Advertising On Line

Curiosità, novità, tendenze, irriverenze....del mondo internet!

Creato da papife il 18/11/2008

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

MyBlogLog

 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

Advertising _n Line

 

ShinyStat

 
 

 

« La pubblicità mirataIL DIAVOLO VESTE PLACEMENT »

Avete perso o rotto i bagagli? ...Ci pensa YouTube!

YouTube è un fenomeno che ha cambiato il modo in cui funziona il mondo: chiunque può girare un video e pubblicarlo su YouTube in modo da condividerlo con migliaia di persone.

E ciò può essere ovviamente fatto anche per la commercializzazione di un prodotto o servizio.

Ma perché YouTube ha successo?

Youtube ha successo come strumento di marketing perché è virale, cioè la visualizzazione di un utente si moltiplica a catena. La chiave di questo successo è far sì che ciò che si propone sia divertente, ma nello stesso tempo istruttivo.

Spesso si può avere una percezione limitata dei possibili utilizzi di questo new media poiché viene visto specialmente come mero passatempo e, di conseguenza, trascurane alcune potenzialità poco sfruttate.

Chi invece cerca in qualche modo di avvalersi del web per dare nuova linfa vitale al proprio business sa bene che YouTube può servire bene allo scopo: anche in questo caso, però,  talvolta non si hanno ben chiare le molteplici finalità per cui questo strumento può risultare utile.

Teniamo presente che YouTube può essere utile non solo per “vendere” o farsi pubblicità!

Le nuove tecnologie di comunicazione un vero dono per l’umanità”, ha detto Benedetto XVI all’inizio dell’anno parlando proprio di YouTube in occasione del lancio del canale Vaticano. Si può dire quindi che persino il Papa ha voluto santificare questo potente strumento di comunicazione!

Ma quali problemi ci possono essere?

È da tenere presente che il passaparola negativo ha degli effetti estremamente ingigantiti sul Web ed avere dunque una cattiva reputazione in Rete equivale all’insuccesso.

Eccovi un esempio divertente…

Dave Carroll è un cantante folk la cui chitarra è stata danneggiata in un trasferimento aereo della United Airlines. Chiunque abbia mai visto smarriti o danneggiati i propri bagagli in un aeroporto, sa bene come sia difficile farsi riconoscere qualcosa dalle compagnie aeree!

Dopo ben otto mesi di continui rimbalzi da un ufficio ad un altro, Dave Carroll ha pensato bene di produrre non una, ma ben tre canzoni di protesta, fare un video, postarlo su YouTube e distribuirlo sul web.

Il divertente video si chiama “United Breaks Guitars” ed è stato messo online il 6 luglio 2009 ed ha avuto un buon successo in breve tempo.

Solo dopo più di un milione di visite, raggiunte in un paio di giorni, la United Airlines si è finalmente decisa a prendere in mano la situazione.

Il portavoce della United Airlines Robin Urbanski martedì 7 luglio ha dichiarato che  “il suo video è eccellente e si prevede di utilizzarlo internamente come unica opportunità di apprendimento e di formazione al fine di garantire ai nostri clienti un servizio migliore. Questo problema avrebbe dovuto essere risolto molto prima…”

Per cui è veramente il caso di dire compagnia aerea mezza avvisata, compagnia mezza salvata.In qualche modo questo caso è una storia esemplare non solo per la United Airlines, ma per chiunque voglia fare successo: occorre tener presente che il cliente, occasionale o fedele che sia, è il bene più prezioso! E questa è una vicenda esemplare per le organizzazioni e per i venditori di servizi che spesso credono troppo nella propria forza e che hanno difficoltà a riconoscere i proprie errori.

L’idea che nell’e-commerce si possa trattare il cliente come si crede, è quindi del tutto priva di fondamento e questa storia ce l’ha ampiamente dimostrato…

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/AdvonlineIdeas/trackback.php?msg=7566616

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun commento