Creato da AlbaSonica il 13/09/2005

...

...

 

 

Autumn in the City

Post n°363 pubblicato il 19 Settembre 2008 da AlbaSonica

Ho perso l'ispirazione...momento critico che tutti i bloggers attraversano...è giunto anche per me...Non so che scrivere. Ed è un guaio perchè già di mio parlo molto poco (se non altro per dire una cifra di cazzate), ora non scrivo neanche più...i posteri mi ricorderanno come "la ragazza che parlò e scrisse poco".

Proverò a fare come alle elementari...quella cosa odiosa che la maestra ci faceva fare quando giustamente si era rotta tutte e due le palle immaginarie di parlare o urlare o farci pregare (eh, le maestre di una volta...), ci ammollava il tema libero. Così tu eri lì nel tuo banchetto a pensare, ora che pensavi a quello che dovevi scrivere ce ne passava (nonostante tutta la fantasia dei bambini)...ora che scrivevi, che rileggevi, e che correggevi era ora di andare a casa. Sempre dopo aver pregato.

Beh che dire...è arrivato l'autunno. Il freddo si fa sentire e le foglie cadono. In autunno bisogna far i conti con molte cose...prima di tutto la pioggia. Domenica pomeriggio c'era il sole e sono uscita con le ciabattine, tempo mezzora si mette a piovere. Mi rifugio in un centro commerciale per la spesa di Sal...tutto straripava di famiglie con bambini urlanti al seguito...mi pare ovvio....se prima rompevano i coglioni al mare, ora rompono i coglioni altrove. E mi ricordo che invece quando ero bambina io, il sabato si andava a fare la spesa tutti insieme: i miei genitori e i loro quattro figli. Ma noi eravamo bambini di altri tempi...ogni qual volta che qualcuno cominciava a frignare bastava la famosa "occhiata da killer repressa" di mia madre. Nessuno fiatava più. Ma con immenso orgoglio posso vantare un primato: di quattro figli io l'ho sempre fatta dannare più degli altri...allora il Telefono Azzurro per i genitori era davvero qualcosa di spaventoso. E gli adesivi si potevano trovare ovunque, bastava sventolarglieli davanti al naso ogni tanto.

In autunno poi ricomincia la scuola...ogni anno mi fa un po' di tristezza, io ci vorrei tornare a scuola...non alle elementari ovvio (non ce la faccio più a pregare), ma alle superiori si...sei obbligato ad andarci, hai solo il pensiero di studiare, ma d'altra parte hai la sfacciataggine di fare come ti pare. Alle elementari era tutto più impostato, serio, con il grembiule perenne. Alle superiori tutto più drammaticamente divertente, anche quando il tuo professore chiedeva se per caso ti eri fatta un'operazione per ingrandirti le tette. I tempi cambiano, le generazioni sono diverse...Mia nipote ha iniziato l'asilo da due giorni...quando le ho chiesto come si chiama la sua maestra (è la prima cosa che ti insegnano no? perchè in casi di necessità è la prima persona adulta che conosci in un ambiente nuovo...), ecco mia nipote mi ha risposto "Yattaman".

Per concludere, l'autunno mi fa sempre pensare al vecchio e al nuovo...al caldo che se ne va, e al freddo che viene....alle abitudini vecchie e a quelle nuove.....all'aria condizionata a palla all'idea dei termosifoni....alle scarpe aperte agli stivali....ai cambiamenti che ci sono stati e a quelli che verranno...

 
 
 

OTTIMISMO

Post n°362 pubblicato il 12 Settembre 2008 da AlbaSonica

mi sono flagellata abbastanza credo. per ora. perchè non posso assicurare al mondo che la mia flagellazione personale sia conclusa qui. però intanto mi torturo di meno.

in tutto questo, dal mio pessimo umore e dalle mie vane preghiere perchè un'automobilista distratto mi investa (il suicidio richiede un coraggio che non possiedo al momento), ho tratto anche delle conclusioni molto positive...

ho scoperto l'esistenza del CERN...so che è un argomento attuale, ma io vivo in un mondo un po' al di fuori...la benchè minima possibilità che sti tipi potessero aprire un buco nero che risucchia il mondo intero, ha fatto si che l'ultimo pensiero della sera fosse per loro, una specie di preghiera...e mi da speranza il fatto che l'errore fa parte della natura umana, quindi c'è una speranza che sto buco nero ci tolga da mezzo a tutti quanti...e personalmente la giudico una bella uscita di scena...

ho scoperto che ho ancora il fisico per fare certe cose...per ballare tutta una notte e per tirarmi giù da sola 6 superalcolici di fila, per non dare di stomaco e per arrivare alla macchina con le mie zompettanti gambette, per salire in piena autonomia le scale di casa e spiaggiarmi sul mio letto...Yes I can!

ho scoperto che il mio cervello è dotato della funzione "erase/rewind". cancella e manda indietro. questo porta il mio essere ad una fittizia serenità. meglio di niente. attendo fiduciosa di scoprire altre funzionalità...spero di diventare presto una medium.

ho scoperto che a volte mi agito per niente...perciò, ogni qual volta mi salirà l'ansia, prenderò esempio da Siddharta...siederò sotto un albero (con il rischio di rimanere sommersa dalla caduta delle foglie in autunno, ma vabbè...) e aspetterò l'illuminazione. ascolterò la moltitudine di omini che popolano il mio cervello e mi chiederò ossessivamente cos'è che realmente voglio. capito questo tutto diventa un gioco da ragazzi...

ho scoperto che avere problemi per la testa induce il mio corpo ad assumere meno calorie e a dimagrire, anche se mangio. ora, se ho deciso di risolvere i miei pensieri, visti i risultati, sono pronta ad accollarmi quelli degli altri, purchè siano veramente convincenti, sia chiaro. il vantaggio sarà reciproco...io perdo grasso in eccesso, voi vi sfogate...mi pare equo.

ho scoperto che potrei paragonare le relazioni umane ai miei pantaloni bianchi...all'inizio non mi piacevano, poi mi ci sono abituata, poi si sono inevitabilmente macchiati (lo sanno anche i bambini che il bianco si sporca subito), tenti di smacchiarli con tutto il reparto detersivi del supermercato, ma la macchia rimane. rimane solo che cercare un altro paio di pantaloni bianchi.

 "Gianni l'ottimismo è il sapore della vita, l'ottimismo vola!!!"

 
 
 

my philosophy

Post n°361 pubblicato il 10 Settembre 2008 da AlbaSonica

"Tutta quella città... non si riusciva a vederne la fine...
La fine, per cortesia, si potrebbe vedere la fine?
Era tutto molto bello, su quella scaletta... e io ero grande con quel bel cappotto, facevo il mio figurone, e non avevo dubbi che sarei sceso, non c'era problema.
Non è quello che vidi che mi fermò, Max.
È quello che non vidi.
Puoi capirlo? Quello che non vidi... In tutta quella sterminata città c'era tutto tranne la fine.
C'era tutto.
Ma non c'era una fine. Quello che non vidi è dove finiva tutto quello. La fine del mondo.
Tu pensa a un pianoforte. I tasti iniziano. I tasti finiscono. Tu lo sai che sono 88, su questo nessuno può fregarti. Non sono infiniti, loro. Tu sei infinito, e dentro quegli 88 tasti la musica che puoi fare è infinita.
Questo a me piace. In questo posso vivere. Ma se tu.
Ma se io salgo su quella scaletta, e davanti a me si srotola una tastiera di milioni di tasti, milioni e miliardi di tasti, che non finiscono mai, e questa è la verità, che non finiscono mai... Quella tastiera è infinita.
Ma se quella tastiera è infinita allora su quella tastiera non c'è musica che puoi suonare. Ti sei seduto sul seggiolino sbagliato: quello è il pianoforte su cui suona Dio.
Cristo, ma le vedevi le strade?
Anche soltanto le strade, ce n'erano a migliaia! Ma dimmelo, come fate voi laggiù a sceglierne una.
A scegliere una donna.
Una casa, una terra che sia la vostra, un paesaggio da guardare, un modo di morire.
Tutto quel mondo addosso che nemmeno sai dove finisce, e quanto ce n'è.
Non avete mai paura, voi, di finire in mille pezzi solo a pensarla, quell'enormità, solo a pensarla? A viverla...
Io ci sono nato su questa nave. E vedi, anche qui il mondo passava, ma non più di duemila persone per volta. E di desideri ce n'erano, ma non più di quelli che ci potevano stare su una nave, tra una prua e una poppa. Suonavi la tua felicità su una tastiera che non era infinita.
Io ho imparato a vivere in questo modo.
La terra... è una nave troppo grande per me. È una donna troppo bella. È un viaggio troppo lungo. È un profumo troppo forte. È una musica che non so suonare.
Non scenderò dalla nave.
Al massimo, posso scendere dalla mia vita."
tranquilli...non ho in programma il suicidio...ma baricco la sa lunga...

 
 
 

Post N° 360

Post n°360 pubblicato il 09 Settembre 2008 da AlbaSonica

Niente da fare...continuo ad odiarmi, ma con qualche consapevolezza in più...

La delusione si fa largo, la distanza aumenta...

E con estrema calma cerco qualche spazio di normalità...Un po' di rabbia...si, ma davvero poca...

Passerà, mi conosco. Non dimenticherò, mi conosco.

Un po' delusa, come sempre.

Cancello dalla memoria il mese di agosto. Mi convinco di non averlo vissuto. Sapere di averlo vissuto mi farebbe fare domande e mi sentirei risposte che non mi piacciono. Sono la prima ad essere passata dal 31 luglio al 1 settembre.

Vuoto...manco io, manchi tu...manchiamo noi del 31 luglio.

Ti voglio sempre bene.

 
 
 

untitled

Post n°359 pubblicato il 04 Settembre 2008 da AlbaSonica

Mi odio

 
 
 

Do You?

Post n°358 pubblicato il 02 Settembre 2008 da AlbaSonica

When you love a woman you tell her
that she's really wanted
When you love a woman you tell her that she's the one
Cuz she needs somebody to tell her
that it's gonna last forever
So tell me have you ever really
- really really ever loved a woman?


 
 
 

Summer 08

Post n°357 pubblicato il 29 Agosto 2008 da AlbaSonica

Ah che estate...

- ho sempre di più l'impressione di vivere in una puntata eterna di "Centovetrine"...o "Sensualità a corte" (si decisamente più adatto)...intrighi, tradimenti, passioni, invidie, segreti e rivelazioni...ma non è che sto al Grande Fratello e non me ne sono accorta?

- al mare sono stata presa per il culo non so quanto tempo...se mi mettevo un paio di asciugamani sulla spalla mi avrebbero chiesto il permesso di soggiorno...Ma non è colpa mia, mi abbronzo subito e tanto e se gli altri invece di andare al mare dormono...beh non è colpa mia...

- l'unica volta che mi sono ubriacata, vorrei non averlo fatto...ed è strano, perchè quando decido che è ora di perdere la ragione con qualcosa di alcolico per un'intera notte, lo faccio sempre con cognizione di causa e con soddisfazione...

- ho imparato ad elevarmi al di sopra delle aspettative comuni, ad avere un comportamento impeccabile e in armonia con il mondo...se mi vedete in giro con una collana di fiori e scalza iniziate a preoccuparvi...

- anche per me è arrivato il fatidico momento in cui tua madre, mentre stai sbragata sul divano a guardare le olimpiadi, arriva vicino a te, si siede, ti guarda con occhi penetranti, ti poggia una mano sul ginocchio e ti dice "è ora di fare quel famoso discorso...". Non si parla ovviamente di sesso, per quel discorso è arrivata un po' in ritardo...ma inizia l'opera di convincimento per il matrimonio. Al che le ho chiesto se volesse che mi togliessi dalle palle (ma perchè di quattro figli proprio io?!?!) e lei mi ha risposto che lo dice per me...Ok, mi si vuole togliere dalle palle...

- porterò i segni di quest'estate addosso...durante il concerto di Antonello Venditti, sulle note di Notte Prima Degli Esami, mentre io e la Rò cantavamo abbracciate, e ci si dondolava di qua e di là a ritmo di musica, lei con teneva l'accendino acceso ha avuto la brillante idea di poggiare l'accendino rovente sulla mia spalla...nell'era in cui ai concerti si usano i cellulari al posto degli accendini...lei mi ha dovuto fare la donna all'antica...e io mi tengo la bruciatura...

- mi ero finalmente convinta a comprare un paio di pantaloni bianchi (ndr ho un brutto rapporto con gli indumenti di questo colore...), e scoprivo mano a mano che li mettevo che infondo mi piacevano anche, mi ci ero affezionata...del tipo "stasera non so che mettermi" e mi salvavo con il pantalone bianco...ecco, come tutte le cose che imparo ad apprezzare, si sono coloriti di una sostanza misteriosa...che non va via...Vestirmi per uscire la sera ora è una tragedia...

- mai come quest'estate ho sognato tanti numeri...che sistematicamente non ho giocato perchè senza alcuna sorpresa non sono usciti...

- nella City non c'è un posto per la mezza età...o troppo giovani, o troppo vecchi...

- la City viene definita "Far West", o si esce con il giubbotto antiproiettile o rischi una pallottola che quando ti dice bene ti prende di striscio...ma il Governo qui l'esercito non ce lo manda ancora...

Ah l'estate 2008...

 
 
 

sshh...

Post n°356 pubblicato il 26 Agosto 2008 da AlbaSonica

...Ci sono segreti,
che non puoi svelare per non far del male,
altri nei sogni,
che la tua mente ti fa fare.
ci sono segreti,
sacri che non puoi conoscere,
e prima devi morire...

...che ne sai
dei segreti dietro la vetrina
tarlo si muove nella mente
per un po'
me ne starò buono sotto terra...

...It took me much too long to understand
How it could be
Until you shared your secret with me...

...No, non li tradire mai i miei profondi segreti
io già lo so non capirai,
perchè l'amore ha i suoi comandamenti e sono scritti negli occhi miei.
Mille segreti quanti sentimenti,quelli che tu non hai.
Perchè l'amore ha i suoi comandamenti e non puoi viverli come vuoi,
rispetta almeno i miei sentimenti.
Quando ritornerai...i miei profondi segreti....

 
 
 

Post N° 355

Post n°355 pubblicato il 25 Agosto 2008 da AlbaSonica

E anche le ferie sono finite. Due settimane che a guardarle indietro sembrano un’eternità. Ma infondo sono state solo 14 giorni, in cui la cognizione del tempo è stata minima…uno a ferragosto si ritrova sempre a non ricordarsi che giorno è…Come sono andate le ferie? Bene direi…molto fancazzismo: mare, piscina, pomeriggi senza fare niente, serate tranquille…quelle che si definiscono proprio ferie. Si perché ormai sto incominciando a distinguere bene il fatto…per certa gente ferie vuol dire fare festa tutte le sere, per altre è semplicemente riposo. Ecco io mi sono riposata.

 

La maggior parte delle persone vicino a me sono partite…e stanno tornando. Questo mi ha “costretta” a fare comunella con chi è rimasto. E a tratti non è stato male, anzi. No, niente love story estiva…male che va qualche piccolo ed innocente flirt giusto per non perdere il vizio. Amici? Beh qualcuno nuovo ne ho acquistato, e non mi dispiace affatto, ci sono gli amici di sempre, c’è chi è cambiato, c’è chi è tornato, c’è chi non ha ancora capito. Ma va bene così.

 

Estate questa che non è stata particolarmente da ricordare. Ma non per qualche infausto episodio…semplicemente non c’è stato niente di eclatante. O forse si, ma preferisco catalogarlo nelle cose “successe ed archiviate” o in quelle “successe e chissà che succede”. Inutile pensarci troppo, tanto l’ansia a quanto vedo, non mi abbandona. Meglio tenerla a livelli controllabili.

 

Si ritorna alla normalità…è come un nuovo inizio. Scende un po’ di tristezza per l’ennesima estate passata, sale la voglia di tornare alla solita routine.

 

 

E a chi mi chiede…di che colore lo vorresti il futuro? Di getto rispondo viola…né troppo rosa, né troppo scuro. Ma poi ci ripenso e dico bianco. Me lo voglio colorare da sola. E voglio poter buttarci sopra il nero delle giornate di merda, il rosso di giornate intriganti e l’azzurro di giornate positive. Voglio mischiare colori in giornate incerte e confuse. Voglio poter scegliere.

 
 
 

Post N° 354

Post n°354 pubblicato il 08 Agosto 2008 da AlbaSonica

Ebbene si...ce l'ho fatta anche io...ultimo giorno in ufficio, delegato il tutto ad altri, sistemato e chiuso il cervello...Non che fosse tanto aperto di solito, però...

Spero di tornare con belle notizie, per ora non ci penso...que sera...sera...

buone vacanze

 
 
 

VOTA ANCHE TU...

KETTY METTY 

PER UNA VITA MIGLIORE

 

NON MI ARRENDO ANCORA...

 
 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ciccio2081elviprimobazarchristian.09derby89alex21_1984simy_r_sSolo_Vitacane_randagio999giampiero.caradiomira.aversanogunny_rmbreethunamamma1maresogno67AlbaSonica
 

SUL GRANDE SCHERMO

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 34
 

ON AIR IN MY MIND

 
Un ingorgo stradale quando sei già in ritardo
Un Vietato Fumare sulla tua sigaretta rotta
E' come avere diecimila cucchiai quando tutto quello di cui hai bisogno è un coltello
E' come incontrare l'uomo della tua vita e poi conoscere la sua bellissima moglie
E' ironico, non ti pare?
 

DICONO DI ME...

immagine

 

AL LATO DEL LETTO

   
 

IO...

Seguendo traiettorie sempre imprevedibili,
sfuggo ai controlli radar già non abito più qui.
Vivo da alieno nel mio mondo per necessità,
schermo le idee sotto tempeste di uniformità.

Respiro meglio ad alte quote inaccessibili,
mi muovo fuori tempo accelero gli stimoli

no no no non identificato...

Un mondo in cui nessuno voglia vederti
qualcosa ci sarà (promise land).

voglio percorrere la rotta che ci porterà,
tutte le verità nient'altro che la verità
non ho consensi da spartire non provateci,
son il barabba in orbita dei secoli dei secoli.

No no no non identificato...

Non classificato non omologato,
indesiderato, non obliterato,
non idoneo, non ammesso,
non allineato,assente sempre ingiustificato.

No no no non identificato...