Creato da elisar_81 il 10/04/2006

Anima di cristallo

"Infilerò la penna ben dentro il vostro orgoglio perché con questa spada vi uccido quando voglio" Francesco Guccini

 

« La disabilità è un dono ...Melodie nel meriggio assolato »

Tristezza Assenza

Post n°793 pubblicato il 13 Giugno 2017 da elisar_81
 

Prima che la tristezza mi travolga

io travolgo lei e la trasformo in poesia.

La mia tristezza è la tua assenza,

è il ricordo ormai lontano della tua presenza.

Eri l'oggetto dei miei desideri

ora sei soggetto della mia esistenza.

Esistenza fatta di parole confuse

ma ognuna porta il tuo nome.

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/AnimaDiCristallo/trackback.php?msg=13535966

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Zero.elevato.a.Zero
Zero.elevato.a.Zero il 14/06/17 alle 10:21 via WEB
Dove mai ti celasti
Qui lasciando il mio cuore tramortito?
Via qual cervo balzasti
Dopo averlo ferito:
ti rincorsi gridando, eri sparito.
Pastori, se all’altura
Salendo per gli stazzi assai lontano
scopriste per ventura
chi più di tutti io bramo
ditegli voi che muoio perché l’amo.
ln cerca del mio amore
Andrò per le montagne e le riviere,
né coglierò più fiore,
né temerò le fiere
oltrepassando i forti e le frontiere.
Domanda alle creature:
O selve d’ombra oscura
Piantate dalla mano dell’Amato!
O prato di verzura
E di fiori smaltato!
Dite se col suo piede vi ha sfiorato.
(Risposta delle creature)
Grazie a mille spargendo
Passò per questi luoghi con sveltezza,
e soltanto effondendo
lo sguardo con mitezza
Ii lasciò rivestiti di bellezza.
Ma chi potrà sanarmi?
Finisci di donarti a me davvero;
d’ora in poi non mandarmi
qualche tuo messaggero
che non sa dirmi quel che da te spero
Tutti quanti divagano
di te infinite grazie raccontando,
e tutti più mi piagano
a me spenta lasciando
non so cosa che vanno balbettando.
Ma tu come persisti,
o vita, non vivendo dove vivi,
se viva non resisti
ai dardi che subisci
da ciò che dell’Amato concepisci?
Perché avendo piagato
questo mio cuore tu non lo sanasti?
e avendolo predato
perché lo abbandonasti
e non prendi con te quel che rubasti?
Smorza tu i miei tormenti
Perché nessuno è in grado di attenuarli
i miei occhi diventino
del tuo lume splendenti:
solo per te desidero serbarli.
Scopri la tua presenza
e mi uccida così la tua bellezza;
tu sai che sofferenza
di amore non si cura
se non con la presenza e la figura
.

Juan de Yepes Álvarez (Giovanni della Croce)
 
 
elisar_81
elisar_81 il 14/06/17 alle 14:10 via WEB
Grazie Zero! "tu sai che sofferenza di amore non si cura se non con la presenza e la figura"
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

INQUIETA E' L'ANIMA

CHE NON RIPOSA NELL'AMORE.

Ritael

 

NELLE TUE MANI

Nelle tue mani
io metterei le radici
e da te mi farei portare
in ogni angolo della terra,
non ho certezze
ma ho l'amore
tutto quell'amore necessario
per deporre la mia vita
in mano a te.


Ritael
(settembre 2017)

 

A TE SOLO

A Te solo
confluiscano i miei pensieri,
come torrenti impetuosi
si gettino insieme liberi
nella cascata del Tuo amore.

A Te solo 
io elevi la mia lode gioiosa,
come un fiore tra le rocce
le mie parole nel vento
solitarie e nascoste.

Lavami il cuore 
toglimi ogni desiderio umano,
rendimi capace di amare
ogni creatura allo stesso modo,
ch'io non ami più un'anima soltanto.

Te solo Signore!

Ritael

 

 

 

 

NESSUNO LO SA

Mentre sorrido
piango
e mentre di gioia danzo
muoio.

Ritael 

 

ETTY HILLESUM

 

TU

 
Citazioni nei Blog Amici: 68
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

call.me.Ishmaelmaandraxlacey_munrocassetta2soliinmezzoallagentedolcesettembre.1Terzo_Blog.Giussens.azioniRavvedutiIn2daunfioregepu0diegonobile.dtwinlight_dforanginellavita.perez
 

TAG

 

AREA PERSONALE