Creato da vivianaciti il 23/01/2014

Inquietanti sinergie

Un blog che parla di fenomeni paranormali

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

Messaggi di Novembre 2021

L'ultima trovata no-vax: farsi contagiare pur di non farsi il vaccino..

Post n°152 pubblicato il 29 Novembre 2021 da vivianaciti
 
Foto di vivianaciti

"L'ultima trovata dei No-Vax: farsi contagiare pur di non farsi il vaccino; "Cerco un untore Covid-19 -" per farsi contagiare e non farsi il vaccino.."

Siamo alla follia collettiva: da una parte siamo assediati da gente che ci controlla e ci assilla.

Non ci fanno entrare neanche in ospedale a trovare mia madre che è grave e si trova ricoverata in chirurgia dopo un intervento che l'ha salvata in exstremis.

Per entrare qualche minuto e vederla bisogna litigare: vi sono i sorveglainti che sono davanti alla porta dell'ospedale e prima di giungere al reparto occorre il permesso del medico e pure con quello e il green pass diventa una cosa complicata raggiungere l'anziano nel reparto.

Fra discussioni, polemiche e arrabbiature alla fine si può passare solo uno alla volta e una volta al giorno; e pensare che qui in Toscana siamo in zona bianca!!

Figuriamoci cosa fanno nelle zone gialle o rosse!!

Dall'altra parte c'è gente fuori di testa, secondo me, che cerca l'occasione di contagio.

Trento - 

"Cercasi untore Covid 19 per privata infezione." E' questo il bizzarro e quanto sinistro annuncio comparso su Facebook. Il motivo? Questa sarebbe l'ultima trovata di alcuni No-Vax che con l'entrata in vigore delle nuove restrizioni legate al Green Pass, preferiscono correre il rischio di contrarre il covid, invece di vaccinarsi."

Fonte = Notizia tratta dal Web.

Conclusioni = Badate, signori miei che il Covid può diventare una malattia mortale e molto pericolosa. Certo c'è chi se la piglia come una banale influenza o chi è addiritttura asintomatico, ma c'è anche chi va a finire in terapia intensiva.

E se non si avesse la fortuna di incorrere nelle prime due opzioni, ma la si prendesse in forma grave? Si rischia la morte cari miei...

Non so cos'altro dire, se non invitare la gente a una più pacata riflessione, sul Covid, sulla salute e sulla propria incolumità.

Cordiali saluti a tutti.

Ginseng666

 

 
 
 

Può esistere l'amicizia fra uomo e donna?

Post n°151 pubblicato il 28 Novembre 2021 da vivianaciti
 
Foto di vivianaciti

"Tra un uomo e una donna l'amicizia è soltanto un passaggio per arrivare all'amore." Jules Renard

"Fra uomo e donna non può esserci amicizia: vi può essere passione, ostilità, adorazione, amore, ma non amicizia." Oscar Wilde

"L'amore esige intimità, l'amicizia rispetto." Roberto Gervaso

Amicizia uomo e donna, può esistere davvero? 

La questione fra la probabile amicizia è controverso: è possibile, secondo me sui rapporti sul web, quando ci si frequenta solo in modo sporadico, senza incontrarsi come amici di penna, ma quando ci si frequenta di persona la cosa diventa difficile e complessa.

Il tutto nasce dalla difficoltà di racchiudere in regole generali le mille sfumature che possono caratterizzare il rapporto uomo-donna, il rischio è di cadere negli stereotipi e nelle semplificazioni. Secondo i ricercatori quasi sempre gli uomini provano un certo grado di attrazione nei confronti dell'amica donna. Spesso questo legame sensuale è inconscio, espresso in modo scherzoso, ma il risultato è che sono gli uomini ad essere attratti dalle loro amiche molto di più di quanto accade per le donne, che siano impegnate o meno. 

L'ambiguità emozionale dell'uomo

L'uomo è un predatore e vorrebbe conquistere l'amica per portarsela a letto e molto spesso per giungere a questo arriva anche a tradire il suo migliore amico (qualora la donna sia la moglie di costui) e se ne frega del dispiacere che darà ad entrambi, non appena essi se ne accorgeranno. In questi casi il desiderio bruciante della donna prevale su ogni senso di pudore e anche sul rispetto per la coppia di amici..

Amicizia o amore celato?

I risultati della ricerca non sembrano essere molto confortanti. Spesso l'amicizia fra uomo e donna sembra essere solo un'attrazione mascherata. Prima di giungere a conclusioni affrettate, è bene valutare le complessità delle situazioni, delle emozioni nascoste che rendono questo rapporto così misterioso e affascinante.

Fare chiarezza

L'amicizia fra uomo e donna può esistere e può diventare un sentimento sincero e incondizionato, ma perchè ciò accada occorre fare chiarezza e liberare il campo da atteggiamenti ambigui e imbarazzanti. Un po' di attrazione chimica può starci ed è naturale, ma perchè sia un rapporto vero non ci devono essere doppi fini. Per essere vera l'amicizia deve basarsi su fiducia, rispetto, condivisione di interessi comuni. La maturità delle persone saprà dare il giusto peso alla naturale attrazione fisica, sapendo porre dei paletti che non devono essere superati per non compromettere il naturale rapporto di amicizia. Ma non è solo l'attrazione fisica un possibile ostacolo, a compromettere l'amicizia potrebbe essere un sentimento d'amore celato o il desiderio di trasformarla in qualcosa di diverso...di più carnale ed eccitante (desiderio prettamente maschile).

La ricerca di un'amicizia sincera

Liberato il campo da ogni possibile dubbio o zavorra, l'amicizia fra uomo e donna potrà portare alla nascita di un legame sincero e profondo, un viaggio stimolante, una valvola di sfogo che aiuterà anche ad affrontare le eventuali crisi d'amore. L'amicizia tra uomo e donna è forse più difficile da coltivare o mantenere, ma se costruita su solide basi, potrà portare ad esperienze condivise e ad un arricchimento che gioverà ad entrambi.

Articolo tratto dal Web.

Conclusioni = A questo punto è doveroso aggiungere un parere personale.

Non credo di possedere la verità assoluta, ma parlo per esperienza personale. Può darsi pure che nel mucchio di persone in Italia e nel mondo essitono quelle più fortunate di me.

Per ciò che riguarda me io nell'amicizia fra uomo e donna non ci credo. Non esite proprio, perchè da una parte o dall'altra può esserci la fregatura.

Ho avuto 3 esperienze in merito, che citerò brevemente.

1) La bottegaia e il mio compagno si conoscevano da ragazzi ed hanno avuto insieme, la cosidetta cotta adolescenziale; ma dopo tanti anni io pensavo che fosse acqua passata.Lei è una vicina di casa e c'è stato un periodo in cui lei era diventata molto gentile nei miei confronti, tanto da consentirmi di usare il suo giardino per passeggiare o entrare in contatto con la natura; però lei quando io passeggiavo, ingenuamente, all'inizio, ne approfittava per dialogare con il mio compagno. All'inizio, io non mi ero accorta di nulla, ma quando lei, ha incominciato ad invitarlo a casa sua con dei pretesti, ho compreso che aveva delle mire sentimentali nei suoi confronti. Per essere precisi, voleva portarmelo via. Allora ho dovuto correre ai ripari: adesso a fare la spesa ci vado solo io e dopo un doloroso chiarimento, ho messo fine a qualsiasi tipo di confidenza, riportando i rapporti sul filo della formalità, freddezza e distanza. Per evitare guai, non ho più accettato nessun tipo di favore da lei e l'ho avvisata che se non smetteva di corteggiare il mio compagno l'avrei sotterrata sotto l'asfalto della strada. Le sue molestie sono cessate.

2) L'amico donnaiolo. Il mio compagno aveva un amico che vedeva le donne come caramelle da succhiare e corteggiava tutte. Non aveva fatto differenza neanche con me, per quanto io sia una donna seria e che sta molto sulle sue.

L'avevo avvisato tante volte di non fare lo stupido con me, ma lui non demordeva; dopo tutto io ero una donna e quindi, una probabile preda. Alla fine non potendone più l'ho allontanato e anche l'amicizia con il mio compagno è cessata. Ma che razza di amico è colui che vuol portarti via la donna?

3) L'amico del cuore. La cosa più dolorosa per me è stata scoprire che il mio amico del cuore, colui nel quale avevo riposto la mia più profonda fiducia, colui che d'estate mi dava la sua piscina per fare il bagno, aveva delle mire su di me e voleva portarmi a letto.

Vi ricordate il decimo comandamento? "Non desiderare la donna d'altri" - Io non sono particolarmente religiosa ma riconosco che alcuni passi della bibbia, sono delle vere perle di saggezza e costituiscono la regola del rispetto sull'altrui proprietà e sull'altrui coniuge...Se una donna è sposata o convivente non bisognerebbe corteggiarla.Io penso che questa sia una vera porcata, un'azione ignobile e dopo questa ultima, dolorosa esperienza, la mia fiducia nell'amicizia maschile è scesa sotto terra, nei più oscuri mendri del nulla..

Un'ultima considerazione, doverosa, visto il nome del blog: guardate il viso del vostro amico del cuore: quello che ha sulla bocca è un sorriso o un ghigno?

Dopo la domanda, datevi una risposta e scioglierete l'arcano.

Cordiali saluti a tutti.

Ginseng666

 

 

 

 

 
 
 

Poesia: l'amore non è oppressione..

Post n°150 pubblicato il 26 Novembre 2021 da vivianaciti
Foto di vivianaciti

Stasera vorrei mettere sul blog una poesia, sempre riguardante l'amore, almeno così come lo intendo io:

"L'amore non è oppressione - 

L'amore non è oppressione, non scalfisce, non soffoca l'anima./

L'amore non uccide i sogni e non calpesta la libertà dell'altro./

L'amore è rispetto, affetto profondo, umile attenzione./

L'amore è gentilezza lieve e condivisione/ l'amore ruota nell'universo come una misteriosa energia/ e dopo secoli di paziente attesa ti raggiunge/ 

dopo aver sostato in innumerevoli, faticose esistenze, in frustranti e rapide morti, ti raggiunge/ inarrestabile flusso del mondo nascosto/ anche se hai diverse sembianze, nomi incomprensibili/ e in differenti circostanze, lui, giunge intrepido,/ a cavallo dei secoli per regalarti il tesoro del suo indiscusso sentimento./

Lirica sulla Reincarnazione."

Brano estratto dal libro: "Reincarnazione, anime gemelle a spasso nell'universo:" di Verdiana Clio, Casa editrice Kimerik.

Non commento, la poesia, si commenta da sola.

Cordiali saluti a tutti.

Ginseng666

 
 
 

25 Novembre: giornata nazionale contro la violenza sulle donne.....

Post n°149 pubblicato il 25 Novembre 2021 da vivianaciti
 
Foto di vivianaciti

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci."Isaac Asimov

Il 25 Novembre è la giornata mondiale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Una giornata tutta dedicata al maltrattamento fisico e psicologico che molte donne subiscono. Dalle minacce e attacchi verbali e aggressioni fisiche, dallo stalking allo stupro, la violenza alle donne ha milioni di forme e sfaccettature, in un abisso di buio in cui nessuna donna dovrebbe mai finire.

E' pur vero che esistono donne prepotenti e violente che come ha riferito un utente crocifiggono l'uomo, cercando di ridurlo in schiavitù o mogli che picchiano i mariti fino a mandarli all'ospedale (ne riportava l'altro giorno un articolo del giornale di Lucca), ma in fondo si tratta di casi sporadici.

In maggioranza, sono gli uomini che maltrattano, percuotono o uccidono le mogli, le compagne e a volte anche i figli, innocenti e che non ci hanno colpa di nulla.

L'amore, un'arma a doppio taglio..

Molte volte certi uomini, malati di possesso, si presentano come innamorati.

Ma bisogna capire che chi picchia non ama, chi domina indiscriminatamente non ama e chi uccide perchè è stato respinto non ama.

L'amore è tutt'altra cosa: l'amore è rispetto, condivisione e sacrificio verso il coniuge. Sacrificarsi quando l'altro è malato e accudirlo quando non si può difendere..Portare le sue ragioni, quando egli non può farlo...accudire, confortare e sostenere sono gli aggettivi che si associano all'amore. La prepotenza e l'eccessivo possesso sono l'antitesi dell'amore.

I figli maschi dovrebbero essere educati al rispetto verso le donne e questo dovrebbero farlo le madri, ma anche i padri dando loro un modello credibile rispettando le mogli o le compagne.

Anche la scelta delle donne è importante, quando si tratta di mettersi accanto un uomo, perchè bisognerebbe essere abbastanza riflessive da escludere i prepotenti e vessatori..

Io escluderei anche gli uomini di altre culture (so che risulterò antipatica e impopolare dicendo così), ma il mescolare due culture diverse può creare conflitti e liti di ogni tipo..

Lo straniero, inoltre, potrebbe cambiare idea e portarsi via il bambino all'estero, lasciando la donna scornata e delusa.

Quanti casi abbiamo visto di questo tipo? Come dice il famoso proverbio.."Mogli e buoi dei paesi tuoi..." e lasciamo perdere l'integrazione quando si tratta di scegliere un compagno.

Detto questo auguro alle donne un futuro migliore senza guai, senza dolore e senza femminicidi.

Cordiali saluti a tutti.

Ginseng666

 

 

 
 
 

La persecuzione amorosa..

Post n°148 pubblicato il 24 Novembre 2021 da vivianaciti
 
Foto di vivianaciti

" A causa di una somiglianza casuale è iniziato per me il periodo più buio della mia vita: è durato sette anni. Lui, il romantico ex innamorato adolescenziale, era convinto che io fossi la sua amata sotto diverse spoglie, ma le sue torbide illusioni e fantasie erotiche furono troncate dalla cruda realtà. Difatti gli dissi senza mezzi termini che io non ero la sua innamorata e che la facesse finita di disturbarmi. Mi rivolsi all'amministrazione della scuola facendo presente che lui mi rincorreva per le scale, mi seguiva nel parcheggio della scuola, mi faceva continuamente offerte amorose e inviti nei campi per consumare una improbabile passione, e infine faceva 100 viaggi davanti alla porta della biblioteca per spiarmi e vedere con chi parlavo. Non lavorava più ed io non vivevo più. 

Era ossessionato da me e mi ossessionava. All'inizio non volevano crederci: il preside allora, uomo saggio e anche un po' scherzoso, la prese sul ridere, poi decise di mettermi una spia alle calcagna: a quel tempo c'era nella scuola una bidella pettegola che trascorreva il suo tempo a impicciarsi dei fatti altrui. 

Il preside la mise dietro la porta della mia stanza, con l'incarico di sorvegliarmi e di sorvegliare la porta della biblioteca..con chi eventualmente veniva a farmi visita. La donna, ne fu assai contenta (lo spettegolare rientrava nella sua indole) e svolse il suo incarico con molta solerzia. Quando il preside la richiamò per un rapporto, lei lo mise al corrente che il mio "ammiratore" si recava dietro la mia porta almeno un centinaio di volte, con vari pretesti..e cercando di controllare chi entrava e usciva dalla biblioteca e di guardare me dallo spioncino. 

Il preside ci convocò allora entrambi: io gli feci il mio rapporto, ma Antonio maligno e falso com'era negò ogni coinvolgimento e disse al preside che ero io che lo molestavo.

Da parte sua il preside, irritato da morire da questa situazione e non riuscendo na stabilire la verità, ci ammonì entrambi, esortandoci a non parlarci più e dicendo che se la storia fosse continuata, avrebbe chiamato i carabinieri e denunciato entrambi.

Io per quanto amareggiata dai sospetti del preside nei miei confronti, stetti ai patti, ma il molesto Antonio continuò il suo assedio, sebbene in modo più ambiguo.

Infatti, ogni mattina mi aspettava dietro la porta del suo settore, e mi fissava con gli occhi spiritati di chi ha smarrito il senno. Stufa da morire, da parte mia, iniziai a detestarlo, con la stessa passione con lui diceva di amarmi.

E quando mi rivolgeva la parola lo insolentivo, trattandolo come un "pellaio", ma quanto più lo ingiuriavo, , quanto più lo cacciavo, tanto più lui si intestardiva nel volermi conquistare e continuò a corteggiarmi impavido, davanti a ingiurie e rifiuti di ogni tipo. 

Ne seguirono risse anche molto violente e una volta ricordo di averlo preso anche a spintoni, dicendogli che se non si toglieva di torno, lo avrei accecato infilandogli le unghie negli occhi...L'ingiuria peggiore fu quando lo chiamai "meridionale merdoso, vattene a casa tua" e chiedo perdono ai "fratelli meridionali", io non sono razzista, solo che non sopportavo più la corte di quest'uomo. Sono una donna di carattere, lo dico a mia discolpa e con il sangue caldo..non riesco a controllare l'ira.. I colleghi ridevano e per quanto avessero visto e sentito di tutto, nessuno volle mai mettersi in mezzo, nè trovai nel mucchio di 250 persone, maschi e femmine nessuno che mi facesse da prova con le autorità della scuola. Alla fine, anche lui ebbe delle reazioni e iniziò a cacciare fuori dalla biblioteca gli utenti paralndogli male di me, dicendo che ero una poco di buono, ma per qualche ragione che non conosceva, con lui non volevo starci.

Passai dei brutti momenti di solitudine e di sconforto: alla fine mi venne un brutto esaurimento nervoso. Dovetti andare dallo psicologo e dallo psichiatra: la scuola, purchè non facessi denuncia, mi permetteva di andare dallo psicologo della scuola, una volta alla settimana, convinti in tal modo di mettersi la coscienza a posto. 

Lo psichiatra ( quello consultato da me) mi imbottì di psicofarmaci e ho trascorso due o tre anni vegetando, come immersa in un limbo di incoscienza psicologica. Ho fatto tre denunce alla scuola..l'ultima il preside attuale me la fece ritirare, perchè temeva lo scandalo e il clamore dei giornali..

Però ci ha pensato lui a porre fine a questa brutta storia: Antonio è stato mandato in pensione anticipata, con un pretesto. Prima di andare via gli hanno fatto anche fare la festa di pre-pensionamento nella mai stanza con tanto di pasticcini e spumante. Poi si parla di legge anti-stalking. Giudicate voi, se per le donne esiste la giustizia."

"Brano tolto dal libro"Storie di casa mia"Viviana Citi Arduino Sacco editore"

Conclusioni = Il particolare più inquietante di questa vicenda è che il molestatore insisteva nel sua corte nonostante le ingiurie e il rifiuto costante espresso da me nei suoi confronti.

Amici uomini, qualcuno di voi mi può spiegare questa cosa: come mai vi piace essere rifiutati e maltrattati? (spero che si tratti solo di alcuni di voi).

Tali atteggiamenti, secondo me confinano con il masochismo psicologico.

Il dibattito è aperto, dite pure la vostra..

Non son permalosa: sono impulsiva e rissosa, ma non permalosa.

Cordiali saluti a tutti.

Ginseng666

 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

vivianacitichiedididario66bucci_vincenzo_2009Arzillo59EremoDelCuoremisteropaganowilliamCars1Arianna1921lascrivanadaunfioremichele.correalelisa.dagli_occhi_blucassetta2grabriel62htittibilla
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom