Creato da amicifedeli il 05/06/2009
 

amici a 4 zampe

Non abbandonarli..non maltrattarli..

 

 

« ...MATTANZA DI CANI AI P......CERTI BASTARDI DEVONO... »

...Indonesia, foreste incendiate o depredate per la produzione di olio di palma.....

Post n°89 pubblicato il 16 Marzo 2010 da amicifedeli

L'orfanotrofio dei piccoli orango
sfuggiti ai bracconieri e al mercato neroOttanta speciali baby sitter si prendono cura dei cuccioli rimasti senza le madri, uccise dai cacciatori o dai roghi

Indonesia, foreste incendiate o depredate per la produzione di olio di palma

L'orfanotrofio dei piccoli orango
sfuggiti ai bracconieri e al mercato nero

Ottanta speciali baby sitter si prendono cura dei cuccioli rimasti senza le madri, uccise dai cacciatori o dai roghi

Lone Droscher Nielsen con un piccolo orango
Lone Droscher Nielsen con un piccolo orango
MILANO- Sono ottanta baby sitter un po' speciali quelle che si muovono 24 ore su 24 nel centro di riabilitazione di Nyaru Menteng, in Indonesia, nel cuore di un Borneo sempre più violato dalla deforestazione. Al collo, queste ragazze Dayaks, un'etnia locale, non hanno bambini ma neonati di orango orfani. Su più turni, stanno con loro giorno e notte, proprio come farebbe la madre in natura. Gli dormono al fianco, giocano con loro e li nutrono. Siamo a 28 chilometri dalla città di Palangka Raya, nel cuore del Central Kalimantan, all'interno del Nyaru Menteng Arboretum, una riserva di 62 ettari voluta nel 1988 dall'Ufficio regionale del ministero delle foreste.

DALLA DANIMARCA AL BORNEO - L'anima di questo progetto, il più grande centro di riabilitazione di oranghi nel mondo, è Lone Droscher Nielsen, una bella quanto determinata signora danese che dal 1999 è impegnata a rallentare l'estinzione di questi primati che con noi condividono il 97 per cento del patrimonio genetico. Datate 2005 e riportate dall'Unep, l'agenzia per l'ambiente dell'Onu, le stime sull'entità della popolazione mondiale di orango sono a tinte fosche: in Borneo resistevano in quell'anno da 45mila a 69mila esemplari di orango, a Sumatra solo 7.300. Ma le cifre del 2005 non rispecchiano certo la realtà attuale, assai più drammatica.

                             

SEICENTO IN SALVO - Nyaru Menteng ora ospita circa 600 esemplari di orango e comprende una clinica veterinaria, la nursery, l'area per la quarantena, i grandi recinti per la fase di socializzazione e, a otto chilometri, tre isolotti sul fiume Rungan dove sorge una vera e propria "scuola della foresta" che insegna agli oranghi cresciuti a cavarsela da soli prima della definitiva reintroduzione in natura, in posti segreti.

COLPA DELL'OLIO - La distruzione dell'habitat è la principale minaccia alla sopravvivenza dei più grandi mammiferi arboricoli della terra. Con un'area di foresta pari a cinque campi di calcio perduta ogni minuto, il tasso di deforestazione indonesiano è il più veloce al mondo. Responsabile non è solo l'industria del legname; negli ultimi anni la principale causa di distruzione della giungla è diventata la palma da olio. Come afferma Greenpeace, i 600 mila ettari di piantagioni del 1985 erano decuplicati nel 2007 e il processo non si arresta. La produzione della vischiosa sostanza ricavata dalla palma di origine africana è in crescita perché, oltre a essere un ingrediente base della quasi totalità dei prodotti che troviamo sugli scaffali dei supermercati, dalla maionese ai rossetti ai biscotti, è un ingrediente fondamentale dei biocarburanti, promettente business «ambientalista» dell'immediato futuro.

UN TRAFFICO ILLEGALE - Gli oranghi muoiono negli incendi che fanno piazza pulita del sottobosco dopo il taglio degli alberi. Quelli che riescono a fuggire cercano scampo e cibo ai margini delle piantagioni, dove vengono spesso uccisi a fucilate. Se sono madri con i piccoli, i cacciatori di frodo mirano all'adulto e strappano il neonato dalle sue braccia per immetterlo sul mercato degli animali da compagnia. Per la loro andatura traballante e i grandi occhi sgranati di bambino, i cuccioli «pel di carota» sono pregiati prodotti di un traffico illegale i cui destinatari sono miliardari locali senza scrupoli che li utilizzano come zimbelli per eccentriche serate insegnandogli a fumare e a mangiare caramelle.

L'IDEA DI WILLY SMITS - Nyaru Menteng è solo uno dei progetti posti sotto il cappello della Borneo Orangutan Foundation Survival, fondata dall'ingegnere forestale olandese Willy Smits nel 1991 dopo l'incontro con Uce, una piccola di orango sequestrata a un commerciante. In quell'anno Smits aprì nell’East Kalimantan, sempre nel Borneo, il centro di riabilitazione per orfani di Wanariset, rifugio gemello di Nyaru Menteng dove, però, gli oranghi ospitati sono solo duecento. Ma Wanariset è circondato da un sogno che ogni giorno diventa realtà un poco di più: Samboja Lestari, l'immane progetto di riforestazione della BOS.

LA FORESTA RINASCE - Sugli attuali 16 milioni di metri quadrati di Samboja Lestari, dove fino al 2001 c’erano solo silenzio, terra bruciata e desolazione, Smits ha seminato la vita. Alle latitudini indonesiane le piante crescono in fretta e la foresta sta già iniziando a gettare ombra sulla terra riarsa e a ospitare insetti, uccelli e altre specie animali. Il patrimonio di biodiversità sta velocemente risollevando il suo fragile ma ostinato capo. Al giugno 2007, un totale di 500.000 nuovi alberi erano stati piantati su 1084 ettari ma un altro milione affonderà nei prossimi anni le sue radici nella terra per ora ancora nuda. Gli oranghi qui sono al sicuro. Ma, fuori, il rumore delle ruspe è sempre più forte.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Amali/trackback.php?msg=8569028

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 5
 

ULTIME VISITE AL BLOG

marcoproietti1960pietroaiello1986aenigma0robertarottvinile58humanitasalaconsilinhermesparismircuz75francesco.mulepiero704ecoservisandflokeziovtScipcoldspaolatomassone
 

ULTIMI COMMENTI

ma sei una grande.. l'immagine bellissima!!!!
Inviato da: lollino950
il 14/06/2012 alle 10:28
 
io ho un cane uguale !!!!!!!
Inviato da: lollino950
il 14/06/2012 alle 10:27
 
bellissima questa immagine!!!
Inviato da: lollino950
il 14/06/2012 alle 10:26
 
quanto vero!
Inviato da: lollino950
il 14/06/2012 alle 10:23
 
si vero. un po rischioso !
Inviato da: lollino950
il 14/06/2012 alle 10:21
 
 

CHI PU SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore pu pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20