Un blog creato da mascalera il 08/05/2008

Aldebaran

Respirando

 
 
 
 
 
 

Ogni mattina, appena ti alzi da letto ricordati di rivolgere un pensiero alla vita e alla grande fortuna che hai di esistere affinché esso ti accompagni durante la giornata ampliandoti le gioie e riducendo i dispiaceri…

Ogni mattina, mentre ti vesti ricordati di rivolgere un pensiero al mondo e all’immensa bellezza di cui ti fa dono affinché tu possa riempirti gli occhi del bello che c’è in ogni cosa che vedi.

Ogni mattina, mentre ti bagni il viso ricordati di rivolgere un pensiero all’amore affinché colori d’arcobaleno la tua mente e ti spinga a donare il meglio di te agli altri.

Ogni mattina, mentre bevi il tuo caffè ricordati di rivolgere un pensiero alla morte affinché ti faccia apprezzare ogni istante del giorno e ti sproni ad agire per favorire la vita

Se sai vivere bene un solo giorno riuscirai a vivere bene tutta la vita.

Ricordati che oggi incontrerai uno stolto chemetterà a dura prova la tua bontà e la tua pazienza, un maldicente che sparlerà di te, un furbo che cercherà di usarti, un presuntuoso che pretenderà di aver ragione ad ogni costo, un prepotente che cercherà di sopraffarti, un iracondo che ti trasmetterà rabbia.
Ma tu non ti lascerai turbare più di tanto, perché sarai in compagnia di un moderato che frenerà le tue reazioni, un buono che tramuterà in bene tutto il male che riceverai, un saggio che ti guiderà sulla retta via e ti farà prendere delle buone decisioni, ovvero sarai in compagnia di te stesso.

Omar Falworth..

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

Vita

Post n°121 pubblicato il 02 Maggio 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

E' un divenire lento questa nostra vita
eppure
che strano
et voilà
mi è scivolata fra le dita...
Giaciglio angusto
parvenza d'umanità si è rivelata
vissuta e letta negli occhi della gente
ha ripercorso invano le vuote tappe della morte
che è sempre pronta ad aspettare
i passi falsi della mia ingenuità

 
 
 

Gli amori

Post n°120 pubblicato il 28 Aprile 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

 

Scroscianti
frementi
ruggenti
son preda dei venti
rimangono in piedi
formando colori
che sfiorano il cielo
ritoccano il mondo
lo rendono vero
vincenti
dormienti
anelanti
sciamani ambulanti
son timidi e soli
s'affacciano fuori
si tingono il volto
volgendosi altrove
son sempre in cammino
è il loro destino...

 
 
 

Oltre noi

Post n°119 pubblicato il 24 Aprile 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

Giunge fin qui
lontano
un grido soffocato e amaro
che si trasforma e si riveste d'ambra
è un vincolo perenne che contiene
noi stessi e il suo frastuono
attento
ascolta
l'incanto generato e mai goduto
di nuove melodie
di ciò che si frammenta e muore
ma non andrà via
senza il ricordo di un suono dolce
color leggero
di terra mia
lo porterà con sè
stretto ai suoi fianchi
sarà di un canto
l'essenza e il fine
sarà magìa

 
 
 

Anime perse

Post n°118 pubblicato il 22 Aprile 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

 

Quante volte si ripetono questi corpi senza fiato
cercan dentro loro stessi quel che vive di lontano
essi colgono l'esistere sol perchè non han più vita
son anime taciute
disperate
e perse
migrano inascoltate
come l'eternità
che da sempre
per far dono di sè
bussa alle porte del mondo

 
 
 

Preghiera al vento

Post n°117 pubblicato il 21 Aprile 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

 

Inconfutabilmente conscio dell'assoluta inutilità del tempo
memore nascosto d'ancestrali solitudini
e di un qualcosa che sarà...
rendimi mediocre se la via maestra è la mediocrità
ma se essa non è...
allora
ti prego
concedimi all'istante d'incommensurabile follia
il cuore
e svelami l'essenza
di quella spirale d'infinito
che pregna ed accoglie tutte le anime libere di essere

potrò così mirar viaggiando 

e pur fermo al tuo volere
terre incontaminate di puro splendore e d'immensità
ed altro ed altro ed oltre ancora
oltre i confini dell'invalicabile
e ancora e ancora e ancor di più

 
 
 

Insieme

Post n°116 pubblicato il 17 Aprile 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

 

Per strade impervie e inaspettate
ha proceduto invano e lento il mio cammino
con passi inascoltati e stanchi
talvolta debordanti
irriverenti
assurdi
mi sto guardando indietro
e quasi non mi riconosco
sarà perchè
oggi son qui presente e vivo
e mi riscopro uomo forte d'immensa fragilità
sarà perchè
tu sei con me amore mio
fino alla fine di un'eternità

 
 
 

Amo…re

Post n°115 pubblicato il 15 Aprile 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

 

Nel diveniente e musicale fiume della nostra vita
io pesco con
AMO un nota RE

 
 
 

Immagini

Post n°114 pubblicato il 14 Aprile 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

Il tempo finisce
racconti la storia
ma i primi pensieri son quelli più veri
rivivi la vita di gente lontana
ne senti le voci
ne stringi le mani...
vorresti viaggiar immerso nel suono dei lunghi silenzi
sentire il profumo di nuove coscienze
oh terra bruciata dagli occhi di fuoco
ricuciti il cuore
aspetta il momento
di magri raccolti non dartene pena
vedrai
il tempo ritorna
e porta con sè
immagini nuove
immagini vere
immagini tratte da un mondo più umano
 

 
 
 

Accompagnami

Post n°113 pubblicato il 11 Aprile 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

 

Questi umori cigolanti
che d'angosce mai sopite
ritrafiggono il mio cuore
lo rendono poltiglia
accompagnali vento
per mille sentieri
che sappian d'eterno
e al ritroso cammino
di purezze e splendori
senza ombre recenti
riconduco me stesso
accompagnami tempo
e cavalca d'incanto
ogni spazio di luce

 
 
 

Malinconiche inquietudini

Post n°112 pubblicato il 07 Aprile 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

 

Di tempo in tempo germogliano
di passo in passo fioriscono
come soldati impauriti
le tue malinconie
rivelano l'essenza cosmica di un'eterna inquietudine


rappacificata sembrava
ma sconcertante
rinasce
fa capolino
ed urla deflagrando in un concerto di schegge violente ed impazzite
che raggiungono lì in profondità te stesso ...
riconoscendoti
ed appagate giacciono nell'attesa di contemplare ciò che veramente è
il tutto e il nulla tacciono

 
 
 

Alexandra

Post n°111 pubblicato il 06 Aprile 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

 

In questa fredda notte d'autunno
nascosto tra le pieghe della luna
il grido difensore e vigoroso
della mia identità
traccia indomito il suo destino
colgo vivido dal tuo battito di ali
quel sospirato attimo d'eternità

 
 
 

Sarà per te

Post n°110 pubblicato il 02 Aprile 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

Mi immergerò senza confini
senza ritegni
senza paure
in quegli abissi clandestini e rarefatti di nostalgia crescente
ne cavalcherò le onde
le domerò
e da esse
ritaglierò il chiarore dei nostri sogni dimenticati
assaporerò di te annate nuove
e sentirò la terra musicare la sua più dolce melodia
sarà per te
solo per te
perché essa
è terra mia

 
 
 

Mendicante sarò

Post n°109 pubblicato il 31 Marzo 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

 

Guardo in alto e sprofondo
abisso insondabile
vomitante di indifferente umanità
a tratti raccapricciante
inaspettata l’essenza


eppure
io cerco
negli sguardi persi e vuoti,
come il mio in quest’istante
che mi riflette solo
perché tale sono
perché tali siamo,
forse
ciò che non potrò trovare mai.
Ma io sarò sempre e comunque
mendicante di gioia e tormenti
di vita…
unico vero antidoto
per la morte dall’indifferenza.

 
 
 

Caricature infinite

Post n°108 pubblicato il 25 Marzo 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

 

Sentori sparsi in titubanti armature
s’accucciano inermi
sprofondando in un calvario amorfo
Ci riprovo a non seguir la scia e vo’ lontano per i miei tempi
ma nulla accade
strane malinconie m’addolciscono il viso
estrapolate da antichi desii
ma nulla è
e corro
e corro ancora
e corro solo
e corro perché altro non so fare…
Ringrazio il sole
paziente
che ricorda
al me distratto
al me viandante
che egli è lì e sta ad ascoltare
i nostri pianti
le nostre gioie
le paure
che trasforma
poi
in eterno divenire
Noi…
ombre nel vento
Io…
caricatura
Noi…
carburante dell’infinito
liberi di morire
imprigionati alla vita…

 
 
 

Angoscia infinita

Post n°107 pubblicato il 24 Marzo 2009 da mascalera
 
Tag: poesia

 

E' finito l'infinito
per noi che non crediamo che...

basta il sorriso del cuore
ad illuminare il grigiore dei nostri tempi

per noi che non vogliamo vivere

morendo alla vita stessa
orfani
oramai
del nostro unico e vero sorriso...
è finito l'infinito