB
ehm...volevo solo ringraziarti x la visita ma penso sia un momento sbagliato...ciao
 
 
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 13:19 via WEB
Io sento dolore, ho bisogno che la gente non si mostri indifferente ad un pensiero e tu... tu mi scrivi che non è il momento per lasciarmi un messaggio? Beh, giuro non ti capisco. Grazie ugualmente marsina.
 
IN2dgl
IN2dgl il 03/11/05 alle 13:22 via WEB
Ciao Ade...credo si stia parlando di me...nn sono qui per far polemiche o per colpevolarizzare qualcuno...sono qui solo per scusarmi per come ho reagito alla discussione di quel post...sicuramente le mie colpe sono maggiori perchè, effettamente per quello che dico e per come mi pongo alla gente dovrei essere io il primo ad ascoltare portando avanti il discorso in maniera costruttiva...scusami mi sono lasciato andare...credo che tutti sbagliano e in questo momento l'ho fatto io...puoi pensarla come ti pare, ovvio, ma credimi non volevo...buona giornata.
 
 
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 13:42 via WEB
Penso che tu abbia mostrato coraggio ora, con me, in questo tuo modo di porti, dopo ciò che è successo ieri. Grazie, avevo bisogno di te oggi e tu mi hai mostrato che ci sei. Grazie In2. Rimaniamo, ugualmente, su due modi di porci differenti e su due linee di pensiero quasi opposte. Tuttavia, in questo momento, ti stragodo. Non mi permetterò più di importunarti, ho capito che il tuo essere può sentirsi offeso dal mio stile un po' aggressivo. Con te sarò un po' più fredda e distaccata, per il momento, poi chissà... magari, con il tempo ci verremo incontro. Può essere che tu sentirai in me non soltanto cattiveria e che io sentirò in te non soltanto falsa mielosità. A presto In2. Ho apprezzato notevolmente il tuo intervento... pace ok?
 
   
IN2dgl
IN2dgl il 03/11/05 alle 13:52 via WEB
Grazie...
 
     
freemaya64
freemaya64 il 03/11/05 alle 16:23 via WEB
....ai miei occhi sei una persona speciale....baci maya
 
     
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 16:29 via WEB
Ogni persona è speciale.
 
     
freemaya64
freemaya64 il 03/11/05 alle 17:50 via WEB
...cmq era riferito a IN2, scusami se ho approfittato del tuo spazio, contavo sulla tua massima libertà di intervento....maya
 
     
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 18:11 via WEB
Maya, ma era abbastanza chiaro fosse rivolta a IN2 la tua amabile frase e so che ci tieni a lui. Ho solo voluto esprimere la mia idea a riguardo. Sei liberissima di utilizzare questo luogo come credi... anzi, più ti senti libera e più mi dai piacere. Ciao Maya!
 
     
freemaya64
freemaya64 il 04/11/05 alle 08:10 via WEB
....seguivo sl un tuo consiglio, nn volevo più dare nulla per scontato.....maya
 
     
Adenia
Adenia il 04/11/05 alle 08:44 via WEB
Semplicemente... ti godo Maya!!! Buona giornata freemaya e a presto. Sappi che ho gradito tutti i tuoi interventi, anche quelli che mi hanno comunicato un tuo parere quasi opposto al mio. Bacio.
 
DannyDT
DannyDT il 03/11/05 alle 13:27 via WEB
....ok...ti sei calmata ora? perchè prendersela? se non la pensi come loro ignorali!.....
 
 
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 13:51 via WEB
NO, non mi permetterei mai di ignorare qualcuno, un altrui pensiero, un evento, un atteggiamento umano, un paesaggio naturale che a me si mostra, un altrui momento di allegria, un altrui momento di tristezza, un parere discordante. Non ignoro nemmeno questo tuo commento dal contenuto alquanto squallido. Ciao Danny e non ignorare mai chi ti è scomodo, chi ti è rivale, chi si scontra con te... più ignori e più sarai a favore dell'ignoranza e dell'indifferenza nel mondo: cause dei principali mali umani. A presto Danny.
 
EvolutionMoka
EvolutionMoka il 03/11/05 alle 14:13 via WEB
Ciao Adenia per me l'amore e l'amicizia sono sentimenti in cui due persone si dovrebbero fondere in una e quindi non si tratta di ricevere o dare, ma di condividere e di viversi...
 
 
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 14:18 via WEB
Sì, decisamente deliziosa la tua affermazione. Non sarei stata in grado di esprimere meglio il concetto così come lo hai espresso tu. EvolutionMoka, un ottimo contributo il tuo intervento... merci beaucoup mon ami, à bientot.
 
caoscalmo
caoscalmo il 03/11/05 alle 14:34 via WEB
credo che a volte, anche negli spazi virtuali, si abusi troppo dei termini in sè, si proferiscono parole senza che queste siano piene della esperienza e delle emozioni giuste per definirle, voglio dire quanto tempo e quanti momenti devono trascorrere insieme due persone per far sì che si crei quella complicità che definiamo amore (nel senso più largo del termine), a volte le complicità si creano naturalmente altre bisogna che vengano coltivate e sostenute, purtroppo non so se siamo in presenza di eccesso di solitudine o vittime di telefilm e reality show, ma sempre più frequentemente abusiamo di termini come amore e amicizia in modo improprio, creando negli altri aspettative o illusioni....ciao Adenia, ti lascio un sorriso:)
 
 
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 15:15 via WEB
Caoscalmo, esatto e questo tipo di abuso non lo tollero dato che una corretta comunicazione, a mio parere, è alla base di un buon interagire tra gli umani e di sincere relazioni affettive. Per quanto riguarda la complicità, beh... questa è per me tanto rara quanto preziosa. E' probabile sia come sostieni tu, forse si è vittime di un linguaggio televisivo o moderno, non più attento, curato, ponderato, formale come un tempo. Ciao caoscalmo... mi prendo volentieri il sorriso che mi doni e lo tengo un po' per me ok? Un saluto, un sorriso e a presto!
 
marsina
marsina il 03/11/05 alle 15:05 via WEB
non sono mai stata abituata a mettermi in posizioni che non sono mie..non è una questione di menefreghismo o cosa...o vattelapeska..mi dispiace se è stato xcepito male
 
 
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 15:16 via WEB
Quali sono le posizioni non tue... non sto scherzando, vorrei davvero capire. Un salutino per te marsina.
 
BB_e_Basta
BB_e_Basta il 03/11/05 alle 15:22 via WEB
Eri proprio arrabbiata mentre scrivevi! Son d'accordo con te, che se uno non ci chiede niente, il suo disinteresse può essere scambiato per menefreghismo. Ma a volte c'è anche paura del rifiuto (e allora che cavolo di amicizia/amore è?), è difficile trovare un equilibrio tra dare e avere, certo non si va con la bilancia, ma se non ci sentiamo utili, l'amicizia diventa inutile, sterile. Insomma, hai ragione tu. Cmq, Adenia, hai già avuto modo di vedere che qui si esagera un po' con le effusioni, forse non ci sono tutto l'amore e l'amicizia professati, ma ci sono anche amicizie vere (sull'amore sono più cauta). Per cui, si possono avere idee diverse, ma l'amicizia non dovrebbe essere messa in discussione. ciao
 
 
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 15:32 via WEB
Fii come ti godo BB. Avevo bisogno di un tuo intervento. So che tu sai darmi commenti sinceri. Sai, credo che l'quilibrio tra il dare e il ricevere ci sia: nel senso che ogni volta che si vuol donare qualcosa si riesce in questo intento solo grazie a chi effettivamente è in grado di ricevere quanto viene dato. Se non vi è chi accoglie il dono allora nulla verrà donato. Al contrario, se uno chiede e pretende senza dare in apaprenza, in realtà donerà la possibilità a qualcuno di sentirsi utile, importante, necessario... vivo! Stando al mio ragionamento, sembrerebbe quasi più nobile saper ricevere al meglio piuttosto che pensare solo al donare? No, non credo in questo, credo vi sia una parità, un equilibrio tra i due ruoli e uno esiste grazie all'altro. Tutto nella vita è unione degli opposti.
 
freemaya64
freemaya64 il 03/11/05 alle 16:06 via WEB
...adenia, ritengo che interpretare il concetto di amore e di amiciza, sia quasi sfiorare la sfera dell'impossibile, xchè andando oltre a quello che è il significato oggettivo e scontato del termine, ognuno poi, più di ogni altra cosa, ha un proprio modo e capacità di viverlo.In linea di massima, come te credo che quando uno ama, vorrebbe dare e anche ricevere, ma anche qui rientra il mio gioco di percentuali diverse; a mio avviso, infatti, esistono tendenzialmente due tipologie di persone, quelle che amano di più dando, cioè che traggono piacere più nel dare, e quelle che invece amano più nel ricevere.....io appartengo alla prima categoria, mi piace dare, quello che poi posso o meno ricevere è sl un valore aggiunto, sinceramente e cn estrema franchezza, nn mi sento affatto una testa di cazzo, nè tanto meno una qualunquista, anzi!!! Anche riguardo all'amicizia sn in disaccordo con te, credo che sia vera solo quella in cui nn si chiede nulla in cambio, ma nn xchè poi la vita può andare avanti cmq senza l'altro, ma xchè se è reciproca ed è vera amicizia, l'altro farà d'istinto qualcosa per te e nn xchè glielo avrai chiesto....ade, tutto ciò che tu guardi è visto cn i "tuoi" occhi, specchio della "tua" mente, esprimi pure quello che pensi e a tuo modo, ma credo sia difficile dare giuste valutazioni sulle persone, sempre, sia quando ti sembra di conoscerle realmente, figurati quando nn hai gli elementi e in un mondo virtuale!!! io nn mi sento offesa ma, potresti sbagliare e ferire delle persone che, contrariamente a quanto tu riesca ora a vedere, sn belle veramente e quando le offendi alla fine potresti tu per prima sentirne dolore.....baci maya ...
 
 
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 16:28 via WEB
Ciao Freemaya. Non mi riferivo solo al mondo virtuale quando ho affermato che per me è una testa di cazzo chi crede che amare sia solo dare. Tu pensi davvero che se dai senza che qualcuno gradisca il tuo dono tu stia davvero dando qualcosa? Potresti dare anche noia, insoddisfazione, un bacio non gradito, uno sguardo cattivo... come sai se quello che dai è davvero amore? Come puoi pensare che il donare possa avere valore senza il gesto del ricevere? Tu poui dare anche gioielli a delle persone amiche, ma cosa ne sai se per loro questo dono così costoso non è quasi offensivo e troppo formale? Tu puoi dare un sorriso ad un anziano signore e cosa ne sai se questo non lo intende come presa per il culo? Tu puoi dare tutto quello che vuoi, anche in buona fede, ma cosa ne sai se quel che dai è davvero un messaggio di amore? Io voglio solo che si considerasse importante sia il donare sia il ricevere. La vita è meravigliosa, è un dono... ma non è forse di pari importanza il saper apprezzare questo dono che è stato dato alle creaute? Se uno non apprezza la vita, ovvero non sa accogliere il dono, quale poi diviene il senso del vivere? DONARE E' POSSIBILE SOLO SE ESISTE IL RICEVERE.(Vorrei precisare che pure io sono una testa di cazzo per tanti aspetti e non mi offendo se uno mi reputa tale. Si può essere delle teste di cazzo per qualcosa, ma non per altre cose). Saluti Maya.
 
   
freemaya64
freemaya64 il 03/11/05 alle 17:47 via WEB
...ho dato per scontato nel mio discorso, forse erroneamente, che il mio modo di amare è quello di dare agli altri qualcosa di me, che la mia intelligenza e il mio intuito mi suggeriscono sia gradita...quello poi del ricevere in cambio qualcosa, è gratificante sicuramente, ma nn determinante.....( preciso anch'io che se tu per certi versi ti reputi una testa di cazzo, nn posso che prenderne atto, quello di cui ho piena consapevolezza invece, è che io nn lo sono )....ciao maya
 
     
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 18:25 via WEB
Tu credi che esista in senso materiale una testa umana vivente fatta di solo cazzo? Quell'espressione si usa per intendere che una testa non va bene e non va dato un senso strettamente letterale ai vari termini!!! Una testa umana va bene, ma va anche male e tu non sei solo bene ok? In te c'è sicuramente il bene, ma attenta che il male vi è in te come in tutte le persone. Grazie per l'intervento Maya... e non dare mai nulla per scontato!!!
 
     
freemaya64
freemaya64 il 04/11/05 alle 10:06 via WEB
....nn sn perfetta e lo so, sto provando a cercarlo in me, ma faccio fatica a trovarlo!!...ciao maya
 
AntonioVT
AntonioVT il 03/11/05 alle 17:20 via WEB
Concordo pienamente con quanto dici. Basta con le frasi fatte che sono belle solo in teoria ma che nella pratica sono mostruose. Se non si chiede nulla ad una persona vuol dire che questa non ha nulla da offrirci e allora che senso ha considerare speciale una persona che non puo' darci nulla (anche nel senso intellettuale).Una persona che non mi da nulla ,è per me indifferente altro che speciale. Tra l'altro speciale vuol dire diversa dalle altre ,ma questa diversità in cosa consiste se non se ne puo' approfittare??(in senso buono) Le frasi fatte sono degne di coloro che le usano che non hanno le capacità per esprimersi e per questo usano frasi di altri. p.s. se mi linkerai fammelo sapere cosi' rikambio
 
 
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 18:35 via WEB
Tu hai inteso un qualcosa che nelle mie parole non vi era, ma potrei, in parte, concordare ugualmente... alla fine si è egoisti e c'è anche la voglia di ottenere qualcosa dagli altri. Tuttavia, il mio discorso era diverso. Non è importante dare per ricevere, è importante il saper ricevere affinché il gesto del donare abbia un senso!!! E' molto meno cattivo di quello che possa sembrare il mio pensiero. Se le mie parole oggi sono servite a qualcuno e ricevo una frase del tipo "grazie del post che hai donato", ecco che il mio dono diviene dono solo nel momento in cui questo è accolto! Grazie per aver partecipato Antonio... a presto. Aggiungo... ogni persona è speciale indipendentemente da questi concetti di dare e ricevere.
 
ChristopherNolan
ChristopherNolan il 03/11/05 alle 17:34 via WEB
non ho letto gli ultimi mex perchè devo scappare....cmq ho lasciato un commento sul tuo 2 commento(scusa il gioco di parole)....bye bye
 
 
Adenia
Adenia il 03/11/05 alle 18:15 via WEB
Christopher ok, ma già quel commento va bene, mi hai confutato incredibilmente, ma è ok! Se vuoi aggiungere altro, io sono qui. Ciao... a presto e buona serata!
 
hawk67
hawk67 il 04/11/05 alle 02:42 via WEB
Riesco a leggerti solo ora!Lascio solo una piccola traccia dicendo che se c'è dare senza avere o viceversa,la scrittura è sbilanciata (tecnicamente "partita zoppa");in quanto tale richiede una scrittura di assestamento,e non si è obbligati a farli sono a fini di quadratura di bilancio.La partita verrà chiusa ma poi contestualmente riaperta...sempre zoppa.'Notte Adenia...fii son pran strac!!!
 
 
Adenia
Adenia il 04/11/05 alle 08:55 via WEB
Eccoti hawk! Fii... ti rendi conto che mi hai lasciata sola in mezzo a delle belve? Io, creatura indifesa con tutti questi attacchi! Dai, sto scherzando... anzi, sarà bene ritornare ad un linguaggio più posato da ora in poi. La mia rabbia l'ho sfogata e le risposte avute mi hanno soddisfatto e non poco. Sei stato carino a lasciarmi un messaggio anche in questi giorni in cui sei lontano e più stanco per via del lavoro. Sì, nella vita tutto è equilibrio ed ogni cosa esiste ed ha valore grazie alla sua corrispettiva forza opposta e contraria di pari entità. Buona giornata hawk e a presto!
 
   
hawk67
hawk67 il 04/11/05 alle 16:59 via WEB
Adenia in mezzo alle belve???Poveracce le belve!!!Stasera arrosto di belva alla collecchiese e via che si festeggia!Salutino
 
 
freemaya64
freemaya64 il 04/11/05 alle 09:36 via WEB
.....l'unica vera gratificazione del mio dare è vedere l'altro felice, mi basta, ricevere cose in più è piacevole, ma nn indispensabile....ti sembra una partita zoppa quando ami tuo figlio, senza avere nulla in cambio, se nn la sua felicità?....per me è quello il vero piacere, dare per far in modo che chi ami sia felice e poi gioire insieme, dare quasi fine se stesso sl xchè senti intensamente di farlo , senza preoccuparti di ciò che forse e chissà quando potrai ricevere.....senbra apparentemente un disequilibrio, ma nn è anche vero che è proprio dall'entropia, dal Kaos, che emerge l'energia giusta per creare e dare un significato intenso alla vita?....,baci maya
 
   
Adenia
Adenia il 04/11/05 alle 10:19 via WEB
Maya, a volte penso che tu non voglia capire la mia logica, che poi è simile a quella di hawk. Ora darò risposta per me, poi lui commenterà come vuole, dato che tu ti rivolgi a lui ora. Nel momento in cui tu dai qualcosa a tuo figlio, questo qualcosa assume valore solo nel momento in cui tuo figlio accoglie quanto tu gli doni. Se tu dai qualcosa a tuo figlio e questo non vuole nulla e addirittura scappa perché non vuole starti vicino... può mai considerarsi un dono il tuo? TU PUOI DARE TUTTO QUELLO CHE VUOI A QUALCUNO MA SE QUESTO QUALCUNO NON VUOLE IL TUO DONO ALLORA NON TI PERMETTE DI DONARE, NON TI PERMETTE DI DARE ALCUN DONO. CONSEGUENZA: TU NON PUOI DONARE SE NON C'E' CHI TI PERMETTE DI DONARE, CHI VUOLE DA TE RICEVERE. Ciao! Aggiungo altro. Sapere che un figlio vuole da te qualcosa è meraviglioso e non è cattiveria. Sapere che il tuo uomo vuole da te aiuto nella sua vita è meraviglioso e non è cattiveria. Sapere che qualcuno ha bisogno della tua presenza maya è bello e non è brutto e chi non ti chiede nulla è perché non è interessato a te. Allora, se tu non vuoi mai chiedere a qualcuno qualcosa, e questo qualcosa può essere anche la sua semplice presenza nella tua vita, allora ti mostri indifferente a questa persona. Se tu ami donare allora perché non dai anche agli altri la possibilità di sentirsi importanti donando? Accogli e chiedi anche al tuo prossimo di darti qualcosa... puà essere per lui un motivo di vita!!!
 
     
freemaya64
freemaya64 il 04/11/05 alle 13:45 via WEB
....è probebile che io faccia fatica a capirti, ma esiste anche la possibilità che sia la tua logica a unire due concetti , ai miei occhi, invece da separare. Se tu mi parli esclusivamente del fatto che ci dv essere qualcuno ad avere piacere nel ricevere ciò che tu dai, mi sembra talmente tanto ovvio, che il mio unico commento è quello di dirti che hai ragione e che per me è una realtà scontata. Se invece, cm in alcune frasi, tu dici"...CHI POI CREDE CHE AMARE SIA DARE SENZA RICEVERE...." o "..QUELLA E' UNA PERSONA SPECIALE IN QUANTO MI DA' VERA AMICIZIA SENZA NULLA IN CAMBIO ...", allora esiste un interlocutore che ha piacere nel ricevere quello che tu dai....questa considerazione, ai miei occhi merita più attenzione e i miei commenti sn stati ad essa riferiti...ciao maya
 
     
Adenia
Adenia il 04/11/05 alle 13:58 via WEB
Beh, mi dà piacere se ritieni che una mia frase meriti attenzione. Sento che in te vi è un animo buono. Semplicemente entro in contrasto con te su questioni prettamente dialettali o di logica. Alla fine, entrambe diamo importanza al dialogo, al donare (io anche al ricevere), al portare avanti una propria tesi, al non scappare davanti ad uno scontro. Ripeto ancora una volta... NULLA E' SCONTATO!!! Ciao Maya... buon fine settimana!
 
     
hawk67
hawk67 il 04/11/05 alle 16:57 via WEB
Mmm in mezzo a due donne di questa caratura potrei sentirmi in serio imbarazzo (naaa:non è da falco!).Intanto ciao:cercherò di essere il più chiaro possibile:l'assenza di sonno dovuta a ore piccole nordiche potrebbe farsi sentire.Il rapporto genitori-figli non è una partita zoppa:contabilmente si compensa con quanto il genitore ha ricevuto in qualità di figlio dai suoi genitori (legge generazionale di Samuelson).A parte questo io consideravo rapporti paritetici:un amico,una persona che ami è una persona che solitamente è sul tuo piano.Io probabilmente opero sempre con logiche utilitaristiche:se da un rapporto non ricevo nulla,dopo aver dato,POTREI sentire l'amaro in bocca.Mi spiego:lasciamo stare gli "slanci" (momenti,situazioni emotivamente coinvolgenti giustificano qualunque azione);cerco di costruire un rapporto con una persona che reputo alla mia altezza,quindi in grado di darmi ALMENO quello che dò io a lei (almeno=potenzialmente).Fermo restando che io provo a dare qualcosa in me,se nulla ricevo in cambio significa che quanto ho dato è pari a zero agli occhi dell'altro oppure io non interesso alla controparte.I missionari sono utili e indispensabili in paesi in cui c'è bisogno della loro opera;da noi rischiano solo di alimentare ipocrisia (male peraltro già molto diffuso e autoalimantantesi) e falsità.Se vado in giro nella ns società a cercare di diffondere idee di dare senza chiedere,fare per il gusto di farlo,perchè lo si sente dentro,beh se mi va bene non succede nulla,se mi va male creo persone destinate a prendere sberle in faccia.Per essere in grado di dare in modo produttivo prima bisogna sapere cosa ti può riservare la realtà.La mia esperienza è fondata su pochi veri rapporti:da questi ricevo molto di più di quello che dò (e non venitemi a dire che la controparte dirà la stessa cosa:luogo comune,parlo io e il soggetto sono io in qs caso).La mia non è una critica a nessuno e a nessuna idea:esprimo solo quello che è il mio modo di vedere certe cose e mi sa strano che ci sia tanta gente disposta a dare senza nulla chiedere nel virtuale quando nel reale giro costantemente con le mutande di ferro (Malia evita battute,please).Concludo:estremizzo e dico che da un rapporto posso arrivare a dare senza ricevere (e anche lasciate stare la solita storia che cmq un rapporto arricchisce interiormente:non ho conoscenze tecniche per affrontare in modo preparato una disquisizione in materia) ma comunque è perchè so che potenzialmente e in qualsiasi momento potrò avere.Mamma mia che faticaccia in mezzo a 'ste due...Buona serata e a presto.
 
     
Adenia
Adenia il 04/11/05 alle 17:52 via WEB
Ohi... ma qui per chi mi avete preso, per una che ha come passione numero uno la lettura? Fii... mi lamento sempre che non ho mai nulla di interessante da leggere... ihihih. Il tuo discorso ora si è distaccato notevolmente dal mio concetto di "saper ricevere" inteso come il saper accogliere ed assorbire al meglio quanto viene donato. Mi sono già dimenata su questo concetto, non so se hai letto i mie commenti precedenti o se vorrai leggerli. Entrambi diamo importanza all'atto del ricevere insieme a quello del donare. Tuttavia, per me il concetto di riceve è positivo e tutt'altro che egoistico come la gran parte della gente sostiene. Dal tuo scritto, mi pare essere inteso il ricevere in funzione alle proprie esigenze e basta. Ora lascio spazio a Maya per un'uteriore risposta al tuo intervento. Buona serata hawk e spero di avere un contatto con te, in tempo reale, quanto prima.
 
     
hawk67
hawk67 il 04/11/05 alle 20:54 via WEB
Ricevere prima di essere positivo è per me fondamentale (a volte viene prima del dare,a volte dopo).Tu cosa ricevi non in funzione delle tue esigenze che trattieni?Esigenza la intendo come bisogno in senso lato,non solo di cose materiali.Confesso che pagherei una follia per un massaggino alle spalle in questo momento...Vado a cercare un massaggio!A poi!
 
     
Adenia
Adenia il 04/11/05 alle 22:53 via WEB
Il saper chiedere aiuto, il pretendere qualcosa da qualcuno, il dichiarare di desiderare un certo gesto da una persona è tutt'altro che semplice. Non considero affatto negativo il voler ricevere qualcosa dagli altri. Tuttavia, mi chiedi cosa ricevo non in funzione delle mie esigenze... nulla. Non ricevo qualcosa che non mi interessa o non mi piace, accolgo ciò che in un dato momento soddisfa le mie esigenze. Quindi, confermo che è errata e non veritiera per me la frase del mio precedente commento: "Per me il concetto di ricevere è positivo e tutt'altro che egoistico come la gran parte della gente sostiene. Dal tuo scritto, mi pare essere inteso il ricevere in funzione alle proprie esigenze e basta". Bravo, hai ragione! E' sì positivo il voler ricevere, ma comunque è egoistico. Hawk buon relax allora... io sono abile nei massaggi. Ciao, buona serata.
 
     
hawk67
hawk67 il 04/11/05 alle 23:17 via WEB
E finalmente ci siamo:egoistico!Voglio sapere da te o da qualcuno come mai questo aggettivo (o il suo sostantivo egoismo) è solo e sempre utilizzato per indicare situazioni negative.Deriva da "ego":io sono la persona responsabile delle proprie azioni;io sono la persona che per fare certe azioni ha bisogno di "carburante"...ed è giusto questo.Ma c'è un ma:se chiedo "carburante" non va bene e divento egoista.Quindi anche questa grande caratteristica negativa,da tutti tacciata come uno delle calamità del ns tempo,va rivista e ricondotta nella sua giusta prospettiva.Quando qualcuno mi dice che sono egoista rispondo che lo so;chi non guarda ai bisogni della propria persona come può,anche quando,essere l'opposto cioè altruista?A proposito:sei molto stanca o un massaggino me lo concedi?A bientot mademoiselle terrible!
 
     
Adenia
Adenia il 05/11/05 alle 09:49 via WEB
Hawk, credo sia una questione di ignoranza. Molti si offendono per il termine "deficiente" senza conoscerne il vero significa. Molti credono che l'essere egoista sia negativo, senza neppure aver capito che per ogni creatura è fondamentale esserlo se si vuol rimanere in vita. Vi sono luoghi comuni, frasi entrate nella società per emozionare la gente con proline usate male però di effetto sulle menti più "deboli". Il mio post era improntanto proprio su questo. Avverto, nelle persone, incapacità nel valutare un concetto o una logica indipendentemente dalle logiche popolari. UNA CREATURA VIVENTE SE VUOLE VIVERE DEVE ESSERE EGOISTA E SE NON LO E' NON AMA LA VITA, NE LA PROPRIA NE QUELLA DI QUALSIASI ALTRO ESSERE.
 
     
hawk67
hawk67 il 05/11/05 alle 10:21 via WEB
Bene:ci troviamo d'accordo su questo punto.Siccome amo tremendamente la mia vita confermo senza remore mio egoismo a 360°...scusa ma il mio massaggino?Buon week end e a presto (inizia la solita riunione da sabato mattina...sigh!)!!!
 
     
freemaya64
freemaya64 il 05/11/05 alle 11:07 via WEB
...hawk, a differenza (tanto per cambiare!!!)di Adenia, nn ho la fortuna di sentirti in tempo reale....eheheh....e quindi neanche quella di conoscerti bene, però ho l'impressione che tu abbia una caratteristica che appartiene anche a me, cioè quella di essere essenziale; questo xchè...andando oltre a quella che è la teoria, sulla quale concordo perfettamente cn te e che ho anche espresso in un mio commento ".. l'ideale sarebbe quello di donare e ricevere in modo equilibrato..", nella realtà spesso nn succede questo, l'incontro tra persone diverse e l' interesse che reciprocamente scaturisce e che a volte può diventare coinvolgimento affettivo, prescinde dal calcolo se cn questa persona puoi o meno raggiungere un discorso paritario di dare e ricevere....sbaglio o sei tu che poi dici "... pochi veri rapporti:da questi ricevo molto di più di quello che dò...". E' proprio questo il mio discorso, sottolineo se finora nn sn stata chiara, che io nn sn nè una missionaria , che dà se stessa sempre e a chiunque,nè una a cui NON piace ricevere, nè tanto meno che è felice se nn riceve nulla, assolutamente....io sn una persona molto selettiva nei rapporti di relazione, dò quello che sento di dare, nn sempre e cn diversa intensità in rapporto alle persone che incrocio nel mio percorso, ma noi qui, parlavamo di amicizia e di amore, situazioni in cui si presuppone un desiderio comune e reciproco di uno scambio, se io scelgo i miei amici o il mio amore, è a loro che ho più piacere nel dare che nn nel ricevere... per tanti motivi, primo xchè il desiderio è tanto intenso che poco mi preoccupo di quello che forse riceverò, lo faccio in piena libertà senza condizionamenti e ne traggo un piacere personale, poi xchè, quello che ricevo, anche se nn molto o nn uguale, cmq mi viene dato da "quelle" persone e per me è impagabile....lo vivrei cm un limite alla mia libertà personale se dovessi dare loro, per quanto ricevo...per sintetizzare: nel mio mondo, scelgo delle persone, poche, e le amo, normalmente vengo ricambiata, ma non necessariamente in modo paritario, xchè ognuno di noi è diverso, quando io le amo lo sento profondamente , dò me stessa senza pormi il problema di quanto possa ricevere xchè mi gratifica e mi rende libera anche nella sfera dei miei sentimenti....ragazzi, che dirvi...sarò strana!!!!...baci maya
 
     
freemaya64
freemaya64 il 05/11/05 alle 11:14 via WEB
...un'ultima cosa, vi sembrerà strano, ma anch'io sn egoista!!!..à tout à l'heure...maya
 
     
Adenia
Adenia il 05/11/05 alle 11:39 via WEB
A mio parere non sei affatto strana Maya. Dovresti rivalutare il concetto del "ricevere" ecco tutto. Nel momento in cui dai qualcosa di te... ripeto, dall'altra parte c'è chi svolge il ruolo, non meno importante, di saper ricevere quanto doni. Non solo, ho la sensazione che tu sappia ricevere al meglio e che nemmeno te ne rendi conto. Con questo mio post tu mi hai mostrato interesse, hai accolto quanto ho voluto esprimere e lo hai pure analizzato. Ho sentito in te una persona pronta per ricevere un mio pensiero, pronta per ricevere un arricchimento da un dialogo, capace di accogliere gli altrui pensieri, magari per confutarli... non importa. Nel momento in cui hai ricevuto e recepito il mio scritto non lo hai ignorato e nel tuo ricevere al tempo stesso mi hai dato. Per me tutto è equilibrio... non esiste il donare se non vi è il ricevere. Non conosco situazioni, nella mia vita, in cui io abbia donato senza ricevere e non conosco situazioni, nel mio agire, in cui qualcuno mi abbia donato senza da me ricevere qualcosa. Non esiste il disequilibrio nella vita. Tutto prima o poi tende all'equilibrio. Ciao Maya... bacio.
 
     
hawk67
hawk67 il 05/11/05 alle 12:17 via WEB
Ciao Farfalla colorata!Preciso che poche volte sento Adenia in tempo reale:lo dimostra il fatto che continuo a chiederle un massaggino ma le mie spalle sono ancora all'asciutto!hihi!Io sono convinto che se chiedi alle persone cui io credo di ricevere molto dando poco,come la pensano sono convinto che la risposta sia identica alla mia.In sostanza:la "quantità" (se tale può definirsi) poco conta;la "qualità" in questo caso coincide con ciò di cui ho bisogno,che cerco e chiedo,ciò che voglio e ottengo e per la quale sono egoista (mi calza a pennello questo aggettivo!).Siamo su piani leggermente disallineati ma non in contrasto.La cosa che però voglio precisare è che per me il "gratuito" non esiste:ecco perchè alla fine dare e avere (ricevere) tendono all'equilibrio.E così vengo pure a sapere che non fai la missionaria!Naaa!(Ovvio che il mio citare i missionari non era rivolto a te:precisazione superflua).Buon week end e a presto!Bacione!
 
     
hawk67
hawk67 il 05/11/05 alle 12:30 via WEB
Adenia una precisazione.Una volta ti dissi che ero stanco di gente che chiedeva,chiedeva e chiedeva,e io davo,davo e davo.Spesso questi casi li gestisco alla stregua di investimenti (l'aleatorietà varia da soggetto a soggetto) nel senso che vedo una contropartita potenziale nel medio periodo,altrimenti scatterebbe un sacosanto "vaffa".Precisazione superflua ma che mi sembrava quasi doverosa.A te un buon week end!
 
     
Adenia
Adenia il 05/11/05 alle 16:23 via WEB
Ok, comprendo il tuo discorso hawk, quello di Maya e quello di tutti gli altri. Tuttavia, sento ancora che il mio concetto di ricevere è diverso da quello degli altri. Abbiamo concluso che vi è egoismo nel voler ricevere ok, ma a mio parere vi è egoismo anche nel dare. E' la creatura vivente che è egoista sia nel dare sia nel ricevere. Per me si può dialogare all'infinito su questi due concetti. In conclusione, poco conta trovare un accordo su quanto uno vuol ricevere e su quanto uno si sente soddisfatto da ciò che ottiene da una persona: sono aspetti troppo soggettivi. La verità è che ogni azione esiste grazie alla sua corrispettiva azione contraria. In questi commenti si è entrati troppo nel particolare del volere soggettivo, di cosa si vuol pretendere nel dare, del perché uno vuole donare... non mi interessa, ogni persona ha i suoi perché e non mi permetterei mai di indagare su questi. Vero è che se non esiste il bianco non esiste nemmeno il nero, se non esiste il male non esiste nemmeno il bene. Se non esiste l'atto del ricevere non esiste nemmeno l'atto del dare (concetto che ho ripetuto fino all'invero simile). Molto probabilmente, sei stanco del modo in cui la gente ti chiede qualcosa oppure di quello che effettivamente la gente ti chiede, ma non sei stanco di chi chiede. Se io ti chiedessi di confutarmi ogni volta che vuoi o di sfogarti con me quando te la senti o di contattarmi non per dare piacere a me bensì a te... è una richiesta che ti stanca?
 
     
hawk67
hawk67 il 05/11/05 alle 16:34 via WEB
No!
 
     
Adenia
Adenia il 06/11/05 alle 15:45 via WEB
Confidavo in questa tua risposta!
 
UltimoImperatore78
UltimoImperatore78 il 04/11/05 alle 11:43 via WEB
Purtroppo oggi la superficialità si è impadronita del mondo .. non ci si ferma più a pensare .. a riflettere .. a cercare di comprendere l'altro .. a conoscerlo .. oggi si va di fretta .. troppo di fretta .. e la vita ci sfugge .. e con lei tutto ciò che è importante .. e così anche il significato delle parole più importanti .. dei gesti che fanno la differenza non esistono più .. e tutto viene usato con superficialità .. così si parla di Amore .. e di Amicizia senza pensare a ciò che queste due parole vogliono dire .. e a ciò che comportano .. fermiamoci .. e impariamo a riflettere prima di agire ..
 
 
Adenia
Adenia il 04/11/05 alle 12:00 via WEB
Beh... non puoi capire quanto sia positivo per me ricevere un riscontro come il tuo. Ecco, per me tutti i commenti che ho ricevuto a questo post sono piccoli doni, alcuni più graditi di altri, ma pur sempre doni. Non siete stati voi che mi avete doanto qualcosa spontaneamente... sono io che ho chiesto a voi di intervenire, sono io che ho preteso, sono io che ho dato a voi l'opportunità di darmi qualcosa, sono io che ho chiesto ed ho ricevuto. Il mio chiedere la vostra partecipazione non è forse un volervi dare importanza? UltimoImperatore, in effetti credo che il problema sia nel non voler mettere logica nelle argomentazioni, nel non voler attribuire importanza all'opposizione, nel non rendersi conto che il bene esiste solo grazie al male e il non voler considerare il senso originale e corretto di un vocabolo. Ben venuto nel mondo dei blog e grazie per il tuo amabile intervento. A presto UltimoImperatore.
 
CieloSenzaLuna
CieloSenzaLuna il 04/11/05 alle 14:05 via WEB
capisco quello che hai scritto anche se non lo condivido. Di certo è che quello che scrivi è verità nel senso che esiste.
 
 
Adenia
Adenia il 04/11/05 alle 14:32 via WEB
La verità, così come la falsità, è in ogni dove. Ciao CieloSenzaLuna... à bientot mon ami.
 
Ramanujan_pi
Ramanujan_pi il 06/11/05 alle 11:25 via WEB
Ciao a tutti, come (quasi) sempre, gli scritti di Adenia sono decisamente "thought-provoking". Noto en passant alcune cose, di cui abbiamo avuto modo di discutere già in passato sebbene in forme diverse: 1) l'ambiguità del linguaggio; 2) lo scambio di informazioni. Anche questa volta mi pare sia chiaro e pacifico che molti dissensi derivano semplicemente dal fatto che si associa significato diverso a parole/espressioni diverse, e che il conseguente scambio di idee nulla faccia per chiarire l'oggetto della discussione. L'idea che mi sono fatto è che praticamente ciascuna persona che è intervenuta qui ha la propria versione personale, ad hoc, del concetto che definisco di "scambio". Il che è normale, e credo NON possa essere diversamente. Come si fa a raccogliere in una sola espressione finita un bagaglio (magari decennale) di esperienze, emozioni, contatti, azioni e reazioni? Se "facciamo" un po' di epistemologia del concetto di "scambio", le cose essenziali che vengono fuori sono: 1) esistenza di un donatore 2) esistenza di un accettore 3) esistenza di un "messaggio" da scambiare. 4) esistenza di un feedback Uso il termine "messaggio" in maniera molto generica. E' intuitivo rendersi conto come su questa struttura di base si innestino tutta una serie di protocolli e relazioni tra le parti e nelle parti stesse. Esempi: 1) il donatore manda un messaggio che è bene accetto (feedback positivo, e tutti sono felici e contenti) 2) il donatore manda un messaggio che non è bene accetto (e questo potrebbe lasciare l'accettore indifferente o "infastidirlo", il donatore potrebbe ricevere un feedback negativo, e potrebbe reagire bene o male etc.) Rientra credo nell'esperienza di ognuno l'essersi trovato in una situazione in cui si crede di aver dato, ed in cui ci si aspettava qualcosa; altre in cui si è dato senza aspettarsi niente; e lo si fa, parlo della mia esperienza, semplicemente perché si ha la PERCEZIONE che l'altro potrebbe giovarne, il che procura in noi PIACERE (soddisfazione egoistica, come qualcuno ha detto). Credo sia inevitabile non soddisfare in qualche modo l'ego. Anche chi "si fa male" in qualche modo, e coscientemente, lo fa perché ne trae una forma di piacere. E' un meccanismo di base fisio/psicologico, e NULLA possiamo fare per evitarlo o aggirarlo. "Umano troppo umano" direbbe Nietzsche. Credo che ascoltare le esperienze altrui possa arricchire, l'unica cosa a cui bisogna stare attenti è la duplicità di certi "donatori", che mandano "messaggi" con scopi non chiari, e con fini che non sono inclusi nel messaggio. In questa categoria ricadono ampiamente quelli che "si riempiono la bocca" di parole come Amore, Amicizia etc., i quali si autogratificano (egoismo, piacere) mostrando una facciata ed usando parole ed espressioni (messaggio) che credono sia bene accetta (feedback positivo) a tutti quelli che li ascoltano. Magari senza nemmeno capire ciò di cui stanno parlando (che è la cosa peggiore). Per gli interessati, un bel saggio poetico che parla proprio di "scambi" è il "Dei sepolcri" di Ugo Foscolo, che parla di una "corrispondenza d'amorosi sensi". Ciao Adenia, un bacio grande e grazie per avermi invitato a discutere. A presto Antonio
 
 
Adenia
Adenia il 06/11/05 alle 11:51 via WEB
Ohi, Antonio... sai che ci tengo ad un tuo intervento, ad un tuo commento schietto a riguardo di un mio scritto e te l'ho più volte comunicato esplicitamente; tuttavia mi ci vuole un po' di tempo per leggere con attenzione quanto mi hai ora riportato. Ti darò risposta nel pomeriggio.
 
 
Adenia
Adenia il 06/11/05 alle 15:28 via WEB
RAMANUJAN... IL TUO COMMENTO, IN OGNI SUA PARTE, PER ME, RASENTA LA PERFEZIONE. HAI RAPPRESENTATO AL MEGLIO QUELLO CHE E' IL MIO PENSIERO. NON HO NULLA DA CONFUTARE, ANZI... SOLO DA APPRENDERE. DAVVERO GRAZIE.
 
 
freemaya64
freemaya64 il 07/11/05 alle 09:49 via WEB
....bisognerebbe stare attenti anche alla vanità di alcuni saccenti che per il sl fatto di ritenersi "colti", credono di poter esprimere opinioni,per certi versi anche giuste, cm se fossero il Verbo, avendo anche la presunzone di conoscere gli altri al punto di essere capaci di dedurre da messaggi, il desiderio di piacere, la falsità e anche eventuali scopi di alcune persone e la mancanza di carattere di altri, giudicandoli e dando loro persino dei consigli....dalla mia limitata preparazione culturale, che di certo scarsa nn è, consiglierei a queste persone un bagno nell'umiltà....maya
 
   
Adenia
Adenia il 07/11/05 alle 12:16 via WEB
Bene Maya, accolgo la tua osservazione. E' questione di gusti... non ho mai gradito troppo l'umiltà nelle persone ed ho sempre apprezzato chi pecca di presunzione. Hai in parte ragione: occorre prestare attenzione a chi nasconde concetti non utili, non interessanti, non profondi o non opportuni dietro la propria cultura. Tuttavia, se una persona è logica nelle sue affermazioni, oltre che abile nel linguaggio e colta, allora è per me da ammirare, in quanto è in grado di esprimere un concetto nel modo più chiaro possibile. Alla fine, tutto quello che si esprime a parole, lo stile linguistico, il modo di render noto un pensiero deriva dal proprio sapere e dalle proprie capacità logiche. Più una persona sa e meno cadrà in contraddizioni o in cattive altrui interpretazioni. E' meglio sapere ed essere colti quanto più è possibile, non credere sia facile esserlo, ed apprezza chi lo è. A mio parere, occorre prestare maggiore attenzione a chi è particolarmente ignorante in quanto potrebbe davvero creare danni per la società a causa di una sua mancanza, di un suo voler ignorare aspetti culturali importanti. Ciao.
 
     
freemaya64
freemaya64 il 07/11/05 alle 14:01 via WEB
....Adenia, "....se una persona è logica...,abile nel linguaggio e colta", cm primo personale insegnamento, dovrebbe trarre quello, secondo il quale è da presuntuosi e superficiali, giudicare qualcuno, se nn si hanno elementi validi per farlo; xchè sai la cultura ed io ne so nn qualcosa, ma parecchio, costa e anche tanto, però nn è un sapere per mostrare,o per sentirsi superiori, ma è un sapere, prima di tutto per imparare a vivere....ciao maya
 
poeti76
poeti76 il 06/11/05 alle 13:56 via WEB
Scusami per il ritardo della risposta Adenia. Come ti ho detto, sono stato impegnatissimo e ho aspettato per rispondere con calma e bene a questa riflessione. Dici che non credi al "DARE SENZA RICEVERE". La questione è divisa in 2 punti: cosa si intende con questa frase e a cosa ci si riferisce. Comincio prima da quest'ultimo punto. Che intendiamo per amore? L'amore come concetto di fratellanza universale (ammesso che esista e non sia utopia) o amore come sentimento di coppia? Se ci soffermiamo sul donare il cuore e, quindi, sull'affetto generale verso ogni persona che fa parte di questo mondo, mi rendo conto che ci infossiamo su concetti utopici e ci perdiamo in disquisizioni filosofiche molto lontane dalla vita concreta. Chi realmente può dire che gli uomini si comportano sempre bene verso il proprio vicino e donano senza fini utilitaristici? Credo che questo tipo di visione del mondo sia un sogno. Ma non è che siamo cattivi. E' semplicemente il fatto che su ogni essere umano grava una connaturazione a commettere errori. Perciò, spesso, pur volendo fare del bene, siamo portati a ragionare per logiche di interesse. La vita sulla terra e la nostra natura imperfetta ci trasmettono un segnale di sopravvivenza tipico della giungla. Cioè se voglio vivere al meglio, devo voler ottenere qualcosa dagli altri. Questo "qualcosa" sia chiaro che non è solo materiale ma anche spirituale. Se ci pensiamo tutti, ci fa stare bene con noi stessi che gli altri ci diano qualcosa. Dunque, data questa premessa, questo tipo di amore fraterno è dare senza ricevere? Qui il quesito di Adenia diventa durissimo e affascinante da risolvere. Per me, anche se la vita ti indirizza verso uno scambio equo di dare e ricevere (come ho detto finora), bisogna tendere a dare senza ricevere. Questo faccio. Lo so forse Adenia mi consideri un idealista, un sognatore, una persona poco concreta e poco pratica...ma questo è il mio modo di essere. Forse diverso dal tuo modo di pensare, ma rispettabilissimi entrambi come tu sai. Ci sono delle cose da precisare e aggiungere su questo concetto che riguardano l'altro punto. Però ora finisco questo. Se invece di amore universale, parliamo di amore di coppia (o, allo stesso modo, amicizia)? Credo che in questo caso, vengano fuori logiche diverse e più "egoistiche". Penso che nessuno possa vivere dando senza ricevere in un sentimento importante come il rapporto tra due partner. E' una candela presto destinata a spegnersi. Non può essere sempre uno dei due a dare il massimo senza sperare di ricevere qualcosa in cambio (lo stesso vale per l'amicizia). Questa persona che da tutto e non riceve abbastanza, presto sarà destinata ad annullarsi. Così facendo, il rapporto finirà per spegnersi progressivamente e con sofferenza perché la fiamma sarà alimentata solo da uno della coppia. Si può essere non corrisposti a sufficienza. Anche questo è amore, ma è destinato a non durare. Il rapporto di coppia è un sentimento di scambio equo (o quasi perché l'equità perfetta è impossibile). Se uno da il massimo, anche il partner deve dare tutto quello che può. Condizione necessaria per far durare l'amore, è ricevere abbastanza. Tutto quello che ho detto, vale anche per l'amicizia. Passiamo all'altro punto. Che si intende per "dare senza ricevere"? Questo non vuol dire che si può vivere dando senza ricevere. Vuol dire solo che bisogna DARE SENZA PRETENDERE. E' cosa molto diversa. A me fa piacere che qualcuno mi trasmetta qualcosa. Penso che se mi trovo bene con una persona, voglio sempre che questa mi doni tanto e mi lasci un pò del suo modo di essere. Voglio che ci sia condivisione in un sentimento: è una base importante; altrimenti si cade nell'indifferenza. Però non posso pretendere dall'altro: ecco il senso del dare senza ricevere. Io do qualcosa senza avere un secondo fine di ricambio. La naturalezza di un sentimento è donare senza pretendere. E' ovvio che si riceve. Se non si riceve, non penso che possa durare uno scambio d'affetto tra individui. Fondamentale, però, è non pretendere. Si riceve quando l'altro sente di farlo. Se l'altro non sente, finisce il rapporto. Ma se c'è affetto, costui ci donerà sicuramente con spontaneità e noi, ugualmente, dovremo donare con spontaneità senza aspettarci nulla (anche se sappiamo che riceveremo, non lo pretendiamo). Forse posso sembrare contradditorio ma non è così. C'è sempre un confine labile tra quello a cui si tende e quello che succede nella realtà. La cosa certa è che bisogna sempre essere noi stessi e spontanei. Solo così gli altri ci apprezzano al meglio. Spero di essermi spiegato bene su tutto. Grazie Adenia per la riflessione.;o) buona domenica
 
 
Adenia
Adenia il 06/11/05 alle 15:19 via WEB
Poeti, ma non do un premio in base a quanto una persona mi scrive! A me piace chi riesce a sintetizzare i concetti, ma qui mi pare che tutti mi abbiate preso come contenitore di notevole capacità nell’assorbire le varie e contorte idee umane. Vorrei precisare che anche un intervento di minor impegno sarebbe risultato a me gradito. Prediligo chi riesce a darmi risposta immediata e spontanea, da rivalutare poi nel corso di una seguente argomentazione interattiva. Comunque questo è il tuo stile e lo rispetto. Tutto il tuo discorso è molto simile a quelli che ho già recepito da altri. Non convengo con te su quasi nessun punto da te analizzato. Non credo sia un errore umano il pretendere qualcosa dagli altri, non credo sia negativo essere egoisti e non credo sia necessario (utile sì), per tale argomento, analizzare il concetto di amore nelle sue accezioni. Non credo che non vi sia cattiveria negli umani, in quanto sostengo che in tutti, nessuno escluso, vi sia il bene alla stessa misura del male e che ogni volta ognuno scelga quale parte di sé mettere in gioco. A mio parere la vita non affatto imperfetta come tu sostieni ed è per questo che affermo, per l’ennesima volta, che nella vita, in natura tutto è equilibrio. Tu hai un concetto di dare e ricevere troppo legati ai luoghi comuni. Credo tu non abbia letto i commenti che hanno preceduto il tuo e per evitare di risultare ripetitiva ti riporto al commento che più rappresenta il mio pensiero, che meglio conclude, a mio parere, questa lunga e profonda analisi, scaturita dal mio post, alimentata egregiamente da tutti i vari partecipanti (te compreso), ovvero al commento inviato da Ramanujan_pi il 06/11/05 @ 11:25. Lì troverai quello che, dal mio punto di vista, è il concetto del dare, del ricevere ed altro ancora. Buona domenica e grazie davvero per il tuo intervento. Aggiungo la mia frase preferita: la verità è la falsità sono entrambe in ogni dove! Tutto quello che ho espresso è solo un parere, veritiero per me, ma opinabile, confutabile da non importa chi. Del vero, quindi, c'è anche nelle tue frasi, magari non per me, ma alla fine sono un soggetto limitato come tutti gli altri.
 
insoprannominabile3
insoprannominabile3 il 06/11/05 alle 16:44 via WEB
ma si in chat è pieno di gente che abusa di termini come amore ed amicizia e anche fuori dalla chat poi .non ti devi scandalizzare.comunque hai ragione. la vita è piena di persone ipocrite e qui in chat poi ve ne è molte. e anche a me fanno schifo. un po colorito pero' vedo il tuo linguaggio. non lo avevo notato in precedenza.
 
 
Adenia
Adenia il 06/11/05 alle 17:51 via WEB
NON USARE MAI PIU' QUEL TERMINE PER DEFINIRE LE PERSONE! UNA PERSONA PUO' APPARIRMI UNA TESTA DI CAZZO, PUO' AVERE AI MIEI OCCHI UNA TESTA DI MERDA, MA MAI, MAI, MAI UNA PERSONA POTRA' MAI DARMI LA SENSAZIONE DI SCHIFO. NON USARE PIU' QUEL VOCABOLO SE TI RIFERISCI AD UNA CREATURA. Per il resto, approvo... lo sai già. Ciao, buona serata e a presto.
 
   
Adenia
Adenia il 07/11/05 alle 11:50 via WEB
Da ora in avanti, qui in questo spazio, sarò io per prima a dare l'esempio di un linguaggio moderato... ho voluto usare parole dure e tendenti al volgare, non è da me, solo per rendere la rabbia che in me vi è per certi stili di comunciazioni. Non accadrà più e chiedo scusa se qualcuno ho turbato.
 
   
insoprannominabile3
insoprannominabile3 il 19/11/05 alle 15:48 via WEB
ma sai io non conosco bene l utilizzo esatto dei termini moderni . ognuno utilizza l offesa e ne da un valore. tu hai usato testa di merda e mandato a fanculo. per me l ipocrisia in genere non mi piace per niente e mi fa schifo. tuttavia rileggendo il tuo blog devo dire una cosa in effetti pero' adeina la persona piu' amica è quella che da molto di piu' dell altro senza ricevere piu di tanto in cambio. nulla certo è molto difficile pero' in alcuni casi ci si puo' avvicinare. ciao. da luca
 
     
Adenia
Adenia il 19/11/05 alle 21:07 via WEB
Beh, a volte si tratta solo di scontri dialettici, di voler portare avanti una tesi solo per la confutazione fine a se stessa. Non è sempre utile soffermarsi sull'essenza del senso reale di qualcosa, sul significato di un vocabolo o su come ogni frase può eventualmente essere interpretata. Si rischia di arrivare ad una conversazione infinita senza raggiungere un risultato concreto o un finale interessante per le parti che argomentano. Per quanto riguarda la tua ultima affermazione... no, non condivido in quanto, per l'ennesima volta, affermo che credo nell'equilibrio di ogni cosa, anche nell'amicizia. Ciao luca, a presto.
 
lillicocomiu
lillicocomiu il 07/11/05 alle 00:38 via WEB
ehm senza che mi riempi di parolacce....posso avere un post nuovo???bacetti timidi adenia...
 
 
Adenia
Adenia il 07/11/05 alle 08:36 via WEB
Ohi, lillicocomiu buongiorno! Un post nuovo? Beh, in questo blog lascio la possibilità a tutti di creare un nuovo post, quindi se io sono a corto di idee, se questo blog merita un cambio di argomento più veloce, se tu non vuoi più avere davanti il solito scritto allora, per questi e altri eventuali motivi, sentiti libero di intervenire come meglio credi. A presto lillicocomiu.
 
antrace72
antrace72 il 08/11/05 alle 00:33 via WEB
Ciao adenia!!! Posso dire la mia? Certo che posso... non ho letto assolutamente gli 81 commenti se mi permetti un po' "prolissi"... commento il post: se pensi che in amore ed amicizia non ci sono regole... perché giudichi chi per amore intende dare senza avere? L'amore non è un "prodotto industriale fatto in serie" no? Per me l'amore significa fottere dalla mattina alla sera con chi amo... (per esempio)...
 
 
Adenia
Adenia il 08/11/05 alle 09:07 via WEB
Beh... può essere anche quello. Grazie per aver partecipato antrace, alla prossima!
 
Monkey_Business
Monkey_Business il 09/11/05 alle 22:28 via WEB
Adè .. oh Io non voglio essere fanculizzato ^___^ sul'Amore e l'Amicizia.. discorso lungo.. molti usano questi trmmini troppo facilmente , molti altri ci cascano.. dipende dalla visuale.. credo che l'amiciza possa nascere da internet oh almeno per e son nate di Amori uhmm si ne son nati alle volte ma bhò chissa alla fine conoscere una persona per un commento sul blog o in un locale nn cambia molto la sesazione, anzi l'aumensta perche il virtuale port ad idealizzare chi ha bisogno di sentirsi amato(credo alla fine tutti... tranne i fortunati che già lo sono :)
 
 
Adenia
Adenia il 09/11/05 alle 22:56 via WEB
Forte il tuo commento Monkey: decisamente fuori dagli schemi adottati nei precedenti. Beh, credo che la realtà virtuale sia uno spaccato della realtà tangibile, nel senso la rappresenta. Tuttavia, non la rappresenta proprio fedelmente... vi è un alone di mistero, nel virtuale, che porta ad ingigantire tutto. Confermo quando affermi che, in questo contesto, spesso si idealizzano alcuni interlocutori in base ad un bisogno di essere amati che, probabilmente, nella realtà tangibile non è soddisfatto. Per quanto mi riguarda, io cerco dialogo, confronto, arricchimento mentale e non amore, amicizia o altri sentimenti. Sono umana però e non nego di essermi affezionata più volte ad alcuni interlocutori un po' "speciali". Ciao Monkey, a presto.
 
lottergs
lottergs il 24/03/09 alle 10:06 via WEB
hypnocyst, nitrocellulose, levitra 10 ventroscopy, impoofo, levitra price podarthritis, thomism, levitra vardenafil online sewin, furbelow, buy soma carisoprodol saturated, thermifugine, buy cheap levitra vardenafil organoids, urosternite, buy soma 100 burbot, antitragicus, purchase generic levitra keratolytic, sarcosin, buy cheap cialis hyperprolinaemia, flocculate, levitra prescription america aminopeptidase, xyloid, buy soma carisoprodol online cyclandelate, promegaloblast, levitra online haemotachogram, zalambdodont, soma buy online rejection, hexene, generic levitra online salicylanilide, vitellary, best buy generic levitra online stomachodynia, gangliosialidosis, uk levitra
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: Adenia
Data di creazione: 02/09/2005
 

 

EVERY BREATH YOU TAKE

Every breath you take
Every move you make
Every bond you break
Every step you take
I'll be watching you

Every single day
Every word you say
Every game you play
Every night you stay
I'll be watching you

O can't you see
You belong to me
How my poor heart aches with every step you take

Every move you make
Every vow you break
Every smile you fake
Every claim you stake
I'll be watching you

Since you've gone I been lost without a trace
I dream at night I can only see your face
I look around but it's you I can't replace
I keep crying baby please

Every move you make
Every vow you break
Every smile you fake
Every claim you stake
I'll be watching you

 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

IO CAMMINO DI NOTTE DA SOLA

Io cammino 
di notte da sola
poi piango poi rido
e aspetto l’aurora
Ed è una realtà
tutta mia
e una strana atmosfera
pervade la mente
di sera
Io vivo
a volte infelice
a volte gaudente
talvolta vincente
o perdente
Ed è una vita d’artista
così altalenante
ma quello che creo
è importante per me
Io cammino
di notte da sola
poi piango, poi rido
poi parlo, poi rido
poi grido... 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

THE BLOWER'S DAUGHTER

 

SEI PARTE DI ME

E per ogni giorno mi prendo un ricordo che tengo nascosto lontano dal tempo...
Dentro c'è un bisogno di ridere...
Immagini che passano e restano...
E se ti fermassi soltanto un momento...
Sei parte di me, sei parte di me... lo tengo per me.

 

IL ME DIT QUE JE SUIS BELLE

Et quand le temps se lasse
De n'être que tué
Plus une seconde passe,
Dans les vies d'uniformité
Quand de peine en méfiance,
De larmes en plus jamais
Puis de dépit en défiance
On apprend à se résigner
Viennent les heures sombres
Où tout peut enfin s'allumer
Ou quand les vies ne sont plus qu'ombres
Restent nos rêves à inventer

Il me dit que je suis belle
Et qu'il n'attendait que moi
Il me dit que je suis celle
Juste faite pour ses bras
Il parle comme on caresse
De mots qui n'existent pas
De toujours et de tendresse
Et je n'entends que sa voix

Eviter les regards, prendre cet air absent
Celui qu'ont les gens sur les boul'vards
Cet air qui les rend transparents
Apprendre à tourner les yeux
Devant les gens qui s'aiment
Eviter tous ceux qui marchent à deux
Ceux qui s'embrassent à perdre haleine
Y a-t-il un soir, un moment
Où l'on se dit c'est plus pour moi
Tous les mots doux, les coups de sang,
Mais dans mes rêves, j'y ai droit

Il me dit que je suis belle
Et qu'il n'attendait que moi
Il me dit que je suis celle
Juste faite pour ses bras
Des mensonges et des betises
Qu'un enfant ne croirait pas
Mais les nuits sont mes églises
Et dans mes rêves j'y crois

Il me dit que je suis belle...
Je le vois courir vers moi
Ses mains me frôlent et m'entraînent
C'est beau comme au cinéma
Plus de trahison, de peines
Mon scénario n'en veut pas
Il me dit que je suis reine
Et pauvre de moi, j'y crois
Hmm, pauvre de moi, j'y crois
 

LA MANCANZA DI PASSIONE

La passione è il fuoco alchemico che cuoce i fluidi spirituali e rende conciliabili gli opposti. Chi non si lascia coinvolgere dalla passione e dal desiderio perché attento a trovare solo sicurezza e vantaggi è immorale. La mancanza di passione è immorale.

 

EVERY BREATH YOU TAKE

 

INDIFFERENZA

Penso che alla base di ogni male vi sia l'indifferenza. Combattere l'indifferenza è difficile perché ci si scontra con il nulla, con il vuoto, con l'appiattimento, con la non sensibilità. E' più facile avere un dialogo con chi odia che non con chi è indifferente. Odio, rabbia, gelosia, invidia, depressione, dipendenze dannose e altro ancora, a mio parere, nascono con il dilagarsi dell'indifferenza umana. Avere un parere contrario a qualcosa è costruttivo, non averlo affatto è espressione di morte delle idee.

Credo che la provocazione finalizzata a se stessa sia sciocca e controproducente, ma non mettersi in gioco, non andare contro corrente per partito preso, o meglio, per paura di uscire dai canoni accettati dalla massa, beh questo è un freno alla fantasia, al coraggio, alle innovazioni, allo sviluppo. Chi sceglie l'indifferenza sceglie la via più facile per non sentirsi responsabile di qualcosa che non conviene o per pigrizia o per vigliaccheria.

hkhgkj

 

INVINCIBLE

 

 

SUPERMASSIVE BLACK HOLE

 

STARLIGHT

 

THE FUNERAL OF HEARTS

 

 

MADNESS

 

 

 

 

 

 

 

FA CHE NON SIA MAI

 

 

 

 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

KiuryHoghartVirginiaG65francescacapomagiandrew_mehrtensSibilliasAdeniagalantre2011ruiumariagonariolory.gydiletta.castellisexydamilleeunanotteambrosiadossi88menotabu