Creato da: BobSaintClair il 12/09/2007
Il vasino di Pandorino/ The Wall of Flowers

FAVORITI

 


ALESSANDRO PORTELLI BLOG
        Attualità

 


METALMESSIAHRADIO

 

 

*** CINEMA ***

à

FUORI ORARIO
COSE (mai) VISTE
Programmazione
RAI3 NOTTE - orario
e altre
curiosità clic 
QUACK!!!


 

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Ultime visite al Blog

lascrivanarichardG5Coralie.frBobSaintClairhokaivictoria_ignisletizia_arcuriNarcysseangaoscurolamenteThasalaPrimosireKatartica_3000b.bagnolichiara
 

Ultimi commenti

questo post mi ha fatto molto riflettere. Complimenti per...
Inviato da: diletta.castelli
il 23/10/2016 alle 13:14
 
qui il tempo si č proprio fermato, l'orologio non...
Inviato da: altro_che_mela
il 30/12/2014 alle 20:29
 
Ciao MISS Kata... sono spesso assente, cercherņ di...
Inviato da: BobSaintClair
il 18/01/2014 alle 21:23
 
:*
Inviato da: BobSaintClair
il 18/01/2014 alle 21:21
 
:*
Inviato da: BobSaintClair
il 18/01/2014 alle 21:21
 
 

free counters



 
 

FACEBOOK

 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 61
 

 

 
« E.J. Brontë & W.A. MozartSimone de Beauvoir & Sepultura »

Ten Years After - Help Me & Carmelo Bene

Post n°748 pubblicato il 03 Novembre 2012 da BobSaintClair

*

Siamo fuor del marcire dentro un sacco

 

Siamo fuor del marcire dentro un sacco
morente assenza Resti
di che mai fu In provincia
la stessa che ritorna tourne à naître
in tour-nées poveri guitti
babalbutiti ‘n vuota scena da
nostradonnamaria insignificanza indove
ce ne no stiamo più non stiamo e t’amo
                                               ‘n letto

‘me se d’altrui cadaveri ‘nventato.

L’hanno portato via l’hanno portato
chi l’aveva una volta mai l’amata
se non a mo’ di tazza sul comò
tepida oscena dura a mo’ di smalto
tronco busto sensuato ‘me di bambola
educato ‘n androide sì così
si sta in così ecce femina ch’è no

Distaccata ‘me posta lontanata chissà
per s’avvicina l’altra mano toccami
qui dove più non duole
il no del corpo star in fare il morto.

Che ragazza e ragazza! E’ cosa spoglia
nella sera dall’ombra carezzata
nella carezza ombrata da la notte
in dell’incanto sole del meriggio
domestico claustrato d’arabeschi
divini evanescenti alle marine
pareti della stanza ‘n divenir

Che ragazza e ragazza! sperso arredo ‘n dettagli
in apparir disparso dentro vano
che d’intimo discreto in m’hai scordata
L’hanno portata via l’hanno portata
‘me il tutto ch’è mai stato e poi finì.

**

*

*

Ten Years After - Help Me

*

*

*

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog