Advertising On Line

Curiosità, novità, tendenze, irriverenze....del mondo internet!

Creato da papife il 18/11/2008

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

MyBlogLog

 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

Advertising _n Line

 

ShinyStat

 
 

 

« Behavioral Targeting...u...Cosa è la sensualità e i... »

Da dove deriva l'idea del reality show televisivo “Grande Fratello”?

Post n°75 pubblicato il 20 Ottobre 2009 da papife
 

Il modello del controllo costante nasce con Jeremy Bentham che parlava di Panopticon.
L’idea alla base del Panopticon, che letteralmente significa “che fa vedere tutto”, era quella che un unico guardiano potesse osservare (optikon) tutti (pan) i prigionieri in ogni momento, i quali non devono essere in grado di stabilire se sono osservati o meno e che quindi, per questo motivo, sono tenuti ad osservare una disciplina costante.

Il termine panopticon non è stato dimenticato, ma pochi hanno un'idea precisa di cosa sia esattamente. Si potrebbe dire che questo panopticon, questo "veditutto" sia una prigione nella quale il controllo era mantenuto grazie alla sensazione costante del prigioniero di essere scrutato da occhi invisibili. Il progetto di questa struttura penitenziaria, rappresentava la parodia laica dell’onniscienza divina in cui l’osservatore era invisibile come Dio.

Il titolo vero e proprio del reality show si ispira all’opera di George Orwell 1984

Il romanzo narra di un Grande Fratello, un personaggio che nessuno ha mai visto che tiene costantemente sotto controllo la vita di tutti i cittadini. È il capo dello stato totalitario di Oceania che attraverso le telecamere sorveglia costantemente e reprime il libero arbitrio dei suoi cittadini. Lo slogan del libro "Il Grande Fratello vi guarda" si attaglia al meccanismo del programma televisivo, nel quale gli autori della trasmissione hanno il controllo della situazione nella Casa.

Le chiavi di lettura di quest’opera, definita dal suo stesso editore “uno dei libri più terrificanti che io abbia mai letto…che guarda l’esistenza e la vede diventare sempre più intollerabile”, sono grandiosamente attuali e fonte di ispirazione di film quali Matrix, Minorità Report, nell’invenzione della polizia preventiva, erede della fantastica psico-polizia orwelliana, o Truman Show, nel quale la vita di un individuo, privata di qualsiasi forma di privacy, diviene film stesso. Sino ad arrivare alla lampante “contaminatio” della trasmissione televisiva Grande Fratello, che ha rubato il titolo, e l’idea del supercontrollore, superando paradossalmente gli umori dell’autore.

Oggi infatti non c’è più l’eroe tragico, W. Smith di 1984, che tenta disperatamente di sfuggire all’occhio vigile del controllo per riaffermare la sua individualità, ma ci sono milioni di individui in tutto il mondo che pur di raggiungere notorietà e successo chiedono volontariamente di essere eterodiretti, ignorando la propria dignità e consegnandosi strumentalmente nelle mani di perversi meccanismi televisivi che generano i moderni eroi anti-eroi.

Quali differenze possiamo riscontare fra questi due “Grande Fratello” dopo circa 25 anni di distanza dalla data del libro?

  • Nel libro la gente è costantemente controllata e privata della propria libertà di pensiero e di espressione, affinché non si diffondano idee che potrebbero mirare a sovvertire l'ordine costituito. C'è una continua manipolazione della verità atta a veicolare le menti e le opinioni dei cittadini in favore del regime-> è il sistema che comanda
  • Nel GF, gli spiati, sono gli inquilini della casa che decidono spontaneamente e consapevolmente di vivere un "periodo segregato" sotto l'obiettivo delle telecamere, desiderano continuare a stare il più a lungo possibile sotto i riflettori nella speranza di attirare l'attenzione del pubblico ed ottenere un lavoro nel mondo dello spettacolo, in particolare della tv. Qui, al contrario, sono gli inquilini che comandano cercando di "manipolare il pubblico"
  • Nel libro la possibilità di sfuggire all'occhio "dello spione" rappresenta il riscatto da questa vita ed è la vera grande vittoria: nessun montepremi stratosferico avrebbe potuto ripagare il desiderio di riappropriarsi della Libertà
  • Nel GF, i comportamenti dei concorrenti i loro atteggiamenti, reali o finti che siano, vengono giudicati dai propri simili mediante il televoto. L'esclusione dal gioco, con conseguente diminuzione della visibilità, è la punizione per non aver saputo intrattenere il pubblico come questo desidera e preferisce...per similitudine possiamo pensare ai giochi  che si disputavano nel colosseo nell'antica Roma a puro divertimento del pubblico e dell' Imperatore!

Che dire, l'avreste mai detto che le cose si sarebbero addirittura capovolte!

E comunque per gli amanti del genere...buona visione dato che lunedì prossimo, il 26 di ottobre inizierà il GF10!

 
 
 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui: