Alhambra Express

biglietti di sola andata

 

ALTROVE

ULTIME VISITE AL BLOG

entretejidobionda66prefazione09marinovincenzo1958misteropaganosergiobasilicopoljekpoeta.sorrentinoFLORlANMAGNETHIKAl.infinito.di.teblustepacer.250avogioadagio
 

DUALITA'..


contemplare o duellare

la stessa passione
in un solo nome
di domanda silenziosa
 

FORMA...

ovunque e' la stessa forma e' lo stesso luogo.

 

UNITA'..


uniti e divisi
perduto nell'altro
e' ricordo di ciascuno

profonda d'ombra
il mondo vi si estingue
il tuo nome di battaglia
piu segreto del desiderio
la disciplina della bellezza
site stats
 

VITA..

Occhi che parlano, ombra della vita
 

LUOGHI...

 

SIBILLE...

immagine

prima che sorga il tempo gia' sibilla di luce e di ombra. chi mi salvera' del tuo sguardo che crea il mondo

immagine

acqua che sia ghiaccio o fiamma che sia luminosa o scura, tiene segreti pensieri..

 

ELEMENTI...

 

TRA LUCE E OMBRA

 

_APPARENZA_


di cosa si consideri profano e cosa sacro.

di cosa si scelga sia osceno
se sia piu nel regno di eros che confonde i sensi
o nelle normalita che distorcono pensieri e coscienze

 

 

_Pax_

Post n°204 pubblicato il 28 Novembre 2022 da entretejido

Chi mai non vorrebbe che ci fosse pace? Pochi, forse..
Molti non avendola la cercano e la desiderano
Ma che pace sarebbe senza giustizia
   quella giustizia essenziale che apre le porte della vita
   alle voci fino nelle strade piu lontane e straniere
E che giustizia sarebbe senza verita'
  quella verita' antica che riconcili i nomi delle cose
  con le orme e le anime che vivono sempre
E che verita' c'e senza liberta'
  quella disciplina indomata e senza dimora
  che apre le ali al caos e allo sguardo
  dei ricordi ancora da far nascere
E..

 
 
 

..si vis pacem..

Post n°203 pubblicato il 31 Marzo 2022 da entretejido

ci si domanda a volte se il mondo sia un paradiso o un inferno,
il migliore dei mondi possibili o l'unico e l'inevitabile.
forse,
ricordando un pensiero di Italo Calvino,
l'unico paradiso e' quello che si costruisce in se', e attorno a se',
e si porta con se attraverso il labirinto dei giorni, custodito, 
e che a volte
si condivide, con un'altra vita, e con quelle che fanno
la stessa invisibile strada, fatta di significati e di bivi
e forse
e' questo stesso pensiero, questa intenzione,
al di la del suo possibile corpo concreto fatto di stagioni e cicatrici
che e' un paradiso.
...a ogniuno il suo.




 
 
 

.cicli.

Post n°202 pubblicato il 04 Marzo 2022 da entretejido

(Hagakure 2,90)
"L'avidita, la rabbia e la stupidita sono sempre insieme,
quando nel mondo accade qualcosa di male, se osserviamo
con attenzione vedremo che e' in relazione con queste cose.
Se guardiamo a cio che e' buono, ci accorgeremo che non
manca di saggezza, umanita e coraggio."


Pensando alle cause piu profonde di ogni guerra, forse c'e sempre tra queste
un privilegio troppo grande di pochi, sempre a discapito dei molti.
E forse con la stessa insensatezza, prima o poi, in qualche forma
luogo e tempo, tutto ritorna.

 

 
 
 

.trovare.

Post n°201 pubblicato il 17 Febbraio 2022 da entretejido

cercare e' gia' trovare, pensavo, e piu di una volta

cercavo, forse cio che non si trova cercando
ma si ricorda quando si incontra per la prima volta
perche' era gia scritto in se, piu profondo della memoria

cercavo una persona, non un personaggio
con la mia vita cercavo un'altra vita, non un racconto gia scritto
un'altra vita con la sua via, unica in se, quanto la mia, mai ancora scritta
un luogo da attraversare per la prima volta,
dove cambiare fosse cambiare assieme
dove conoscere fosse piu vero reale e importante del sapere

la fiducia forse viveva in una intenzione cosi'..
mai abbastanza per il regno dei cieli?

 
 
 

_possibile_

Post n°200 pubblicato il 16 Febbraio 2022 da entretejido

una citazione, ancora da approfondire, e qui assente
riporta un pensiero circa due opposti,
"tu devi" e "tu puoi"
 due poli profondamente differenti
i "tu devi" sono tanti e vengono dall'intorno dalla societa dal gruppo dalle leggi dalle abitudini
e i "tu puoi" sono pochi forse, ma vengono dall'interno, luogo che ha molti nomi, anima cuore amore passione
e' tristemente noto quante volte altri lavorano per trasformare in qualcuno ogni "tu-puoi" in un "tu devi", quasi sempre la sicurezza delle norme la certezza del comprensibile e' preferita alle possibilita innate del "tu puoi" dove nessun altro sa vedere oltre chi li vive.
si potrebbe scrivere all'infinito di che cosa si perde, nello scambio

una similitudine appare e riguarda un concetto e un luogo
AMOR e ROMA
uno l'opposto dell'altro, due poli che rappresentano
il primo la natura profonda e indefinibile dell'essere e del divenire
e l'altro l'insieme delle norme e dottrine su cio che non si comprende davvero ma si deve inquadrare.

 
 
 

:frontiere:

Post n°199 pubblicato il 14 Febbraio 2022 da entretejido

pensando al concetto misterioso mai identificato
chiamato amore
forse una semplice verita che nasconde e' che, in amore,
la prima persona a cui si crede e' la propria, e' cio che si sente in se'
la seconda e' la persona amata, che e' tutto il possibile..
e nessun altro

e nel mondo sempre inesplorato chiamato amore, senza sapere come, sono forse gia' la stessa persona

forse sono un mondo nuovo, nato lasciandosi alle spalle tutto il resto, ogni altro da cui si proveniva, e addentrandosi nelle possibilita che nascono allontanandosi delle cose sottoposte alla certezza

e forse un'altra semplice verita appare a chi sa', vuole o cerca di vederla
e' che ci sono altre certezze, che in questo mondo sono chiamate dubbi, di cui i sentimenti amorosi si feriscono e rinascono di continuo, ma che ne rappresentano il respiro stesso, la forza che li fa creare ed essere un altro nuovo mondo in cui si entra solo oltre cio che si sa'.

e' cio che il cuore non sa ma sente che lo muove, piu forte di ogni altra cosa, e ne crea un valore un mondo nuovo indefinibile. apparentemente fragile qui, ma piu forte di ogni cosa, la'.

dunque, forse chi sa' cose e' fermo qui nelle certezze
e chi conosce quei dubbi viaggia oltre la frontiera...

chissa in quale mondo ormai.

 
 
 

.elementi.

Post n°198 pubblicato il 13 Febbraio 2022 da entretejido

si dice che il potere corrompa,
da quello piu' piccolo, al piu' grande.
e maggiore il potere, piu grande la corruzione, e la distanza dal vivere

forse sara' per questo che tollero appena quello che ho su me stesso.

e forse sara' sempre un altro luogo, chiamato cuore, fuoco anima o corpo che sia, quello in cui le vite si incontrano davvero, e si conoscono
quasi invisibili a qualsiasi altro esteso sapere, di cui invece e' pieno ogni angolo del presente

 

 
 
 

[echi]

Post n°197 pubblicato il 22 Dicembre 2021 da entretejido

Mi ricordo come qualcuno scrisse che..
"La vita e' come un eco, ti rimanda indietro quello che gli hai dato"

E' un bel pensiero.
L'eco fa venire in mente paesaggi incontaminati, alte montagne, di una natura intatta e sovrana, che per quanto aspra e difficile, non e' crudele, ma a suo modo sincera e giusta.
Che non ha parole, ma parla, senza inganni e senza la limitata gabbia dei fini, delle ambizioni e dei giudizi, cosi propri dei singoli..
La natura in cui ogni vita porta il riflesso del tutto, anche quando il tutto sembra cosi grande da far svanire i singoli esseri, vite, pensieri e gesti.
In cui forse non esiste ne' dare ne' avere, ma solo appartenere

 

 
 
 

[Cornidovirineae Coronaviridae]

Post n°196 pubblicato il 07 Dicembre 2021 da entretejido

Una piccola particella virale, nuova invisibile e innumerevole, ha mostrato, a tutti quelli che sanno e vogliono vederlo, come il mondo sia ancora fatto di persone e di tutte le loro interazioni relazioni e contatti, e non da quantita e logiche assortite.
Relazioni invisibili, per la maggior parte, ma che sono diventate palesi quando sono diventate critiche.
Innumerevoli relazioni tra individui atti azioni pensieri ed eventi, forse piu di quelle che si poteva immaginare.. legate da altre regole e leggi altrettanto invisibili alla ragione soltanto.
Il mondo degli esseri umani, l'unico che c'e finora, fatto di individui, persone, vite, vie, intrecciate in maniera misteriosa, nonostante tutto quello che sembra nasconderlo dietro alla sottile illusoria superfice delle regole e delle consuetudini apparenti.

 
 
 

[prospettiva]

Post n°195 pubblicato il 05 Dicembre 2021 da entretejido

Luoghi differenti? o solo l'effetto di una prospettiva?

Le distanze o la vicinanza forse sono cose che appartengono
piu' ad un luogo interiore, da cui partono tutti i viaggi

 
 
 

apparteneva

Post n°194 pubblicato il 17 Maggio 2018 da entretejido

quando qualcosa finisce, forse si conosce la sua importanza dal vuoto che lascia, ci si accorge di quel vuoto perche' appare tutto assieme, dalla mancanza improvvisa, dal dolore, dal ricordo dal segno... e poco importa che quel qualcosa fosse vero reale o immaginazione illusione o sogno, comunque apparteneva alla vita che si aveva con se.
eppure
l'importanza quando invece era presente e lasciava solo piccole orme in fila, anche se sparsa tra tutte le pagine della vita, non era minore. ma poteva accadere di non trovarla piu, in mezzo alle pagine dei giorni, non accorgersi, non ricordare.
non so piu come chiamarlo quello sbaglio
non so piu capirlo
cosi, conosco solo quel vuoto.
-----
non servono piu a nulla, ma accetta le mie scuse
per essere stato solo cio che sono e nulla altro


 
 
 

.scorre.

Post n°193 pubblicato il 26 Aprile 2018 da entretejido

cosa puo essere un ricordo? forse qualcosa che scorre silenzioso controcorrente, che viene dal tempo che qualcuno chiama domani. forse sara' fatto di intuito di sensi ancora non omologati, fuoristrada, fuori dalla pista della ragione e delle teorie,.
forse fatto della semplice capacita di alcuni pensieri di non stare mai tra mura strette o percorsi segnati su carte omologate, e di non scambiare nessun passato per nessun domani, per tenersi stretto e accanto l'indefinibile valore che ha un tempo che non e' fatto di ore

Il sentimento dell'amore e' un ricordo
una conoscenza precedente:
si accetta l'amata/o prima di conoscere anzi prima di sapere,
perche quella conoscenza altra profonda
abissale inconscia, e' gia in chi ama.

 

 
 
 

[複製品]

Post n°192 pubblicato il 13 Marzo 2018 da entretejido
Foto di entretejido

un  articolo  (ri)trovato recente(mente) mi ha fatto ricordare di pensieri passati tra le pieghe delle mente intorno a concetti simili...
Si parla di copia e di originale, di come oriente e occidente abbiano sviluppato in maniera differente questi concetti. L'occidente sembra piu attento all'oggetto, come punto terminale, traguardo, forma come contenitore di un senso o valore, mentre l'oriente sembra piu sensibile al fare, al divenire, al senso oltre la forma..

Nulla di nuovo, ma e' sempre significativo lasciare i pensieri girarci attorno, fluttuare in moto browniano...
E' indubbio il valore dell'opera d'arte. difficilmente quantificabile con il prezzo, e forse infinitamente interpretabile e capace di contenere significati.

L'ossevazione, il ricordo,  che i corpi viventi rinnovano continuamente la loro materia mantenendo e tramandando la forma  mi sembra rivelatrice.. ogni vivente e' unico, tutti sono differenti, ma cio che sostiene la vita e' unitario...

Opera d'arte, signitica -opera dell'arte-

e penso che l'arte in azione durante il processo creativo, non svanisce con il termine dell'opera, cosi come esisteva gia prima che si iniziasse l'opera. La cosa importante forse non e' l'opera, ma l'arte.

innumerevoli artisti, consapevoli o involontari, hanno creato, e poi sparso in giro (e nei mercati) le opere dell'arte, come se terminata l'opera divenisse altro. Arte che a volte e' effimera, l'ikebana, o senza nessuna forma ma piene, le arti marziali, forma nell'azione, nel movimento o nell'immobilita, spesso fatta di pochi momenti essenziali...

forse ogni opera d'arte e' solo un eco e i musei sono pieni di echi, mente la sorgente rimane invisibile, il suono dietro ogni eco. che era gia, prima della prima opera dell'arte mai nata...

Ogni gesto e' unico, ogni gesto crea qualcosa, persino l'immobilita, gli attimi, l'oblio, il ricordo, il pianto il bacio. Libero moto browniano di molecole possibili, impossibili fino a quando non rivelano il suono in se oltre l'orizzonte della moltitudine incontabile.

Se Van Gogh non fosse mai uscito quella notte a guardare il cielo, o se quella tela fosse andata perduta, assieme a tutte le copie e i ricordi su di essa, potrebbe essere ridipinta 'starry night'? non credo.

Che senso ha, ci si puo chiedere, forse per fortuna ha il senso di cio che puo permetteri di non avere nessun senso.
o tutti i significati possibili.

L'originale, l'origine, e' il suono, muto e invisibile, unico, perche uno,
prima di ogni eco, copia o 'originale' che sia.

 
 
 

otto

Post n°191 pubblicato il 08 Marzo 2018 da entretejido

L'augurio di un giorno, o i pensieri le emozioni i sentimenti di tutto il resto del tempo, del mondo?...

Certe volte penso che il tempo non dovrebbe essere diviso in nessuna forma,
come se potesse essere un intero senza confini o bordi, che scorre, come forse lo e' l'anina intera, il cuore o la mente tutta. capaci di essere amare e sentire, perche interi, totali, indefinbili, veri.

Toglire un petalo ed e' tutta che cambia.

 
 
 

[ ricordo ]

Post n°190 pubblicato il 15 Febbraio 2018 da entretejido

 l'amore accade, e l'amore era gia li, vivo nascosto, forza muta di albe intere,tempesta germoglio di altri luoghi dentro un mondo che sogna e sente, e diviene ricordo diventa altra vita attraverso il fiume di ombra e la forma e la memoria della notte intera,
 amore e' un ricordo che scende dal futuro, da un tempo che non e' di sabbia e vetro, nelle clessidre nelle valli aperte.
 amore e' un privilegio graffiato come un disegno di corpi, separati da specchi e uniti dali sensi riflessi, astro e coppa in un altro cielo dentro come un eco dei sogni che vennero prima di tutti,  negli echi che la morte sfiora e non trova sulla soglia. e sono gia volati dentro altri corpi e altri cieli, carichi delle nubi che salutarono il sole dell'origine delle madri, sul ciglio di ore mute e per tutte le coppe che ridono, per posarsi nelle valli nelle onde e rimangono alte dentro le voci che ha la terra segnata dal tempo e dai fiumi
 amore e' dove sono stati lasciati per iniziare il viaggio, origine e conchiglia di ogni mare d'anima e' il luogo dove nascono le strade disegnate sulle foreste sui muri alzati nei venti sulle case sui laghi profondi di nomi consumati dai ritorni, dalle voci dalle strade perdute e ritrovate
 l'amore e' dove si torna dove non si e' mai lasciato solo il segno inciso che ha la forma del corpo sul cielo dentro
 amore e' aver illuminato l'angolo dove c'era addormentata la scelta, scelto lui stesso dalla luce della fiamma conservata tra le mani. e' ricordo di cosa era il fuoco e la passione dei silezi attorno gia prima di se, e di cio che nasce in ogni tempo di respiri e di passi che giunge gia con le ali del mondo.
 amore e' accorgersi di un sogno fatto corpo e nome nuovo di donna alba e ansia.

 
 
 

equilibrio

Post n°189 pubblicato il 12 Febbraio 2018 da entretejido

"...fa che il suo amore non sia mai superiore al mio
fa che il mio amore non sia mai inferiore al suo..."

nella memoria sono parole di un poeta, non ricordo piu se arabo o persiano
su cio che rende un amore perfetto, forse capace di dare una vita che ogni singolo essere non vive
un equilibrio in cio che non ha di per se la natura di qualcosa in equilibrio, anzi...

parole, o domande, su quali cose siano equlibrio e quali no, necessarie entrambe per poter oltrepassare la soglia che fa di due uno soltanto, senza che si perda qualcosa di ogniuno.

sono le domande a volte le piu significative, le piu interessanti...a volte sono in se risposte, piu di cio che si da come risposte.
sono come una forma che puo contenere un senso ancora da formare, che e' piu ampio di un significato che cerca una forma adatta ad apparire..

sono i dubbi a svelare verita e passioni, e di quale amore e' l'equilibrio piu vero.

 
 
 

.scorrere.

Post n°188 pubblicato il 07 Febbraio 2018 da entretejido

vieni via con me...
cosa altro posso offrirti
che non sia lo stesso scorrere lungo lo stesso orizzonte

 
 
 

[ frammenti ]

Post n°187 pubblicato il 02 Febbraio 2018 da entretejido

piccole cose incontrate lungo la via, frammenti, apocrifi d'anima, di fuochi,
e conservate, istintivamente alcume, altre con attenzione,
come ricordi, forse come qualcosa di prezioso da passare a qualcuno,
il segno di cio che rimane identico a se' mentre altro scorre cambia,
come la forma di una rosa e delle sue spine, entrambe, preziose, e vere....

L'amore non prende ostaggi. e non e' ostaggio o oggetto o strumento di nulla altro...
Le persone  le anime, non hanno fili attaccati che si possono tirare...
La vita non e' una recita, non e' un mercato ne un gioco, ma li contiene tutti e nessuno...
L'amicizia non agisce di nascosto, ma sa giungere con la luce affinche non vi siano fatalita nel buio...
Ne' amore ne' eros sono possesso di qualcosa, di nulla....
Forse l'unica cosa che si ha davvero e' il valore della propria parola...
Tra cio che si puo dare c'e' la propria liberta, come un luogo dove accogliere qualcuno...
L'amore, come l'amicizia e' un luogo... forse tante altre cose lo sono, luoghi da attraversare...
Tutto cio' che si usa come un oggetto, si usura e si rompe, la vita invece si rinnova continuamente..
Il silenzio e' l'abito piu prezioso della passione... ma le parole sono echi del respiro, della vita...

Le parole non sono oggetti... usati fino all'usura si svuotano di vita, e di senso...
Lo scandalo e' nell'occhio di chi lo vede...

Non so quali altre spine quali altre rose sono tra ile pieghe tra i pensieri,
lasciati crescere sul bordo del ricordo, su una via ancora da fare...

 
 
 

un.filo

Post n°186 pubblicato il 29 Gennaio 2018 da entretejido

frammenti in ordine sparso, non so collegati da quale filo.
 foglie in cima ai rami di vari pensieri passati
forse fiori, di un color d'ombra

La vita scorre.
e anche se forse cio' che e' anima o cuore e' immutabile nella sua natura piu vera, le persone vivono scorrono cambiano
" per sempre" in amore forse significa semplicemente "assieme"
bisognerebbe cambiare assieme per essere per sempre.

l'assenza la distanza a volte sono il giudizio piu netto,
come quelle che ho visto attorno senza poter avere davvero qualcosa per colmare.
forse semplicemente sono l'altro polo di cio che nella vita e' l'incontro.
E nonostante la solitudine possa conservare i luoghi piu belli dove accogliere qualcuno
sembrano davvero altro

somiglia a un luogo 
l'amore, come la felicita, e non nasce da un volere da una volonta', sembra piu venire da un ricordo da una affinita, da una parte piu profonda e immutabile del pensiero che 'vuole'.
"Al cuore non si comanda" si dice. a qualsiasi comando che vega da qualsiasi altra parte
ma al suo vero pari, forse non ha bisogno di ordini, vive gia'

Dove c'e paura non c'e spazio per l'amore.
 amore significa anche ansia e timore, senza nome senza ragioni, come anche ossessione e insensatezza, forse l'intera insensatezza piu preziosa che c'e..
paura no, non c'e spazio per questa cosa

...

 
 
 

.semplice.

Post n°185 pubblicato il 15 Gennaio 2018 da entretejido

ho pensato molte volte che
  e' solo la semplice verita che risolve le cose
anche se forse non si sa mai come questo davvero accada, in che modi prenda forma e succeda oltre l'orizzonte delle misure e delle regole

semplice e vero come lo e' un ricordo o un abbraccio, uno sguardo che dice e chiede prima dei pensieri, ci si accorge di questo,  simile a un ricordo, come quando si e' vicini al sogno imperfetto ma fatto dei riflessi delle ombre e delle luci di se. vero come se, nascosto come se.

come qualcosa che a volte si sente in qualcun altro, una via che e' passate tra gli stessi luoghi, dentro e fuori le stesse stagioni, rara...
come cio' che si cerca di incartare ad arte per farne quello che si ha da dare da posare su una soglia all'alba, con dentro una cosa piccola vera semplice, ma che sfugge a ogni forma parola e pensiero, tranne forse a chi ha avuto lo stesso luogo attorno a se, lo stesso ricordare, le stesse ombre le stesse luci...

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: entretejido
Data di creazione: 04/11/2004